Crivello scrive al Prefetto

Gianni Crivello, consigliere comunale ed ex assessore alla Protezione civile, ha scritto

una lettera al Prefetto Fiamma Spena in merito alla partita Sampdoria-Fiorentina del 19 settembre.
Gentilissimo Prefetto,

nel corso della mia attività di assessore alla Protezione Civile ho avuto modo di apprezzare le sue doti  di  equilibrio e di  concretezza.

Genova sta vivendo una vera emergenza nazionale dopo aver pianto le 43 vittime del crollo è costretta a vedere un intero quartiere fuori dalle proprie abitazioni, centinaia di migliaia di genovesi bloccati nel traffico, migliaia e migliaia di attività economiche e commerciali alle prese con  difficoltà enormi per sopravvivere.

Una partita di calcio può non essere considerata oggi una priorità dinnanzi a quanto enunciato, tuttavia i sostenitori della Sampdoria hanno nuovamente dimostrato, per altro con la condivisione dei tifosi del Genoa, una maturità e un senso di responsabilità più che apprezzabile, qualità che evidentemente negli uffici della Lega e di Sky latitano. 

La scelta di giocare la  partita con la Fiorentina il 19 settembre alle ore 17.00 non rappresenta solo un danno alla squadra blucerchiata e ai suoi tifosi ma, un offensivo schiaffo alla nostra città ferita peraltro da responsabilità che dovranno essere accertate, ma sicuramente risiedono altrove.

Gentilissima dott.ssa Spena, a fronte di chi non vuole sentire ragioni e in maniera tracotante e intransigente fa "orecchie da marcante", la prego di far pesare il suo ruolo di massimo rappresentante dello stato a livello locale, e chieda con forza il rinvio della partita, per il rispetto che merita la nostra e anche un po' la sua Genova, per i disagi sociali e i problemi di ordine pubblico che possono nascere dalla scellerata decisione dei noti personaggi nazionali, privi di buon senso. 

Con rinnovata stima 

Il Capogruppo Giovanni Crivello

ultimi articoli