Skin ADV

Il futuro del senatore Sandro Biasotti

Sandro Biasotti

Lo aveva già detto all'indomani della nascita di “Cambiamo!”: "Resto in Forza Italia". Così è stato finora e senz'altro continuerà ad essere così anche se a prendere il suo posto di coordinatore regionale sarà Giorgio Mulé.

Il destino dell'imprenditore prestato alla politica da vent'anni pare segnato e a nulla è valso il tentativo estremo di organizzare un pullman di azzurri liguri per la manifestazione del 19 ottobre, cui parteciperà anche Silvio Berlusconi.

Pare che decisiva nella scelta del turnover sia stata non tanto la sua presa di posizione sul nuovo movimento del governatore Toti (che non c'è stata) ma semmai la fuga in avanti della sua delfina Lilli Lauro, che ha voluto bruciare sul tempo tutti i concorrenti della Regione (Cavo in testa), dando vita al primo gruppo dei totiani in Comune a Genova.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip