Skin ADV

Borsino dei politici con cane

Ecco i politici di casa nostra che convivono o sono associati agli amici a 4 zampe. 


GIOVANNI TOTI 
Nel 2015, lo aveva presentato agli amici di Facebook: “Il nostro nuovo cane da guardia. Benvenuto Arold!”. In realtà il bel meticcio, preso al canile con tanto buon cuore ma non certo per tutelare i confini domestici, è di suo nipote Edoardo, figlio di sua sorella Cristiana. Quindi, Toti è solo lo ‘zio’.



MARCO BUCCI
Non ha cani. Lo inseriamo in questo borsino perché è il sindaco che ha introdotto l’obbligo della bottiglietta per lavare la pipì. I genovesi lo ringraziano anche per questo. I conduttori di cani un po’ meno.


PAOLA BORDILLI
L’assessora al Commercio del Comune di Genova ieri ha svelato il suo Tabù: un cucciolo di chihuahua a pelo lungo. Il suo passatempo serale non sarà più l’uccellino Zorro, ma il cagnolino Tabù.


FERRUCCIO SANSA
Per recuperare il cane (preso da poco al canile) che si era allontanato dal giardino, il consigliere regionale è stato segnalato alla Procura per aver violato la quarantena. Un gesto che chiunque avrebbe fatto. Anche sotto l’effetto del Covid.


STEFANIA PUCCIARELLI
“Io vi faccio mandare un saluto dai miei amatissimi cucciolotti Viola, Chicca, Yorki e Leon”. Così l’ex consigliera regionale, ora potente sottosegretario di Stato alla Difesa, ha presentato i suoi amici pelosi. E nello stesso post ha condannato la fiera dei cani che ogni anno si svolge in Cina.


LAURA GAGGERO
Ha un jack russell vivace vivace. In realtà Zippo era dei suoceri, ma la dinamica assessora comunale al Turismo lo ha preso in casa per curagli una brutta ferità alla zampina. E così da casa Gaggero non è più uscito.


SIMONETTA CENCI
L’assessora all’Urbanistica ha un bel labrador nero. Spacey ama sia la montagna sia il mare. Così sui social lo vediamo sotto la neve e nell’acqua. Convive con due gatti rossi. Si adatta a tutto. 


FEDERICO BERTORELLO
Ha una labrador di nome Piuma. Da quando il leghista è passato da ‘semplice’ consigliere a presidente del consiglio comunale, il suo peso politico è cambiato: da piuma a medio. Cambierà il nome al cane?


STEFANO BALLEARI
Dopo i tanti selfie con l’arlecchino Sigaro, arrivato subito dopo le regionali dello scorso settembre come premio elezione, si è fatto fotografare con un altro bassotto. Il capogruppo di Fratelli d’Italia adora questa razza. Sembra fatta a sua misura.


FRANCESCO MARESCA
E’ un vero amante degli animali: in Liguria ha guidato (seppur per poco) il Movimento Animalista di Michela Vittoria Brambilla. Da quando è stato promosso assessore al porto, ha però poco tempo libero per loro. E ha già Heide a cui badare.


ELISA SERAFINI
L’ex assessora comunale alla Cultura è stata la prima ad andare in ufficio a Palazzo Ducale con il proprio cane. Con l’amico peloso sotto la scrivania si lavora meglio. E’ la pet therapy 4.zampe.


ALBERTO CAMPANELLA
E’ il difensore di tutti gli animali, ma per gli amici cani ha fatto cose ‘pazze’, come scavalcare il cancello del canile di Monte Contessa per verificare lo stato degli ospiti, in una notte gelida. E’ il difensore anche dei loro conduttori: è stato l’unico della maggioranza ad opporsi alla bottiglietta lava pipì. E ha chiesto al Comune di Genova più aree per lo sgambettamento.


UBALDO BORCHI
Il politico in stand by – alle regionali dello scorso anno non è stato eletto con Forza Italia – Liguria Popolare – ha un “vero amico sincero”, un grosso labrador nero di nome Damon che impiega per la dog therapy nella struttura per anziani che gestisce a Pontedecimo. Così gli ospiti vivono meglio e più a lungo. Come Amelia, la nonnina mancata recentemente all’età di 108 anni.


DOMENICO CIANCI
Il consigliere regionale, che alle recenti elezioni ha stupito tutti con le sue 4564 preferenze, ha un husky siberiano, Kuzja, che ama “come un figlio, così come il mio gatto Saladino”. Una famiglia dove tutti sono sullo stesso piano.

ROBERTO DOTTA
E’ stato il fedelissimo factotum di Sandro Biasotti per oltre vent’anni, prima in Regione Liguria, poi alla Camera e successivamente al Senato. Seguendo la sua grande passione per i motori, che lo aveva portato a fare il vigile urbano motociclista, si è impegnato anche nelle concessionarie d’auto della famiglia dell’ex governatore. Le altre sue passioni sono i cani e i gatti, ai quali da quando è in pensione riesce a dedicare più tempo. Ce li presenta: “Nena, l’ultima arrivata, è la cagnolina con gli occhi tristi. Kira è l’American pitbull che mi dorme addosso. I gatti si chiamano Nuvola, quello chiaro (sacro di Birmania), e Lilo (quello bianco e nero) che è trovato per strada a Vicenza, per questo non disdegna la Grappa. E infine Baghera, quello nero, trovato da mia figlia dentro un cofano di un’auto alla Fiumara quando aveva 2 mesi”.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip