Skin ADV

I Miracoli Metropolitani sono al Modena

Lo hanno scritto prima del Covid, ma racconta una storia che sembra presa pari-pari da quello che è successo in tutto il mondo quando la gente ha dovuto chiudersi in casa per colpa della pandemia. Lo spettacolo Miracoli Metropolitani è portato in scena al teatro Gustavo Modena di Sampierdarena dal collettivo Carrozzeria Orfeo: un ensemble irriverente, sfrontato, politicamente scorretto, spietato e, forse anche per questo, sempre più amato dal pubblico.

La Carrozzeria Orfeo, pluripremiata dopo i grandi successi di spettacoli come Cous Cous Klan e Thanks for Vaselina (divenuto anche un film interpretato da Luca Zingaretti) torna in scena al Teatro Gustavo Modena con una nuova esilarante commedia-ritratto della contemporaneità.

Al centro di Miracoli Metropolitani c’è molto del nostro vissuto degli ultimi mesi: l’umanità segregata in casa per l’esplosione della rete fognaria, che ha reso le strade una fetida distesa di immondizia, ha come unico luogo d’incontro il web e come unica consolazione il cibo.

In una vecchia autorimessa riadattata a cucina da asporto, si trova a convivere un manipolo di personaggi perduti nelle loro nevrosi fra cui una donna manager ossessionata dai like su Facebook, un carcerato aspirante attore costretto ai lavori socialmente utili, uno chef alla livorosa ricerca della stella perduta e sua madre, una ex brigatista, a cui è rimasta la passione per gli attentati dinamitardi.

I protagonisti devono vedersela con ricette assurde per comporre alla meglio il menù europeo, quello asiatico o africano, spesso usando prodotti precotti dalla dubbia provenienza per soddisfare le frenetiche richieste di un mercato globale che vuole nutrirsi sempre di più e pagare sempre di meno.

Il drammaturgo e regista Gabriele Di Luca scrive: «Miracoli metropolitani è stato scritto prima dell’emergenza sanitaria del Covid-19 ed è nato da tre suggestioni: indagare il tema del cibo come problema reale per gran parte del mondo e bene di lusso per l’Occidente; dalla lettura de La sincronicità di Jung, e da un fatto di cronaca inquietante: nel 2017 nelle fogne di Londra è stato trovato un enorme montagna di grasso di 130 tonnellate. L’esplosione delle fogne, allora, è il simbolo di un pianeta che si rivolta all’uomo per riaffermare se stesso e ribellarsi a decenni di incurie e abusi ambientali».

Da molti definito pop, il teatro di Carrozzeria Orfeo porta in scena l’instabilità e le nevrosi del presente fotografato in ogni spettacolo con uno sguardo impietoso, un ritmo degno delle migliori serie Tv e un linguaggio senza filtri in cui si mescolano senza sosta ironia e tragicità, sarcasmo e dramma, humor nero e sensibilità.

Miracoli Metropolitani va in scena al Teatro Gustavo Modena da martedì 16 a domenica 28 novembre.

Martedì, mercoledì e venerdì lo spettacolo inizia alle 20.30, giovedì e sabato alle 19.30, domenica alle 16.

Teatro Gustavo Modena 16 - 28 novembre 2021

Miracoli Metropolitani di Gabriele De Luca

regia Gabriele De Luca, Massimiliano Setti, Alessandro Tedeschi

con Elsa Bossi, Ambra Chiarello, Federico Gatti, Beatrice Schiros, Massimiliano Setti, Federico Vanni, Aleph Viola

musiche originali Massimiliano Setti

scenografia e luci Lucio Diana

costumi Stefano Cempini 

produzione Teatro Nazionale di Genova, Marche Teatro, Teatro dell’Elfo, Fondazione Teatro di Napoli-Teatro Bellini, in collaborazione con La Corte Ospitale-residenze artistiche.


Paolo Fizzarotti

 

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip