Skin ADV

Un campionato alla genovese

Genoa e Sampdoria dicono di non avere ambizioni, l'obiettivo è la salvezza.

Ma i blucerchiati sono terzi e senza la penalizzazione sarebbero a due punti dalla vetta della classifica. A Roma hanno pareggiato con un uomo in meno e rovinato la festa a Totti che compiva 36 anni. I rossoblu sono ancora un enigma, hanno corso il rischio di perdere a Marassi dal Parma. Ha rimediato Borriello dal dischetto, dopo che aveva sbagliato il primo rigore. Certo giocare in casa, avere due rigori e non vincere deve preoccupare.
Però troviamo ex dappertutto. La "Gazzetta dello sport" a tutta pagina: "Miracolo a Milano - Il Faraone e Fantantonio risvegliano Milan e Inter". I due gol che hanno permesso al Milan (guidato da Tassoti...) di battere il Cagliari portano la firma di El Shaarawy, ex Genoa. L'artefice principale della vittoria dell'Inter sul campo del Chievo è stato Cassano, ex Sampdoria.
In testa alla classifica c'è la Juventus. E a costruirla è stato Beppe Marotta che aveva messo su anche la Sampdoria da Champions. A braccetto della Juventus c'è il Napoli, che con una tripletta di Cavani ha messo kappao la Lazio ora in caduta libera. A trasformare Cavani è stato sicuramente Walter Mazzarri. Che la Sampdoria aveva silurato anche se doveva continuare a pagarlo. Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentijs deve ringraziare Marotta, quella mossa è stata decisiva per l'escalation del Napoli.
La squadra rivelazione sinora è la Fiorentina che conquista punti dando spettacolo. Merito di Montella, ex Genoa ed ex Sampdoria. A 36 anni ha già la maturità dell'allenatore di razza.
Il Torino crede molto nel genovese e blucerchiato Giampiero Ventura che ha inventato il calcio-libidine. Il Parma ha pareggiato a Marassi grazie a Lucarelli, un ex. L'ex blucerchiato Di Carlo quest'anno non è fortunato. Con l'Inter è arrivata la quarta sconfitta consecutiva e la sua panchina è a rischio. E che dire di Giampiero Gasperini? Dopo il licenziamento dall'Inter nessuno l'aveva più cercato. O meglio aveva rifiutato la panchina del Palermo, aspettava qualcosa di meglio. Il presidente Zamparini ha rivelato che quest'anno ha dovuto accontentarsi della metà di quello che gli aveva offerto l'anno scorso. Due partite, due sconfitte (il Pescara non aveva mai vinto...). Ora gli ha affiancato Lo Monaco, che è sempre a libro-paga di Preziosi. Ma a Palermo sono tutti convinto che presto Zamparini richiamerà Sannino. E' la prassi.

Elio Domeniconi

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip