L’arancione Toti esce allo scoperto

Come anticipato ieri da Genova3000, Giovanni Toti è uscito allo scoperto, annunciando

che sta lavorando alle liste arancioni.
"In vista delle elezioni regionali del 2020 credo che sia opportuno mettere in ordine il mondo delle liste civiche arancioni di centrodestra molto somiglianti tra loro ma con peculiarità locali in un'organizzazione regionale che possa affiancare i partiti tradizionali nella competizione. La 'lista arancione' esiste già, in tutti i Comuni dove abbiamo corso negli ultimi anni, è espressione dell'amministrazione regionale, al fianco dei partiti tradizionali. Molti governatori hanno liste di fiancheggiamento. E' un progetto non alternativo, ma complementare ai partiti, che raccolgono militanti e elettori sulla base del voto d'opinione a livello nazionale. In tutti i territori c'è sempre più l'esigenza di una sensibilità civica. Le liste arancioni hanno avuto successo alle amministrative a Genova, Savona e La Spezia, così come nelle città più piccole. L'obiettivo è ordinarle in un'organizzazione regionale", è quanto ha dichiarato Toti all’Ansa.

ultimi articoli