Melgrati scrive a Berlusconi

Marco Melgrati, sempre fedelissimo a Silvio Berlusconi, non si sarebbe mai immaginato di doversi trovare

un giorno contro Forza Italia. La sua decisione di ricandidarsi (lo fu dal 2001 al 2010) a sindaco di Alassio ha spaccato tutto il centrodestra, non solo il partito dell’ex Cavaliere. Il centrodestra ha deciso di contrapporre a Melgrati un suo candidato: Enzo Canepa, ex di Alleanza Nazionale, ora in orbita Lega. La scelta però non è stata condivisa da tutta la coalizione. Anzi, alcuni esponenti di Lega e Fratelli d’Italia non l’hanno proprio gradita e hanno deciso di correre con Melgrati.
“Il presidente Toti mi ha offerto - spiega Melgrati in una lettera pubblicata da Italiaoggi.it - la presidenza della Filse, la finanziaria regionale, ho rifiutato spiegando che intendevo ridiscendere in campo come aspirante sindaco poiché ritenevo l'attuale primo cittadino inadeguato a quel ruolo”. Nella sua lettera, l’ex sindaco di Alassio ha anche invitato Silvio Berlusconi a non dare carta bianca a Giovanni Toti che, secondo lui, è organico alla Lega e sacrifica i forzisti pur di accontentare il Carroccio e rinsaldare la sua alleanza con Matteo Salvini in vista del partito unico.

ultimi articoli