Skin ADV

Scajola dovra' pagare Anemone

Claudio Scajola

Ancora brutte notizie per Claudio Scajola. Le grane per la famosa casa con vista Colosseo non sono finite con la vendita.

In una clamorosa intervista rilasciata a Marco Lillo de "Il Fatto Quotidiano" l'ex benefattore Diego Anemone ha annunciato: "Rivoglio i soldi da tutti. Anche da Scajola". E  nell'intervista: "Con i miei collaboratori abbiamo calcolato una decina di milioni di euro di lavori fatti dalla mia società e non pagati. A molti ho già fatto scrivere dal mio civilista. Ci sono giornalisti, funzionari della presidenza del consiglio ed ex ministri. Per Scajola sto preparando la lettera".

Domanda del cronista: "Secondo l'accusa lei avrebbe pagato un milione di euro circa a beneficio di Scajola e poi avrebbe fatto anche i lavori per 100 mila euro nella casa del Colosseo. Tutto è stato dichiarato prescritto in appello. E ora vuole chiedere indietro il milione a Scajola?"

Risposta di Anemone: "La lettera non è ancora partita proprio perché la questione è complessa. Bisogna distinguere. Io accetto l'accusa di aver fatto gratis i lavori in casa di Scajola perché è vero che lui non li ha pagati. L'importo però è molto inferiore: si trattava solo di un bagno padronale e qualche mobile, circa 20 mila euro".

Anemone spiega che a portare gli assegni fu Angelo Zampolini ed è lui che seguì le trattative con le venditrici: "Io non so come siano andate le cose. Comunque di certo Scajola non ha pagato. Lui stesso lo dice e quindi è giusto che restituisca quei soldi. Ora ho scoperto - grazie al Fatto - che ha incassato un milione e 600 mila euro dalla vendita. Penso sia giusto che mi paghi i lavori e che mi dia una parte del guadagno della vendita, come risarcimento del processo che ho subito".

Così Diego Anemone, ex benefattore. E Scajola che credeva che tutto fosse finito...

Elio Domeniconi

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip