Skin ADV

Striscia di Sirianni

Che Ruota a Rapallo!

Super User 20 Settembre 2018 3382 Visite

È stata una giornata intensa di studi, quella organizzata domenica scorsa a Rapallo, con il patrocinio del Comune ruentino, da parte dell’associazione “RUOTA”. È una Onlus che si occupa da anni di ricerca oncologica, di trattamenti anti virali, assistenziali. La dirige il Dottor Silvio Porcu, di Rapallo, che ha raccolto attorno a sé, alcuni illuminari esperti, primari di cattedre italiane per trattare il tema dell’incontro “Prevenzione e Cura delle malattie croniche e dal cancro”. Hanno discusso e portato le loro esperienze, i professor Massimo Bellucci e il dottor Trovato, la dottoressa oncologa Viviana Frattini. Il grande interrogativo che si è posto da tempo, Silvio Porcu, e con lui tanti professori e studiosi e soprattutto ricercatori, è il seguente: perché gran parte del mondo medico non porge attenzioni, non accetta, non avversa, non discute, ma tace sui trattamenti anti virali? Gravissime malattie virali acute sono state e vengono vinti con i vaccini, il vaiolo con il vaccino di Jenner, il pollio con Sabin, ma molte malattie, quelle croniche autoimmuni vengono lasciate senza cura causale, perché ormai dice Porcu, tantissimi ricercatori ed oncologi conoscono le ipotesi di cause virali e di cura anti virali. Perché non dare la possibilità di approfondire ed insistere nella ricerca. Lo scopo della Ruota: da anni continua a promuovere e finanziare ricerche scientifiche indipendenti. Tutti gli interventi sono poi arrivati ad un ultimo decisivo interrogativo: ma insomma, i trattamenti anti virali sono utili, inutili, o dannosi in queste terribili malattie. Ebbene, la risposta, ancorchè velate, di tutti i relatori è stata: “Esiste nel mondo medico, una indifferenza ed una pigrizia, una non voglia di provare”. Lo ha detto chiaramente l’oncologa milanese, perché non tentare che male c’è a fare ricerche e tentativi, anche di intensità minore, ma in grado, magari, di risolvere certe problematiche? Il dottor Porcù ha concluso così: noi siamo qui a studiare, perché siamo interessati a conoscere, con grande spirito critico, le possibili ed inesplorate cure, che potrebbero portare ad inaspettati risultati. E per dimostrare come il provare, come il tentare, a volte l’impossibile, ha concluso una giornata bellissima e suggestiva, con un “peace” teatrale molto forte. E ha proposto la storia di un altro medico folle, così lo definisce Porcù, il professor Semmer Lweis. Siamo nel 1846, e nel più grande ospedale viennese dell’epoca, dove domina il primario – professor Joan Klein, splendida interpretazione teatrale di Silvio Porcu. Applauditissimo assieme a Giorgio Petrelli, che interpretava il professor Semmer Lweis. Questo medico, di fronte alla morte costante di tante donne in gravidanza, aveva scoperto che solo le mani dei medici, impegnati prima nei loro interventi, che con quelle mani operavano le puerpere e determinavano tante morti. Una semplice intuizione, ma che valore! Che intuizione, le morti scomparvero! Quel suo carattere franco, cozzava contro il formalismo autoritario del mediocre prof Klein. Qualcuno si chiede: che non succeda anche oggi nei confronti del duro intenso lavoro di ricerca che fanno gli amici di Ruota? Vanno ricordate anche le altre interpreti della peace, tutte volontarie si una scuola di recitazione, Zappaliva, “ergo sum”, il Narratore, Tony Sparacio, poi Michela Montagna, Sabrina Picetti, Francesca Giovannelli, Simona Fiorito, Anna Berissi, Elena Valivo.

Di Vittorio Sirianni

Genova, o cara…

Super User 07 Agosto 2018 2353 Visite

Genova o cara, tra Rapallo e Luca Bizzarri (presidente di Palazzo Ducale) Rapallo scopre i suoi “vicoli storici” e ne fa dei piccoli punti di riferimento per incontri di giovani, ospiti stranieri e belle ragazze.
Così, via Cairoli, cuore del centro storico, con la porta delle Saline (antiche storie bellissime) diventa un “pub” da strada, tavolini chic, sedie, qualche fiore ben innaffiato. Diciamo una piccola “Margutta” romana: ci ha pensato, a tutto ciò, Renato Saba da quasi quindici anni, gestore de la “Saline”, il caffè – bar più a la page della città (antica eredità dei Verrone).
I più incalliti (nel senso di ex) “ragazzi di mondo” come amano definirsi, arrivano alle undici di mattino, colazione, cappuccino, poi verso le ore del pranzo l’aperitivo – vip preparato dal decano – mitico Nico (barman da 17 anni alle Saline). Si racconta che fu lui a svelare in via del tutto eccezionale la ricetta del fragolino a Gigi Buffon, allora portiere della Nazionale, una sera in cui il numero uno con splendida compagna (non era ancora i tempi della Ilaria D’Amico o della Sheredova) era rimasto incuriosito da quel mitico cocktail.
Ragazzi di mondo, si diceva, made in Rapallo; sono loro a lanciare la via Margutta rapallina, Marco Soncini, Lorenzo Mondelli, Paolo Mantovani. Marco e il suo “so di tutti”, il narratore di anni ruggenti, vissuti sui divanetti (anni ottanta) delle “Saline”, l’acido saluto di Antonella Clerici (una gloria di Rapallo), che dopo vent’anni di conoscenza non lo saluta nemmeno, quando lo rivede. I drink di Silvia Toffanin con il suo inseparabile Piersilvio, l’amicizia con Filippo Galli, grande appassionato di focaccette.
Questo piccolo pub del vicolo, dunque, sta esplodendo; via Cairoli diventa vip, è un tratto di strada caratteristico, antico, che profuma di romantico, frequentatissimo. Non manca una “Vecchia Osteria” di Rapallo, non manca l’unica tabaccheria che pare che servisse gli unici sigari che fumava Ernest Hemingway, quando soggiornava al vicino hotel Riviera. E c’è l’ex sindaco Mauro Cordano che ai tavoli di Renato racconta barzellette e scrive libri sulla storia rapallese.
Vi abitano in queste case belle, ma antiche, uomini importanti: artisti, scrittori, giornalisti, medici.
Insomma, Renato con la sua Melita (le focaccine sono opera sua) vuole rilanciare una certa Rapallo, quella della gente per bene, un po’ intellettuale, un po’ borghese, ma sempre viva e piena di belle ragazze.
Manca ancora una canzone dedicata alla “margutta” di Rapallo. Manca un cantautore alla Luca Barbarossa (ma non è detto che non avvenga) che raccontasse qualche nuova e romantica “Rapallo capoccia”.

Paolo Baldi, ottimo giornalista, in una piccola intervista nella sua rivista, ci ha raccontato tante “cosette” segrete sul Presidente di Palazzo Ducale, Luca Bizzarri.
Dunque, veniamo a sapere che il presidente è sì buffo, ma con impegno, l’ultimo sua amore conosciuto è stata la belle velina di “Striscia la Notizia” Ludovica Frasco.
E la presidenza del Ducale? Un capolavoro politico, sostenuto da Forza Italia e Lega. Per Luca “un incubo, devo mettere giacca e cravatta e mi sento soffocare”. Luca ha 47, altezza 178, ed ha un sogno: un film con la pistola con Marco Giallini quando fa il commissario Schiavone. Un poliziesco comico. Certo, si può capire l’interesse per la pistola: con tutti quei cosiddetti amici che gli stanno attorno, altro che pistola (metaforica, ovviamente), ci vorrebbe…almeno un bazooka!

Di Vittorio Sirianni

Genova, o cara…

Super User 12 Giugno 2018 1393 Visite

Finiscono nel cannocchiale di Vittorio Sirianni l’assessore genovese e il sindaco ruentino.

Genova, o cara...

Super User 30 Maggio 2018 1247 Visite

La grande festa di Sandro Biasotti nel suo salone in via di Francia e altro ancora…

Genova, o cara

Super User 27 Marzo 2018 1218 Visite

Tra Vincenzo Spera, il “re” dei concerti a Genova, e Roberto Bagnasco da Rapallo…

Genova, o cara...

Super User 12 Marzo 2018 1398 Visite

Le pillole di Vittorio Sirianni, una panoramica generale, dall'otto marzo

Genova, o cara...

Super User 01 Marzo 2018 2110 Visite

Le pillole di Vittorio Sirianni a poche ore dal voto delle politiche, 

Genova o cara...

Super User 13 Febbraio 2018 1620 Visite

Le Perle di Vittorio Sirianni.

 

Genova, o cara...

Super User 07 Febbraio 2018 1819 Visite

Le perle di Vittorio Sirianni sulla politica genovese a meno di un mese dalle elezioni

Genova, o cara...

Super User 30 Gennaio 2018 3184 Visite

TOTI. Al grande meeting "la via della seta" con i cinesi protagonisti, c’erano tutti

Genova, o cara…

Super User 23 Gennaio 2018 2895 Visite

ANNA. Splendida creatura, Anna Pettene, elegante in un pellicciotto azzurro,

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip