Skin ADV

La rivincita di Pra'

Mauro Avvenete

Chi vive a Genova, in questa meravigliosa città che ha dato i natali a Cristoforo Colombo (pare) e a Giuseppe Mazzini,

sa che questa è una città che divide, non una città che unisce. Forse unisce solo il pesto.

Siamo da tempo in Europa. Sta per nascere Genova città metropolitana (e tanto per cambiare si stanno scannando per le poltrone). Si dovrebbe quindi avere una città all'insegna della globalizzazione. Ma la notizia del giorno è che Prà, non contenta di avere avuto il nome nel porto, lo vuole anche in autostrada.

Il presidente del Municipio Medio Ponente, Mauro Avvenente, ha già avuto un incontro con il direttore di Tronco della Regione Liguria. Vuole che il casello autostradale di Genova Voltri diventi il casello di Prà Palmaro.

Magari molti non se ne sono nemmeno accorti, ma Sampierdarena è scomparsa dai cartelli autostradali. Non si esce più a Sampierdarena, si esce a Genova Ovest.

I sampierdarenesi ne hanno preso atto e basta. Niente proteste e niente barricate. Non c'è stata nemmeno una campagna di stampa da parte dello storico Gazzettino Sampierdarenese e nemmeno una levata di scudi delle associazioni culturali della zona. Eppure Sampierdarena (o San Pier d'Arena, come suggerisce Dino Frambati) è pur sempre la delegazione più numerosa e anche più importante dell'ex Grande Genova. Una volta era la Manchester italiana.

Sampierdarena è scomparsa dai caselli dell'autostrada? Ecchissenefrega, hanno commentato i sampierdarenesi. I problemi sono altri.

Ma a Prà non la pensano così. Quello che sino a poche settimane fa era il Porto di Voltri, ora è il Bacino Portuale. Il presidente dell'Autorità Portuale Luigi Merlo ha fatto sua la richiesta: "Sono particolarmente lieto per questo nostro atto - ha commentato il marito di Raffaella Paita - perchè fa giustizia rispetto a una denominazione (Porto di Voltri ndr) che in realtà non era mai stata formalizzata, ma era di fatto diventata di dominio pubblico. E' evidente che l'ambito portuale di questo bacino sia davanti all'abitato di Prà e quindi riteniamo sia giusto e corretto arrivare a correggere la denominazione".

Il "Corriere mercantile" ha rivelato che "tra i fautori di questo successo anche gli esponenti della neonata associazione Primavera, che avevano scritto al Presidente della Repubblica".

Cioè è stato scomodato addirittura il Capo dello Stato. Questa è Genova oggi. Era così all'epoca delle Repubbliche Marinare.

Elio Domeniconi

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip