Skin ADV

Genova-Roma andata e (quale?) ritorno

Giovanni Toti

Si parte in un modo e si ritorna in un altro. A volte capita. E potrebbe capitare anche ai fedelissimi di Toti, tutti disposti a seguire il loro leader indipendentemente (cosa assai rara) dal colore della missione politica. Alcuni partono da Genova azzurri, altri arancioni. Tutti potrebbero tornare da Roma arancioni o azzurri. Non si sa, perché quella del Brancaccio è una delle più sofferte e incerte convention politiche mai organizzate.
Berlusconi vorrebbe Toti in Forza Italia alle sue condizioni, ma lui non ci sta. Il governatore ha una visione diversa: vuole un partito guidato dal basso, senza nominati ma eletti. E non vuole fare il coordinatore se non può decidere.
Questa mattina Berlusconi, Toti e Carfagna si incontreranno forse per l’ultima volta. Poi non ci potranno essere più ripensamenti.
Qualora decidesse di uscire definitivamente da Forza Italia, per Toti non ci sarebbero solo discese, ma anche ripide salite da scalare. Oltre a dover gestire politicamente e economicamente un movimento, potrebbe ricevere qualche sgambetto da Berlusconi e dagli alleati Salvini e Meloni: ad oggi i due hanno i numeri (abbondanti) per governare da soli, allora perché far crescere una nuova creatura politica? Al limite potrebbero imbarcare Berlusconi e le sue Tv, perché un po’ di visibilità serve sempre. Del resto il Cavaliere recentemente si è dimostrato molto generoso con loro, anche sapendo che con il suo 4-5% non può chiedere molto in cambio. Ma se Berlusconi si dovesse impuntare sul caso Toti, chi sarà il candidato del centrodestra alle prossime regionali in Liguria?

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip