Skin ADV

Comunali genovesi, Vinacci se ne andrà da solo

Giancarlo Vinacci

I rumors genovesi erano fondati e oggi Giancarlo Vinacci, ex assessore allo Sviluppo Economico della Giunta Bucci, è uscito allo scoperto confermandoli col virgolettato in un'intervista al “Secolo XIX”. 

Ne ha per tutti, il capo Dipartimento nazionale dello Sviluppo economico di Forza Italia. Innanzitutto, per il suo partito, che secondo lui dovrebbe puntare al 7% del trend nazionale ma si accontenterebbe di molto meno.

E allora la ricetta di Vinacci è lanciare un'altra lista civica che, come quelle di Bucci e di Toti, paradossalmente punta a pescare proprio nell'elettorato moderato dei berlusconiani, andando a sottrargli voti.

Vinacci, nel suo colloquio col giornalista del Decimonono, attacca l'amministrazione Bucci sui debiti, sul patrimonio di case sfitte, sulla Tari, sul trasporto pubblico, sull'Amiu, sulla gestione del caso Carige, in prevalenza sulle deleghe assegnate ai super assessori Pietro Piciocchi e Matteo Campora.

L'unico apprezzamento è rivolto alla presa di posizione di Edoardo Rixi sul trasferimento dei depositi chimici da Multedo a Vado Ligure, piuttosto che a Ponte Somalia.

Un cenno che secondo alcuni indicherebbe un'apertura alla Lega e alla possibilità di farle da stampella civica in uno scenario elettoralmente imprevedibile, in cui l'attuale primo partito di maggioranza a Palazzo Tursi (sono 9 i consiglieri leghisti) alle prossime elezioni comunali rischia di scalare al terzo se non al quarto posto tra gli alleati, dietro le liste di Vince Genova, Cambiamo con Toti e Fratelli d'Italia.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip