Skin ADV

Comunicato estivo ai pubblicisti

Dino Frambati

L'informazione, i media non vanno in ferie. Mai; né hanno giorni di “festa”, per cui esprimo grande vicinanza

a tutti i pubblicisti che lavoreranno (lavoreremo) anche quando saranno momenti di vacanza per molti.
Del resto questo è il nostro lavoro, lo facciamo con passione, anche se per tantissimi pubblicisti, forse la maggioranza, è persino una necessità essendo pagati da sempre secondo il lavoro svolto, a pezzo o simili, senza giorni di riposo, feste o ferie pagate. Mentre tanti altri, che non hanno collaborazioni o le hanno perse, lavorerebbero magari pure a Ferragosto pur di averne...
In questo senso il vicepresidente è con voi e come voi. E confermo che, comunque, resto sempre a disposizione di tutti anche nel periodo estivo per ogni evenienza o necessità, con miei cell sempre accesi, contatti mail, tramite segreteria Odg oppure il mio sito www.dinoframbati.com.

CORSI
Ricordo le nuove regole già peraltro rese note nel precedente comunicato del 31 maggio scorso ed in quello seguente del presidente Filippo Paganini. Da giugno possono essere effettuati totalmente on line, fermo restando la possibilità, per chi preferisce quelli diretti, di partecipare ai molti, gratuiti, che organizziamo come Odg Liguria essendo, in Italia, uno degli Ordini più produttivi in tal senso anche rispetto ad altri che hanno molti più iscritti di noi. Ed a quelli che personalmente realizzerò da settembre/ottobre a fine anno. Termine entro il quale occorre abbiate accumulato 60 crediti nel triennio 2013-2016. Limitati a 20 per gli iscritti degli ultimi anni e che, in un primo momento, erano stati esentati dall'obbligo formativo. Inoltre la nuova normativa prevede per i giornalisti over 30 anni di iscrizione, l'obbligo limitato a soli 20 crediti nel triennio, tutti deontologici ed ottenibili pure questi “in toto” on line ed anche in un solo anno.
E, dal momento che siamo giornalisti e le notizie sono il nostro mestiere, mi fa piacere informarvi che i pubblicisti liguri hanno ricevuto l'annuncio delle novità di cui sopra in anteprima, con lo scorso mio comunicato di maggio/giugno, che ha anticipato di qualche ora persino la pubblicazione delle nuove regole sul sito Odg nazionale.

OBBLIGO FORMATIVO
Raccomando a tutti di rispettare l'obbligo formativo; in caso contrario si commette una violazione deontologica per cui l'inadempiente dovrà rendere conto alle commissioni disciplinari e verrà sanzionato. Viste la molte richieste di chiarimenti ricevute sull'argomento, anche in questo caso sono a disposizione di tutti voi per qualunque dubbio. Per quanto mi riguarda, dopo quelli che ho organizzato finora e per i quali ringrazio della sempre ampia ed attenta partecipazione e dei molti consensi che avete espresso, ribadisco che entro fine anno ne organizzerò diversi altri e per parecchi crediti. Tra questi uno deontologico con avvocato docente alla Bocconi sugli aspetti legali e penali che ci riguardano, Unicef ed infanzia, linguaggio e problematiche di genere ed uno dedicato alla maternità e relativo linguaggio che dovrebbe coincidere con una settimana mondiale dedicata all'argomento, Forse anche su Sanità e sulla letteratura. Farò poi anche repliche di corsi che hanno suscitato particolare interesse, come quello in Capitaneria sulle regole del mare, all'aeroporto sul volo, su credenze popolari e Fede, su giusto linguaggio gay, lesbiche, arcobaleno (29 settembre). Restando a disposizione per proposte su altri temi di vostro interesse.
Esiste poi la possibilità, sempre nella nuova normativa, di eventi formativi individuali, per cui se qualcuno ha interessi particolari o intende seguire corsi o simili singolarmente che abbiano chiare caratteristiche formative, può proporre a Odg l'evento e sarà valutato se possa essere accreditato e riconosciuto o meno come formazione e con quanti crediti.

REVISIONI
La revisione dell'Albo è un altro obbligo di legge da parte dell'Odg e presenta talvolta aspetti anche delicati e complessi, soprattutto per i pubblicisti. Prego perciò chiunque sia richiesto di documentare la propria attività di rispondere ed esporla. E' un dovere ed il rischio è quello della cancellazione nel caso di non ottemperanza o mancanza di requisiti. E dal momento che ho avuto parecchi contatti da parte vostra su casi singoli, vari e variegati e dubbi circa posizioni, anche per questo invito a contattarmi se abbiate necessità di chiarimenti o dubbi circa le vostre situazioni. La revisione costituisce anche una tutela per la nostra regolare attività.

EDITORIALE
A proposito della storica situazione di disagio dei pubblicisti, che ricordo sono oltre il 70 per cento della categoria, un “mare magnum” di cui molta parte svolge un lavoro indispensabile nel mondo dell'informazione in Italia, ribadisco che dedicherò nuovamente al tema un secondo editoriale video, dopo quello di aprile, tra quelli che svolgo abitualmente a Telegenova il lunedì. Lo farò dopo l'estate o in autunno e comunicherò data ed orario della messa in onda, meditando anche di poterne fare uno scritto. “Repetita iuvant” e l'opinione pubblica ignora la situazione in cui lavoriamo. Dopo il primo sono stati moltissimi, non giornalisti, a chiedere a me e colleghi, se corrispondeva effettivamente a verità che svolgessimo il nostro lavoro a certe condizioni.

CORRIERE MERCANTILE
Ai molti colleghi pubblicisti, ex collaboratori Mercantile che mi chiedono con frequenza notizie sulla questione, posso dire che entro ottobre dovrebbero arrivare le comunicazioni sulla quantificazione dei crediti. Poi tutto seguirà il suo iter, che sappiamo come in Italia sia anche assai lungo in questo tipo di pratiche. Alcuni mi hanno chiesto se rivolgersi ad un avvocato. Personalmente non lo consiglio; credo che sia un costo aggiuntivo inutile. Dico ciò informalmente, da collega, ed avendo parlato con il commissario liquidatore Gioacchino Dell'Olio, con cui sono in buoni rapporti personali, al di là ed a prescindere dalla vicenda in se stessa, attraverso la comune amicizia con Monica Russo, consigliere comunale Pd e “sampierdarenese” (stessa località dove ho ufficio) con cui partecipiamo talvolta ad incontri e convegni.

INPGI
A giugno Inpgi ha inviato una circolare nella quale chiede l'annuale comunicazione dei redditi del 2015 a chi svolge attività libero professionale. Invito chi ha ricevuto la comunicazione a darvi esito anche non avendo percepito reddito, ma non avendo però neppure chiesto la sospensione dagli adempimenti contributivi. Il termine per trasmettere la risposta è stato fissato all'1 agosto prossimo. Raccomando di rileggere attentamente la circolare Inpgi ricevuta a suo tempo ed ottemperare alla richiesta entro la data indicata per evitare sanzioni.

Auguro, come sempre, buon lavoro a tutti e rinnovo l'invito a porre il massimo impegno possibile nello svolgere questa nostra non facile ma entusiasmante attività. Unica maniera per provare a superare un momento difficile forse come mai e quando viviamo tutti situazioni complesse e di forte carenza di lavoro. La realtà non è certo esaltante e non sembra far intravedere grandi spiragli di ripresa. Tuttavia sconforto e rassegnazione non portano a nulla.

Dino Frambati
(vice presidente Odg Liguria)

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip