Skin ADV

Il borsino della politica

In senso orario: Toti, Bucci, Rosso, Terrile, De Benedictis, Murolo, Brusoni, Benzi, Serafini; Vinacci

Il borsino della politica, secondo Genova3000.

MARCO BUCCI
Lo spostamento dei depositi chimici da Multedo a Ponte Somalia ha aperto una nuova polemica in città. A scendere in campo questa volta non sono abitanti di Sampierdarena o politici contrari al trasferimento ma la compagnia di navigazione Grimaldi, che ha annunciato di voler aprire un collegamento con la Sardegna da Savona, tagliando così fuori Genova. Subito è arrivata la replica del primo cittadino: “E’ possibile trovare una soluzione”. Il sindaco ci ricorda quei vecchi spot nei quali il protagonista risolveva casi complessi grazie ad un noto tè che gli garantiva nervi distesi. Allora, tè per tutti a Tursi.

GIOVANNI TOTI
E’ volato all’Expo di Dubai per promuovere la nautica regionale: “Bilancio positivo, seminato per sviluppo futuro”. Grazie all’intuito del governatore, che aveva organizzato la missione negli Emirati Arabi in tempi non sospetti (la guerra in Ucraina non era ancora scoppiata), i cantieri liguri potranno aumentare le vendite dei loro yacht agli emiri, sostituendoli così ai ‘sanzionati’ oligarchi.

MATTEO ROSSO
Il commissario regionale di Fratelli d’Italia è contrario al cosiddetto salto della quaglia, il passaggio da un partito all’altro fatto solitamente con una certa nonchalance. Inoltre, il leader dei meloniani liguri avverte: “Da chi verrà eletto pretenderò che stia sempre in mezzo alle persone e non comodamente seduto in un ufficio. La politica si fa ascoltando i problemi e mettendosi a disposizione delle persone e nel mio piccolo da anni cerco ogni giorno di farlo”. Ma così la politica diventa poco interessante per chi la fa. Soprattutto nei comuni e nei municipi.

ALESSANDRO TERRILE
“Mi interrogo se sia davvero utile impiegare dodici agenti per due giorni per trovare tre ragazzi con lo spinello”. Così il capogruppo PD a Tursi ha commentato su Facebook la notizia data dal Comune di Genova sui risultati di un’operazione di controllo del territorio portata a termine dalla Polizia Locale, con l’ausilio di unità cinofile, nella zona di corso Montegrappa e i giardinetti di via Ponterotto. Il risultato non è confortante. Eppure i cani avevano lavorato sodo.

REMO BENZI
Tutti in città lo chiamavano ancora “Comandante”. E’ morto a 83 anni l’ex capo, lo è stato tra il 1994 e il 1997, dei cantuné, ruolo dal quale si era dimesso per divergenze di vedute con il sindaco di allora, Adriano Sansa. E’ stato consigliere comunale di Liguria Nuova (Sergio Castellaneta) e Lista Biasotti. Alle scorse regionali si è candidato con Giacomo Chiappori. Negli ultimi anni si è dedicato soprattutto alla scrittura, libri di poesie ma anche autobiografie. Per raccontare il suo importante vissuto.

MARTA BRUSONI
Dopo la partecipazione alle regionali 2020 con Forza Italia - Liguria Popolare, per la capogruppo a Tursi di Vince Genova si apre una nuova esperienza elettorale: il suo passaggio dalla lista del sindaco Bucci a quella del governatore Toti sembra ormai certo, anche se nessuna conferma è ancora arrivata dalla diretta interessata che preferisce attendere. L’attesa è il sale dell’amore. E a volte anche della politica.

ELISA SERAFINI
L’assessora alla Cultura del primo anno della giunta Bucci ha trovato il rimedio per affrontare i costi delle campagne elettorali, a volte molto elevati: “a Genova un candidato sindaco ha bisogno di quasi mezzo milione di euro”. La soluzione si chiama Politically (www.politic-ally.it), una piattaforma che aiuta a raccogliere fondi in modo trasparente. Così tutti sapranno chi ha sostenuto chi. Ma nessuno saprà mai il perché!

GIUSEPPE MUROLO
Rappresenta la cultura vista da destra. Molto seguiti i recenti incontri che ha organizzato in città, prima con Marcello Veneziani e poi con Daniele Capezzone. Da mesi è in campagna elettorale: alle prossime comunali è candidato con Fratelli d’Italia. L’ex consigliere comunale adesso vuole fare l’assessorato alla Cultura del Bucci bis.

FRANCESCO DE BENEDICTIS
Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, universalmente conosciuto grazie ai suoi canarini che hanno vinto numerosi titoli in giro per il mondo, si è lasciato andare a uno sfottò calcistico in Sala Rossa. Parlando di una passerella che attraversa il Bisagno, il meloniano-fittiano ha detto che la struttura è utile perché viene attraversata anche durante i derby, “quando i tifosi del glorioso Grifone e i ciclisti blucerchiati vanno alla partita”. Apriti cielo. I sampdoriani gli hanno subito tuonano contro sui social. E presto lo faranno anche nelle cabine elettorali. Pedalare!

GIANCARLO VINACCI
Ha deciso di strutturare il suo think tank, trasformandolo in una fondazione nella quale ha coinvolto personaggi di spicco dell’economia nazionale, sia pubblica sia privata. Il primo impegno è già fissato per il 15 marzo a Genova, dove si terrà un forum sull’approvvigionamento di petrolio e gas, tema molto attuale da quando è iniziata la guerra in Ucraina. C’è però chi dice che la fondazione non si occuperà solo di economia ma si impegnerà anche in vista delle imminenti amministrative genovesi. L’ex assessore, attualmente è responsabile nazionale del Dipartimento Innovazione e sviluppo di Forza Italia, non ha però ancora detto con quale coalizione si schiererà. E la cosa non è piaciuta ai vertici regionali di Forza Italia, che stanno "assolutamente" nel centrodestra.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip