A Solenghi il premio Dietro la lavagna

Al noto attore genovese Tullio Solenghi è stata assegnata la terza edizione del premio ‘Dietro la lavagna’,

un evento culturale ideato nel 2015  da Maura Ferrari  di “Codiceventi”con  il giornalista Mauro Boccaccio.
Una manifestazione legata al territorio, con la condivisione dei comuni di  Lavagna e  Cogorno, siti storici di una eccellenza come l’ardesia, la pietra nera di Liguria.
Il premio ‘Dietro la lavagna’ 2017  ha il patrocinio della Regione Liguria e del Comune di Cogorno.
Nell’era del 2.0, dell’hi-tech anche fra i banchi di scuola, la manifestazione  vuole idealmente valorizzare  la vecchia lavagna con i cancellini e i gessetti, dietro la quale la maestra mandava in castigo gli indisciplinati, affettuosamente, i più “cattivi”. Lavagne  che oggi continua a produrre Sandro De Martini a Orero, come le antiche “ciappe” di ardesia, simbolo della cucina per cuocere i cibi locali sulla fiamma, presenti alla serata con il gruppo di “Fuoco e Fiamme” di San Colombano Certenoli.
Nel 2015, a finire dietro la lavagna fu l’attrice Nina Soldano, la “cattiva” Marina Giordano della soap opera di RaiTre “Un Posto al Sole”. Lo scorso anno toccò  al “guastafeste” Vittorio Sgarbi, nel giardino della Torre del Borgo di Lavagna , quest’anno a ritirare il riconoscimento venerdì 4 agosto, alle 21, sul sagrato della Basilica dei Fieschi di San Salvatore di  Cogorno, dalle mani del sindaco Enrica Sommariva, sarà Tullio Solenghi.
La motivazione del premio ‘Dietro la lavagna’ a Tullio Solenghi richiama la coraggiosa sfida allo showbiz italiano dell’attore genovese che ha riproposto con grande successo, con il sostegno della  Regione Liguria, un indimenticabile e per certi aspetti inedito, Gilberto Govi.
Leitmotiv della serata nel sagrato della Basilica dei Fieschi le musiche e le canzoni di Angelo Minoli e Andrea Cordì.

ultimi articoli