Skin ADV

Il pesto genovese protagonista in Bahrein

È Suresh Chauhan, docente all'"Hotel and Tourism management Institute" del Bahrain, il vincitore delle eliminatorie del Campionato del pesto al mortaio che si sono tenute oggi a Manama. In tutto dieci i concorrenti, molto preparati e motivati, tra i quali c’era anche un italiano residente in Bahrein. Suresh Chauhan parteciperà alle fasi finali del Campionato che si disputeranno nel marzo a Genova.

La gara fa parte della missione di marketing territoriale che il Comune di Genova sta conducendo in Bahrein, in occasione della Settimana della gastronomia italiana dedicata, su iniziativa dell’Ambasciata Italiana a Manama, al pesto genovese al mortaio.

La delegazione della città, capeggiata dall’assessore Barbara Grosso, sta partecipando a un fitto calendario di appuntamenti – organizzato dall’Ambasciatore di Genova nel mondo Alessandro Pilloni (residente in Bahrein) – che, oltre alla promozione della gastronomia, sta toccando importanti aspetti legati all’attrazione di investimenti e agli scambi culturali  

Nella mattina di giovedì 28, durante un incontro con i rappresentanti del Fondo d’investimento del Bahrain, sono stati presentati gli assi di sviluppo della Città (logistica, hi-tech e turismo) e i principali progetti infrastrutturali e opportunità di investimento nel territorio genovese, fra cui Waterfront di levante, Quadrante della Val Polcevera, Hennebique e Pre-visioni, il potenziamento e riorganizzazione del sistema di trasporto pubblico e del sistema della mobilità urbana. A breve verrà organizzata una visita dei vertici del Fondo a Genova, per approfondire e valutare direttamente i progetti proposti e incontrare le aziende le cui caratteristiche potrebbero risultare interessanti per le strategie di investimento del Fondo.

A seguire c’è stato l'incontro con la Vice Ministro della Cultura Shaikha Hala bint Mohammad Al-Kalifa e la Direttrice Farah Matar, con le quali si è concordato in particolare di progettare e condividere un programma di scambi di eventi culturali di grande rilievo, in campo musicale, fra cui la presenza al Festival Internazionale di Nervi della Compagnia di danza popolare statale del Bahrain. Per il 2020 verrà anche esplorata la possibilità di organizzare a Manama un concerto ed una eventuale esposizione del violino di Paganini.

Molto importante l'incontro con i vertici della Camera di Commercio e Industria, interessata in particolare a favorire investimenti Bahrain in aziende genovesi hi-tech. I vertici sono stati invitati a Genova per incontrare la Camera di Commercio di Genova e le altre istituzioni. Verranno anche organizzati incontri con le aziende hi-tech potenzialmente interessanti per gli investitori coinvolti dalla Camera di Commercio del Bahrain.

A fine giornata incontro con l'Ambasciatore d'Italia, Domenico Bellato, con il quale sono stati analizzati e approfonditi gli spunti emersi negli incontri della giornata, e l'importante contributo che può essere dato, per il loro sviluppo, dall'Ambasciata Italiana.

La giornata del 29 si è svolta sotto il segno del pesto genovese. In uno dei più importanti centri commerciali di Manama è stato allestito un intero settore dedicato alla gastronomia italiana e, nello specifico, al pesto genovese. Nella serata si è svolto uno show cooking curato da  Roberto Panizza, presidente dell’associazione Palatifini che organizza il Campionato mondiale del pesto al mortaio, e da Emiliano Pescarolo, campione del mondo del pesto in carica.

“Una missione utile e interessante - dice l'assessore Barbara Grosso - sia dal punto di vista dell'attrazione di investimenti, sia da quello della cultura e degli eventi. Il suggello finale è arrivato con questa bellissima gara all’insegna delle nostre tradizioni alimentari. Per quanto riguarda gli investimenti, lavoreremo da subito all'organizzazione delle visite a Genova dei potenziali investitori, per consentire loro di valutare al meglio i progetti della Città e per assicurare l'incontro fra esigenze delle imprese genovesi e strategie degli investitori, con il coinvolgimento dell’Ambasciatore di Genova nel Mondo Alessandro Pilloni che si è reso disponibile a mantenere stretti rapporti bilaterali. In campo culturale gli eventi - in particolare musicali e di balletto - che saranno realizzati insieme al Bahrain consentiranno un notevole arricchimento della programmazione culturale della nostra Città ed un'importante esperienza per i nostri artisti”.

“Sono molto contento – sottolinea l'Ambasciatore d'Italia nel Bahrein, Domenico Bellato –. E’ stato un bel successo; sia il pubblico, sia i rappresentanti delle istituzioni culturali sono stati entusiasti di questo evento, che è stato qualcosa di diverso rispetto al consueto. È stato raggiunto il risultato di promuovere la dieta mediterranea e promuovere la città di Genova, dal punto di vista turistico. culturale ed economico. Ci sarà sicuramente un futuro nelle relazioni che questo evento ha consentito di costruire".

"È stata una bella esperienza – sottolinea Alessandro Pilloni, Ambasciatore di Genova nel mondo, ideatore e promotore dell'evento in Bahrein –. Questo evento dimostra come Genova si stia proiettando verso nuove realtà e nuove sfide. Sono entusiasta del lavoro che siamo riusciti a fare, e sono certo che la promozione di Genova nel mondo continuerà a dare buoni risultati"

"È stata una bella gara che ha davvero mobilitato la Scuola Alberghiera del Bahrein, l'Ambasciata italiana, il Ministero della Cultura del Bahrain. Tutti – dichiara Roberto Panizza, presidente della Associazione Palatifini, organizzatrice del Campionato Mondiale di pesto al mortaio – hanno mostrato di apprezzare il Campionato e il nostro pesto. Abbiamo presentato al meglio la tradizione della cucina genovese".

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip