Polemiche Pronto Soccorso Galliera

L’ospedale Galliera deve sostituire un angiografo e come conseguenza il pronto soccorso chiude le porte fino

ad agosto a chi ha subito un infarto o è affetto da altre patologie cardiologiche. Secondo i consiglieri regionali del PD una decisione sorprendente e grave: “Stupisce che nessuno ne sapesse niente! Né l’azienda Alisa, né il suo direttore dottor Locatelli, né la Regione, né gli altri ospedali. L’assessore Viale dice che va tutto bene. Il direttor Locatelli, interrogato a proposito di quest’ultimo caso del pronto soccorso del Galliera chiuso ai cardiopatici, afferma che forse si potevano trovare altre soluzioni. Speriamo che gli ospedali San Martino e Sampierdarena reggano”. Secondo Pippo Rossetti, molto attivo sull’argomento in questi giorni: “Alisa, attraverso il dipartimento interaziendale che dovrebbe prevedere i problemi, organizzare le risposte e ridurre i rischi per i cittadini, si regge sugli scongiuri del suo direttore”, la polemica non accenna a placarsi.

ultimi articoli