Cornigliano dalla parte di Bucci

Fa specie che un quartiere rossissimo come Cornigliano, cuore operaio del ponente genovese

assieme alle confinanti Sampierdarena e Sestri Ponente, si schieri dalla parte del neo sindaco Marco Bucci. Alle ultime comunali, a Cornigliano, per la prima volta assoluta nella storia dalle elezioni del 1946 ad oggi (ha sempre vinto il Pci, poi il Pds, i Ds e i Democratici alle penultime tornate), il blocco di centrodestra ha superato quello di centrosinistra (ma non alle Municipali). Ebbene, la pagina Facebook “Cornigliano la Rinascita”, molto influente nel ponente genovese, elogia l’operato del primo cittadino: “Dopo anni di richieste disattese finalmente si vede un cambio di passo per il quartiere di Cornigliano, da sempre dimenticato e lasciato all'abbandono dall'amministrazione pubblica. Ora una risposta concreta. Questo è solo l'inizio di un cambiamento da troppo tempo atteso, quindi adesso avanti tutta con la riqualificazione del quartiere e della nuova Via Cornigliano. I cittadini non possono più aspettare!!!”.
In effetti Cornigliano, dal 1995 in poi, ha avuto un crescente numero di grossi problemi irrisolti: l’aumento indiscriminato degli immigrati, le loro attività commerciali spesso clandestine o non del tutto in regola, la mancanza di illuminazioni natalizie per non turbare i fedeli islamici, l’arrivo (forse) di una moschea nella vicina Coronata, un casa per ragazzi con problemi che ha creato alcuni disagi agli abitanti, le gang dei latinos e le loro guerre (ora sopite, pare), l’inquinamento industriale, la mancanza di sicurezza, il boom di prostitute e tanto altro ancora.

ultimi articoli