Skin ADV

Notizie

Il manifesto di “Genova che osa” per una città per tutti

Super User 19 Settembre 2019 29 Visite

Sabato 21 settembre, ore 17:45, presso la Sala Nautilus dell’Acquario di Genova, “Genova che osa”, organizzazione progressista che si propone di unire la sinistra e di cambiare la Liguria, presenterà il suo Manifesto (scaricalo) per una città per tutti.
“Vogliamo una Genova per tutti: egualitaria e solidale, aperta e cosmopolita, viva e dinamica, inclusiva e sostenibile. Oseremo, perché il coraggio e l’ambizione sono le qualità indispensabili di chi, con la politica, vuole alterare il corso degli eventi. Dobbiamo andare contro il senso comune e combattere l’avversione al rischio, per rompere vecchie tradizioni e innovare in modo radicale.
Il manifesto è lo strumento che orienterà la nostra azione politica. Nutriamo l’ambizione che possa ispirare l’impegno politico dei progressisti di Genova. Lo presentiamo come la base comune di un percorso sempre più ampio e collettivo, capace di coinvolgere persone nuove, fondato sulla condivisione dell’interpretazione del mondo e degli intenti politici”, si legge in una nota di “Genova che osa”.

SCARICA IL MANIFESTO

I Parchi di Nervi ritorneranno al loro vecchio splendore

Super User 19 Settembre 2019 50 Visite

Oggi, su proposta dell'assessore al Bilancio, Lavori Pubblici, Manutenzioni, Verde Pubblico, Pietro Piciocchi, la Giunta ha approvato il “Progetto di fattibilità tecnico ed economica del Restauro e Valorizzazione dei Parchi di Nervi”, con l’obiettivo di riportare al loro antico splendore le ville Serra, Grimaldi e Gropallo, per un importo pari a 1.375.000 euro.
Le caratteristiche dell'intervento, nel rispetto del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio del 2004, consiste nella conservazione e recupero dell’impianto storico e dei caratteri scenografici dei parchi, attraverso la ricostruzione dei quadri visivi, la creazione delle quinte vegetali, il reinserimento degli elementi o dei gruppi isolati di alberi, il recupero o reinserimento di siepi e di vegetazione tappezzante delle aree ombrose e la riqualificazione dei prati.
Il piano dei lavori è stato suddiviso in cinque fasi che consistono nella messa in sicurezza di tutte le alberature, la ricostituzione della fascia vegetata lato mare e il restauro dei tre parchi, a partire da Villa Grimaldi.
"Oggi si conclude il percorso amministrativo - ha detto l'assessore Piciocchi - iniziato lo scorso anno quando in Giunta abbiamo deliberato di procedere, su ispirazione della Carta del restauro dei giardini storici, al restyling e alla valorizzazione delle ville Serra, Grimaldi e Gropallo. Si tratta di un importante polo di attrazione turistica nazionale e internazionale per la nostra città che, dopo Euroflora e il Festival Internazionale di Nervi, intendiamo continuare a rilanciare, rendendo i parchi, in sinergia con il polo museale, sempre più accoglienti e belli. Mi piace sottolineare che questa iniziativa si inserisce in un'azione di più ampia valorizzazione del verde e dei parchi cittadini, che sarà un fondamentale punto dell'Assessorato fino al termine di questo ciclo amministrativo”. 

Infrastrutture, Toti incontra il ministro De Micheli

Super User 19 Settembre 2019 42 Visite

“Abbiamo analizzato le priorità per questa regione e ho indicato alcune urgenze infrastrutturali”, ha commentato il Presidente della Regione Liguria a margine dell’incontro con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, avvenuto oggi a Genova dopo l’inaugurazione del Salone Nautico. “Bisogna sbloccare il passante ferroviario di Genova nominando un commissario: siamo disponibili al confronto poiché occorre un’intesa forte con la Regione e l’opera è direttamente collegata al Terzo valico. Quest’ultimo infatti sta marciando nei tempi previsti e abbiamo un tempo molto limitato per allineare le due opere e consentirne l’apertura in contemporanea”.

“La questione del raddoppio di Ponente non è più rinviabile: ho chiesto che venga programmata nel piano degli investimenti di RFI per il prossimo quadriennio. Penso che sia un’opera a portata di mano, che richiede alcune centinaia di milioni per i prossimi anni e su cui RFI è già piuttosto avanti sullo studio di fattibilità. Soprattutto è uno spreco assurdo aver raddoppiato quasi tutta la linea e aver lasciato un collo di bottiglia che ne vanifica gran parte degli effetti positivi”.

“Sul fronte opposto c’è la Pontremolese. Il porto della Spezia è già un’eccellenza italiana per la quantità dei volumi che mobilita attraverso il ferro, se avessimo la Pontremolese potrebbe fare molto di più. È un’opera che interessa anche la regione Emilia Romagna, e ne abbiamo parlato a lungo con Bonaccini”.

“Per quanto riguarda la nuova diga foranea del porto di Genova, ho spiegato chiaramente al Ministro che il porto deve attrezzarsi alle mega navi del futuro. Le navi da crociera e da carico sono sempre più grosse, mentre il porto risale ai primi del novecento quando non addirittura alla fine dell’ottocento, oggi non è più eludibile programmare un suo ammodernamento sostanziale”.

“Sulla Gronda si apre un tavolo già concordato con Ministro e Sindaco per l’attuazione del cantiere. Io ritengo che ciò determini la fine di ogni dibattito sulla revisione del progetto, anche perché la revisione comporterebbe un ritardo di quattro-cinque anni: parliamo di un cantiere che avrebbe dovuto essere aperto da alcuni mesi e su cui abbiamo già speso 50 milioni per gli espropri. Ho chiesto anche che la disquisizione sulla revisione o revoca delle concessioni autostradali non interferisca sulla realizzazione di quest’opera. Il Governo ha piena legittimità in materia, la Regione non ha voce in capitolo sulle concessioni però noi vogliamo che Genova non abbia oltre al danno la beffa o la pena aggiuntiva di vedersi ritardare un’opera strategica. Se sulle concessioni vogliono fare dei ragionamenti sull’autonomia, come già fanno Lombardia, Friuli o Veneto, noi siamo disponibili a discuterne e prenderci un pezzo di responsabilità”.

Un aperitivo per sostenere l'associazione che si occupa di cannabis terapeutica

Super User 19 Settembre 2019 45 Visite

"InFioreScienza", associazione che si occupa di affrontare le problematiche di pazienti che usufruiscono di cure integrative con cannabis terapeutica, come iniziativa di autofinanziamento ha programmato un aperitivo che si svolgerà venerdì 20 settembre, dalle ore 19 alle ore 21.30, presso i Giardini Luzzati.

Ospite d’eccezione il noto comico televisivo Enrique Balbontin che allieterà la serata dalle 20:30. Il costo dell'aperitivo è 10 euro e sarà accompagnato da un piattino a base di prodotti con farina di canapa.

Durante la serata sarà possibile conoscere direttamente le attività dell’associazione, associarsi o rinnovare la propria tessera associativa.

L'evento è aperto a tutti.

Giovanni bacia Lilli (e i suoi 2500 elettori)

Super User 19 Settembre 2019 237 Visite

In questa foto vediamo Giovanni Toti baciare (sulla testa) Lilli Lauro. Il governatore apprezza molto la biconsigliera (Comune e Regione), soprattutto per i suoi 2500 voti presi alle scorse comunali e che porterà in dote alle regionali del prossimo anno.
Questo bacio avrà scatenato qualche gelosia? Cosa ne pensano il senatore Sandro Biasotti, pigmalione di Lilli, e l’assessora Ilaria Cavo, che per essere stata inserita nel listino del presidente nel 2015 è considerata la preferita di Toti?
Mentre la moglie del governatore, Siria Magri, avrà sicuramente capito che si è trattato di un bacio solo politico.

Sgarbi a Palazzo Ducale per la Banca degli occhi

Super User 19 Settembre 2019 97 Visite

Un momento di solidarietà e cultura, nel segno della ricerca e nella cura delle patologie corneali.  Mercoledì 25 settembre (ore 21) Vittorio Sgarbi sarà protagonista di "L'arte per gli occhi", conferenza in scena nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale (piazza Matteotti 9) e dedicata alla più che ventennale attività della Fondazione Banca degli Occhi Lions Melvin Jones, che da anni si impegna nel prelievo, nella valutazione, nella conservazione e nella distribuzione di cornee umane a scopo di trapianto terapeutico.

«È un grande onore che una personalità del calibro di Vittorio Sgarbi si sia mossa in prima persona per supportare la nostra organizzazione - racconta Renzo Bichi, Presidente dell'Associazione Amici della Banca degli Occhi Lions Melvin Jones - che dal 1996 ha contribuito a restituire la vista a quasi tremila persone». Il celebre critico d'arte, a cui è stata recentemente affidata la direzione artistica della nuova Fondazione Pallavicino onlus di Genova, sarà protagonista di un incontro dal titolo "L'arte per gli occhi". «La conferenza di Vittorio Sgarbi è al centro di una giornata interamente dedicata alla Banca degli Occhi - aggiunge Bichi – e che toccherà diversi aspetti della nostra più che ventennale attività solidale». L’organizzazione, grazie alle ultime tecnologie e all’impegno dei sostenitori, è da tempo in prima linea nella lotta alla cecità. «La Banca degli Occhi è stata voluta da un indimenticabile governatore del distretto 108IA2 Enrico Mussini ed è da sempre sostenuta dai Lions di tutta la Liguria e del Piemonte, presenti nei Distretti 108Ia2 e 108Ia3 – aggiunge Alfredo Canobbio, governatore del Distretto Lions 108 Ia2 -. Per noi è molto importante impegnarsi in iniziative come queste che, attraverso l’arte e la cultura, trasmettono valori fondamentali come prevenzione e solidarietà: donare per restituire la vista non è solo un regalo che dura tutta la vita, ma un gesto d’amore per il prossimo».

La conferenza ha il patrocinio di Regione Liguria e del Comune di Genova. L'ingresso è a offerta libera (minimo 30€). La prenotazione, vivamente consigliata, si può effettuare alla Banca degli Occhi (vico San Matteo 2, 010 2461266), al Bookshop dei Musei di Strada Nuova (via Garibaldi 11), al Genova Experience (via San Lorenzo 61r), all'Outlet Silky (via Vannucci 35) e in Viadelcampo29rosso.

Cambiamo! diventa partito

Super User 18 Settembre 2019 203 Visite

“Ho avuto l'onore di firmare dal notaio, a Roma, l’atto costitutivo del partito “Cambiamo!”: una firma in cui sta tutta la consapevolezza che questo sia il soggetto politico davvero in grado di dare voce ai moderati e alla società civile e, con Giovanni Toti, un futuro a questo paese - scrive Ilaria Cavo sulla sua pagina Facebook - Una firma che, insieme a quella degli altri soci fondatori, diventa un impegno quotidiano in un partito che si vuole basare su meritocrazia, giustizia, inclusione, pari opportunità, attenzione ai territori e ai giovani. Quattro anni fa lasciavo un mestiere da giornalista che amavo per sostenere Giovanni Toti alla guida di Regione Liguria. Dopo questi anni passati al suo fianco la scelta è quella di sostenerlo in modo sempre più convinto per far crescere, attorno al presidente dei liguri, un partito nazionale radicato tra la gente e sui territori, che dia casa ai moderati nel campo del centro destra. Nei giorni delle ambiguità la nostra è una scelta di campo netta, e di coraggio”.

Il “leone” Capurro presenta assessora e squadra

Super User 18 Settembre 2019 350 Visite

Lunedì sera, presso il suo raffinato hotel di Santa Margherita Ligure, Armando Ezio Capurro ha presentato agli amici la neo assessora al Turismo del Comune di Genova, Laura Gaggero, e anticipato i progetti liguri della sua formazione politica, Noi con l’Italia.

“Farò l’allenatore di questa bella squadra, mentre Laura Gaggero farà la punta, perché avendo giocato in una squadra di calcio femminile sa dribblare e saltare gli sgambetti degli avversari”, ha detto Capurro al microfono di Genova3000.

Vero leone della politica, uomo di riferimento in Liguria di Raffaele Fitto (l’eurodeputato con una telefonata in vivavoce ha voluto complimentarsi con la neo assessora), Capurro alle scorse elezioni genovesi è riuscito a piazzare ben cinque esponenti della lista Enrico Musso-Direzione Italia.

Oggi la sua squadra è formata da Laura Gaggero, assessore al Turismo del Comune di Genova, Francesco De Benedictis, consigliere comunale, Salvatore Muscatello, consigliere della Città Metropolitana, Lino Lo Giacco, consigliere delegato nel Municipio Centro Est, e Sandro Rossi, consigliere nel Municipio Levante (subentrato come primo dei non eletti a Laura Gaggero).

Seguendo il percorso del suo leader nazionale Fitto, già in Fratelli d’Italia, nei prossimi mesi Noi con l’Italia confluirà nel partito di Giorgia Meloni. “Ma la nostra componente manterrà la sua identità”, ha assicurato Capurro, che si prepara a scendere in campo, ma da allenatore, alle regionali liguri del prossimo anno.

IL VIDEO DELL'INTERVISTA A ARMANDO EZIO CAPURRO, FRANCESCO DE BENEDICTIS, SALVATORE MUSCATELLO

IL VIDEO DELL'INTERVISTA A LAURA GAGGERO

 

Ornella Barra non si candida alle regionali liguri

Super User 18 Settembre 2019 131 Visite

Ornella Barra smentisce quanto riportato da Genova3000.it nell’articolo intitolato “Se Forza Italia tiene la Barra (Ornella) dritta...”, in merito a un suo presunto coinvolgimento come possibile candidata alle prossime elezioni regionali in Liguria.
“Ornella Barra, cittadina monegasca da anni, è concentrata unicamente sul suo ruolo di Chief Operating Officer di Walgreens Boots Alliance, che la vede impegnata quotidianamente a livello mondiale. Walgreens Boots Alliance è la prima realtà globale per la salute e il benessere con radici nella farmacia, realtà che Ornella Barra ha contribuito a creare nel corso di oltre 30 anni di lavoro”, si legge in una nota inviata dalla stessa interessata alla nostra redazione.

Simone Ferrero entra in Lega

Super User 18 Settembre 2019 321 Visite

Simone Ferrero, consigliere comunale eletto in Vince Genova, ha deciso di entrare in Lega. Presto darà l’annuncio.

Lauro (coi tacchi) a Roma per sostituire Cambiamo!

Super User 18 Settembre 2019 194 Visite

Lilli Lauro ha fatto sapere che questa mattina sarà a Roma per firmare l’atto costitutivo del movimento di Giovanni Toti, “Cambiamo!”.
‘Mi attende una giornata molto emozionante’, ha detto la biconsigliera che, in risposta al capogruppo regionale del Partito Democratico Giovanni Lunardon che le aveva detto di non poter conoscere il territorio poiché indossa scarpe alte in ogni occasione, ha poi aggiunto che indosserà i tacchi.

L'assessore Fassio a Pontida

Super User 16 Settembre 2019 511 Visite

Il coordinatore regionale di Forza Italia Sandro Biasotti l'aveva conteggiata tra gli assessori forzisti, insieme a Simonetta Cenci, per dimostrare che non era una sconfitta azzurra il rimpasto del sindaco Bucci, col siluramento dell'uomo di Arcore Giancarlo Vinacci.
Ora dal profilo Facebook dell'assessore regionale allo Sviluppo Economico Marco Benveduti (Lega) spunta la foto dell'assessore comunale Fassio abbracciata a lui al raduno leghista di Pontida, con tanto di maglietta azzurra sì, ma delle Lega Liguria.
Francesca Fassio era stata indicata da Lilli Lauro ai Servizi Sociali ai tempi della formazione della Giunta Bucci ed aveva creato non pochi malumori tra gli aspiranti assessori eletti nelle file del partito di Berlusconi.
Ora direttamente da Pontida, la capitale della Lega, arriva la sorpresa.

Se Forza Italia tiene la Barra (Ornella) dritta...

Super User 15 Settembre 2019 547 Visite

Questi ultimi giorni del centrodestra sono stati caratterizzati dagli incontri tra i leader per definire le candidature per le future tornate elettorali, regionali e comunali.
Salvini e Berlusconi si sono messi attorno a un tavolo, Scajola (Claudio) è andato a pranzo da Berlusconi, Toti si è seduto alla tavola di Salvini, Scajola e Toti hanno preferito un tavolino da caffè. Tutto è accaduto intorno ad un tavolo con quattro gambe. Mentre Gelmini ha detto che Toti “al massimo può fare la quinta gamba”.
Su questa girandola di incontri si sono aperte diverse ipotesi, che potranno essere chiarite solo quando sapremo il perché dell’incontro tra il Cav e il suo amico ex ministro.
E’ chiaro che le cose cambierebbero di parecchio qualora Scajola durante il pranzo avesse ottenuto il via libera per sviluppare l’“Altra Italia”, partito pensato da Berlusconi per tenere la barra dritta contro la crescita di “Cambiamo!”, oppure se avesse ricevuto un mandato per trovare un accordo con Toti.
Anche se Edoardo Rixi ha ripetuto più volte che il loro candidato alle regionali “sarà l’amico Giovanni” e che la Lega non riceverà da Berlusconi nessun aut aut contro la candidatura di Toti, Forza Italia starebbe pensando a un proprio candidato, o meglio una candidata. Si tratta di Ornella Barra, imprenditrice di Chiavari, ma di fama mondiale, che opera nel settore della distribuzione farmaceutica.
Insomma, se Forza Italia manterrà dritta la barra, la sua candidata potrebbe essere Ornella Barra.

In riferimento a questo articolo, in data 18/9/19 abbiamo ricevuto smentita dalla dott.ssa Ornella Barra (leggi articolo)

Stasera su Rai 3 il film sulla tragedia del Morandi

Super User 15 Settembre 2019 512 Visite

Ieri sera, al teatro della Gioventù, alla presenza del governatore Giovanni Toti e del sindaco Marco Bucci, è stata proiettata l’anteprima di “Genova ore 11.36”, il film-documentario sulla tragedia del Ponte Morandi che sarà trasmesso questa sera su Rai 3, dalle 21:45.
Scritto da Giorgio Nerone e Fabrizia Midulla con Fabio Emilio Torsello, editor Emiliano Bechi Gabrielli, produttore esecutivo Laura Guglielmetti, il film narra, attraverso immagini inedite e racconti di superstiti, soccorritori e familiari delle vittime, il dramma del 14 agosto 2018.

Parto travagliato per Cambiamo! in Regione Liguria

Super User 15 Settembre 2019 621 Visite

La nascita del gruppo di Cambiamo! in Regione doveva essere annunciata venerdì sera, quando i consiglieri regionali ex forzisti sono stati chiamati a rapporto da Toti.

Non c'è stata però l'attesa fumata bianca, perché non è ancora stata trovata la quadra tra Lilli Lauro, capogruppo della Lista Toti, e la coppia Marco Scajola - Angelo Vaccarezza.

Chi era alla riunione riferisce a Genova3000 che i nodi sono il capogruppo e il personale: se il capogruppo di Cambiamo! diventasse Vaccarezza, Lauro retrocederebbe a semplice consigliera e in più rischierebbe il posto Roberto Dotta, l'ex vigile urbano da anni fedelissimo factotum del senatore Sandro Biasotti.

Il gioco a incastri allora prevederebbe una promozione di Lilli Lauro a capogruppo di Cambiamo! in Comune, dove starebbero per approdare Stefano Costa di Vince Genova, Stefano Anzalone e Mario Baroni di Forza Italia.

Toti e Sala al Festival della Comunicazione di Camogli

Super User 15 Settembre 2019 60 Visite

Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti ha partecipato ieri al dibattito su "La politica che verrà", all'interno del Festival della Comunicazione di Camogli, assieme al sindaco di Milano Beppe Sala e al direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana.
"La Liguria continua a ospitare eventi culturali di altissimo profilo e ad accogliere tantissimi turisti. Unire la cultura e gli appuntamenti ai paesaggi e ai sapori di Liguria è la formula vincente per proseguire nella crescita dei numeri del turismo", ha dichiarato Toti. "Complimenti agli organizzatori del Festival, che di anno in anno propongono un appuntamento di qualità sempre crescente, all'insegna del pluralismo, con dibattiti di alto profilo premiati da una grande affluenza di pubblico", ha concluso Toti.

Giovanni Boitano agita i fratelli (d’Italia)

Super User 14 Settembre 2019 601 Visite

Giovanni Boitano, consigliere regionale della lista “Liguri con Paita”, potrebbe essere candidato alle regionali del prossimo anno in Fratelli d’Italia. Per lui si parla addirittura di un posto da capolista.
Ovviamente, la notizia sta agitando i fratelli (d’Italia) che non hanno nessuna intenzione di farsi scavalcare da chi arriva per ultimo nel partito.
Resta però il dubbio: il consigliere regionale Boitano passerà dalla Paita alla Meloni?

Cassinelli: “ministro Gualtieri conferma assistenzialismo”

Super User 14 Settembre 2019 132 Visite

“La cura del ministro Gualtieri per uscire dalla stagnazione in cui ci ha portato il governo Conte Uno rischia di essere una panacea. Molte promesse ambiziose, nessun fatto oggettivamente concreto nell'analisi del ministro. Confermare il reddito di cittadinanza vuol dire confermare l'assistenzialismo senza prospettive di crescita. Ci vuole ben altro per uscire dalle secche in cui ci ha portato il governo Conte Uno. Una linea che sembra cavalcare anche il Conte Due. Una situazione a cui Forza Italia si oppone con tutte le sue forze in ogni sede istituzionale”. Lo ha detto il deputato azzurro Roberto Cassinelli.

Inchiesta sui viadotti, Toti: "notizie che sconcertano”

Super User 14 Settembre 2019 262 Visite

"Quanto emerge dalle indagini sui controlli truccati di alcuni viadotti autostradali sconcerta, in particolare chi come noi amministra una città e una regione che hanno vissuto la tragica esperienza di Ponte Morandi", così il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti a commento delle misure cautelari disposte oggi dalla Procura di Genova in merito all'indagine sui presunti falsi controlli ai viadotti autostradali. "Su questa indagine così come sul crollo del viadotto ci auguriamo che venga fatta al più presto chiarezza su quanto accaduto, pretendiamo verità, processi brevi e pene esemplari per chi sarà giudicato responsabile dai tribunali. Genova, la Liguria e i familiari delle 43 vittime meritano verità e giustizia".

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip