Rixi: non faremo saltare Bizzarri

Dopo l’articolo di ieri nel quale abbiamo anticipato in esclusiva la nomina di Luca Bizzarri

a presidente della Fondazione Palazzo Ducale, è scoppiata sui social una discussione su chi è a favore e chi contrario alla nomina del comico-attore a capo di una Fondazione così importante per la cultura della nostra città. Fra chi ha espresso le sue perplessità c’è anche il leader regionale della Lega Edoardo Rixi. I dubbi del leghista ci hanno spinti a pubblicare oggi un pezzo dal titolo: ‘La Lega farà saltare Bizzarri?’. A questa domanda Rixi ha risposto a Genova3000.
“Fermo restando che non spetta a me la nomina del presidente di Palazzo Ducale, personalmente ero più per una figura che potesse portare fondi e apertura internazionale”.
Una persona come Marco Bucci?
“Esattamente”.
Di Bizzarri cosa ci dice?
“Anche se non so come vorrà gestire il Ducale, ritengo Bizzarri persona valida, ha a cuore Genova, mi è anche simpatico. Luca è una persona intelligente, sa che dovrà fare meglio del suo predecessore. Avrà però bisogno di un buon direttore”.
Su Facebook si sono letti pareri discordanti sulla nomina di Bizzarri.
“Non li ho certo sollecitati io, personalmente ho solo espresso qualche dubbio. Comunque credo sia giusto far nascere un dibattito su una scelta così importante”.
Secondo lei la nomina di un comico a capo di una Fondazione così rilevante per la cultura cittadina potrebbe prestarsi a eventuali attacchi da parte degli intellettuali di sinistra?
“Non lo so! Degli attacchi della sinistra me ne frego, ma di quelli che ci hanno sostenuto no”.
Si dice che il nome di Bizzarri sia stato fatto da Toti e Cavo, ma è stato interpellato prima?
“Mi hanno chiesto di trovare un imprenditore di livello internazionale, poi si è cambiata strada e l’ho saputo solo a cose fatte (era stato trovato un imprenditore del mondo della cultura ndr). Questo metodo non va bene. Anche perché si rischiano inutili frizioni con persone che magari poi rimangono deluse ma che potrebbero dare molto a Genova. Questo non è un bene per nessuno”.
Forse non piaceva più l’idea dell’imprenditore?
“A me stava bene anche un professore, come Bampi o Becchi”.
Adesso, le sta bene Bizzarri?
“Non voglio di certo mettere il sindaco in difficoltà. Mi auguro sia la scelta migliore, perché il Ducale è patrimonio della città di Genova. Chiunque sarà il presidente godrà del mio appoggio. Ovviamente, anche Bizzarri”.

ultimi articoli