Skin ADV

Terrorismo jihadista, Muzio: “mantenere alta la guardia”

Claudio Muzio, Lucrezia Cavallaro (figlia del sottotenente Giovanni Cavallaro morto nell'attentato di Nassiriya), Angelo Vaggarezza

“In questo giorno in cui ricordiamo la strage di Nassiriya, un pensiero particolare di vicinanza e di affetto va ai nostri cinque soldati feriti nell’attentato avvenuto sempre in Iraq, nella zona di Kirkuk, domenica 10 novembre. Quest’ennesimo sanguinoso episodio è la prova provata della necessità di mantenere alta la guardia nei confronti del mai sopito terrorismo jihadista, sempre pronto a colpire i nostri uomini e ciò che essi rappresentano: un presidio finalizzato alla pace, alla sicurezza, alla libertà, valori che sono a fondamento della nostra nazione e della nostra civiltà e che il fondamentalismo vuole calpestare”. E’ quanto dichiara Claudio Muzio, consigliere regionale di Forza Italia e segretario dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa della Liguria.
“Quest’anno la ricorrenza dell’attentato di Nassiriya – prosegue Muzio – ha poi qui in Liguria un altro particolare valore: dal 15 luglio, infatti, una sala della Regione è intitolata ai nostri connazionali che il 12 novembre di sedici anni fa furono vittime della violenza terroristica in Iraq. Questa intitolazione, arrivata in esito ad una iniziativa di cui sono stato promotore in Consiglio regionale, è stato un gesto di concreta riconoscenza ai 12 carabinieri, ai 5 militari dell’Esercito e ai due civili caduti a Nassiriya, che hanno sacrificato la loro vita in nome della pace e della libertà ed hanno testimoniato fino in fondo l’amore per la nostra patria. A loro va la nostra riconoscenza. Alle loro famiglie il nostro commosso abbraccio”, conclude il consigliere regionale di Forza Italia.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip