Marco Scajola senza consigli

Il rapporto tra zio Claudio e il nipote Marco Scajola (figlio di Alessandro) è stato oggetto di un articolo

del Corriere della Sera, ma è anche significativo per evidenziare diverse tendenze e sensibilità di Forza Italia, quella moderata voluta da Claudio, e quella del cosiddetto “Modello Toti”, di cui Marco è rappresentante ricoprendo il ruolo di assessore nella giunta regionale. Ma nell’intervista l’ex ministro ha dichiarato: "Non gli do più consigli, non mi ascolta", frase pesante, che non è passata inosservata negli ambienti politici genovesi e imperiesi, molti ricordano che alle ultime regionali lo zio si è molto prodigato (anche se all'ultimo momento) per l’elezione di Marco rimettendo in piedi la sua fitta rete di rapporti e organizzando un famoso ricevimento della provincia di Imperia che conta a Villa Ninina, residenza dell’ex ministro. In questa occasione però Marco ebbe poco spazio, parlò quasi sempre lo zio, e fra i partecipanti, tutti amici del nipote, alcuni rimasero disorientati da discorsi che furono interpretati a favore del PD.
“Questo dissenso tra noi mi amareggia, ma spero che con il tempo le cose possano migliorare”, ha replicato l’attivissimo Scajola JR al Corriere della Sera. Un Marco Scajola disponibile e riconoscente verso lo zio, ma deciso a andare avanti con la sua testa. Anche perché i voti delle regionali sono tutti i suoi.

ultimi articoli