Skin ADV

Notizie

Il Festival dello spazio di Busalla conclude con un ponte tra passato e futuro delle esplorazioni aerospaziali

Super User 02 Luglio 2022 21 Visite

L’ultima giornata del Festival dello Spazio 2022, domenica 3 luglio, getta un ponte tra il passato ed il futuro della grande avventura spaziale. Alle ore 15 Franco Fenoglio, di Thales Alenia Space, presenterà infatti il programma Artemis con cui la Nasa intende portare sulla Luna, entro il 2025, «la prima donna e il prossimo uomo». Nelle intenzioni dell’agenzia spaziale statunitense, Artemis rappresenta infatti il prossimo passo verso l'obiettivo a lungo termine di stabilire una presenza autosufficiente sulla Luna, gettare le basi per le società private per costruire un'economia lunare e, infine, mandare gli umani addirittura su Marte.

A seguire è in programma una celebrazione, a trent’anni di distanza, della missione Tethered che nel 1992 vide debuttare l’Agenzia spaziale italiana nell’astronautica con il volo di Franco Malerba nello Spazio, primo italiano. Per l'occasione, verranno consegnati al Museo dello Spazio di Villa Borzino la bandiera dell'Unione europea portata da Malerba a bordo dello Shuttle Atlantis e il computer Pc-Grid da lui utilizzato durante il programma di addestramento propedeutico alla sua missione, che sarà poi rievocata anche da alcuni protagonisti di allora come Andrea Allasio, Enrico Flamini e Luigi Bussolino, moderati da Antonio Lo Campo.

Già nella mattinata, alle ore 11, si terrà invece la premiazione del concorso per giovani ricercatori messo a bando anche quest’anno dall’Associazione Festival dello Spazio in collaborazione con la Scuola internazionale superiore per la ricerca interdisciplinare (SISRI), con il patrocinio dell’Agenzia spaziale italiana e dell’Università di Genova e la sponsorizzazione di ArianeGroup che assegnerà il premio ai tre finalisti - 1000 euro al vincitore e 250 euro ai due secondi classificati. Della giuria fanno parte Marco Aime, professore di Filosofia all’Università di Genova; Giancarlo Genta, già docente di meccanica aerospaziale al Politecnico di Torino e noto autore di libri di fantascienza e Giuseppe Tanzella-Nitti, astronomo e professore di teologia alla Pontificia università della Santa Croce, presidente della giuria, che dopo la cerimonia di premiazione terrà una conferenza sulle dimensioni umanistiche della ricerca scientifica.

Continua poi ad attrarre l’attenzione dei più piccoli la base lunare LEGO© City, ambientata su un suolo ad-hoc che simula la regolite lunare. Contribuisce al fascino del “plastico lunare”, il video di una onirica riparazione del Rover, girato al centro spaziale Altec a Torino, impersonato da Malerba e da un giovanissimo astronauta della Luna.

IL PROGRAMA DI DOMENICA 3 LUGLIO

Chiesa parrocchiale San Giorgio di Busalla

Ore 9:00

Messa celebrata da Don Giuseppe Tanzella-Nitti

Villa Borzin

Ore 11:00

Premiazione del concorso Itinerari spaziali

La seconda edizione del Premio organizzato dall’Associazione Festival dello Spazio in collaborazione con il SISRI (Scuola Internazionale Superiore per la Ricerca Interdisciplinare).

Presentazione dei tre elaborati finalisti e nomina del vincitore.

Ore 11:45

Giuseppe Tanzella-Nitti

Le dimensioni umanistiche della ricerca scientifica

Ore 13:00

Aperilunch

Le delizie gastronomiche di Barattino

I gelati della Gelateria Pasticceria Vicario

Degustazione degli olii italiani che volano sulla Stazione spaziale

Ore 15:00

Franco Fenoglio, Thales Alenia Space

Il programma Artemis

Ore 16:00

Cerimonia di consegna del computer PC-GRID della missione Tethered al Museo dello Spazio di Villa Borzino

A seguire

A 30 anni dalla prima missione Tethered

Un momento “speciale” dedicato alla missione Tethered, protagonista della missione STS-46 dello Shuttle Atlantis nel 1992, con a bordo il primo astronauta italiano, Franco Malerba. Partecipano alcuni dei protagonisti di allora nel campo della scienza e dell’industria.

Andrea Allasio, Thales Alenia Space

Enrico Flamini, Università di Chieti-Pescara

Luigi Bussolino, ex Dirigente Thales Alenia Space

Moderatore: Antonio Lo Campo

Tutti gli eventi del Festival dello Spazio sono a ingresso libero: per maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione e sul programma completo è possibile consultare il sito www.festivaldellospazio.com  e la pagina Facebook @FestivaldelloSpazioBusalla. 

 

Bruschetta e Zavaglia, i visionari del noleggio a lungo termine creano Genoleggia

Super User 02 Luglio 2022 39 Visite

 

Il noleggio a lungo termine, soluzione sempre più utilizzata dalla clientela privata, oltre che dalle aziende e dai liberi professionisti che ne usufruiscono da più tempo, è in costante aumento in Italia, tanto che si prevede che in futuro sarà il sistema più usato per usufruire di un’automobile.

La possibilità di scegliere l’auto configurandola come si desidera, le tante soluzioni finanziarie, anche a canone fisso e senza anticipo, tutti i servizi inclusi (manutenzione, soccorso stradale, assicurazione, pneumatici, auto sostitutiva), rende il noleggio a lungo termine più interessante rispetto ad altre formule finanziarie, prestito o leasing. E, a conti fatti, risulta più vantaggioso anche rispetto all’acquisto diretto: una volta di proprietà, l’automobilista si deve accollare tutte le spese di gestione e l’inesorabile svalutazione del mezzo. 

A seguito di questo trend positivo, Stefano Bruschetta, presidente e AD di Alta Broker & Partners, e Saverio Zavaglia, Ceo del Gruppo Overform, hanno deciso di creare qualcosa d’innovativo da introdurre sul mercato del noleggio. La novità si chiama Genoleggia SpA, ha un capitale sociale di 100.000 euro interamente versato e raggruppa 22 soci fondatori, tra questi troviamo nomi noti dell’imprenditoria italiana.

La società fornisce i prodotti dei principali attori presenti sui mercati assicurativo, finanziario e noleggio, avvalendosi del supporto professionale di un back office che genererà la migliore offerta possibile.

Ma la vera carta vincente della società sta nel minor numero d’intermediari che interagiscono nella filiera. Risultato: migliora la qualità dei servizi, riduci tempi e costi e aumenta la soddisfazione del cliente.

La sede di Genoleggia SpA è a Genova in Piazza della Vittoria 9. Ma, a breve, si prevedono le aperture di nuove filiali nelle province dove operano i soci: Genova, Torino, Milano, Roma, Livorno, Bologna, Alessandria e Civitanova Marche.

Ambiente, poste le basi per un nuovo accordo tra Liguria e Piemonte per la gestione dei rifiuti

Super User 02 Luglio 2022 40 Visite

Si è svolto ieri nella sede di Regione Liguria un incontro tra gli assessori regionali all’Ambiente di Liguria e Piemonte, Giacomo Giampedrone e Matteo Marnati, per affrontare il tema della collaborazione sulla gestione dei rifiuti, già oggetto di un accordo interregionale.

L’obiettivo è stato quello di gettare le basi per un rinnovo dell’intesa, fino ad oggi utilizzata per la situazione della Città Metropolitana di Genova, includendo anche il fabbisogno di produzione rifiuti delle province del ponente ligure.

“Stiamo lavorando con il Piemonte per anticipare il rinnovo dell’accordo rispetto alla scadenza prevista il 31 dicembre di quest’anno – ha spiegato l’assessore all’ambiente di Regione Liguria Giacomo Giampedrone - anche per dare risposte alla situazione di Savona e Imperia in vista della realizzazione dei nuovi impianti previsti dalla pianificazione regionale attualmente in corso di autorizzazione e di gara”.

Il primo passo concordato riguarda l’approfondimento tecnico che avverrà tra le due regioni entro il prossimo mese, per valutare la disponibilità dei singoli impianti collocati sul territorio piemontese a ricevere rifiuti dalla Liguria, a partire dall’ultimo trimestre di quest’anno e per tutto il 2023.

“Questo accordo – continua l’assessore Giampedrone - si inserisce in una collaborazione più ampia tra le due regioni riguardante anche i temi della sostenibilità ambientale, transizione ecologica, cambiamenti climatici quale evoluzione delle azioni comuni già realizzate per quanto riguarda ad esempio gli strumenti di monitoraggio meteo”.

“É nostra intenzione – aggiunge l’assessore all’Ambiente di Regione Piemonte Matteo Marnati - rafforzare e intensificare le collaborazioni tra le nostre regioni sui temi della transizione ecologica per rispondere con più efficacia e soprattutto velocità a criticità comuni. Unire le forze, è un modello sicuramente vincente con l'obiettivo di rendere sempre più attrattivi ed efficienti i nostri territori in un contesto europeo molto competitivo”.

Chiavari, Toti e Cavo: “Buon lavoro e complimenti a Messuti e Segalerba”

Super User 01 Luglio 2022 85 Visite

Visita in Regione questo pomeriggio del neo sindaco di Chiavari, Federico Messuti e del presidente del Consiglio comunale della cittadina del levante, Antonio Segalerba, che si sono incontrati con il presidente Giovanni Toti e con l’assessore regionale alla Formazione, Ilaria Cavo.

Il presidente Toti e l’assessore Cavo si sono complimentati con Messuti e Segalerba per l’ottimo risultato ottenuto al ballottaggio di domenica scorsa, dove il sindaco è stato eletto con il 60% delle preferenze.

“Buon lavoro a Federico Messuti e alla sua Giunta - ha augurato il presidente Toti - Una scelta in continuità con l’amministrazione precedente e un segnale, ancora una volta, che i tradizionali partiti, sia a destra che a sinistra, spesso non rappresentano più le sensibilità politiche prevalenti. Segno che con il modello Liguria si vince e si governa bene. Come Giunta regionale saremo al loro fianco in tutte le iniziative di sostegno e rilancio del territorio”.

Dal canto suo il sindaco Messuti ha dichiarato che “Proseguiremo il percorso di collaborazione iniziato in questi anni che ci ha consentito di raggiungere importanti obiettivi per il nostro territorio. Abbiamo affrontato i principali temi che caratterizzeranno il futuro di Chiavari, dalle nuove difese a mare allo scolmatore del Rupinaro, dalla realizzazione del moderno polo scolastico in Colmata mare alla riapertura del teatro Cantero. Ma anche il rilancio del turismo cittadino e i fondi da intercettare del Pnrr”.

Al via i servizi estivi da 0 a 6 anni, l’assessore Brusoni: “Il Comune di Genova ha soddisfatto tutte le richieste”

Super User 01 Luglio 2022 74 Visite

Partono lunedì 4, e proseguiranno per tutto il mese di luglio, i servizi estivi organizzati dal Comune di Genova per la fascia d'eta da 0 a 6 anni. 

Ad ospitare i 1.700 bambini che partecipano ai centri estivi, saranno 39 scuole scelte in base agli spazi esterni a disposizione, nell’ottica di proposte ludico/ricreative outdoor.

Per coordinare le attività dedicate ai piccoli alunni, si sono resi disponibili oltre 150 tra insegnanti ed educatori delle scuole del Comune di Genova e 300 educatori appartenenti a cooperative selezionate tramite bando.

“Anche quest’anno il Comune di Genova è stato in grado di soddisfare tutte le richieste di iscrizione arrivate dalle famiglie: nessun bambino è rimasto fuori – spiega l’assessore alle Politiche dell’Istruzione Marta Brusoni –. A tutti i bimbi che da lunedì frequenteranno i servizi estivi del Comune auguro una buona estate, di gioco e divertimento”.

Diga Genova, Rixi: “Governo dia priorità a opere Pnrr con automatismo per extra costi”

Super User 01 Luglio 2022 87 Visite

“Il governo deve fare una scelta e indicare le opere prioritarie del Pnrr da concludere rapidamente. L’impennata sui costi delle materie prime ci impone uno stralcio senza perdere altro tempo oppure il reperimento dei fondi compensativi. Per la diga di Genova – come per tutte le altre grandi opere – ripartire da zero aumenterebbe in modo esponenziale le possibilità che l’infrastruttura si realizzi solo in parte o addirittura venga cancellata. La Lega chiede da tempo l’introduzione di un automatismo sugli extra costi delle materie prime per adeguare i progetti in tempo reale. La diga di Genova, per esempio, in pochi mesi ha avuto extra costi quantificati in circa 300 milioni di euro. Vuol dire che, se non si stabilizzeranno i prezzi a breve, potremmo aver bisogno di aumentare dal 30 al 50% le risorse disponibili per l’opera. Il governo deve scegliere (e in fretta) le sue priorità, le infrastrutture che serviranno alla crescita della nazione hanno bisogno di un indirizzo concreto”. Lo dice in una nota il deputato della Lega Edoardo Rixi, componente Commissione trasporti e responsabile dipartimento Infrastrutture.

Pista ciclabile, ultimato il tratto compreso tra Boccadasse e via Torre dell’Amore

Super User 01 Luglio 2022 157 Visite

È stato inaugurato questa mattina il terzo lotto funzionale della nuova pista ciclabile di corso Italia, nel tratto di levante compreso tra Boccadasse e via Torre dell’Amore.

Proseguono intanto i lavori negli altri lotti intermedi, per arrivare a inizio agosto alla consegna completa e definitiva dell’infrastruttura.

Per quanto riguarda le opere già eseguite, si segnalano circa 10mila metri quadrati di demolizioni, circa 5 chilometri di cordoli posati e 1,4 km di pista già consegnati.

Nelle ultime settimane si è registrata una notevole accelerazione dei cantieri. Rispetto alle 4.428 ore/uomo mensili lavorate a marzo, si è passati alle 6.192 di aprile, alle 7.159 di maggio e alle 10.944 di giugno, per un incremento percentuale tra marzo e giugno del 247%.

Le tre imprese affidatarie dei lavori hanno messo in campo una media di 456 ore/uomo al giorno, con punte di 522 ore.

«A nome dell’Amministrazione ringrazio le ditte che stanno lavorando alacremente – sottolinea l’assessore alla mobilità e trasporti Matteo Campora – per compensare i continui ritardi nelle forniture dei materiali. Adesso l’obiettivo è di rispettare il cronoprogramma e consegnare al più presto a genovesi e turisti la nuova ciclabile strutturata di corso Italia, la nostra promenade che grazie a quest’opera diventerà più bella e sostenibile».

A Sestri Ponente sventata rapina a mano armata, l’assessore Gambino: “Complimenti alla Polizia Locale”

Super User 01 Luglio 2022 288 Visite

Questa mattina intorno alle 12:15, a Sestri Ponente, una pattuglia di motociclisti della Polizia Locale ha notato un’auto sospetta davanti alle Poste di via Catalani.

La pattuglia, incuriosita dalla vettura leggermente danneggiata e notata l’agitazione dei due occupanti al loro passare, ha deciso di effettuare gli accertamenti di rito. All’arrivo degli agenti i due occupanti dell’auto hanno deciso di darsi alla fuga a piedi, ma sono stati raggiunti dopo un breve inseguimento.

Nel loro zaino sono stati trovati un fucile a canne mozze e una pistola con il numero di matricola abraso, mentre nell’auto sono stati trovati due caschi che, insieme alla presenza nelle vicinanze di due motocicli rubati, danno adito all’ipotesi che i due volessero dileguarsi, una volta compiuto il colpo, a bordo dei mezzi a due ruote.

Nel veicolo è stato trovato anche del liquido che potrebbe essere cloroformio: la composizione è al vaglio degli investigatori.

La macchina, invece, risulta intestata a un cittadino di nazionalità rumena residente a Firenze.

I fermati sono due persone di origini napoletane con precedenti penali e la loro posizione è al vaglio della Procura della Repubblica.

Al momento sono in corso accertamenti sulle telecamere di videosorveglianza per verificare se i due aspiranti rapinatori stessero pianificando il colpo nei giorni precedenti.

«Interventi come quello di oggi – spiega l’assessore alla Sicurezza Sergio Gambino – sono la dimostrazione che il nostro corpo di Polizia Locale è ben addestrato, attento e pronto. Da pochi piccoli segnali hanno saputo cogliere un pericolo che da potenziale si sarebbe potuto trasformare in reale, soprattutto tenendo conto che oggi è giorno di pensioni. A loro, alle donne e agli uomini del nostro corpo di Polizia Locale, vanno i miei complimenti e la mia stima. E per la conclusione di questa vicenda, invece, attendo fiducioso il lavoro della magistratura».

Spiagge, Foscolo (Lega): “Perché i totiani hanno votato contro i balneari?”

Super User 01 Luglio 2022 70 Visite

“Apprendo con stupore e un po’ di rammarico che i parlamentari appartenenti al movimento del presidente Toti, a differenza del resto del centrodestra unito e compatto, in Senato hanno votato contro un emendamento che chiedeva all’Ue di rivedere la direttiva Bolkestein e di escludere il comparto balneare dai suoi effetti. Una decisione inspiegabile, che va contro gli interessi di un settore, un’occasione mancata per pochi voti per dare un segnale forte. La Lega da sempre difende il settore, in prima linea e a tutti i livelli, con buonsenso e concretezza, anche di fronte a eventi come la sentenza del Consiglio di Stato che rischiava di evocare scenari catastrofici e decisamente peggiori di quelli attuali. Ieri un’opportunità per fare la differenza: perché i senatori di Toti hanno votato contro, diversamente da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia? Facile parlare di necessità di centrodestra unito, ma se il cosiddetto ‘centro’ dopo tante parole, alla prova dei fatti vota assieme alla sinistra, contro una categoria, c’è qualcosa che non va”. Così in una nota Sara Foscolo, deputata ligure della Lega, capogruppo della Lega in Consiglio comunale a Pietra Ligure.

Tra Vesima e Capolungo riparte la raccolta dei rifiuti galleggianti in mare: l’estate scorsa superata la tonnellata

Super User 01 Luglio 2022 72 Visite

È ripresa sabato 18 giugno per la 12esima estate consecutiva l’attività di rimozione dei rifiuti galleggianti e pulizia degli specchi acquei davanti alle spiagge della costa genovese. 

Il servizio di tutela ambientale, prestato ormai dal 2011 dai volontari della Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria nel quadro del progetto “Mare Pulito”, durerà per tutta la stagione balneare, interessando la fascia costiera compresa tra Vesima e Capolungo.

L’iniziativa, con il sostegno del Comune di Genova, consentirà di rimuovere dall’ambiente plastiche, legname ed altro materiale riducendo l’inquinamento marino, rendere più sicura la balneazione prevenendo situazioni di pericolo per i bagnanti e lanciare un importante messaggio di sensibilizzazione sulla tutela e protezione del mare.

