Matteo Rosso: centrodestra unito e compatto

Matteo Rosso di Fratelli d'Italia

Intervista in anteprima con il numero uno di Fratelli d’Italia in Liguria, Matteo Rosso, 

recordman di preferenze per il partito di Giorgia Meloni alle ultime regionali del 2015, e che vanta un passato anche in Forza Italia.


I sondaggi davano la Lega dietro a Forza Italia, quali sono le sue sensazioni?
Non nutro una particolare fiducia nei sondaggi perché non so quanto corrispondano realmente alle intenzioni di voto degli italiani. Certamente la Lega è molto radicata sul territorio e porta avanti battaglie politiche che sono sentite dal cuore e dalla pancia della gente. Forza Italia dalla sua ha un leader che sembra essere davvero inesauribile ed è un grande trascinatore e la gente che vota Forza Italia vota per Berlusconi e quindi alle elezioni politiche, differentemente da quelle amministrative, Berlusconi può avere un effetto fortemente trainante.

Falcidia, uomo della Lega. Lo farà il miracolo? Sarebbe la prima volta in assoluto!
Falcidia è un giovane in gamba e apprezzato dalla gente. Ho sempre manifestato anche pubblicamente una  particolare stima per lui e sono davvero fiducioso che domenica prossima anche in quel municipio, storicamente rosso, il vento cambierà.

Il 5 marzo si registrerà l'ingovernabilità?
È difficile dire se ci sarà la governabilità ma quel che posso dire è che tutti i candidati di Fratelli d’Italia alla Camera e al Senato hanno firmato con Giorgia Meloni un documento che li impegna a non fare accordi con il PD e con i cinque stelle e quindi Fratelli d’Italia non accetterà questi tipi di accordi che a casa mia si chiamerebbero inciuci!!!

La Liguria si manterrà azzurro - verde?
Sono piuttosto convinto, anche se non si può mai dire fino alla chiusura dei seggi, che la Liguria certamente molto ben governata dal presidente Toti e da nuovi sindaci che hanno finalmente rimesso in moto le nostre città premierà questa nuova fase politica e sosterrà i candidati del centro destra, un centrodestra che si è presentato unito compatto e non litigioso ma attento ai veri bisogni dei liguri.

Il suo amico Rixi ce la farà ad essere eletto a Roma?
Edoardo Rixi, a cui mi lega un’amicizia e tante battaglie politiche condivise con entusiasmo e passione, si merita pienamente di essere eletto al Parlamento e sono convinto che tantissimi liguri lo sosterranno con il loro voto.

Il peso politico di “Noi con l'Italia Udc” all'interno della coalizione?
La Regione Liguria è governata da quasi tre anni da una coalizione di questo tipo e ogni forza politica ha la sua importanza propositiva perché per pensare al bene della regione nella maggioranza bisogna mettere da parte i simboli dei propri partiti e portare avanti proposte concrete e serie come abbiamo fatto in questi anni in cui non abbiamo mai avuto spaccature, pur avendo un solo voto di differenza in consiglio regionale rispetto alla minoranza.

Vi sentite così vicini alla Lega Nord?
Con la Lega c’è un bel rapporto anche se ovviamente in qualche momento c’è qualche fisiologica tensione politica ma almeno qui in Liguria ci aiuta un ottimo rapporto personale con Rixi, Bruzzone e altri che hanno ruoli di responsabilità nella Lega e proprio questo rapporto spesso serve  ad aiutarci nel trovare punti di accordo nei momenti più difficili.

Di Andrea Bazzurro

ultimi articoli