Serafini se ne va

E’ stata sicuramente l’assessore alla Cultura più pop che Genova abbia mai avuto. Idee liberali,

pensiero indipendente, scelte innovative, a volte contestate (come quella di concedere Villa Croce agli ultras della Sampdoria), seguitissima sui social, Elisa Serafini ha deciso di lasciare palazzo Tursi. “E’ anche per voi che ho preso questa decisione”, così ha scritto ai genovesi su Facebook a proposito delle sue dimissioni. Nel post l’ex assessore ha fatto sapere che da alcuni mesi lavora alla realizzazione del primo “incubatore” di politiche pubbliche. Un centro studi che possa aiutare gli amministratori di tutta Italia a realizzare soluzioni efficaci sui territori. Quello sarà, da domani, il suo unico progetto pubblico.
“Ludo la ragazza genovese”, così si chiama la seguitissima pagina Facebook di Elisa Serafini che sarà ricordata da tutti anche come “la ragazza del carillon”: grazie a lei tutti i genovesi hanno potuto vivere la magia creata da una ballerina che danza sopra un pianoforte mobile.

ultimi articoli