Borsino della politica

Secondo i lettori di Genova3000.

 


1-MARCO BUCCI
Il sindaco di Genova corre (e fa correre) tutto il giorno, resta in ufficio anche fino alle 23, un vero stakanovista. Ogni tanto rimprovera qualche assessore o consigliere, ma sono solo scambi di opinioni per crescere insieme. Molte delle promesse fatte in campagna elettorale le ha già mantenute e per l’inaugurazione del salone Nautico sarà pronta anche la rosa dei venti nella rotonda davanti alla Fiera. E’ anche dimagrito. Evidentemente, non ha più tempo per passare dalla pasticceria Sansebastiano.

2-LILLI LAURO
In questi giorni è costretta a stare distante dalla scena politica, ma anche dall’ospedale, dove si trova ricoverata, segue attentamente le vicende comunali e regionali e impartisce disposizioni. In Consiglio comunale si sente la sua mancanza, anche se da quando c’è Bucci non fa più le sue memorabili interpellanze. Tutti le augurano una pronta guarigione.

3-MARIO MASCIA
E’ l’uomo sul quale punta maggiormente Forza Italia. Dopo l’ottimo risultato alle amministrative, che gli ha permesso di entrare in Consiglio comunale, è stato eletto capogruppo dei forzisti in Comune. Il governatore Toti l’ha scelto come suo avvocato. E’ di ieri la notizia della sua nomina (che, visti i suoi trascorsi da giovane DC, sarà stata gradita anche dalla Curia che controlla il Galliera) nel consiglio di amministrazione degli Ospedali Galliera. Un successo dietro l’altro. Presto lo vedremo in Parlamento?

4-MATTEO ROSSO
Il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia e presidente della Commissione sanità è la spina nel fianco della sanità ligure. I suoi improvvisi blitz negli ospedali fanno tremare medici e infermieri, denuncia sui social tutto quello che non funziona. Pur essendo la sanità in Liguria gestita dalla sua coalizione, si comporta come una forza di opposizione. Dopo che in Comune non è passata la mozione per l’intitolazione di una strada a Fabrizio Quattrocchi, secondo alcuni i suoi rapporti con gli alleati sono ancora più freddi. Ma Rosso, uomo intelligente e esperto politico, saprà ricompattarsi al gruppo.

5-ROBERTO LEVAGGI
Ex sindaco di Chiavari, un passato nel vecchio scudo-crociato, ora si accontenta di fare il consigliere comunale di opposizione. Si annunciano grandi battaglie contro il rivale Marco Di Capua, ambiva ad una candidatura per la Città Metropolitana, ma non ce l’ha fatta.

6-SIMONE REGAZZONI
L’ex candidato sindaco e pop-filosofo ha annunciato nuove fatiche editoriali, ogni tanto interviene sui temi della sicurezza, è un grande fan del ministro Minniti, sono ormai celebri su Facebook i suoi duetti, con complimenti reciproci, con Anna Pettene.

7-EMANUELE PIAZZA
E’ stato assessore comunale del PD nella giunta Doria, ha fatto tutto il possibile per essere candidato sindaco, non ce l’ha fatta nonostante l’appoggio del deputato dem Lorenzo Basso, ora è sparito dalla scena politica ed è tornato al lavoro in IREN.

8-GIANCARLO VINACCI
Assessore allo sviluppo economico della giunta Bucci, amico di Alberto Zangrillo, medico del San Raffaele e di Berlusconi, come assessore si vede poco, fino ad ora molto poco protagonista anche se punta molto sulle sturt-up.

9-FRANCO ORSI
Ex DC, ex Forza Italia per cui è stato assessore regionale (giunta Biasotti) e senatore, sogna di tornare a Roma in parlamento, ma per ora si deve accontentare di fare il sindaco di Albisola Superiore. Nel paradiso delle ceramiche.

10-ALESSANDRO TERRILE
Avvocato dello studio Flick, ex segretario del PD genovese, ora consigliere comunale a Tursi, sempre elegante, contende il primato a Alberto Pandolfo fra le file dell’opposizione. Per come vestono, i due consiglieri sembrano uomini di centrodestra.

ultimi articoli