La Festa della bandiera di Genova

Migliaia di bandiere con la croce rossa in campo bianco distribuite in tutta la città, 

il corteo storico, la cerimonia istituzionale a Palazzo Ducale nella magnificenza della Sala del Maggior Consiglio, l’esibizione delle bande musicali al Porto Antico e – a seguire – lo spettacolo di Marco Rinaldi e il concerto di Beppe Gambetta. E poi – come prologo, domenica 14 aprile – l’ingresso in campo dei calciatori di Sampdoria e Genoa, in occasione del derby, con una “speciale” maglietta (in questa occasione, bambini porteranno una bandiera di San Giorgio e uno spot della Festa verrà trasmesso sui display dello stadio “Ferraris” prima dell’inizio del match e durante l’intervallo).
Genova si colora di bianco e di rosso in occasione della giornata ufficiale della Bandiera di Genova con la Croce di San Giorgio che sarà celebrata martedì 23 aprile. Dopo l’approvazione a gennaio da parte del Consiglio comunale di una mozione presentata dal capogruppo di Forza Italia Mario Mascia che impegnava il Sindaco e la Giunta, tutto è dunque pronto per le iniziative di promozione della memoria storica del vessillo.
La cerimonia istituzionale è prevista a partire dalle ore 16.30. A Palazzo Ducale, nella Sala del Maggior Consiglio, il sindaco Marco Bucci e il presidente della Regione Giovanni Toti apriranno le celebrazioni. L’assessore Matteo Campora consegnerà poi il Grifo di Genova a Walter Arnold, lo scultore americano che, dal 2010, si dedica a preservare e promuovere il Cimitero di Staglieno. Dopo gli interventi del St. George Club e del Flag Institute, a cui sarà consegnata la Bandiera di Genova, il sindaco nominerà 11 nuovi Ambasciatori di Genova nel mondo. In conclusione è previsto un “contributo” del Teatro Carlo Felice con il Quartetto Paganini-Sivori.
Parallelamente – sempre dalle ore 16.30 – dallo Yacht Club Italiano partirà il Galeone che, condotto dagli atleti che parteciperanno alla Regata Storica delle Antiche Repubbliche Marinare (prevista a giugno a Venezia), avrà a bordo la storica Bandiera di Genova. Gli atleti, sbarcati al Porto Antico, consegneranno il vessillo ai rappresentanti di una delle “eccellenze” genovesi che concorrono a dare lustro al nome di Genova nel mondo: sarà infatti l’equipe dell’Ospedale Gaslini, che ha effettuato a fine marzo il primo intervento di autotrapianto polmonare su paziente pediatrico, a portare la Bandiera – accompagnati dal Corteo Storico – a Palazzo Ducale. Dopo la consegna al sindaco, il vessillo sarà issato sul torrione dell’antica sede dogale.
La festa proseguirà al Porto Antico dove, alle 18.30, si esibiranno le bande musicali genovesi che – insieme – eseguiranno “Ma se ghe pensu”. Le bande confluiranno in Porto Antico percorrendo – ciascuna – un tratto della città e concorrendo così a portare la festa in ogni angolo del centro. Grazie al contributo della Camera di Commercio e dell’Associazione Panificatori di Genova verrà distribuita focaccia ai presenti. Degustazione di vini liguri a cura dell’Enoteca Regionale della Liguria con cui il Comune sta collaborando in forte sinergia.
Il gran finale – sempre al Porto Antico – con lo spettacolo di Marco Rinaldi e, a seguire, con il concerto di Beppe Gambetta. Animazione swing a partire dalle ore 21.
Ma la città si tingerà letteralmente di bianco e di rosso a partire dal 15 aprile. I genovesi potranno infatti munirsi della bandiera con la croce di San Giorgio ed esporla. I vessilli saranno distribuiti gratuitamente presso gli IAT di via Garibaldi e Porto Antico e presso i mercati merci varie comunali dai volontari dell’Associazione Alpini (elenco a fine pagina). Presso il gazebo di ingresso all’area del Porto Antico, il 23 aprile saranno anche distribuite alcune migliaia di bandierine con il vessillo cittadino. Inoltre, grazie alla collaborazione con le associazioni di categoria Commercio, Ascom Confcommercio e Confesercenti, anche le vetrine delle attività economiche saranno addobbate a festa con le bandiere di San Giorgio. Le pasticcerie aderenti a Fepag – Ascom Confcommercio, a partire dal 15 aprile, esporranno e venderanno la propria torta creata in onore della bandiera. Ha coordinato il coinvolgimento del mondo del commercio l’assessore Paola Bordilli.
Sempre a partire dal 15 aprile verrà allestito un Gran Pavese con migliaia di bandierine in molte vie del centro cittadino: via XXV aprile, via Garibaldi, via XX settembre, via Boetto, via San Lorenzo, nei pressi di palazzo San Giorgio, al Porto Antico, nello spazio tra via Roma con XXV aprile.
Da sottolineare anche il contributo di Regione Liguria che parteciperà offrendo bandiere di Genova di grosse dimensioni che saranno esposte in posti e monumenti significativi della città.
La bandiera di San Giorgio e la sua croce rossa in campo bianco – lo ricordiamo – hanno sempre rappresentato Genova, dai gloriosi tempi della Repubblica marinara fino a diventare stemma del Comune. Fu il sindaco Bucci – nel luglio dello scorso anno – a ricordare alla Regina Elisabetta le comuni radici tra la città e il Regno inglese, rappresentate proprio dalla bandiera storica con la croce rossa in campo bianco detta di San Giorgio. Legami ricordati anche durante la missione di marketing territoriale di qualche mese fa che ha visto impegnato il primo cittadino a Londra insieme all’assessore Barbara Grosso.
Per l’organizzazione di questa manifestazione l’amministrazione comunale aveva lanciato, come si ricorderà, una “Call For Ideas” con l’obiettivo – appunto – di coinvolgere i cittadini genovesi che hanno risposto con circa 80 proposte.

 

ultimi articoli