La clausola antimassonica del governo

"La Massoneria ha il ruolo che aveva ieri, che ha oggi e che avrà domani. E' una 

associazione che tutela il libero pensiero". Con queste parole Stefano Bisi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, anticipa l'appuntamento in cui sarà protagonista martedì prossimo a Genova. Un'occasione per presentare il suo libro “Massofobia, l’Antimafia dell’Inquisizione” in cui racconta le vicende legate all'indagine della Commissione Parlamentare d'inchiesta sul fenomeno delle mafie che ha fatto sequestrare gli elenchi dei massoni di Sicilia e Calabria del GOI e di altre Obbedienze.
Tra gli argomenti da trattare anche la cosiddetta “clausola antimassonica” presente nel contratto di governo firmato da Lega e M5S. “E' antidemocratica e anticostituzionale, non si può impedire la libertà di partecipazione alla vita pubblica”, sottolinea Bisi che ha anche lanciato un appello al presidente Mattarella sulla difesa dei diritti di tutti i cittadini.
Genova, in particolare, è una città in cui l'attualità politica ha accostato di recente figure note alla massoneria. Il Gran Maestro del Goi approfondirà il tema martedì 12 giugno alle 17.30 presso la sala congressi Bi.Bi. Service in via XX Settembre 41 a Genova. La partecipazione alla presentazione è gratuita e aperta a tutti.

ultimi articoli