Il treno di Renzi viaggia sul binario dell'ascolto

Eravamo in tanti mercoledì scorso alla stazione Brignole. C'erano naturalmente eletti e militanti del nostro partito.

Ma soprattutto c'erano cittadini che credono nella nostra proposta e lavoratori che su quel treno han trovato chi li ha ascoltati e chi ha preso in carico i loro problemi. Nello specifico si trattava dei lavoratori edili delle concessionarie autostradali che il nostro Segretario Matteo Renzi ha voluto ascoltare. E c'erano alcuni lavoratori anche nel cantiere sul Bisagno che il segretario ha visitato dopo l'arrivo a Brignole. A loro Renzi ha stretto la mano, loro che sono quotidianamente impegnati in un'opera fondamentale per la sicurezza idrogeologica della nostra città; opera sbloccata e finanziata proprio grazie al Governo Renzi.
Perché questo è forse il messaggio più significativo legato al treno, da sempre metafora di progresso e sviluppo, di Destinazione Italia: il treno arriva e si ferma ma poi riparte sempre, come è ripartito il Paese con i Governi di centrosinistra e come può continuare a fare viaggiando verso il futuro.
Quel futuro salito a bordo del treno Pd anche a Genova, con i tanti giovani impegnati in città nel nostro partito e nelle istituzioni che hanno viaggiato con Renzi sino a sera verso le altre tappe liguri della giornata del segretario nazionale.
In loro stanno speranza ed orgoglio della nostra comunità.

Alberto Pandolfo
Segretario PD Genova

Alberto Pandolfo e Matteo Renzi sul treno del PD

ultimi articoli