Skin ADV

Tribuna sportiva - Deki e Ferrero, i due salvatori della Sampdoria?

Vittorio Sirianni e Dejan Stankovic

È arrivato, finalmente, Deki, il serbo. Sponsorizzato alla grande dal suo amico serbo Mihajlovic, pagato (si pensa) da Ferrero che si è innamorato di lui da antichi tempi.

Tutti si chiedono se questa Samp abbia visto giusto nel suo futuro. Meglio se, in questo tormentato momento, abbia visto giusto solo lui, il presidente ‘vero’ della società (nella persona della sorella) e non i componenti dello staff blucerchiato, da Lanna a Romei, a Osti e Faggiano. I quali si sono visti surclassare, in questa decisione, dal ‘furetto’ e scapigliato (adesso un po’ meno) Ferrero.

Di Stankovic, sappiamo tutto. E’ stato un grande giocatore, il suo curriculum è straordinariamente felice: sei scudetti italiani, sei supercoppe, cinque coppe Italia, una bellissima Champions con l’Inter, un mondiale per club, una coppa delle Coppe, una Supercoppa europea, cinque trofei sulla panchina della Sella Rossa. Davanti a tutto ciò, chi non prenderebbe (a 700mila euro l’anno) un tipo simile?

Il problema, però, è un altro. E’ certo che Deki cercherà di fare del suo meglio. Ma (sembra di tornare al caso se Shevchenko genoano) è in grado di conoscere il campionato italiano? E’ in grado di saper gestire un gruppo di atleti depressi, amareggiati, senza molte motivazioni che non conosce? Oggi il calcio è un fenomeno proprio di conoscenza, e iniziare a vivere, all’ottava giornata, con due punticini sul groppone, tentando di ripartire per finire a dicembre (perché questo è l’obiettivo che hanno dato a Deki) in zona assolutamente salva, non è compito molto facile.

Anche perché esiste purtroppo un problema societario: finora chi ha guidato la società ha cercato di fare del suo meglio, ha lavorato almeno sul piano psicologico riacquistando ventimila tifosi quasi e, sul piano gestionale, nel tenere i conti al limite del possibile. E tutti i responsabili hanno anche lavorato cercando (loro correttamente) di verificare se davvero ci sono acquirenti giusti, corretti, affidabili.

E mentre stanno cercando di salvare il salvabile, ecco piombare loro addosso quel Ferrero, scomparso, per fortuna, dal perimetro blucerchiato a causa delle sue vertenze giudiziarie, ma ora riapparso con una certa arroganza, imponendo Stankovic, e sembra, volendo tornare a gestire con il suo staff la società.

E che tutti questi eventi preoccupano coloro che hanno a cuore la sorte della società, che mai ha vissuto periodi così tormentati.

La speranza, ovviamente, invece che tutto si risolva, perché tutto questo male non è possibile accada così violentemente. Deki sa tutto questo.

Buona fortuna, amici blucerchiati. Bologna vi aspetta.

Vittorio Sirianni

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Levante

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip

The Ocean Race