Genova si riprende la sua bandiera

Il Consiglio Comunale ha votato oggi all'unanimità la mozione presentata dal Capogruppo

di Forza Italia in Comune, Mario David Mascia, con i consiglieri azzurri Stefano Anzalone, Mario Baroni, Guido Grillo, Lilli Lauro e tutti gli altri capigruppo della maggioranza di centrodestra, che impegna il Sindaco e la Giunta “a dichiarare quale giornata ufficiale dedicata alla commemorazione e alla celebrazione della Bandiera di Genova con la Croce di San Giorgio il giorno 23 aprile, con l’organizzazione di una manifestazione solenne ad hoc a cadenza annuale e con la promozione di tutte le iniziative di propria competenza quali, a titolo meramente esemplificativo, convegni ed eventi atti a conservare la memoria storica di quanto in premessa, anche con il coinvolgimento degli istituti scolastici genovesi di ogni ordine e grado, dell’Università degli Studi di Genova e di tutte le associazioni e gli enti interessati, sia nazionali che internazionali, all’uopo inserendo in bilancio le somme necessarie”.
“Ci ho pensato proprio questa estate, ad agosto, quando il caposquadra dei Vigili del Fuoco di stanza ai piedi del Ponte Morandi mi ha chiesto una bandiera di Genova per il campo base. Mi sono detto: possibile che sia celebrata in tutto il mondo e non nella sua patria? La fama della bandiera genovese con la Croce di San Giorgio eccede i confini cittadini ed è anzi di portata interreligiosa ed internazionale, trattandosi del patrono e/o protettore di un gran numero di Stati e Regioni (Inghilterra, Portogallo, Lituania, Montenegro, Georgia, Catalogna, Etiopia, Serbia), di città (più di cento italiane tra cui Campobasso, Ragusa e Reggio Calabria e all’estero Barcellona, Mosca, Friburgo), aldilà di ogni colore politico (perfino la Rivoluzione di Ottobre nella sua iconografia usò l’immagine di Leon Trotsky nei panni di San Giorgio che uccide il drago)” chiosa Mascia “Ha ragione il sindaco quando dice che la memoria storica e la celebrazione della bandiera con la croce di San Giorgio sarebbe la più grande operazione di marketing che Genova potrebbe fare".

ultimi articoli