Tra le novità di quest’anno l’utilizzo, per la raccolta dei rifiuti galleggianti, di un nuovo battello dotato di un sistema automatico di aspirazione della spazzatura. 

Il natante, denominato “Mandolino”, è equipaggiato con due eliche di prua che permettono la raccolta dei rifiuti a mezzo fermo, in spazi ristretti o fronte una banchina o vicino alla battigia, creando una depressione che “aspira” i rifiuti verso la benna. Il nuovo mezzo con motore entrobordo da 68 cavalli, è efficace sino a 10 nodi di velocità con vento e mare forza 3, con una capienza massima di 3 metri cubi di rifiuti/ora.

«Siamo felici di sostenere i volontari della Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria in questa importante attività di raccolta dei rifiuti galleggianti negli specchi acquei davanti alla città – dichiara l’assessore all’ambiente Matteo Campora –. La tutela dell’ambiente e la salvaguardia del mare sono obiettivi primari della nostra Amministrazione, impegnata in questi anni nel sensibilizzare i cittadini sulla difesa di tutte le risorse naturali con particolare attenzione all’ecosistema marino, la cui sopravvivenza è messa in pericolo a livello globale dallo sversamento quotidiano di tonnellate di plastiche e microplastiche. L’attività della Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria si aggiunge al lavoro quotidiano di associazioni ambientaliste e cittadini genovesi che operano attivamente per la difesa di mare e spiagge. Un messaggio positivo che l’Amministrazione ha rilanciato ospitando il Genova Process (la riunione preliminare della Dichiarazione universale dei Diritti degli Oceani che sarà approvata all’ONU nel 2023) e preparandosi ad accogliere l’anno prossimo The Ocean Race-The Grand Finale, il più importante giro del mondo in barca a vela che, alla parte più propriamente agonistica, affianca un programma di educazione a una gestione più sostenibile del mare e degli oceani». 

Oltre una tonnellata di rifiuti raccolti nel 2021

Nei mesi scorsi la Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria ha pubblicato il report dell’attività di raccolta svolta nel 2021.

Il totale di rifiuti raccolti è stato di 1.053 chilogrammi così suddivisi: 328 di plastica (31%), 358 di legname (34%) e 367 kg di materiale vario (35%).

Nello specifico, la macrocategoria dei rifiuti plastici era composta da buste, bottiglie, contenitori, attrezzatura nautica o per la balneazione etc.; il legname era di forma e dimensione differente (tronchi, rami, tavole, pezzi di bancali, cassette etc.); il materiale vario diviso in organico ed inorganico, lattine, polistirolo, assorbenti, rifiuti urbani, filtri di sigarette.

I rifiuti raccolti sono stati conferiti presso i cassonetti presenti nel porticciolo comunale con il principio della raccolta differenziata, tranne in alcuni casi come grandi travi/tronchi di legno, riposti di fianco agli appositi cassonetti dell’immondizia dopo averli opportunamente ridimensionati o grossi tronchi di legno o materiale vario di notevole dimensione il cui smaltimento è stato concordato con l’ufficio tecnico del Comune o con azienda municipalizzata/appaltatrice. 

La media di rifiuti raccolti per ogni ora di servizio è stata di 1,63 kg/h: un dato che fa registrare una riduzione del 5% di rifiuto raccolto in valore assoluto e una diminuzione del 9% sulla media di kg/h raccolti in relazione al numero totale di ore di servizio effettuate per stagione. Numeri da mettere in relazione, secondo la Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria, al lockdown del 2020 proseguito in parte nel 2021, con la conseguente riduzione durante la stagione estiva di presenze balneari e diportistiche dovuta al minor afflusso di turisti a causa dell’emergenza pandemica.

«Nel promuovere la "cultura della sicurezza in mare e la tutela dell’ecosistema marino" e con la crescente attenzione verso la sostenibilità e le problematiche ambientali, l’economia circolare e la tutela e la valorizzazione dell’ambiente – afferma il segretario regionale della Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria Michelangelo La Tegola – offrire un servizio alla collettività in un’ottica di miglioramento continuo ci obbliga a sostenere una formazione continua dei volontari ed a migliorare risorse strumentali e umane al fine di prevenire situazioni potenzialmente pericolose per l’ambiente e per l’incolumità delle persone. Con il progetto “Mare Pulito 2022” ci poniamo la finalità di erogare, migliorare e potenziare il servizio di tutela ambientale nel settore della raccolta di rifiuti galleggianti lungo la fascia costiera del Comune di Genova, migliorando e rendendo più fruibile e sicura la balneazione e più attrattiva, dal punto di vista turistico, la costa genovese».

Nel 2021 il servizio di raccolta dei rifiuti galleggianti è stato effettuato tra sabato 19 giugno e mercoledì 25 agosto, per un totale di 9 settimane e una media di 72 ore settimanali per servizi di 8 ore giornaliere, per un totale di 648 ore e 72 giornate effettive di servizio.

Tre i battelli ecologici utilizzati per l’attività di raccolta rifiuti così suddivisi in base all’area di operatività: un natante ormeggiato alla Marina di Sestri Ponente impiegato lungo il tratto di litorale tra Multedo e Vesima; un natante ormeggiato alla Marina Fiera di Genova utilizzato nel tratto di litorale tra corso Italia e Capolungo; un natante specificatamente attrezzato per la raccolta di rifiuti e antinquinamento da idrocarburi, ormeggiato alla Marina Fiera di Genova e impiegato lungo il litorale di ponente e levante, alternandosi con gli altri mezzi. 

Il primo battello ha rimosso 368 kg di spazzatura, il secondo 421, il terzo 264. La quantità di rifiuti raccolti è stata del 13% più elevata nelle zone balneari del litorale di levante rispetto a quello di ponente.

Si segnala, per la stagione 2021, la presenza costante di microplastiche, piccole parti di oggetti o buste, spesso di solo qualche millimetro di dimensione che, pur non incidendo  sulla rilevazione dei pesi del materiale raccolto, impattano sulla qualità dell’acqua anche visivamente, risultando particolarmente dannosi per la fauna presente in mare.

Il personale volontario coinvolto che si è alternato al servizio è stato costituito prevalentemente da allievi dell’Istituto Nautico “San Giorgio” di Genova, in possesso di patente nautica e brevetto di bagnino di salvataggio. L’esperienza a bordo dei battelli della Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria ha consentito loro di maturare nuove competenze e sensibilità rispetto ai problemi ecologici ed in materia di tutela ambientale e contrasto all’inquinamento marino.

Il servizio è stato effettuato in coordinamento costante con la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Genova e della Sala Operativa il cui personale, in varie occasioni, ha richiesto e coordinato gli equipaggi dei mezzi nautici per interventi antinquinamento in località specifiche o per attività di supporto per la sicurezza della navigazione e balneazione.

La pulizia delle acque davanti al Galata Museo del Mare

La grande novità del 2021, su richiesta degli uffici del settore Ambiente del Comune di Genova sollecitati dall’Istituzione Mu.MA, è stata la raccolta di rifiuti nello specchio acqueo davanti al Galata Museo del Mare, che ha consentito di rimuovere dal mare 75 kg di spazzatura (il 7% della raccolta stagionale) costituita prevalentemente da scarti di packaging della pesca e plastica/vetro galleggiante. 

Il servizio di pulizia delle acque della Darsena proseguirà anche nella stagione 2022.

Storia, vision e mission della Guardia Costiera Ausiliaria 

La Guardia Costiera Ausiliaria Regione Liguria è un’associazione di volontariato di Protezione Civile  che opera per la salvaguardia della vita umana in mare e la tutela dell’ambiente marino.

Istituita il 16 marzo 1999 opera per la promozione, organizzazione e valorizzazione delle attività nautiche, la loro sicurezza e la salvaguardia della vita umana e faunistica; concorre alla tutela del patrimonio naturale, culturale, storico ed archeologico dell’ambiente marino; promuove la cultura della sicurezza in mare attraverso l’informazione, la formazione dei giovani, l’addestramento dei propri volontari e la prevenzione; coadiuva istituzioni e soggetti privati per assicurare e garantire un sistema di sinergie operative in grado di tutelare l’integrità della vita umana in mare e dell’ambiente marino sotto la direzione e il coordinamento del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera.

È dal 2011 che la Guardia Costiera Ausiliaria effettua il servizio di raccolta dei rifiuti galleggianti in mare per il Comune di Genova. Il 2019 è stato un anno record con la rimozione di 1.989 kg di spazzatura mentre nel 2011 i rifiuti raccolti ammontavano a “soli” 470 kg.

Bagarre centrodestra, Lista Toti: “La difesa delle spiagge della Lega come gli zecchini d'oro di Pinocchio”

Super User 30 Giugno 2022 167 Visite

“La Lega, quella che ha fatto tante promesse, con i suoi ministri e con lo stesso senatore Paolo Ripamonti relatore di maggioranza per il Decreto Concorrenza, è la stessa che ha ottenuto l'ottimo risultato di arrivare alle gare per le concessioni demaniali. E oggi accusano Giovanni Toti?”. E’ quanto si legge in una nota della Lista Toti Liguria.

“È stupefacente - prosegue la nota - che il senatore Ripamonti, che da anni promette soluzioni che immancabilmente non si realizzano e vengono schiantate alla prova dei fatti, oggi torni a promettere cose infattibili. Francamente riteniamo che la serietà oggi debba prevalere, specie da parte di un partito che siede al governo con due ministri chiave per questa vertenza, quali sono quelli al turismo e allo sviluppo economico”.

“Il senatore Ripamonti prova a salvarsi la coscienza votando contro i suoi stessi ministri, che hanno dato con tutto il governo parere negativo alla proposta votata dalla Lega. Ma sembra la storia della famosa moltiplicazione degli zecchini d’oro del gatto e la volpe. Gli arenili italiani non sono però il campo dei miracoli di Pinocchio e credo che i balneari sappiamo ormai qualificare le promesse che non salvano le spiagge, ma al massimo servono a tentare di salvare qualche senatore dai molti errori fatti”, concludono i totiani.

Bolkestein, Scajola: “Le regioni al fianco dei balneari, inaccettabili le strumentalizzazioni politiche”

Super User 30 Giugno 2022 68 Visite

“Da anni i balneari italiani sono strumentalizzati dalla politica nazionale con promesse di leggi e leggine in grado di contrastare la direttiva Bolkestein. Alle parole non sono mai seguiti i fatti e gli unici veri provvedimenti seri e concreti per tutelare il comparto balneare sono esclusivamente arrivati dalle regioni che, in molte occasioni hanno avuto addirittura l’ostilità del governo che ripetutamente impugnava i testi delle leggi regionali per farli decadere. Quindi sono inaccettabili le strumentalizzazioni politiche e le ultime dichiarazioni del senatore Ripamonti il quale cerca di mistificare la realtà accusando una parte politica di non aver svolto il proprio dovere per i balneari”. Lo dice l’assessore al Demanio di Regione Liguria Marco Scajola.

“Mi chiedo dove erano questi parlamentari – continua Scajola - quando ministri del loro stesso colore politico, nonostante l’impegno assunto, non si adoperavano per sostenere le leggi adottate da Regione Liguria che avrebbero finalmente riconosciuto lo status di imprenditore balneare e fornito così concrete certezze alle aziende del nostro territorio, dov’erano quando le regioni con in testa la Liguria chiedevano al governo di essere ascoltati sul tema ed invece venivano continuamente escluse, facile parlare adesso solo per cercare un po’ di visibilità a pochi mesi dalle elezioni. Ma non si possono sentire bugie e strumentalizzazioni di nessuno, solo forse per cercare di giustificare proprie inadempienze nei confronti dei balneari.”.

“Il presidente Giovanni Toti – conclude Scajola – ha sempre parlato con grande senso di responsabilità per tutelare le famiglie e le imprese e ha sempre dato alla sua maggioranza e al sottoscritto pieno mandato di adottare provvedimenti utili per il comparto, purtroppo non abbiamo mai trovato sostegno da parte dei parlamentari. Le regioni comunque continueranno a fare la loro parte tutte insieme, andando oltre le appartenenze politiche, perché quando c’è di mezzo il bene della gente e gli interessi delle famiglie, noi non guardiamo in faccia nessuno, ma con determinazione e coraggio sosteniamo i liguri e tutto il mondo del lavoro. Sarebbe bello e la speranza è l’ultima a morire, che questo potesse accadere anche a Roma”.

Turismo, Ripamonti: “Lega per escludere balneari da Bolkenstein, componente Toti vota contro”

Super User 30 Giugno 2022 79 Visite

 

"La Lega a difesa dei balneari ha votato a favore dell'emendamento per escludere la categoria dalla direttiva Bolkenstein e in coerenza con quello che da sempre è il nostro pensiero in merito. Si è persa l’occasione di chiedere come Parlamento con forza all’Ue di rivedere la direttiva e quindi escludere da essa i balneari. Spiace molto registrare come l'emendamento, che aveva avuto parere contrario da parte del Governo e della commissione Bilancio, non sia passato anche grazie ai voti contrari della componente che fa capo al governatore ligure Giovanni Toti. Un'azione contro gli interessi dei balneari e della principale attività turistica in Liguria che i parlamentari 'totiani' dovrebbero spiegare ai rappresentanti del comparto. Nessuna contraddizione col ddl Concorrenza che invece ha messo in sicurezza il settore a fronte della sentenza del Consiglio di Stato inserendo indennizzi e premialità nella legge per i concessionari uscenti e fortemente voluti dalla Lega. Ora ci aspettiamo un grande lavoro delle Regioni sul governo per la scrittura dei decreti attuativi attraverso la Conferenza Stato-Regioni e con i responsabili regionali del demanio sul tema dell’indennizzo che inserito in legge, va declinato nel dettaglio sperando che l’atteggiamento sia più coraggioso rispetto al voto sull’emendamento". Lo dice in una nota il senatore della Lega Paolo Ripamonti, relatore del ddl Concorrenza.

Stupore a Tursi: Daniele Pallavicini rinuncia alla carica di consigliere comunale

Super User 30 Giugno 2022 465 Visite

“Rinuncio alla carica di consigliere comunale, ma il mio impegno per Genova continua: grazie a tutti!”. Così scrive su Facebook Daniele Pallavicini, primo dei non eletti nella lista ‘Liguria al centro – Toti per Bucci’ ma ripescato dopo la nomina, e conseguente rinuncia allo scranno a Tursi, dei due assessori arancioni, Francesco Maresca e Marta Brusoni. Al suo posto subentrerà Lorenzo Pellerano, che si unirà ai consiglieri Nicholas Gandolfo (primo della lista), Federica Cavalleri (delegata) e Tiziana Lazzari (ripescata).

“Dopo giorni di attente riflessioni - prosegue Pallavicini - e a seguito di una campagna elettorale arricchente e chiusasi, grazie alle centinaia di cittadini che mi hanno votato, con un ottimo risultato, oggi ho comunicato al Sindaco @Marco Bucci e al Presidente @GiovanniToti, che ringrazio per la fiducia e lo spazio che mi ha concesso all'interno della sua lista, la mia rinuncia alla carica di consigliere comunale.

È una scelta che parte da motivazioni personali e che, al pari, diventa dunque necessaria per motivi di incompatibilità delle cariche, sia riguardo alla mia attività imprenditoriale sia a quella associativa.

Provengo dai corpi intermedi e nei corpi intermedi ho infatti il forte desiderio di riprendere a lavorare, come presidente del Gruppo Giovani di Confcommercio Genova, al fianco dei Senior di Confcommercio e nella progettualità sinergica a livello nazionale con i Giovani Confcommercio.

Un ruolo in cui credo, e spero, di poter contribuire con maggior efficacia a quel che più conta, al di sopra di ogni incarico o mansione personale: la crescita e lo sviluppo di Genova, del suo tessuto commerciale e imprenditoriale, del suo ecosistema di startup innovative e imprese giovanili, oggi finalmente in grande fermento, e molto altro.

Temi e sfide su cui ho posto l'accento nei mesi di avvicinamento al voto e a cui da anni mi dedico e continuerò a dedicarmi.

Al lavoro per crescere, come sempre! Grazie a tutti!”. 

All’indomani della presentazione della giunta del Bucci bis, l’inaspettata decisione del totiano Pallavicini ha destato stupore nell’ambiente politico genovese. E ha fatto nascere una domanda: si aspettava forse un ruolo da assessore?

Trasporto pubblico, Bucci: “Nel 2025 Genova avrà il 100% di autobus elettrici”

Super User 29 Giugno 2022 130 Visite

"Genova sta vivendo un periodo splendido: abbiamo circa 8 miliardi di risorse a disposizione, una cosa mai vista. Abbiamo l'obbligo, per le generazioni future, di investirli bene e di farli fruttare incentivando l'imprenditoria privata. Investiremo nel green: abbiamo già il progetto che ci porterà nel 2025 ad avere il 100% di autobus elettrici, decarbonizzazione totale". Così il sindaco di Genova Marco Bucci nel corso del suo intervento questo pomeriggio al convegno 'Come Guidare le Aziende nella Transizione Tecnologica e Culturale' organizzato da Federmanager Liguria.

La Liguria punta sulle sue 77 Bandiere Blu, Toti: “Il nostro mare è un patrimonio unico al mondo”

Super User 29 Giugno 2022 100 Visite

“Liguria 77” è la nuova campagna estiva di Regione Liguria di valorizzazione del primato raggiunto, con il maggior numero di Bandiere Blu conquistate a livello nazionale: 77 è infatti il numero delle spiagge e degli approdi liguri che, nel 2022, hanno conquistato l’ambito riconoscimento, di grandissimo valore turistico e ambientale, che la Regione ha deciso di promuovere a livello locale, nazionale e internazionale.

I Comuni liguri che hanno ottenuto la Bandiera blu sono 32, per un totale di 63 spiagge, a cui si aggiungono 14 approdi per un totale di 77, un numero che certifica l’elevatissima qualità delle spiagge, dell'acqua e dei porti della nostra regione, un risultato che conferma il nostro mare come il migliore d'Italia.

La campagna “Liguria 77” si sviluppa attraverso 32 video, uno per ogni Comune premiato con la certificazione europea FEE (Foundation for Environmental Education): immagini aeree, riprese subacquee e interviste agli abitanti del luogo e ai turisti per raccontare cosa rende uniche le nostre località. I video saranno diffusi già a partire dai prossimi giorni sui canali social ufficiali di Regione Liguria e dell'Agenzia di promozione turistica InLiguria, da parte dei singoli comuni coinvolti e sul sito www.lamialiguria.it .

I filmati realizzati da Regione Liguria verranno proposti durante una serata speciale con la partecipazione di una rappresentanza dei sindaci dei Comuni premiati, che racconteranno le potenzialità di questo primato per lo sviluppo del nostro turismo e come si è arrivati a ottenerlo. Un 33esimo video racconterà unitariamente il più bel mare d'Italia e rappresenterà la Regione Liguria alla prossima edizione del Salone Nautico di Genova.

“Il mare della Liguria è un patrimonio unico al mondo – commenta il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti - La nostra regione è ancora una volta la prima d’Italia per località balneari che rispettano i criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio: con questa campagna vogliamo raccontare a tutti non solo la bellezza della Liguria e delle nostre spiagge, ma anche quanto sia accessibile e sostenibile il turismo e quanti servizi di qualità e ambientalmente sostenibili siano offerti dalla nostra portualità. Il record di Bandiere blu non è solo sinonimo di un mare limpido e cristallino, ma anche di servizi d’eccellenza”. “La promozione del nostro territorio – aggiunge Toti - è una scelta vincente: la stagione 2022 si annuncia di grandissimo successo per il comparto turistico della nostra regione. I numeri raccolti finora e le previsioni ci dicono – conclude - che la Liguria ha colto in pieno la ripartenza”.

“Un ulteriore segnale di attenzione e divulgazione di Regione Liguria - commenta il vice presidente con delega al Marketing Territoriale Alessandro Piana - sulle tematiche ambientali, sul nostro mare per tutelarlo a 360 gradi, come dimostrano anche le attività di ricerca e i progetti educational di ultima generazione. La qualità delle acque e dei servizi sono indiscutibili elementi di forza della Liguria e spesso dalla costa si parte anche alla riscoperta del 'mare verde', quell'entroterra ricco di sapienza antica e di sapori. Inoltre, le Bandiere Blu non rappresentano solo una grande attrattiva, ma un simbolo di identità per le comunità locali e un collante valoriale per tutti coloro che scelgono la Liguria come destinazione per un'estate sempre più lunga, grazie al nostro clima eccezionale e ad apposite politiche di destagionalizzazione”.

“Nella griglia di partenza dell'estate 2022 la Liguria parte per prima col numero 77 – aggiunge l’assessore al Turismo Gianni Berrino - la campagna promozionale che si presenta va a valorizzare tutti quei borghi e quelle marine che hanno che hanno guadagnato la Bandiera Blu (32 per un totale di 77 tra spiagge e approdi) e che mettono proprio la Liguria ancora al primo posto per numero di località insignite dal prestigioso marchio di qualità. La campagna promozionale va a cogliere tutte quelle peculiarità che permettono alla Liguria di essere una grande terra di turismo balneare con grandi spiagge pluripremiate ricordando sempre che dal bellissimo nostro mare azzurro si vede sempre il mare verde del nostro meraviglioso entroterra”.

“Le Bandiere Blu sono un riconoscimento anche di tipo ambientale: siamo contenti di vedere la Liguria sul gradino più alto del podio – afferma l’assessore all’Ambiente Giacomo Giampedrone - in relazione alle nostre coste sulle quali abbiamo lavorato molto in termini sia di investimenti per migliorare la qualità delle acque sia di monitoraggi continui e costanti attraverso la nostra Agenzia per l’Ambiente sia di aumento della resilienza rispetto all’erosione marina. Sono temi sui quali abbiamo fondato il nostro agire per quanto riguarda le nostre splendide coste e la qualità del nostro mare: il primato ligure delle Bandiere Blu è un riconoscimento della qualità del nostro lavoro, un motivo di orgoglio e uno sprone a continuare in questa direzione”.

 

I Comuni liguri che hanno ottenuto le Bandiere Blu sono 32, per un totale di 63 spiagge e 14 approdi:

- IMPERIA: Bordighera, Sanremo, Taggia, Riva Ligure, Santo Stefano al Mare, San Lorenzo al Mare, Imperia, Diano Marina

- SAVONA Ceriale, Borghetto Santo Spirito, Loano, Pietra Ligure, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze

- GENOVA Camogli, Santa Margherita Ligure, Chiavari, Lavagna, Sestri Levante, Moneglia

- LA SPEZIA Framura, Bonassola, Levanto, Lerici, Ameglia

 

Gli approdi Bandiera Blu 2022 sono invece:

- Imperia: Porto di Bordighera (Bordighera), Marina degli Aregai (Santo Stefano al Mare), Marina di San Lorenzo (San Lorenzo al Mare), Go Imperia (Imperia)

- SAVONA Marina di Andora (Andora), Marina di Alassio (Alassio), Marina di Loano (Loano), Vecchia Darsena Savona (Savona), Cala Cravieu (Celle Ligure), Marina di Varazze (Varazze)

- GENOVA Marina di Chiavari (Chiavari)

- LA SPEZIA Porticciolo di Portovenere (Porto Venere), Porto Mirabello (La Spezia), Porto Lotti (La Spezia)

Alla Camera dei Deputati nasce ‘Vinciamo Italia-Italia al centro con Toti’

Super User 29 Giugno 2022 216 Visite

Dopo lo scioglimento forzato del gruppo ‘Coraggio Italia’ per mancanza del numero minimo di venti deputati, all’interno del gruppo Misto della Camera nasce la componente ‘Vinciamo Italia-Italia al Centro con Toti’.

I deputati che hanno aderito sono undici:  Fabiola Bologna, Guido Della Frera, Maurizio D’Ettore, Manuela Gagliardi, Marco Marin, Stefano Mugnai, Guido Pettarin, Elisabetta Ripani, Cosimo Sibilia, Giorgio Silli e Simona Vietina.

Cybersecurity, Toti: “Intorno a Liguria Digitale costruiamo pezzo importante sviluppo territorio”

Super User 28 Giugno 2022 96 Visite

 

“Liguria Digitale è uno dei migliori risultati non solo di questa amministrazione ma anche della gestione di quella società: intorno a Liguria Digitale, che beneficia delle scelte lungimiranti del passato tra cui la localizzazione agli Erzelli e la volontà di continuare ad investire per mantenerla sempre ai massimi livelli, oggi si costruisce un pezzo importante dello sviluppo del nostro territorio”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti intervenuto oggi al convegno sulla cybersecurity “Viaggio nel data center più grande della Liguria” (trasmesso in diretta streaming sul canale Facebook di Liguria Digitale) insieme, tra gli altri, al sindaco di Genova Marco Bucci, all’amministratore unico dell’azienda e commissario per l’innovazione digitale della pubblica amministrazione in ambito regionale Enrico Castanini e al rettore dell’Università di Genova Federico Delfino.

“Se oggi parliamo dello sviluppo futuro del territorio, lo possiamo fare anche grazie alla capacità di risposta dimostrata durante l’emergenza Covid - ha ricordato Toti - che non sarebbe stata uguale se Liguria Digitale non avesse avuto una server farm all’altezza con una elevata capacità di protezione del dato dagli attacchi informatici. Questo ci ha consentito di evitare guai seri che invece si sono verificati in altre regioni. Questo è stato possibile perché abbiamo usufruito del più moderno e sofisticato sistema di prenotazione, a prova di attacchi haker. Dietro quelle esperienze anche dolorose nasce non solo tutto il progetto di digitalizzazione della nostra sanità ma anche, ad esempio, la scelta di dirottare su Liguria Digitale la cybersecurity di tutte le nostre aziende. E non è un caso che Castanini che guida Liguria Digitale guidi anche come commissario la programmazione della rivoluzione digitale della pubblica amministrazione. E poi abbiamo oggi una straordinaria capacità di calcolo che possiamo offrire a diversi partner, dall’Università al CNR fino alle collaborazioni con l’Istituto Italiano di Tecnologia. Il mondo dell’informatica è fondamentale per la nostra vita, per i servizi al cittadino ma non solo: aumentare la capacità di calcolo credo sia uno degli elementi predominanti della prospettiva di sviluppo del territorio. Oggi chi viene in Liguria trova in Liguria Digitale un partner affidabile, con una rete di collaborazioni consolidate ad esempio con Cisco, e - ha concluso - con la capacità anche di fare ‘tessuto connettivo’ tra le amministrazioni del territorio, cosa né scontata né banale”.

Giunta Genova, Rixi: “Buon lavoro Bucci, orgoglioso squadra giovane Lega”

Super User 28 Giugno 2022 201 Visite

“Buon lavoro al sindaco Marco Bucci e alla nuova giunta che comprende due assessori e due consiglieri delegati della Lega. Una squadra giovane e coesa che mi rende orgoglioso: Paola Bordilli è stata la donna più votata del centrodestra e sarà assessore a Commercio e artigianato; Francesca Corso è l’assessore più giovane della giunta - tra i più giovani di sempre - e avrà la delega alle Politiche giovanili; Fabio Ariotti ha lavorato molto bene con i comitati di cittadini e sarà consigliere delegato alla Partecipazione; Alessio Bevilacqua è la new entry e il primo consigliere comunale della Lega della Val Polcevera sarà consigliere delegato a Tutela e sviluppo delle vallate. Il presidente del Consiglio comunale uscente Federico Bertorello sarà il capogruppo Lega in Sala rossa. Ognuno di loro darà il proprio contributo a sostegno dell’attività del sindaco per rendere Genova un posto sempre migliore”. Lo dice in una nota il deputato della Lega Edoardo Rixi, segretario del partito in Liguria.

Formazione, oltre 150 ragazzi all’apertura della tappa genovese di ‘Orientamenti Summer’ ad Erzelli

Super User 28 Giugno 2022 137 Visite

È iniziata oggi nel Parco Tecnologico degli Erzelli a Genova la seconda tappa ligure di “Orientamenti Summer”, la manifestazione di Regione Liguria dedicata all’orientamento dei giovani e alle loro famiglie, che per il secondo anno tocca tutta la Liguria per tutto il mese di luglio. La giornata di oggi ha visto il coinvolgimento, attraverso i laboratori, di più di 150 tra bambini e ragazzi dagli 8 ai 18 anni.

“Essere qui significa toccare con mano la curiosità dei più giovani e conferma l'importanza di iniziative di questo tipo – ha dichiarato all’inaugurazione l’assessore alla Scuola e alla Formazione Ilaria Cavo - Orientamenti Summer vuole mostrare loro il valore delle Stem, le materie legate alla scienza e alla tecnologia, con laboratori che spieghino anche ai bambini quanto sia importante mettere in conto una scelta di studi che tenga in considerazione questi indirizzi. E quando ho chiesto loro cosa li incuriosiva di più, hanno alzato la mano e non hanno avuto dubbi: la scienza e la tecnologia. Questa loro risposta ci dice che questo evento è già un successo. Vuol dire che il tema scelto, quello del Care-prendersi cura, è già realtà. È importante che l’orientamento non si fermi neanche in estate perché proprio in questa stagione i ragazzi, essendo più tranquilli, possono dedicarsi alle loro scelte future”.

Già dal primo giorno i laboratori proposti hanno riscosso grande successo. Alle attività prenderanno parte anche un gruppo di giovani diversamente abili e un gruppo di minori profughi ucraini.

“L’adesione ai laboratori è stata altissima – ha aggiunto l’assessore Cavo - I ragazzi hanno potuto vedere da vicino tra l’altro alcune attività dei Vigili del Fuoco e della Polizia di Stato, che non ci stancheremo mai di ringraziare per la loro disponibilità”.

A Erzelli non mancano i laboratori stem e digitale, sull’artigianato, degli IeFp, dell'Università e degli ITS. Nella tappa genovese grande supporto anche di Liguria Digitale con Scuola Digitale e i laboratori dedicati ai droni, alla stampa 3D e alla trasmissione dei dati on line. Prezioso è anche il contributo di IIT, Festival della Scienza, Comune di Genova, Arpal, Protezione Civile Regionale, Camera di Commercio di Genova. C’è spazio anche per i workshop di orientamento per far scoprire ai ragazzi i propri interessi, le proprie attitudini e conoscere l’intera offerta formativa e per ‘#imparosicuro’, un laboratorio per cominciare a comprendere il concetto di rischio alluvione e alcune misure di autoprotezione che anche i bimbi possono mettere in atto.

Le attività al parco scientifico e tecnologico degli Erzelli proseguiranno fino al 1° luglio. Dal 4 al 6 luglio si sposteranno all’Istituto Capellini Sauro della Spezia, quindi dal 7 al 12 luglio al Gianelli Campus di Chiavari, dal 13 al 15 luglio al Polo Tecnologico di Imperia per poi concludersi nuovamente a Genova dal 19 al 21 luglio presso l’Istituto Nautico San Giorgio.

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip