Skin ADV

Cinghiali urbani, il Comune di Recco blocca i bidoni dei rifiuti

Il fenomeno è diventato anche più frequente durante il periodo dell'emergenza coronavirus a causa della minore presenza umana: i cinghiali che si spingono indisturbati, spesso con i cuccioli, alla ricerca di cibo tra i bidoni dei rifiuti. Sono sempre di più i residenti, soprattutto nelle aree frazionali, che chiedono al sindaco Carlo Gandolfo di intervenire per ripristinare ordine e pulizia lungo le strade, per ridurre i rischi legati alla presenza degli ungulati sul territorio cittadino. Così per impedire che i cassonetti dell'umido siano svuotati da continui raid dei cinghiali, il primo cittadino di Recco e l'assessore all'ambiente Edvige Fanin sono corsi ai ripari con un semplice ma efficace rimedio: l'utilizzo di staffe di metallo per bloccare i bidoni che gli animali, in cerca di cibo, abbattono. Con l'intervento dell'assessorato alla manutenzione, guidato da Caterina Peragallo, in alcune zone della città i contenitori sono stati già agganciati in maniera veloce e salda ai guard-rail. "Il problema della presenza di cinghiali nell'area urbana - spiegano il sindaco Carlo Gandolfo e l'assessore all'ambiente Edvige Fanin - è diventata una criticità ambientale e di sicurezza che stiamo affrontando con tenacia. Ricordiamo ai cittadini di non abbandonare i rifiuti al suolo. Inoltre, in questo momento ci sono altre priorità ma pensiamo sia opportuno, appena passata questa emergenza, ci si sieda attorno a un tavolo con la Regione Liguria e con tutte le parti coinvolte e si prenda una decisione per risolvere definitivamente la questione".

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip