Skin ADV

Politica, il borsino della settimana

In senso orario: Toti, Bucci, Merella, Terrile, Bagnasco, Donadoni, Guelfo, Bordilli

Il borsino della politica della settimana secondo Genova3000.

GIOVANNI TOTI
Per spiegare che gli Open Day, finiti nella bufera dopo la tragedia di Sestri Levante, non sono nati dalla “fantasia” delle regioni, ha postato su Facebook la lettera con il parere favorevole del Cts alla somministrazione del vaccino AstraZeneca agli over 18. Abbiamo più volte parlato del coraggio del governatore, ma in quei casi si trattava del movimento “Coraggio Italia”. Il suo vero coraggio sta nell’aver mantenuto la delega alla Sanità in un momento così difficile. Sapendo pure che la Sanità non paga in termini di consensi. Lo sanno bene alcuni ex assessori regionali.

MARCO BUCCI
Basta ordini da remoto. Settimana di lavoro in presenza per il sindaco. Col collo duro, indossa ancora il collarino ortopedico, è andato ovunque, perfino al Liguria Pride. Per questo è il sindaco di tutti: pure quelli di sinistra stanno preparando una lista per sostenerlo alle prossime comunali. Anche se a lui non piace vincere facile.

ARCANGELO MERELLA
E’ torna di attualità la notizia (anticipata da Genova3000 oltre un mese fa, leggi) sulla possibile formazione, in vista delle comunali del prossimo anno, di una lista civica pro Bucci formata da persone che nel passato, anche recente, hanno avuto ruoli importanti nella sinistra. Tra queste c’è l’ex assessore al Traffico della giunta Pericu, che già al ballottaggio del 2017 aveva provato a trovare un accordo con l’allora candidato del centrodestra. Suggeriamo il nome per la lista: “Tutti con Bucci”.

ALESSANDRO TERRILE
Il capogruppo del PD a Tursi non ci sta. “Leggo sui giornali di un dibattito aperto nel centrosinistra genovese in merito ad una lista civica di sostegno al sindaco Bucci alle prossime comunali. Per quanto mi riguarda quel dibattito è già chiuso, per almeno due motivi. Primo. Il compito del PD e del centrosinistra è quello di dare voce e rappresentanza a quella parte di società genovese che si sente alternativa a questa destra, sui temi del lavoro, della marginalità sociale, dei servizi pubblici, dei giovani, della compatibilità ambientale, del modello di sviluppo. Se metteremo in campo una proposta autorevole e credibile ci accorgeremo che questa parte di città può essere maggioranza. Secondo. Le elezioni si possono vincere o si possono perdere. Ci sono valori però che resistono alle sconfitte elettorali. E non ho alcuna intenzione di scambiarli per un piatto di lenticchie”. Le lenticchie vanno servite sempre con lo zampone.

CARLO BAGNASCO
Il dinamico sindaco ruentino ha lanciato un nuovo brand turistico per il suo comune: “Hello Rapallo-Pearl of Tigullio”. Non si tratta soltanto di un logo, ma di una serie di eventi per tutti i gusti, pensati dal mago della comunicazione Marco Pogliani. La definizione “Pearl of Tigullio” non è però piaciuta al sindaco di Santa Margherita Ligure che rivendica per il suo comune il nome “Perla”. Nel golfo è scoppiata la battaglia delle perle.

PAOLO DONADONI
“Hello Rapallo-Pearl of Tigullio? E’ come se noi avessimo ideato un logo Santa Margherita Ligure Rea Palus del Tigullio”. Così il sindaco di Santa ha reagito al brand ideato dal comune confinante, al quale ricorda il suo antico appellativo di “palude malsana”. Il Red Carpet, che nella primavera 2019 aveva unito i due comuni con Portofino in un simbolico abbraccio, sembra ormai un vecchio ricordo. I tempi erano diversi: il cielo sul golfo era più blu. Oggi, invece, è sempre meno azzurro e più fucsia. Come il colore del movimento di Toti e Brugnaro.

GUIDO GUELFO
Lo storico primo cittadino di Lumarzo (lo è stato per 15 anni, adesso è vicesindaco) e consigliere delegato della Città Metropolitana ha ufficializzato su Facebook la sua candidatura a sindaco di Bogliasco, suo comune natale, con il centrodestra. Forzista della prima ora, a lungo vicino ai Bagnasco (papà e figlio), Guelfo ha ricevuto il via libera da Toti e Bucci. Nel simbolo della sua lista (Per Bogliasco) c’è molto azzurro e il tricolore. Nessuna contaminazione arancione o fucsia.

PAOLA BORDILLI
L’assessora al Commercio e al Centro storico ha festeggiato su Facebook i suoi 39+1 anni (portati splendidamente) “da donna libera, emancipata, ma soprattutto felice”. Poi ha ricordato la risposta data dal padre Pino ad una parente che le aveva consigliato di stare zitta: “Zitti si sta solo per la vergogna e la vergogna è far del male”. Su questo saggio insegnamento fonda quotidianamente il suo modo di comportarsi. Auguri!

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip