Gli indennizzi per le case sotto il ponte

Con il parere dell’Avvocatura distrettuale dello Stato di Genova è stato definitivamente

chiarito l’esatto indennizzo dovuto agli abitanti e ai proprietari, i cui immobili saranno oggetti di cessione per consentire lo svolgimento dei lavori di demolizione e ricostruzione del Ponte Morandi.
L'Avvocatura dello Stato di Genova, nell'esercizio della sua funzione di supporto legale all'attività del Commissario per la ricostruzione, ha infatti rassegnato il richiesto parere in ordine alla corretta interpretazione dell'art. 1 bis, comma 2, D.L. n. 109/2018 (Legge “Genova”).
È stato così chiarito che:
-  ai proprietari residenti spettano tutte le indennità previste dalla norma ricordata;
- ai proprietari non residenti sarà riconosciuta l'indennità di euro 2.025,50 per mq, comprensiva anche del contributo forfetizzato per la perdita degli arredi;
- agli inquilini spetta l'indennità pari ad euro 45 mila di cui alla legge regionale sul c.d. PRIS, oltre il contributo pari ad euro 36 mila per l'anticipato sgombero.

ultimi articoli