Skin ADV

Regionali Liguria, dov'è finito l'anti-Toti?

Giovanni Toti

Le elezioni regionali non saranno più a maggio, ormai è chiaro, ma ciò non toglie che il candidato presidente di PD e Cinquestelle ancora non c'è.

L'emergenza coronavirus è arrivata come un tackle scivolata proprio sul più bello, quando l'alleanza PD-M5S si era finalmente saldata, quando l'ex candidata pentastellata Alice Salvatore si era per coerenza ritirata da ogni candidatura sia da presidente sia da consigliera, quando ormai erano finiti tutti gli ultimatum e i vaffa dei vari aspiranti.

Dopo di che il nulla. Anche a chi dice (giustamente) che in tempi di emergenza non vanno fatte campagne elettorali sorge il dubbio che una volta finita la quarantena gli elettori liguri potrebbero chiedersi e chiedere ai novelli candidati, spuntati come funghi dopo un temporale, dove erano e cosa facevano per loro quando tutto andava a ramengo.

E a questa domanda Toti potrebbe anche rifiutarsi di rispondere, perché tutti ormai sanno - anche dalle sue dirette Facebook fino ad ora tarda e in solitudine: la moglie Siria è a Milano da quaranta giorni - che nel bene o nel male c'è e continua ad essere sul pezzo h24.

Il fattore tempo poi potrebbe cambiare le carte in tavola a sinistra, perché pare che Conte, sulla scia del gran seguito procurato dalle edizioni straordinarie al TG1, stia facendo anche più di un pensierino ad una formazione politica tutta sua e anche Renzi sta sfruttando il periodo per far crescere la sua creatura Italia Viva senza che nessuno riesca ad avvelenargliela in culla.

In questo scenario dell'ognuno va per sé anche una ridiscesa in campo di Alice Salvatore in maniera autonoma dal PD non sarebbe proprio fuori luogo.

Il Covid 19 insomma sta seminando il panico anche nella politica ligure.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip