Crivello prova a lanciare Gambino

In un video postato su Facebook Gianni Crivello, ex assessore alla Protezione civile e candidato sindaco

del centrosinistra alle scorse amministrative, ha fatto sapere che il Consiglio comunale ha recentemente bocciato un suo ordine del giorno che prevedeva la nomina di un assessore alla Protezione civile. Nel video si vede Crivello seduto dietro alla sua scrivania con alle spalle, sempre ben inquadrato (evidentemente è molto affezionato al messaggio che riporta), un manifesto che promuove “La Liguria del saper fare si racconta”, l’iniziativa della Fondazione Ansaldo del 2006 che aveva come obiettivo la costituzione di un archivio audiovisivo delle storie di vita lavorativa riconducibili ai più diversi comparti produttivi della Liguria. L’ex candidato sindaco parla sempre utilizzando il plurale maiestatis, non è però afflitto dalla sindrome del mago Otelma: utilizza la prima persona plurale perché vuol far sapere che esplica il pensiero di tutti i componenti (quattro) della lista che porta il suo nome, della quale è capogruppo in Comune.
La battaglia di Crivello per avere un assessore alla Protezione civile sarà sicuramente stata apprezzata da Antonio Sergio Gambino, che da “semplice consigliere” ricopre questo delicato incarico. Del resto fra Crivello e Gambino è nata subito una grande simpatia: i due durante il primo consiglio comunale si scambiarono i numeri di telefono. Nulla da fare. Almeno per il momento, Gambino non diventerà assessore, anche se sta lavorando bene e recentemente ha lanciato la nuova campagna d'informazione sulla prevenzione. La richiesta della sua nomina, evidentemente, è partita dalla parte sbagliata.

Gambino e Crivello

ultimi articoli