Skin ADV

Il Secolo XIX dimentica i lavoratori

Giuseppe Bono

Molte perplessità ha provocato nel mondo economico genovese un trafiletto apparso sul "Secolo XIX".

Un trafiletto pubblicato nel settore economia & marittimo, diretto dall'ex giornalista sportivo Francesco Ferrari.
Il "Secolo XIX" ha fatto il tifo per la riconferma di Giuseppe Bono alla guida di Fincantieri, anche se molti ritenevano che dopo 15 anni fosse necessario un ricambio. Quel pezzullo, pubblicato in neretto per evidenziarlo, ha l'aspetto di un comunicato stampa. Racconta di un utile di 5 milioni nel semestre gennaio-giugno 2016 e aggiunge che l'anno scorso, nello stesso periodo, c'era stato un disavanzo di 19 milioni (ma non ci risulta che il giornale genovese avesse gridato allo scandalo).
Comunque, per completezza dell'informazione, il "Secolo XIX" avrebbe dovuto aggiungere, una notizia importante, che avrebbe spiegato tante cose. Secondo altre fonti l'utile ora sarebbe di 7 milioni, e l'anno scorso il disavanzo sarebbe stato di 12 milioni). Ma la notizia taciuta è un'altra. L'utile è stato raggiunto mandando a casa 1200 persone. Facciamo una paga media di 1200 euro, con i contributi si sale a 2000. Moltiplicate 2000 euro per 1200 persone, e il bilancio risulta assestato.
Perché - ci si chiede - il "Secolo XIX" ha taciuto il licenziamento di 1200 persone. I bilanci devono forse venir assestati sulla pelle dei lavoratori? Ma che almeno lo si dica. Se uno legge solo incensamenti...

Elio Domeniconi

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip