Susy contro Lara

Su Telenord sono già apparsi spot elettorali di Isabella De Martini in vista delle Europee. E' stata la prima ma è arrivata

a Bruxelles per ultima, quindi deve recuperare il tempo perduto.

Ricordo una feroce polemica con Rosario Monteleone, erano partiti insieme nella Lista di Lamberto Dini. Monteleone faceva notare che la De Martini non era mai stata eletta, non era riuscita a entrare nemmeno in Consiglio Regionale. Ora l'ex leader dell'Udc in Liguria, travolto dalle spese pazze, ha dovuto dimettersi da presidente del Consiglio Regionale. Mentre la De Martini è arrivata al Parlamento Europeo.

Era stato Claudio Scajola a candidarla, dopo il rifiuto dell'allora emergente Enrico Musso che non vedeva la possibilità di essere eletto. Per un genovese l'impresa è sempre difficile, bisogna raccogliere voti anche in Piemonte e in Lombardia. La professoressa De Martini aveva fatto più del suo dovere. Pur indipendente, aveva raccolto quasi ventimila voti (tra i quali il mio). Non era stata eletta solo perché nella fase finale da Arcore era arrivato l'ordine di appoggiare Licia Renzulli, l'igienista di Silvio Berlusconi.

La Susy aveva sbattuto la porta (e successivamente si era candidata con Burlando e poi con Storace!). A Bruxelles è arrivata, come primo dei non eletti, quando si è dimesso Mario Mauro, che è entrato nel Governo-Letta. Subito non si era allineata con il Pdl, dopo la scissione invece ha "sposato" Berlusconi e si ripresenterà con Forza Italia.

Il suo compito, adesso, sarà ancora più difficile, perché tanti del Pdl non hanno aderito a FI ma sono andati con Alfano nel Nuovo Centro Destra. La De Martini, però, in questi mesi è apparsa attivissima, si è fatta apprezzare da tutti, ha dimostrato che in Europa può fare ancora molte cose, in difesa della Liguria e dell'Italia. Ma dovrà vedersela con Lara Comi che è giovane, bella e preparata (dopo la Bocconi il presidente del Genoa Enrico Preziosi se l'era accaparrata per i Giochi Preziosi). E' attivissima su Facebook, è sempre in televisione, la invitano in tutti i talk show. Difficilmente l'on De Martini sarà invitata a "Porta a porta": dopo l'uscita di un libro, aveva denunciato Bruno Vespa e aveva vinto la causa. Ma la battagliera Susy non si limiterà certo a Telenord. Vuole fare un altro mandato. E lo meriterebbe.

 

Elio Domeniconi 

ultimi articoli