Skin ADV

Recco, il bilancio delle iniziative comunali per affrontare i due anni di pandemia

Il sindaco Carlo Gandolfo con alcuni volontari

“La pandemia ha completamente stravolto l'agenda comunale - spiega il sindaco Gandolfo - con la necessità di assumere decisioni nuove e straordinarie. I collaudati impianti di gestione della pubblica amministrazione sono stati rimodulati al fine di dare le risposte possibili in una dimensione anche solidaristica e nei tempi più ristretti possibili, cercando di aver cura e attenzione per tutti. Abbiamo affrontato situazioni nuove e soprattutto altamente critiche sul piano socio-sanitario e abbiamo dovuto riorganizzare la macchina comunale per essere pronti a svolgere il lavoro che ci competeva. In questo senso ringrazio assessori, funzionari e dipendenti comunali, che sin dal primo giorno mi hanno affiancato in un lavoro così delicato e impegnativo, oltre alla Polizia Locale, ai volontari della Protezione Civile comunale e tutte le associazioni di volontariato che si sono affiancate all’attività dell’amministrazione comunale: Associazione Carabinieri in Congedo, Gruppo Alpini Golfo Paradiso. Un particolare ringraziamento va alla Pubblica Assistenza Croce Verde che ha sostenuto tutte le iniziative di supporto sanitario alla popolazione, continuando a fornire anche l'insostituibile servizio d'istituto che non è mai venuto meno neanche nei momenti di maggiore carico della pandemia. La mia riconoscenza va poi a quelle persone che nella prima fase emergenziale, durante il lockdown, hanno materialmente contribuito con donazioni e forniture di mascherine, in quel momento introvabili; tra questi voglio ricordare l’arrivo di 8.000 mascherine ffp2 dalla Cina e 10.000 mascherine chirurgiche da Taiwan tramite la Parrocchia di S. Giovanni Bono, la Libreria Capurro che ha fornito kit di materiale didattico per consentire ai nostri ragazzi di studiare da casa e tutti coloro che hanno aderito ai miei appelli con versamenti sul conto corrente dedicato del comune (raccolti oltre 100.000 euro di donazioni). Grazie a tutte le persone che hanno collaborato con entusiasmo e dedizione è stata svolta un’instancabile attività di soccorso alla popolazione e in particolare alle fasce più deboli e bisognose di assistenza”.

Gandolfo ricorda i vari servizi attivati durante la fase più acuta dell’emergenza pandemica - che ha impegnato notevolmente tutto il settore dei Servizi Sociali - tra cui la consegna della spesa e dei farmaci a domicilio, la consegna dei buoni spesa e i kit di cancelleria per i bambini della scuola primaria, la distribuzione dei kit di mascherine per ogni nucleo familiare, il servizio di consulenza psicologica. Così come tante sono state le iniziative per il supporto economico a famiglie (260.000 euro per il sostegno al reddito, 97.000 euro per il sostegno agli affitti, 20.000 euro per l'acquisto degli strumenti informatici), alle associazioni (10.000 euro alla Croce Verde di Recco), alle società sportive (28.000 euro) e alle imprese (20.800 euro per sostegno agli affitti per le attività commerciali e 100.000 euro alle imprese danneggiate dalla pandemia).

Per quanto riguarda il tema fiscalità il Comune ha stanziato 135.000 euro (anno 2020) e 225.000 euro (anno 2021) destinandole alle agevolazioni sulla tassa rifiuti per imprese e famiglie in difficoltà.

Per quanto riguarda il tema sicurezza della popolazione il sindaco ha firmato ordinanze specifiche integrative dei DPCM e delle ordinanze regionali mentre i controlli sul territorio sono stati effettuati dagli agenti di Polizia locale. Con la collaborazione del gruppo di Protezione Civile per tutto il periodo del lockdown una vettura ha provveduto a diffondere avvisi alla popolazione percorrendo tutto il territorio comunale.

Inoltre, sia nel corso dell’estate 2020 sia del 2021, per garantire l'utilizzo delle spiagge libere in totale sicurezza, l'Amministrazione comunale ha adottato il sistema degli accessi contingentati, ma con gli steward a regolare gli ingressi dei bagnanti, secondo un numero di postazioni predeterminato.

Inoltre per agevolare famiglie e imprese in difficoltà, dal 1° novembre 2020 al 10 gennaio 2021 è stato predisposto un piano temporaneo di riduzione delle tariffe per i parcheggi a pagamento.

Durante tutti i mesi di emergenza pandemica si è provveduto a sanificare gli edifici pubblici, le palestre scolastiche, le strade, i marciapiedi e i porticati per rendere più sicura dal punto di vista sanitario la città. Sono stati posizionati servizi igienici chimici in tutte le zone commerciali della città quando gli esercizi di somministrazione avevano l'obbligo di vendita solo da asporto con consumo all'esterno dei locali; servizio poi mantenuto per tutto il periodo.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip