Il malato immaginario

Martedì 9 gennaio alle ore 20.30 debutta al Teatro della Corte “IL MALATO IMMAGINARIO”

di Molière con Gioele Dix nel ruolo di Argante, diretto da Andrée Ruth Shammah. In scena con Dix, Anna Della Rosa, Marco Balbi, Valentina Bartolo, Francesco Brandi, Piero Domenicaccio, Linda Gennari, Pietro Micci, Alessandro Quattro, Francesco Sferrazza Papa. La scena e i costumi sono di Gian Maurizio Fercioni, le musiche di Michele Tadini e Paolo Ciarchi, le luci di Gigi Saccomandi, la versione italiana è di Cesare Garboli.
Il protagonista de “IL MALATO IMMAGINARIO” è Argante, il quale, credendosi minato nel fisico e a rischio di ogni malattia, spreca la sua vita fra poltrona, letto, clisteri e salassi, imbacuccato in una vestaglia-palandrana e in una cuffia di pizzo che lo protegge dai “germi” del mondo. Prigioniero com’è della sua tragicomica ipocondria, per assicurarsi cure più assidue, vorrebbe maritare la figlia con l’erede del suo medico, un giovinotto vuoto e pedante. La figlia Angelica però, ama corrisposta Cleante.
L’alter ego di Argante è Tonina, un incubo di cameriera che egli sopporta a stento: iperattiva, un po’ impicciona ma capace a sbrigare ogni faccenda e a risolvere ogni problema. Sarà lei a far girare il destino del protagonista e della sua famiglia.
Reduce dalla vittoriosa spedizione nelle Fiandre, il Re di Francia Luigi XIV chiese al suo eccellente capocomico di scrivere una nuova commedia con danze e intermezzi che lo svagasse e rallegrasse. Nasce con questo proposito “IL MALATO IMMAGINARIO”, una farsa all’antica, come sempre traboccante di fulminanti spunti comici, troppo presto diventata il testamento teatrale di Molière che morì al quarto giorno di repliche dello spettacolo a causa di un malore avuto sulla scena proprio nel ruolo di Argante.
Il primo, fortunatissimo allestimento che Andrée Ruth Shammah fece di questa farsa molieriana, risalente al 1980, vedeva come protagonista l’indimenticabile Franco Parenti e un giovane Gioele Dix nel ruolo di Cleante. Oggi l’attore milanese, giunto alla piena maturità, veste i panni di Argante, il tragicomico protagonista.
“IL MALATO IMMAGINARIO” è in scena da martedì 9 a domenica 14 gennaio al Teatro della Corte. Lo spettacolo è in scena dal martedì al sabato alle ore 20.30; domenica ore 16. La recita del giovedì inizia alle 19.30.
Mercoledì 10 gennaio alle ore 17,30 nel foyer della Corte, incontro con Gioele Dix e la Compagnia de “IL MALATO IMMAGINARIO”. Conduce Umberto Basevi. L’ingresso è libero.

ultimi articoli