Il giornalista genovese dell'anno

Matteo Agnoletto

Classe 1989, genovese di Oregina, sampdoriano ma simpatizzante del Napoli

(un fatto bizzarro già questo, solitamente sono i genoani da esserlo...), molto bravo nel lessico un cicerone della radio. In pochissimi anni, il bravo e giovane Matteo Agnoletto (dal suo profilo Facebook si capiva, fino a qualche mese fa, come avesse delle simpatie lievemente progressiste, come tanti giornalisti genovesi d'altro canto), nulla a che vedere con lo strombazzattore che ai tempi del G8 era l'anima del Genoa Social Forum e che portava il suo cognome (e che poi è scomparso nell'anonimato), ha bruciato le tappe ed ora è la vera "voice" di Radio Babboleo, assieme a Matteo Rovere, anch'egli molto in gamba ed ex di "Dilettantissimo". Agnoletto, invece, si era formato nel glorioso "Corriere Mercantile", nella sezione della cronaca dei quartieri, ma prima ancora nelle pagine del "Calcio dei Giovani". Agnoletto è senza dubbio il futuro del giornalismo genovese, ormai ha le interviste più esclusive, dai politici, agli uomini dello spettacolo e della cultura. Da lui passano le grandi notizie del giornalismo ligure.

ultimi articoli