Come andra’ Forza Italia a Genova?

Nell’ambito del previsto boom del centrodestra annunciato da tutti i sondaggi nazionali e da un atteso

buon risultato anche nei collegi liguri (per Camera e Senato), i più attenti osservatori della politica ligure si chiedono: “Come andrà Forza Italia a Genova e in Liguria?”. Nella base del partito ci sono malumori, recentemente ci sono state anche alcune defezioni (e altre se ne annunciano per dopo le politiche), e la battaglia interna per definire i candidati liguri alle politiche sta diventando sempre più aspra.
Inoltre, c’è un altro interrogativo: come voteranno i genovesi (circa il 10% dei votanti) che alle recenti comunali hanno dato la preferenza alla lista Vince Genova di Marco Bucci? Come si sa, il sindaco di Genova è stato indicato dalla Lega. Anche se Bucci non rispecchia l’identikit del vero leghista, probabilmente tanti di questi voti andranno al Carroccio, gli altri saranno ripartiti fra Forza Italia, Fratelli d’Italia e Noi con l’Italia. Alcuni si perderanno a causa dell’astensionismo. Si pensa che il partito di Berlusconi a Genova non riuscirà a andare molto oltre a quell’8% conquistato alle comunali. Un risultato che, nel proporzionale, premierebbe poco Forza Italia, che rischia di ottenere solo pochi seggi.
Secondo il consigliere comunale (eletto nella lista Vince Genova) Ubaldo Santi “i voti di "Vince Genova" non andranno alla Lega, molti di questi elettori non si recheranno a votare, in assenza di una presenza del sindaco al tavolo di chi decide delle candidature, un gravissimo errore politico e non solo a Genova, che costerà caro a Forza Italia! Sembra che una volta serviti, i sindaci debbano stare da parte e così quell'elettore che ha fatto la differenza si sentirà tradito. A pagarne il maggiore scotto sarà proprio Forza Italia, che nel proporzionale potrebbe non avere alcun seggio!”.
In passato, più volte l'oracolo Santi ha azzeccato i pronostici. Le risposte arriveranno dalle urne.

ultimi articoli