Skin ADV

Borsino della politica che sorprende

In senso orario: Toti, Bagnasco, Pirondini, Campanella e Bucci

Secondo Genova3000.

CARLO BAGNASCO
Rieletto sindaco di Rapallo con il 78%, nominato da Berlusconi coordinatore ligure di Forza Italia, Bagnasco jr è il personaggio politico più sorprendente del 2019. Ha meravigliato anche una rapallina che ha chiesto il suo intervento il giorno di Santo Stefano per mettere in sicurezza una ringhiera. E dopo l’immediato intervento del primo cittadino, la donna ha scritto su una chat: “sono davvero contenta di aver conosciuto una persona così disponibile, gentile e umile”. Un amore di sindaco.

FLAVIO DI MURO
L’ex assistente regionale (una volta si chiamavano portaborse) di Edoardo Rixi ha stupito l’Italia intera, non tanto per quello che ha detto ma per dove l’ha detto: alla Camera dei Deputati. Durante un’assemblea trasmessa in diretta TV, mostrando un anello a titolo d’impegno, l’onorevole ha chiesto alla sua fidanzata seduta nelle tribune: “mi vuoi sposare?”. Una cosa così alla Camera non si era mai vista. E neppure nelle migliori soap opera. Innamorato.

MARCO BUCCI
Ha sorpreso vedere il sindaco vestito da doge durante la cerimonia del confuego. Ma ha stupito molto di più per come ha fatto saltare in aria ciò che restava del viadotto Morandi. L’esplosione meravigliosa è stata ripresa da tutte le televisioni del mondo, adesso tutti sanno che siamo bravi ad abbattere i ponti. Ma anche a tirarli su. Malgrado il piccolo ritardo accumulato, per l’Italia sarà una ricostruzione record. Per Genova, la fine di un incubo.

GIOVANNI TOTI
Il suo 2019 è stato caratterizzato dal tira e molla con Forza Italia: prima, me ne vado; dopo, resto; alla fine, me ne vado. Il nuovo movimento, Cambiamo!, lanciato timidamente dal teatro Brancaccio, ha fatto il pieno di adesioni (quasi tutti ex forzisti) in Liguria, mentre stenta a livello nazionale, anche per i freni messi dai partiti alleati che lo vogliono limitare a partito regionale. Per i suoi sostenitori ha governato bene, mentre per l’opposizione poteva fare meglio. Ha la riconosciuta qualità di fare squadra: riesce a fare andare tutti d’accordo. Anche tra primedonne.

LILLI LAURO
Nel 2015 aveva stupito per aver mantenuto il doppio ruolo di consigliera, di Forza Italia in Comune e della Lista Toti in Regione. Alle comunali genovesi del 2017 aveva sorpreso per le 2.500 preferenze (prese però anche grazie ai tandem con numerosi uomini). Nel 2019 ha colpito invece la sua uscita da Forza Italia per approdare in “Cambiamo!”. Una scelta coraggiosa: se fosse rimasta nel partito di Berlusconi la rielezione alle prossime regionali sarebbe stata per lei scontata. Invece, se la deve giocare. Battagliera. 

ALBERTO CAMPANELLA
Il capogruppo a Tursi di Fratelli d’Italia ha sorpreso tutti quando, in una notte gelida, ha fatto irruzione nel canile di Monte Contessa per verificare di persona lo stato dei cani. Tutta la vicenda è stata seguita in diretta Facebook da centinaia di persone, che si sono complimentate con lui per il coraggio e per l’amore per gli animali. Dopo aver scavalcato il cancello, Campanella ha detto: “sono un cane anch’io”. Per gli animalisti, un mito.

LUCA PIRONDINI
Il consigliere comunale (capogruppo M5S) e musicista (viola) ha documentato con una diretta Facebook una situazione piuttosto imbarazzante. Nominato dal ministro Alberto Bonisoli (è stata una delle sue ultime nomine) nel consiglio d’indirizzo del teatro Carlo Felice (al posto di Beppe Pericu), Pirondini si è recato alla riunione del suo primo consiglio. Bucci però lo ha fatto mettere alla porta da due cantuné. Ma è stata solo una formalità: il consiglio doveva ratificare l’ingresso del nuovo consigliere. Qualcuno aveva pensato ad una candid camera.

GIANCARLO VINACCI
L’ex assessore allo Sviluppo economico di Genova è stato messo alla porta nel rimpasto di giunta (non compreso da tutti) dello scorso settembre. Il sindaco Bucci gli ha però chiesto di collaborare ancora con il Comune. Vinacci, che ha deciso di impegnarsi per la sua città, ha accettato ad una sola condizione: “lo faccio gratis”. La sola parola gratis non è sufficiente per stupire tutti i genovesi?

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip