Skin ADV

Notizie

Infrastrutture, Bettanini (Vince Genova): “Pronte iniziative per dare slancio al profilo internazionale di Genova”

Super User 22 Maggio 2022 61 Visite

“L’ambizione di poter mettere l'esperienza di un lungo percorso, nelle istituzioni italiane ed europee, al servizio della nostra amata Genova. Il nuovo Psi insieme al sindaco Bucci mi hanno proposto una candidatura che ho accettato con entusiasmo, perché credo che il nostro primo cittadino meriti di poter dare continuità al lavoro di questi suoi primi cinque anni”. Così si legge in una nota di Tonino Bettanini, candidato al Consiglio comunale di nella lista ‘Vince Genova’ e consigliere per le relazioni e la comunicazione istituzionale presso il Consiglio di Stato e l’Accademia di Brera

“Genova deve uscire dal drammatico isolamento in cui la carenza di collegamenti infrastrutturali l'ha confinata. Dovremo – continua Bettanini - battere i pugni sul tavolo con Roma e Bruxelles, ma avremo anche l'occasione irripetibile di avviare e realizzare molti nuovi collegamenti: dal terzo valico al tunnel portuale e al people mover in val Bisagno; dalla tratta Erzelli-Aeroporto, all'avvio della Gronda di ponente. Di incoraggiare, ma soprattutto fluidificare, una nuova economia degli scambi, di uomini e di merci”.

“Ritrovare le rotte del mondo all'insegna della sostenibilità e dell'innovazione. Avvicinare e abbracciare le rive di un Mediterraneo che la crisi rende per noi ancora più vitale: sono queste le sfide che dobbiamo far nostre con spirito positivo, pensando soprattutto a costruire il futuro di figli e nipoti. Abbiamo capacità, talento ed energie per vincerle, facendo della città un nuovo giardino, curando - conclude Bettanini - con una rinnovata e maggiore attenzione le fragilità sociali che ancora conosciamo”. 

Movimento 5 Stelle, il vicepresidente Riccardo Ricciardi a Genova per sostenere Giordano e Colnaghi

Super User 22 Maggio 2022 112 Visite

 

Il vicepresidente del M5S Riccardo Ricciardi, questa mattina era a Genova al banchetto di piazza Raibetta, a sostegno dei candidati presidenti al Municipio I Centro Est Stefano Giordano e al Municipio II Centro Ovest Michele Colnaghi. Con i pentastellati delle liste municipali e comunale, presenti anche il portavoce alla Camera dei deputati Roberto Traversi e il capogruppo regionale del M5S Fabio Tosi.

“Sappiamo quanto sia difficile mettersi in gioco. Ma il MoVimento 5 Stelle continua a farlo nell’interesse dei cittadini. I nostri valori sono gli stessi delle origini e crediamo fermamente nella bontà delle misure che siamo riusciti a portare a casa. Penso ad esempio al reddito di cittadinanza che in questi due anni di pandemia hanno fatto la differenza per milioni di italiani bloccati in casa senza un reddito, metà dei quali non sono comunque in grado di lavorare”, ha detto il vicepresidente Ricciardi rimandando al mittente le critiche al RdC, che ha poi ricordato come le misure volute dal presidente Conte abbiano “salvato un paese intero travolto per primo dal virus. Abbiamo fatto il nostro dovere e ne siamo orgogliosi. Così come siamo orgogliosi aver trasformato il Parlamento, dove prima del M5S era “normale” che ci fossero schiere di indagati. Ora il quadro è ben diverso e il merito è nostro”.

“Ieri come oggi – ha continuato Ricciardi -, non ci fermiamo al colore politico delle cose ma restiamo rispettosi delle istituzioni e dunque, nell’interesse degli italiani, dialoghiamo e lavoriamo con tutti. Come abbiamo ampiamente dimostrato per la ricostruzione del Ponte, sul quale Toti e Bucci si prendono meriti altrui. Non siamo ingenui. Siamo rispettosi. Dovevamo risollevare Genova e se questo è stato fatto, il merito va innanzitutto al presidente Conte e all’allora ministro Danilo Toninelli”.

Euroflora e relativi conti “sui quali abbiamo più volte chiesto chiarezza perché temiamo siano stati usati soldi pubblici per far quadrare i conti di una manifestazione flop”, ha ricordato Luca Pirondini, capolista del MoVimento 5 Stelle con i colleghi di gruppo uscenti e ricandidati Fabio Ceraudo e Maria Tini; delegazioni; periferie; ipotesi inceneritori “erroneamente denominati “termovalorizzatori” dal centrodestra che vorrebbe riportarci al medioevo” come ha ricordato il portavoce regionale Tosi; e poi ancora infrastrutture, sanità, servizi ai cittadini, inclusione e ascolto sono stati alcuni dei temi dibattuti al banchetto del M5S.

“In bocca al lupo ai candidati presidenti Stefano Giordano e Michele Colnaghi e a tutti i candidati comunali e municipali delle liste che si presenteranno alle elezioni del 12 giugno”, ha concluso Ricciardi.

Val Graveglia, Muzio (FI): “Soddisfazione per la riapertura della strada Cassagna-Statale”

Super User 22 Maggio 2022 71 Visite

“La riapertura al traffico veicolare della strada che congiunge le frazioni di Statale e Cassagna nel Comune di Ne in Val Graveglia fa tornare alla piena fruibilità un collegamento che, in caso di emergenza o chiusura delle altre arterie viarie, consentirà ai residenti di evitare l’isolamento e raggiungere la viabilità principale”. E’ quanto dichiara il consigliere regionale Claudio Muzio, capogruppo di Forza Italia e membro della Commissione Ambiente e Territorio.

“Per l’intervento di messa in sicurezza della frana che dal 2014 impediva il passaggio alle autovetture - prosegue Muzio - è stato di fondamentale importanza il finanziamento regionale di 510.000 euro nell’ambito del riparto dei fondi di Protezione Civile del 2020. Nella mia veste di consigliere regionale mi sono speso in questa direzione dopo un sopralluogo effettuato il 6 novembre del 2018 insieme all’amico Fabrizio Podestà, oggi vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici del Comune Ne, e all’allora consigliere comunale Ivo Nerbonense”.

“Dopo la cerimonia di riapertura della strada, che ha avuto luogo ieri, desidero perciò esprimere il mio plauso e il mio ringraziamento all’assessore regionale Giacomo Giampedrone oltre che all’Amministrazione comunale di Ne che ha inserito l’intervento tra quelli prioritari. Un plauso anche agli uffici tecnici del Comune di Ne per l’impegno profuso, che ha consentito di raggiungere questo risultato”, conclude il capogruppo di Forza Italia in Regione.

Papa Francesco ai cresimandi genovesi: “Chi nu cianze nu tetta”. Toti: “La nostra comunità ama Bergoglio”

Super User 22 Maggio 2022 123 Visite

“Un messaggio emozionante e molto simpatico quello trasmesso ieri da Papa Francesco nell’incontro che si è svolto a Roma con i cresimandi genovesi: rivolgendosi a loro direttamente dalla ‘Papamobile’ li ha invitati a essere generosi, al contrario di quello che generalmente si dice degli abitanti di Genova. Anch’io – ha detto – ho avuto un papà genovese e so cosa vuol dire. E poi sul finale ha ripetuto un tipico detto ligure ‘chi nu cianze nu tetta’, cioè chi non piange non ottiene nulla. Un bel modo di rivolgersi ai giovani genovesi che hanno ricambiato con una sonora risata. La nostra comunità ama Bergoglio, che è già stato a Genova nel 2017, e oggi rinnoviamo l’invito a ritornare da noi e riabbracciare la nostra città anche per visitare il neo nato museo dell’Emigrazione che raccoglie i nomi delle persone che sono partite da Genova per le Americhe, tra cui i genitori di Bergoglio, Maria Sivori e Jorge Mario”. Lo ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti commentando il saluto di Papa Francesco.

Sidio Corradi cavaliere dello sport, le congratulazioni del candidato sindaco Carlo Carpi

Super User 22 Maggio 2022 80 Visite

 

“Voglio congratularmi e felicitarmi pubblicamente con Sidio Corradi per la sua nomina a "Cavaliere dello sport" che avverrà il 4 giugno all’hotel Mercure di Genova Bolzaneto”. Così scrive in una nota il candidato a sindaco di Genova Carlo Carpi che nella sua lista, ‘Insieme per Genova’, ha come capolista proprio l’ex gloria rossoblù.

“Io e Sidio ci conosciamo da venticinque anni - dice Carpi - e posso testimoniare che è sempre stato un uomo carismatico dentro e fuori dal campo, sempre estraneo a qualunque sorta di pettegolezzo, con un ottimo rapporto di educazione con i ragazzi che ha allenato e i rispettivi genitori senza che mai si creassero delle commistioni. Ha vinto lo scudetto con il Bologna nel 64' facendo esordio con la prima squadra, nel Varese ha giocato con Bettega, Braida, Sogliano e allenato da Liedholm, nel Genoa con Simoni, Perotti, Maselli, nei derby contro la Sampdoria di Lippi. Sua figlia Barbara ha sposato Sebastiano Rossi, portiere del grande Milan degli anni 90'. Nel calcio che conta, Sidio conosceva tutti e tutti lo hanno sempre rispettato”.

“Sidio, sono davvero onorato e orgoglioso che tu ti sia reso disponibile a candidarti con me e a mio supporto nella lista ‘Insieme per Genova’ presente alle prossime amministrative del 12 giugno!”, conclude il candidato sindaco.

Paella, carri allegorici, falò e fuochi d’artificio: l’Entierro de la sardina conquista Genova

Super User 22 Maggio 2022 93 Visite

“È un'emozione parlare davanti a questa piazza, è una notte magica. Il sorriso, la voglia di stare insieme e conoscere nuovi amici come questa sera sono la forza di questa città e di questa regione e sono una forza invincibile. Ciao Genova! E ci vediamo a Murcia l'anno prossimo!". Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ieri sera in piazza De Ferrari si è rivolto alle migliaia di persone scese in strada per festeggiare per la prima volta a Genova l’Entierro de la sardina’ che celebra il gemellaggio tra la città della Lanterna e Mursia, in Spagna, e che ha visto snodarsi per le vie del centro una splendida sfilata popolare con gigantesche figure di cartapesta. Culmine dell'evento il grande falò con le fiamme che hanno avvolto un'enorme sardina in cartapesta, compiendo il rito dell’Entierro. E per finire, lo spettacolo pirotecnico-musicale.

“Ancora una volta la Liguria - afferma il presidente - vuole confermarsi come meta ambita per i turisti e amata dai suoi cittadini non solo per il nostro bellissimo mare. E tornare in piazza, dopo due anni di pandemia, è ancora più bello perché segna la ripartenza e una libertà nuovamente conquistata. Inoltre abbiamo ottime notizie sulla stagione turistica, iniziata peraltro in anticipo, con una stima di presenze in aumento del 10% rispetto all’anno scorso. Una primavera che è partita nel migliore dei modi confermando la nostra regione come una delle mete più gettonate dagli italiani e con gli stranieri che stanno ritornando in massa, alla ricerca di luoghi non convenzionali, come è il nostro territorio, sempre più attrattivo, grazie anche a iniziative di promozione come quella odierna”.

Inaugurata una targa commemorativa in memoria di Rosanna Gusmano

Super User 21 Maggio 2022 99 Visite

Si è svolta giovedì 19 maggio, nella piazzetta tra via Cavallotti e via Caprera, la cerimonia di inaugurazione della targa commemorativa in memoria della professoressa Rosanna Gusmano, medico e scienziata, pioniera della nefrologia pediatrica in Italia. 

A scoprire la targa, coperta dalla bandiera di Genova, Laura Gaggero, assessore allo Sviluppo Economico Turistico e Marketing Territoriale, che ha portato i saluti del sindaco uscente Marco Bucci, impossibilitato a partecipare all’evento. 

A presentare la manifestazione in ricordo della professoressa Gusmano, mancata nel 2011, l’avvocato Fiammetta Malagoli, Past-President della Consulta Femminile Genovese, che insieme al Fondo e alla Fondazione Malattie Renali del Bambino ha voluto ricordare con questa targa la figura di questa straordinaria donna, scienziata che ha dato inizio alla storia della nefrologia pediatrica al Gaslini e nel nostro Paese.

Nella scaletta degli interventi, dopo l’Assessore Gaggero è stata la volta di Francesco Vesco, presidente del Municipio Medio Levante, organizzatore tecnico per la sua area di competenza dell'evento.

Dopo i saluti delle Istituzioni Pubbliche ha preso la parola il dottor Edoardo Garrone, presidente del Gaslini, che nel suo breve ma sentito intervento ha ricordato la professoressa Gusmano come “pietra miliare del Gaslini”, e ha enunciato a grandi linee i prossimi importanti interventi per l’Ospedale Pediatrico Genovese.

A seguire il professor Enrico Verrina, presidente della Fondazione Malattie Renali del Bambino - Renalchild Foundation, allievo della professoressa Gusmano, che ha parlato degli importanti risultati delle ricerche eseguite dai ricercatori FMRB nel Laboratorio di Nefrologia a lei intitolato. 

Interveniva poi la dottoressa Alba Zolezzi nuova Presidentessa della Consulta Femminile Genovese, cara amica della Prof.ssa Gusmano entrambe socie e Past-President dell’ A.I.D.M - Associazione Italiana Donne Medico, che l’ha ricordata in momenti di vita quotidiana.

Concludeva ringraziando e salutando i presenti la dottoressa Luisa Anselmi, presidente del Fondo Malattie Renali del Bambino, reduce dalla manifestazione Euroflora in Galleria Mazzini, evento che ha portato "linfa vitale" all’associazione per l’acquisto di una nuova sofisticata apparecchiatura per il Laboratorio di Nefrologia Rosanna Gusmano.

Alla commovente commemorazione hanno partecipato i due figli della Professoressa Paolo e Giulio Pontiggia con le famiglie, il Dottor Raffaele Spiazzi - Direttore Sanitario del Gaslini, Il Prof. Gianmarco Ghiggeri - Primario U.O.C. Nefrologia Dialisi e Trapianto del Gaslini, il Dott. Umberto Costa Past-President FMRB, Gaby de Martini organizzatrice dell'evento, Medici e Infermieri del Reparto di Nefrologia, Dialisi e Trapianto del Gaslini, Biologi e ricercatori del Laboratorio di Nefrologia Rosanna Gusmano del Gaslini, i Vice - Presidenti, i Consiglieri e lo Staff del Fondo e Fondazione Malattie Renali del Bambino,

la Vice-Presidente e le Socie della Consulta Femminile Genovese, associazione che quest'anno ha festeggiato i cinquant'anni dalla sua fondazione.

Enrico Verrina

Ipotesi termovalorizzatore in Liguria, M5S replica a Toti: “Non possiamo mettere indietro le lancette della storia”

Super User 21 Maggio 2022 79 Visite

 

“Ogni giorno in Italia, e fra questi purtroppo per i liguri c’è anche il presidente di Regione, ci tocca avere a che fare con i fan degli inceneritori. Che ne auspicano la costruzione raccontandoci la favoletta che sono fondamentali sul piano energetico. Peccato che in “REpowerEU”, il programma dell’Unione Europea per rendersi indipendenti dal gas russo, non c'è nessun riferimento ai rifiuti o all’incenerimento nonostante gli sforzi della lobby di riferimento di farlo inserire. Il miglior recupero energetico, come attestato da diverse ricerche indipendenti, si attua semmai attraverso il recupero-riciclo di materiali rispetto alla loro combustione”.

Lo dichiara il capogruppo regionale del M5S Fabio Tosi in merito all’uscita del presidente di Regione, che poi aggiunge: “Bruciare rifiuti fa male all’ambiente e non conviene nemmeno dal punto di vista economico. È una tecnologia vecchia, impattante e in contrasto con le priorità dell’economia circolare, che invece recupera materia risparmiando energia ed emissioni di gas serra”.

“Ricordo poi che la Commissione Ambiente del Parlamento europeo ha votato la fine dell’esenzione dell’incenerimento dei rifiuti dalla direttiva sullo scambio di quote di emissione. Si tratta di un vero e proprio altolà agli inceneritori: a partire dal 1° gennaio 2026 le aziende dei rifiuti dovranno infatti acquistare crediti di emissione per compensare le emissioni di CO2 prodotte e questo costo aggiuntivo servirà a rendere più conveniente l’applicazione dei principi dell’economia circolare”.

“L'inclusione degli impianti di incenerimento dei rifiuti urbani nella riforma ETS incoraggerà il riciclo, il riutilizzo e la riparazione dei prodotti, contribuendo anche alla decarbonizzazione dei settori economici. La proposta fa parte del Pacchetto clima, il cosiddetto Fit for 55, che contiene anche tanti altri passi avanti per rendere il nostro Continente a impatto climatico zero”.

“L’uscita odierna di Toti per un termovalorizzatore in Liguria è dunque surreale. Qualsiasi dibattito sulla costruzione di nuovi impianti di incenerimento dei rifiuti in Italia guarda più al passato che al futuro. L’Unione europea ha già tracciato la strada: se ne tenga conto, se non altro perché lo sanno tutti che almeno 30% dei rifiuti bruciati diventano scorie pericolose da smaltire!”, conclude Tosi.

Amministrative, in centinaia all'evento del senatore Biasotti: “Genova ha bisogno di Toti e Bucci”

Super User 20 Maggio 2022 236 Visite

Questa sera, oltre trecento persone sono salite sul roof garden delle concessionarie del Gruppo Biauto per partecipare all'evento organizzato dal senatore Sandro Biasotti per sostenere la candidatura di Marco Bucci. Un gesto non solo simbolico ma anche concreto: all’uscita a tutti i partecipanti è stata consegnata una busta contenete le istruzioni per fare la propria donazione a favore del Comitato Giovanni Toti Liguria.

“E’ stato un piacere ospitare amici - ha detto Biasotti - con cui ho condiviso attività imprenditoriali e politiche per appoggiare Marco Bucci nella corsa alla riconferma e soprattutto il presidente Toti. Nel corso di una sera piacevole e motivante, Bucci e Toti hanno così avuto modo di spiegare nuovamente alcune delle principali azioni compiute, quelle che dovranno completarsi e quelle previste per il futuro. Abbiamo la fortuna di poter sfruttare tante risorse e sono certo che con la coppia Bucci e Toti i sogni che avevamo nel cassetto, sin dai tempi del mio governo, potranno finalmente essere realizzati”.
Infine un’esortazione agli elettori: “Genova ha bisogno di Toti e Bucci”.

Tagliata la marmitta del furgone elettorale di Nicola Bisso

Super User 20 Maggio 2022 104 Visite

Erano passate da poco le 14:30 di oggi, quando Nicola Bisso, candidato al Consiglio comunale nella lista “Vince Genova, alla guida del suo furgone pubblicitario elettorale, ha deciso di fare una sosta per prendere alcuni documenti nel suo ufficio, parcheggiando il mezzo in via Ferri, a Fegino. Al suo ritorno un'amara sorpresa: la marmitta era stata tagliata di netto con il flessibile.

“Mi sono accorto dell'accaduto mettendo in moto il mezzo: un rumore assordante - ha detto Bisso che cerca di combattere l'amarezza per quanto accaduto con un po' di ironia -. Chi voleva danneggiarci e magari zittirci ha ottenuto l'effetto contrario: così, con la marmitta tagliata di netto, l'arrivo del furgone è annunciato a centinaia di metri di distanza. Se non fosse che in questo modo rischio la multa...”. 

Ma, ironia a parte, per Bisso “Quanto è accaduto è gravissimo, anche perché non si tratta di un episodio isolato – dice - Si assiste ad una escalation, dopo le ingiurie sui manifesti del sindaco Marco Bucci e sulla saracinesca dell'Udc: la competizione elettorale non si disputa in questo modo, ma con il confronto civile e la dialettica” .

Bisso sporgerà regolare denuncia.

La marmitta tagliata

Rifiuti, Rixi: “M5s vuole Liguria come Roma ma ha sbagliato strada”

Super User 20 Maggio 2022 242 Visite

 

“Se il M5s pensa che la Liguria debba affogare nell’immondizia come ha fatto Roma nello sciagurato quinquennio del sindaco Virginia Raggi ha proprio sbagliato strada. La Lega non lo permetterà mai. I grillini sono e saranno sempre il partito del No a prescindere, del no al progresso, del no allo sviluppo. Rinunciare al termovalorizzatore in Liguria vuol dire rinunciare a trasformare i rifiuti in risorsa energetica ed economica. Hanno riportato indietro le lancette del progresso a Roma e Torino, non permetteremo mai ai grillini di rallentare lo sviluppo della Liguria”. Lo dice in una nota il deputato della Lega Edoardo Rixi, segretario Lega in Liguria.

Intitolazione Sala Rossa a Calamandrei, Pandolfo: “In Consiglio comunale la mia mozione è ferma dal 2019”

Super User 20 Maggio 2022 133 Visite

“È dal novembre 2019 che in Consiglio comunale è ferma la mia mozione per intitolare la Sala Rossa a Piero Calamandrei”. E’ quanto si legge in una nota del consigliere comunale Alberto Pandolfo (PD).

“Sono passati quasi tre anni - prosegue Pandolfo -, ma né il sindaco né la sua maggioranza si sono adoperati per concretizzare questa proposta a riconoscimento del valore di un uomo la cui storia è un esempio a cui tendere, per tutti i cittadini e soprattutto per i consiglieri comunali. Oggi poi, improvvisamente, a neanche un mese dalle elezioni, il sindaco Bucci si ricorda ed elogia il padre costituente Calamandrei, dichiarando di volergli intitolare la Sala Rossa su iniziativa del candidato Tonino Bettanini, della lista Vince Genova”.

“Meglio tardi che mai, verrebbe da dire. Anche la memoria istituzionale evidentemente segue i tempi e le opportunità della campagna elettorale”, conclude il consigliere comunale del PD.

Lavoro, crescono gli occupati in Liguria: in un anno +9.000 posti

Super User 20 Maggio 2022 90 Visite

Aumenta l’occupazione in Liguria: in un anno dal marzo 2021 a oggi si è registrato un incremento di 9000 addetti, sia per quanto riguarda i lavoratori autonomi, sia dipendenti. La Liguria passa da 461.608 occupati nel marzo 2021 agli attuali 470.565 con una variazione positiva del 2%. Questi i dati forniti dalla Camera di Commercio di Genova sulla base di quanto dichiarato dalle imprese all’INPS.

Accanto all’aumento dell’occupazione si registra inoltre una previsione di assunzione da parte delle imprese per il periodo maggio luglio di 43.400 unità rispetto al luglio dello scorso anno quando le previsioni erano state 36.840 sulla base del sistema informativo Excelsior, indagine realizzata dal sistema camerale, dal ministero del lavoro e Anpal. Le richieste riguardano in particolare il settore dei servizi e quello turistico.

Dati in crescita anche a livello genovese dove gli occupati sono passati da 193.710 nel marzo 2021 agli attuali 199.502 con un incremento del 3%. Positivi anche gli andamenti previsti da maggio a luglio con una previsione di assunzioni pari a circa 17.000 addetti.

Stanno crescendo anche le imprese a livello provinciale nell’ultimo anno, passando da 48.941 nel marzo 2021 alle attuali 49.172, facendo registrare un incremento dello 0,5%. Un dato positivo rispetto a quello nazionale dello 0,2%.

“Nonostante la pandemia e anche l’incertezza dovuta alla guerra c’è voglia di impresa in Liguria – dice il presidente della Regione Giovanni Toti – i numeri che registriamo attraverso il sistema camerale sono molto positivi e incoraggianti e anche le previsioni di assunzione per il periodo estivo. Tutta la Liguria è impegnata a crescere attraverso nuove infrastrutture, il potenziamento dei porti, il turismo con l’avvio di una stagione estiva che si preannuncia molto buona”.

“I dati forniti dal sistema camerale confermano quanto già era emerso dall'Osservatorio del mercato del lavoro – aggiunge l’assessore regionale al Lavoro Gianni Berrino - In Liguria la ripresa dell'occupazione dopo la pandemia è continua e costante, ed è più alta rispetto alle altre regioni italiane. Sono certo che le azioni messe in atto da Regione, tra cui, fondamentale per il settore turistico che ricordo produce il 16% del PIL regionale, sarà la quinta edizione del "Patto per il lavoro nel settore del turismo" che anno dopo anno sta confermandosi misura chiave per incrementare l'occupazione e la durata dei contratti di lavoro "

“La lettura dei dati INPS ci dà un'ottima notizia – conclude Luigi Attanasio, presidente della Camera di Commercio di Genova - e cioè la crescita, in valori assoluti e per due trimestri, degli addetti sia in provincia di Genova che in Liguria. E poi salgono le entrate previste dalle imprese nel trimestre appena iniziato, superando i numeri pre covid dello stesso periodo del 2018 e del 2019".

Convention Forza Italia a Napoli, Carlo Bagnasco: “Ho raccontato la mia esperienza amministrativa”

Super User 20 Maggio 2022 119 Visite

Carlo Bagnasco, sindaco di Rapallo e coordinatore ligure degli azzurri, ha partecipato a Napoli alla convention di Forza Italia ‘L’Italia del futuro’.

“In questa bella occasione di confronto sono stato invitato a raccontare l’esperienza amministrativa di questi 8 anni da sindaco di Rapallo, come le buone pratiche possano fare la differenza per dare vitalità e speranza al Paese che ha bisogno di ‘costruttori di futuro’”. 

Alla convention era presente anche Ronn Moss, il Ridge di Beautiful. Ma gli occhi delle donne erano tutti rivolti verso Bagnasco.

Malati psichici gravi, Borchi e De Martini: “Chiediamo la revisione della legge Basaglia”

Super User 20 Maggio 2022 162 Visite

“Purtroppo i susseguirsi di delitti e violenze, compiuti da malati psichici anche di recente nella nostra città, devono farci riflettere: per cercare di interrompere questa triste catena occorre una riforma della legge Basaglia, che eviti all'ammalato, perché di questo si tratta, di compiere atti che distruggono la vita altrui, ma anche la propria, irrimediabilmente”. E' quanto dichiara Ubaldo Borchi, responsabile della sanità in Liguria per “Noi con l'Italia”.

“Alla proposta di riforma sta lavorando attivamente l'onorevole Susy De Martini, medico, di recente nominata consulente del ministero della Salute, e con la quale portiamo avanti una stretta collaborazione - ha ribadito Borchi che da molti anni opera nel settore sociosanitario e assistenziale -. Sono certo che anche in questo caso la collaborazione con l'onorevole porterà ad ottimi risultati”.

“Sto lavorando ad una proposta che presenterò nei prossimi giorni - spiega De Martini -. E' necessario reintrodurre il criterio di pericolosità sociale che prima della Basaglia veniva segnalato dal medico curante”. Puntualizza il consulente del ministero: “Attenzione: reintrodurre il criterio di pericolosità non significa certo fare il male del paziente, ma tutelare gli altri e lui stesso da possibili gesti incontrollati che sono poi soggetti al codice penale, non lo dimentichiamo. Chi commette un delitto non fa male soltanto alle vittime, ma finisce per distruggere irrimediabilmente anche la sua vita”.

“Riformare la legge Basaglia non significa certo riaprire i vecchi manicomi. E' stata una cosa sacrosanta chiuderli. Le vecchie strutture sono state chiuse, ma la malattia mentale purtroppo resta e va curata.  Sono necessarie moderne strutture, capaci di garantire accoglienza e cura: un Paese civile non esclude nessuno. Occorre ridare dignità ai malati psichici”, conclude l’onorevole De Martini.  

Municipio Centro Ovest, Colnaghi presenta le liste che lo sostengono

Super User 20 Maggio 2022 107 Visite

“Ho avuto l’onore di amministrare, per l’ultimo anno e mezzo, il Municipio II Centro Ovest e ora, con una nuova squadra allargata e coesa, vorrei continuare a farlo. Le battaglie che ci attendono sono tante, prima fra tutte questa nuova, vergognosa servitù che risponde al nome di “Depositi Chimici a Ponte Somalia”, che tutto il Municipio non vuole ma che il sindaco intende imporci calando dall’alto una decisione mai condivisa e comunque invisa”. Lo dichiara il candidato presidente del Municipio II Centro Ovest Michele Colnaghi, che ieri sera alla Sala Cap di via Albertazzi ha presentato le liste che lo sostengono, dando poi la parola ai rappresentanti: Luciano Cavazzon per il Movimento 5 Stelle, Amedeo Lucia per il PD, Salvatore Santacroce per Europa Verde con Lista Sansa-Linea Condivisa, Mariano Passeri per Sinistra Italiana e il candidato sindaco per Genova Civica con Ariel Dello Strologo, che ha aperto la serata.

“Il Municipio è la nostra casa - prosegue Colnaghi - e nonostante la Giunta uscente di centrodestra abbia voluto toglierci risorse e dunque dignità, noi non abbiamo mai mollato e ci siamo battuti giorno dopo giorno per avere tutti i servizi che ci spettano di diritto in quanto genovesi. Vogliamo continuare a essere centrali e poterlo fare dobbiamo mandare a casa la compagine di Bucci, che finora ha dimostrato di avere solamente una visione Tursi-centrica, come se i territori quali San Pier d’Arena e San Teodoro non avessero diritti e dunque si possono sfilare loro anche le risorse vitali per amministrare bene. Il solo fatto di averci tolto 600.000 euro la dice lunga”.

“Aiutare i cittadini in difficoltà - aggiunge il candidato -, sostenere il commercio, pretendere un Patto d’area e dunque incentivi per l’apertura di attività commerciali sane, investire su sicurezza e case di quartiere. E poi ancora: difendere le nostre risorse come il Centro Civico Buranello, che qualcuno invece vuole svilire soffocandone l’anima pubblica; valorizzare i nostri beni museali; recuperare il patrimonio edilizio e architettonico, puntare su viabilità e verde cittadino. E dire NO ai depositi chimici sotto casa! Non è una lista della spesa come è solita fare la destra, salvo poi disattendere le varie voci: questa è solo la punta dell’iceberg di una lunga lista di progetti cui i cittadini di San Pier d’Arena e San Teodoro hanno diritto”.

Colnaghi, infine, prima di dare la parola ai rappresentanti delle liste, ha ricordato: “Io sono innamorato del nostro territorio e della nostra comunità. Sono fiero di appartenervi. Il Municipio II Centro Ovest però si merita di più, deve tornare a essere quello di una volta e io mi batterò perché sia così”.

L’evento, Marina Di Guardo all’hotel Bristol Palace di Genova per presentare il suo libro

Super User 19 Maggio 2022 169 Visite

Giovedì 26 maggio, alle ore 18:00, all’hotel Bristol Palace di Genova si terrà la presentazione del libro di Marina Di Guardo ‘Dress code rosso sangue’, adrenalinico thriller ambientato nel jet set milanese, dentro ai locali più esclusivi e ambigui della città della moda.

Durante l’incontro l’autrice, nota anche per essere la mamma dell’influencer Chiara Ferragni, dialogherà con la scrittrice e giornalista Patrizia Finucci Gallo e la giornalista Sabrina De Bastiani.

La presentazione rientra tra gli eventi culturali voluti e curati dal direttore dell’hotel, Giovanni Ferrando.

Agrobiodiversità, patto tra Liguria e Toscana per muoversi insieme a tutela dei prodotti del territorio

Super User 19 Maggio 2022 91 Visite

“Semi per il futuro” è stato il tema scelto per celebrare oggi a Pontremoli la Giornata Nazionale dell'Agrobiodiversità e il patto tra Liguria e Toscana per muoversi insieme a tutela dei prodotti del territorio.

Al seminario è intervenuta Daniela Menini, consigliere regionale di Cambiamo con Toti presidente, in rappresentanza della Regione Liguria e del vice presidente della giunta Alessandro Piana. “L’agrobiodiversità racconta la storia del genere umano. Del momento in cui gli esseri umani hanno addomesticato la natura, prima attraverso una paziente opera di selezione e poi intervenendo attivamente nel processo che genera varietà nuove, sempre più rispondenti alle proprie esigenze – ha ricordato Daniela Menini nel corso dell'intervento -. Le comunità si sono costituite intorno al cibo, nei luoghi dove il cibo prodotto era migliore, più nutriente, più copioso, più resistente e duraturo”.

Oggi c'è proprio la riscoperta dell'importanza di valori tradizionali. E per la salvaguardia di patrimoni di biodiversità agroalimentare. Così nascono le “Comunità di crinale”, senza limiti di spazio, senza confini, pronte allo scambio culturale. “Io vivo sul crinale – continua Daniela Menini -. Dopo anni di marginazione dal mainstream della produttività performante e banalizzata, che non contempla altri parametri di valutazione se non la quantità e il prezzo, è tornato il tempo di mettere in valore proprio gli elementi di tradizione, storicità, naturalità che ne avevano determinato l’abbandono. L’esperienza della comunità del cibo di crinale che proprio qui a Pontremoli ha visto il suo inizio mi riempie di una specie di gioia. Il manifesto della comunità esprime appieno li valori cui la comunità aspira: civiltà, gentilezza, gratitudine”.

Eccone un passo significativo: “Vogliamo innamorarci del Crinale luogo di incontro e superamento dei confini, scegliendo di vivere bene, coltivare sano e produrre bellezza in luoghi che sono stati culla di pensieri, tradizioni, paesaggi e che vogliamo assicurare ai nostri figli”.

Daniela Menini, che si è impegnata in prima persona per coinvolgere la Regione Liguria in questa importante avventura, ha già ottenuto un significativo risultato con l'iscrizione del frumento tenero Avanzi 3 – tipico del crinale ligure toscano - all’Anagrafe nazionale della biodiversità, un successo reso possibile dall'impegno di Regione Liguria di concerto con Regione Toscana. E il concreto impegno di Regione Liguria è stato particolarmente apprezzato da diversi sindaci e amministratori delle regioni limitrofe, presenti all'incontro, che hanno ringraziato Daniela Menini, invitandola a portare questa gratitudine alla giunta.

Istruzioni e formazione, Orientamenti al Salone del Libro di Torino ospita due ministri

Super User 19 Maggio 2022 76 Visite

"La missione di Orientamenti è parlare ai giovani e andare tra i giovani - commenta l'assessore Ilaria Cavo -. Lo abbiamo fatto sbarcando al Salone del Libro con uno stand per parlare a quei 'cuori selvaggi' che danno il titolo a questa edizione che andrà avanti fino a lunedì e animano la manifestazione. La presenza, all'inaugurazione del Salone, di due ministri, Patrizio Bianchi e Dario Franceschini, conferma che questo è un grande evento di cultura, ma anche di formazione e il fatto che entrambi, su nostro invito, si siano fermati a visitare lo stand di Orientamenti ribadisce la validità della scelta di cogliere l'occasione per fare orientamento anche qui e per promuovere 'Orientamenti' in questo salone offrendo stimoli sull’importanza delle parole, quelle che uniscono, del racconto, delle storie".

Questa tappa torinese di 'Orientamenti tour' esercita i ragazzi in un gioco 'memory' in cui, abbinando le figure di personaggi famosi alle loro storie, scoprono per esempio che alla scrittrice J.K. Rowling il primo Harry Potter è stato rifiutato da dodici case editrici prima di diventare best seller, e che Walt Disney fu licenziato da un giornale locale perché privo di immaginazione e buone idee. I ragazzi possono sottoporsi a test che fanno capire quali sono per loro le migliori tecniche di apprendimento oltre che scoprire il programma di Orientamenti del prossimo novembre per essere invogliati a visitarlo.

"Oltre all' importante presenza dei due ministri, che si sono soffermati a salutare anche i nostri giovani orientati e che confidiamo di ospitare al salone genovese, è stato bello vedere il flusso dei giovani per sottoporsi ai test. Una formula che funziona - conclude l'assessore all'istruzione - Del resto se il titolo del salone del libro è 'cuori selvaggi', quello di Orientamenti 2022 è "care": non sono titoli molto distanti. In entrambi i casi viene evidenziata una dimensione emotiva, una sfera dei sentimenti che afferisce a un impegno culturale e sociale per tutti quei ragazzi che vogliono incuriosirsi e mettersi in gioco".

L'assessore Ilaria Cavo con il ministro Patrizio Bianchi

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip