Musica per videogiochi

La sera di venerdì 22 giugno, nella prestigiosa cornice del Carlo Felice, arriverà qualcosa di inedito:

un concerto composto da colonne sonore di videogiochi.
La musica per videogames si è evoluta negli ultimi trent’anni passando da melodie semplici e monofoniche riprodotte in loop, a strutture musicali complesse, strutturate e polifoniche. Da una ventina d'anni a questa parte, i videogiochi hanno introdotto sequenze musicali riprodotte (o riproducibili) da intere orchestre, con composizioni all’altezza delle musiche dei capolavori cinematografici.
Tra gioco e musica si è sviluppata così una totale sinergia: la musica accompagna le azioni sullo schermo dando vita ad una forte identificazione tra la componente visiva e quella uditiva.
All'inizio del terzo millennio i concerti per musica da videogames hanno iniziato a destare interesse: prima in Giappone e negli USA, poi anche in Europa. Nel nostro Paese la presenza di eventi di questo genere è sempre stata molto ridotta e, in queste tappe, Genova non è mai stata contemplata.
È così che l’Università di Genova ha deciso di rendere protagonista la città ideando e organizzando insieme al Conservatorio Niccolò Paganini e al Teatro Carlo Felice: “OtherWorlds - music for the players”, un concerto no profit dedicato ai videogiochi che spazia tra saghe fantasy, adventure e action games. I brani in scaletta sono stati arrangiati dal Conservatorio Niccolò Paganini e saranno interpretati dall’ Orchestra del Teatro Carlo Felice insieme al Coro dell'Università di Genova.

ultimi articoli