Un altro candidato sindaco per Rapallo

Andrea Carannante con la sua falce e martello cucita sul petto

Ex comunista della prima ora, più volte candidato con il Partito dei Comunisti Lavoratori del savonese Ferrando

(sia a Santa Margherita Ligure che a Portofino, in quest’ultima località in maniera provocatoria) adesso si candida sotto le bandiere di una lista civica che va tanto di moda, per puntare ad arrivare al quorum che gli consentirebbe di volare al consiglio comunale. Il sindaco Carlo Bagnasco ha un rivale in più alla corsa per il secondo mandato, in vista delle amministrative della primavera del 2019: lui è Andrea Carannante, 48 anni, con la sua “Rapallo Libera”. il simbolo che sosterrà la corsa alle prossime elezioni amministrative di Rapallo è una lampadina gialla sopra una collina verde ed il mare col basilico in appoggio, simboli della nostra riviera di levante. La presentazione della lista civica a sinistra si è svolta ieri mattina, al “Galletto diVino”, locale di via Laggiaro. Carannante punta alle frazioni di Rapallo per fare il pieno di voti, per poi passare nella associazioni e nelle piazze, per confrontarsi con la gente di Rapallo. Tra i big della lista civica spicca Paolo Iantorno, già assessore con la giunta di Giorgio Costa (centrosinistra, che si è spostato un po’ più a sinistra, ma è sempre l’anima moderata della lista civica ruentina).

ultimi articoli