Skin ADV

Notizie

Boom di vaccini e tamponi nelle ultime 24 ore in Liguria: 1195 prime dosi, oltre 12mila test

Super User 16 Ottobre 2021 62 Visite

Boom di prime dosi e di tamponi antigenici rapidi nelle ultime 24 ore in Liguria: le prime dosi di somministrate sono state oltre mille su tutto il territorio, dove, nelle ultime 24 ore, sono stati effettuati 12.339 tamponi antigenici rapidi.

“Certamente questi numeri sono l’effetto dell’entrata in vigore dell’obbligo del green pass sui luoghi di lavoro: se abbiamo registrato moltissimi tamponi antigenici rapidi – afferma il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti - ci conforta l’incremento molto significativo di prime dosi somministrate nella sola giornata di oggi, ben 1.195. Ormai è chiaro che il vaccino è la strada maestra per uscire da questa pandemia, tornare alla normalità e garantire al nostro Paese di poter cogliere le opportunità di sviluppo previste per i prossimi mesi con una previsione di crescita del Pil pari al 61% quest’anno e del 4,1% nel 2022. Ci aspettavamo un incremento significativo della richiesta di prime dosi e tamponi e per questo abbiamo deciso di andare incontro alle esigenze dei cittadini garantendo, anche oggi e domani, l’apertura degli hub delle nostre Asl. In base alla mia ordinanza in vigore da ieri, esclusivamente coloro che abbiano già fatto la prima dose di vaccino e siano in attesa del rilascio del certificato verde hanno diritto alla gratuità del tampone: vogliamo incentivare i comportamenti virtuosi ed evitare che la scelta di pochi di non vaccinarsi ricada in termini di costi sui molti liguri e italiani che invece hanno scelto di fare il vaccino anti covid-19 per mettere in sicurezza se stessi e anche il Paese”.

In Asl1 sono state somministrate 249 prime dosi di vaccino anti Covid su 462 vaccini somministrati.

In Asl2 sono state 176 le prime dosi somministrate, a fronte di oltre 600 vaccini somministrati (alle ore 18).

In Asl3, presso l’hub della Sala Chiamata del Porto, su 400 vaccini somministrati, le prime dosi sono state 191.

In Asl4 le prime dosi somministrate oggi sono state 336 su 909 vaccini anti Covid somministrati oggi.

In Asl5 le prime dosi somministrate oggi sono state 243 su 567 vaccini somministrati complessivamente.

Sul fronte dell’andamento della pandemia in Liguria, i dati continuano ad essere positivi con 59 i pazienti ricoverati negli ospedali, tre in meno rispetto a ieri; 6 le persone in terapia intensiva. Sono covid free l’ospedale Evangelico, la Asl3, gli ospedali di Lavagna e Rapallo e il San Bartolomeo di Sarzana. Non si registrano decessi.

Alla Radura della Memoria la Giornata Mondiale della rianimazione cardio-polmonare

Super User 16 Ottobre 2021 81 Visite

Trenta compressioni e due insufflazioni. Tanto può bastare per fare la differenza tra la vita e la morte. Si chiama BLS, Basic life support, ed è il principio cardine della rianimazione cardio-polmonare di cui oggi si celebra la giornata mondiale.

E proprio in occasione di questa giornata la Pubblica Assistenza Croce Rosa Rivalorese, in collaborazione con Anpas, Cipas, Volontari del Soccorso di Fiumara, la Croce d’oro Sanpierdarenese e la Croce Azzurra Fegino, ha organizzato nella Radura della Memoria sotto ponte San Giorgio, un pomeriggio di simulazioni per insegnare ai cittadini come comportarsi in situazioni di pericolo.

«Un ringraziamento a tutti voi delle Croci per aver organizzato questa giornata così importante – ha detto il vicesindaco Massimo Nicolò - Io stesso, pur essendo medico, sono desideroso di poter riprendere e imparare nuovamente le procedure: conoscerle può davvero fare la differenza in attesa che arrivino i soccorsi. È importante che dimostrazioni e simulazioni vengano fatte per insegnare cosa fare: è al tempo stesso una misura di prevenzione e di azione. Questi sono momenti molto utili e sono convinto che debbano essere fatti periodicamente. Rinnovo il mio ringraziamento, quello del sindaco Marco Bucci e di tutta l’amministrazione comunale: grazie per quello che fate. Anche perché molti di voi sono volontari e questo è qualcosa di davvero encomiabile».

Durante il pomeriggio le varie squadre hanno mostrato ai cittadini come effettuare un massaggio cardio-polmonare, l’utilizzo del Dae e di altri dispositivi di soccorso, soffermandosi anche sull’importanza dei corretti comportamenti da tenere durante un’emergenza.

 

Alassio, il presidente Toti e il principe Alberto di Monaco ai mondiali di bocce

Super User 16 Ottobre 2021 79 Visite

“I complimenti a tutti gli atleti di questa giornata, è un bel sabato di sport che chiude una grande estate di sport per il nostro Paese, dagli Europei di Calcio alle Olimpiadi fino ai Mondiali di bocce qui ad Alassio dove gli Azzurri hanno portato a casa due vittorie. Direi che non potevamo ripartire meglio dopo un periodo difficile e doloroso per tutti noi”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti che questa mattina, insieme al Principe Alberto di Monaco e al sindaco di Alassio Marco Melgrati, alle sfide del Mondiale Femminile & Senior di bocce presso il Palaravizza della cittadina rivierasca.

“Siamo veramente onorati di ospitare questa manifestazione sportiva – aggiunge Toti - in una delle perle della nostra riviera, dove sono arrivati atleti e squadre da tutto il mondo in questa settimana di grande sport, di competizione ma anche di divertimento e turismo di qualità. È una bella sintesi delle nostre tradizioni che guardano al futuro, della competizione sportiva e anche della valorizzazione del territorio. Ringrazio per la sua presenza il Principe Alberto di Monaco che si dimostra ancora una volta un amico della nostra regione e un partner importante per molte iniziative, basti pensare all’inaugurazione poche settimane fa del nuovo porto di Ventimiglia realizzato da capitali monegaschi. Il mio auspicio - prosegue il presidente della Regione - è che questa giornata di sport e questa bella settimana ad Alassio sia benaugurante per un anno in cui ci lasciamo finalmente alle spalle le difficoltà che abbiamo vissuto e ricominciamo a vivere, compreso il fatto di poter stare insieme, oggi, in un palazzetto dello sport, cosa non scontata fino a qualche settimana fa. Il fatto che tutto questo accada all’indomani dell’introduzione del green pass nei luoghi di lavoro – conclude - quando sembrava che il Paese dovesse esplodere mentre alla fine tutto è andato molto bene, ci dice che abbiamo imboccato la strada giusta”.

Genova, in piazza Matteotti torna l'evento Bonjour Provence et la France

Super User 16 Ottobre 2021 113 Visite

Inaugurata ieri mattina, in piazza Matteotti, la 18esima edizione di “Bonjour Provence et la France”, la manifestazione promossa dalla Camera di Commercio Italiana per la Francia di Marsiglia, dal Dipartimento delle Bouches-du-Rhône (area della Provenza francese), in collaborazione con il Comune di Genova, la Città Metropolitana di Genova e la Camera di Commercio di Genova.

Fino a lunedì 18 ottobre genovesi e turisti potranno conoscere e apprezzare i prodotti e le offerte turistiche francesi, in particolare provenzali, grazie alla manifestazione “Bonjour Provence et la France”.

Al taglio del nastro Paola Bordilli, assessore al Commercio, Artigianato, Grandi Eventi del Comune di Genova, Massimo Giacchetta, consigliere della Camera di Commercio di Genova, Anne Rudisuhli, consigliera delegata agli Affari Europei, Provincia delle Bocche del Rodano, e Domenico Basciano, presidente della Camera di Commercio Italiana per la Francia di Marsiglia.

Prima dell’inaugurazione del colorato villaggio franco-provenzale allestito in piazza Matteotti, il sindaco della Città Metropolitana di Genova Marco Bucci e l’assessore Paola Bordilli hanno incontrato la delegazione francese nell’Ufficio di Rappresentanza di Palazzo Tursi.

“Sono felice di dare il benvenuto, insieme con il sindaco Marco Bucci, nella nostra città a Bonjour Provence e la France - commenta l’assessore Paola Bordilli -. Dopo lo stop dello scorso anno imposto dalla pandemia di Covid è bello rivedere il centro di Genova riempirsi nuovamente di colori e profumi. Bonjour Provence e la France è una manifestazione molto attesa dai genovesi ed è un altro segnale importante per la ripartenza dell’economia. Non abbiamo mai smesso di lavorare insieme e continueremo per consolidare i progetti legati al  futuro delle relazioni fra le nostre città su temi quali l’ambiente, i giovani e il commercio locale”.

“Bonjour Provence et la France” è una vetrina importante per tutti i prodotti artigianali di eccellenza e per le specialità francesi, con un focus su quelle provenzali che saranno all’onore in piazza Matteotti, una delle piazze più belle e caratteristiche di Genova. Come di consuetudine il partner principale dell'evento sarà il Dipartimento delle Bouches-du-Rhône, nell’ambito dell’accordo di cooperazione bilaterale con le collettività genovesi siglato nel 2017.

L’evento si colloca tra gli assi di collaborazione stilati nella nuova Convenzione di cooperazione decentralizzata che vede protagonisti il Dipartimento delle Bouches du Rhône, il Comune di Genova e la Città metropolitana di Genova.

Massimo Giacchetta, consigliere della Camera di Commercio di Genova , ha posto l’accento sull’importanza di questa manifestazione come: “occasione per realizzare altre sinergie con i nostri vicini di regione: vorremmo costruire con loro una economia del mare e delle politiche di preservazione del territorio, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo e la valorizzazione dei territori dell’entroterra.

Questo significa creare una strategia comune delle città portuali del Mediterraneo per un futuro economico e sociale sostenibile: questa è la politica dell’Unione europea e noi dobbiamo lavorare per attuarla e, per quanto riguarda la valorizzazione dei territori, costruire una rete per la prevenzione degli incendi e pensare a delle economie basate su piccole e medie aziende artigianali, agricole e commerciali. L’occasione di incontro di questi giorni va colta per organizzare un tavolo tecnico su questi temi per rivederci l’anno prossimo e ragionare su ipotesi progettuali” 

Nell’ottica bilaterale, il territorio di Genova è stata ospite d’onore del Padiglione Italia durante la Fiera Internazionale di Marsiglia (dal 24 settembre al 4 ottobre), e in reciprocità la valorizzazione del Dipartimento delle Bouches-du-Rhône avverrà in occasione dell’evento genovese. 

“Voglio ringraziare la delegazione genovese che è venuta nelle Bouches du Rhone in occasione dell'inaugurazione del “padiglione italia" alla fiera di Marsiglia – ha detto Anne Rudisuhli, consigliera delegata agli Affari Europei, Provincia delle Bocche del Rodano- .  Abbiamo questa caratteristica comune di amicizia e solidarietà, proprio come gli eventi che sono susseguiti alla tragedia del 14 agosto 2018: il Dipartimento aveva l'ambizione di essere al fianco degli italiani nel solo spirito di solidarietà. Solo due anni dopo la tragedia, spinti da una resilienza senza cedimenti, è stato inaugurato il nuovo ponte. Per questo vi siete elevati al vertice dell'esemplarità e vi faccio i complimenti a nome della nostra collettività. Questa resilienza, questo spirito italiano fa del vostro popolo un riferimento nel nostro territorio. Vogliamo prendere ispirazione, costruire una solidarietà europea e dare risposte comuni nell'ambito delle nostre competenze.

Credo che « Bonjour Provence" – ha concluso Anne Rudisuhli, che racchiude interessi economici, commerciali e turistici,  saprà far rivivere la convivialità di questo grande appuntamento che ci ha tanto animato prima della crisi sanitaria. Queste manifestazioni hanno saputo distinguersi nel corso degli anni come delle belle giornate di convivialità e scambi. Dobbiamo andarne fieri”. 

Prodotti tipici provenzali, con una serie di novità rispetto alla scorsa edizione, saranno promossi tra la ventina di espositori francesi presenti: saponi profumati e sacchetti di lavanda, frutta candita, formaggi e salumi, biscotti e torroncini, vini e champagne, foie gras, oli essenziali, candele, biancheria per la casa, decorazioni floreali, sculture, quadri e molto altro.

Ripartono le colazioni del sindaco con i genovesi

Super User 16 Ottobre 2021 100 Visite

Ritorneranno da giovedì 21 ottobre gli appuntamenti di “A colazione con il sindaco”, interrotti a causa della pandemia oltre un anno fa. Il primo cittadino incontrerà i genovesi che avranno così l’opportunità - tra un caffè e un pezzo di focaccia - di dialogare con lui e avere un contatto diretto con le istituzioni. Un modo proficuo per iniziare la giornata lavorativa insieme, scambiare opinioni e idee sui problemi dei quartieri, le opportunità della città e avere un feedback sull’azione amministrativa.

Ogni incontro - che coinvolgerà un gruppo di cittadini - durerà circa un’ora. Quello di giovedì si terrà nel territorio del municipio Valpolcevera e il ciclo di appuntamenti tornerà poi a toccare tutti i Municipi.

Per partecipare alle colazioni sarà sufficiente compilare un apposito modulo reperibile sul sito del Comune all’indirizzo: http://smart.comune.genova.it/prenotazione-colazione-sindaco

Si potrà aderire all’iniziativa anche telefonando all’Ufficio relazioni con il pubblico al numero verde 800085324, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12.30.

Come prevedono le normative nazionali relative ai pubblici esercizi, per partecipare occorre essere muniti di green pass.

I genovesi interessati potranno esprimere una preferenza e specificare a quale appuntamento intendono partecipare. La scelta non dipende dal luogo della propria residenza: un cittadino che abita in un Municipio, infatti, è libero di intervenire a un incontro indicando anche un’altra parte del territorio genovese.

Sul green pass si spacca il Nuovo Psi genovese: Piccini favorevole, Arbato contrario

Super User 15 Ottobre 2021 217 Visite

Emanuele Arbato, presidente della sezione "Bettino Craxi" del Nuovo Psi di Genova, è sceso in piazza contro il green pass e invita tutti i simpatizzanti a firmare la petizione per chiederne l’abrogazione.

“Io, da buon socialista sempre vicino ai cittadini e schierato dalla parte dei lavoratori e dei loro diritti, credo che il green pass sia un atto discriminatorio volto a penalizzare le scelte di ogni singolo individuo, una imposizione dittatoriale che non ha nulla a che fare con i nostri valori sociali e liberali. Pertanto, il mio gruppo ed io prendiamo le distanze da chiunque sia pro governo Draghi, visti anche i cospicui rincari del prezzo di carburanti e metano e GPL”. Così Arbato dalla sede della sezione di via Toscanelli a Sestri Ponente.

Le dichiarazioni di Arbato contrastano con quelle del segretario regionale del Nuovo Psi, Giuseppe Piccini, che ha sostenuto la battaglia di Assoutenti per arrivare all’obbligo vaccinale.

Sarà scissione tra i craxiani?

Emanuele Arbato

 

Effetto green pass, Toti: “In 24 ore quasi 700 persone hanno prenotato la prima dose”

Super User 15 Ottobre 2021 67 Visite

“In sole 24 ore quasi 700 persone hanno prenotato la prima dose di vaccino. Un numero a cui vanno aggiunti i vaccinati con prima dose nell’ultima settimana pari a 3.329. Si tratta di dati molto significativi che derivano dall’effetto green pass entrato in vigore oggi”. Lo comunica il presidente di Regione Liguria e assessore alla sanità Giovanni Toti, facendo il punto sulle vaccinazioni.

Intanto da mercoledì scorso alle 12, data di inizio delle prenotazioni delle terze dosi per gli operatori sanitari non ospedalieri, ad oggi, si è già superata la quota di 1.000 prenotazioni. Per un totale di 18.689 prenotazioni già effettuate, tra operatori sanitari, immunocompromessi e over 80. Per quanto riguarda le vaccinazioni complessive delle terzi dosi sulle stesse categorie, ad oggi si è raggiunta la quota di 11.546 dosi somministrate.

“Come conferma anche il direttore della Clinica di Malattie Infettive di San Martino Matteo Bassetti – dice Toti, la situazione ospedaliera, per quanto riguarda il Covid è sotto controllo e tranquilla. Nella settimana ci sono stati 4 ricoveri, tutti di persone non vaccinate, di cui uno in terapia intensiva. Il prof. Bassetti fa notare che i ricoveri un anno fa, nella stessa settimana, erano 70, di cui 9 in terapia intensiva. Pertanto è evidente che se stiamo uscendo dalla pandemia, lo dobbiamo ai vaccini”.

Il giorno dell’entrata in vigore del green pass obbligatorio per i lavoratori si registra anche un boom dei test antigenici rapidi che nelle ultime 24 ore sono stati 9.006, sicuramente un dato tra i più alti mai segnalato.

Parte domani la possibilità di effettuare il tampone rapido gratuito presso gli hub messi a disposizione dalle Asl liguri per coloro che abbiano già effettuato la prima dose di vaccino e siano in attesa del rilascio del green pass. Per orari e aperture degli hub per i vaccini e tamponi si riporta il link con le indicazioni aggiornate:

1 - https://www.asl1.liguria.it/tutte-le-comunicazioni/1083-vaccini-e-tamponi,-nel-fine-settimana-open-day-negli-hub-della-provincia.html

2 - https://www.asl2.liguria.it/tutte-le-notizie-flash/1058-tamponi-e-vaccini-la-programmazione-di-asl-2-per-il-fine-settimana.html

3 - https://www.asl3.liguria.it/comunicazioni-2021/item/3602-tamponi-gratuiti-post-prima-dose-in-attesa-di-green-pass-per-luoghi-lavoro.html

4 - http://www.asl4.liguria.it/2021/10/15/green-pass/

Asl 5 – Ex Fitram da lunedì 18 ottobre a sabato 23 dalle 8 alle 18. Hub Sarzana da lunedì 18 ottobre a sabato 23 ottobre dalle 8 alle 18 e domenica 24 ottobre dalle 8 alle 13. Tamponi rapidi da sabato 16 ottobre all’Hub di Sarzana dalle 8 alle 13.

Intanto l’incidenza cumulativa negli ultimi 7 giorni in Liguria si attesta a 28 casi su 100.000 abitanti, diminuiscono i nuovi ricoveri ospedalieri a quota 5,2 e anche la pressione sui reparti di media intensità e sulle terapie intensive scende, con una soglia di occupazione di posti letto in area medica e in terapia intensiva pari al 3%, che conferma la Liguria ampiamente in zona bianca, con un rischio basso. Oggi sono stati 69 i nuovi positivi di cui 19 nella Asl 1, 14 nella Asl 2, 13 nella Asl 3, 11 nella Asl 4 e 10 nella Asl 5.

Secondo il report settimanale della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 15 ottobre la Liguria risulta sopra la media nazionale per le vaccinazioni con prima dose degli over 80 (94,77%), sopra la media nazionale anche nella fascia 70-79 anni (87,23%), nella fascia 60-69 anni (80,83% ) e nella fascia 50-59 anni (79,96%).

Processo crollo Morandi, il Comune di Genova si è costituito parte civile

Super User 15 Ottobre 2021 173 Visite

Il Comune di Genova si è costituito parte civile nel processo del crollo del ponte Morandi. L’istanza è stata presentata questa mattina durante la prima udienza preliminare.

«Il Comune di Genova – fa sapere l’assessore all’Avvocatura e agli Affari legali Lorenza Rosso – ha deciso di presentare l’istanza avvalendosi esclusivamente dei legali dell’avvocatura dell’ente, senza ausilio di avvocati esterni. Abbiamo preso questa decisione perché vogliamo essere il più vicini possibili, sia come amministrazione che con i nostri uffici, non solo ai parenti delle vittime, ma anche a tutti quelli che hanno subito un danno da questo gravosissimo evento. Abbiamo deciso di costituirci parte civile non solo per i danni diretti legati al crollo, ma anche per quelli indiretti, per tutte quelle famiglie, aziende e attività che dopo il 14 agosto 2018 hanno visto le loro vite irrimediabilmente sconvolte. Farlo è un dovere per onorare e ricordare le 43 vittime e per cercare di portare giustizia a una collettività ferita».

Il giudice per le udienze preliminari deciderà quali istanze accogliere. La prossima udienza sarà l’otto novembre e il Comune di Genova sarà nuovamente presente.

Comune di Genova, Simonetta Saveri lascia l'Agenzia per la famiglia

Super User 15 Ottobre 2021 228 Visite

“Dopo 4 anni lascio l'incarico di responsabile di Agenzia per la famiglia del Comune di Genova. Un grazie di cuore alle tantissime persone che, giorno dopo giorno, mi hanno aiutato a costruire questa bella realtà, libera, innovativa e vicina ai bimbi, giovani, genitori e anziani”. 

Con queste parole di ringraziamento scritte su Facebook, Simonetta Saveri si è dimessa dall'Agenzia per la famiglia, realtà che lei stessa aveva ideato per il Comune di Genova.

L'incarico, inizialmente gratuito, era poi diventato retribuito e non erano mancate le polemiche da parte delle opposizioni in Sala Rossa.

L'abbandono della responsabile di Agenzia per la famiglia arriva all'indomani degli Stati Generali dell'educazione, che si sono svolti sempre sotto la sua guida a Palazzo Ducale ma senza il successo delle passate edizioni, e a pochi mesi dalle amministrative genovesi.

Alle comunali del 2012, l’avvocato Saveri si candidò a sindaco di Genova con la lista ‘Primavera Politica’.

Green pass, Toti: “E’ unico modo per far ripartire il Paese, fa bene governo a tenere barra dritta”

Super User 15 Ottobre 2021 64 Visite

“Continuerò a ripetere fino allo sfinimento che questo è l’unico modo per far ripartire il Paese. Andiamo avanti così, bene sta facendo il governo a tenere la barra dritta”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti in merito all’entrata in vigore, da oggi, dell’obbligo del green pass per accedere ai luoghi di lavoro.

Circa le proteste in corso a Genova e in altre parti d’Italia, il governatore ligure aggiunge: “Chi oggi protesta e vuol bloccare le fabbriche e i porti, dovrebbe ricordarsi solo alcuni mesi fa quando quei porti e quegli stabilimenti erano bloccati dal Covid e non si poteva entrare non per una legittima protesta svolta pacificamente ma in ragione delle norme che ci proteggevano dalla pandemia. Se oggi il paese è ripartito è grazie agli italiani che si sono vaccinati, oltre l’80%, è grazie ai vaccini e al green pass che ci ha convinto tutti a farlo”.

Il presidente della Regione Liguria ha evidenziato che “il mondo del lavoro sta affrontando questo passaggio con attenzione, moderazione e prudenza. Ovviamente saranno giornate complesse, anche di fastidio per tante persone: chi non l’ha ancora fatto bisogna che faccia il vaccino oppure faccia il tampone per entrare nel luogo di lavoro. Ci sono proteste ai varchi portuali, presidi in Prefettura ma tutto si sta svolgendo pacificamente - conclude Toti - e senza particolari disordini e questo, dopo le giornate vissute la settimana scorsa, direi che è già un inizio ben augurante”.  

Demanio marittimo, Scajola: “Oltre un milione di euro per il ripascimento delle spiagge”

Super User 15 Ottobre 2021 111 Visite

Regione Liguria ha stanziato oltre un milione di euro per il ripascimento stagionale delle spiagge, manutenzione straordinaria di opere marittime esistenti e progettazioni di difesa della costa, lo comunica l’assessore regionale e coordinatore del Tavolo Nazionale sul Demanio Marittimo Marco Scajola.

“Abbiamo deliberato lo stanziamento di oltre un milione di euro per l’esecuzione di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di opere marittime esistenti, quali pennelli o scogliere, di ripascimento stagionale delle spiagge, progettazioni di opere di difesa della costa” spiega l’assessore Marco Scajola, che prosegue: “Opere fondamentali per la tutela e valorizzazione del nostro litorale. Per andare in contro alle esigenze esposte dai Comuni, già pesantemente gravati dalla situazione pandemica, garantiamo una maggiore flessibilità sia nei tempi di esecuzione, sia in quelli di rendicontazione, infatti le opere dovranno essere eseguite prima della prossima stagione balneare”.

I CONTRIBUTI PER COMUNE:

GE ARENZANO 21.613,11 €

GE BOGLIASCO 5.529,12 €

GE CAMOGLI 4.333,63 €

GE CHIAVARI 22.572,64 €

GE COGOLETO 22.053,55 €

GE DEIVA MARINA 2.532,54 €

GE GENOVA 95.654,52 €

GE LAVAGNA 28.699,50 €

GE MONEGLIA 15.541,30 €

GE PORTOFINO 920,21 €

GE RAPALLO 18.962,59 €

GE RECCO 8.714,46 €

GE SANTA MARGHERITA L. 26.505,16 €

GE SESTRI LEVANTE 28.015,24 €

GE SORI 5.914,50 €

GE ZOAGLI 2.501,10 €

IM BORDIGHERA 29.139,94 €

IM CAMPOROSSO 1.997,72 €

IM CERVO 6.331,35 €

IM CIPRESSA 2.147,15 €

IM COSTARAINERA 707,85 €

IM DIANO MARINA 29.352,30 €

IM IMPERIA 38.302,70 €

IM OSPEDALETTI 19.222,14 €

IM RIVA LIGURE 9.972,86 €

IM S. BARTOLOMEO AL M. 10.200,95 €

IM S. LORENZO AL M. 13.457,07 €

IM SANREMO 86.515,35 €

IM S. STEFANO AL M. 15.910,96 €

IM TAGGIA 8.336,93 €

IM VALLECROSIA 7.338,07 €

IM VENTIMIGLIA 32.309,55 €

SP AMEGLIA 7.668,41 €

SP BONASSOLA 5.710,01 €

SP FRAMURA 6.213,38 €

SP LERICI 18.152,49 €

SP LEVANTO 6.944,82 €

SP MONTEROSSO 6.787,52 €

SP PORTO VENERE 50.249,69 €

SP RIOMAGGIORE 9.320,06 €

SP VERNAZZA 1.250,54 €

SV ALASSIO 35.015,12 €

SV ALBENGA 21.086,15 €

SV ALBISOLA SUPERIORE 8.384,12 €

SV ALBISSOLA MARINA 6.693,14 €

SV ANDORA 17.373,86 €

SV BERGEGGI 11.986,31 €

SV BORGHETTO S.S. 10.649,25 €

SV BORGIO VEREZZI 11.191,94 €

SV CELLE LIGURE 19.434,49 €

SV CERIALE 28.793,88 €

SV FINALE LIGURE 41.661,07 €

SV LAIGUEGLIA 24.672,60 €

SV LOANO 42.683,53 €

SV NOLI 13.394,15 €

SV PIETRA LIGURE 21.054,69 €

SV SAVONA 29.053,43 €

SV SPOTORNO 16.382,86 €

SV VADO LIGURE 8.289,74 €

SV VARAZZE 25.105,18 €

TOTALE 1.126.508,49 €

Processo Morandi, Toti: “Regione costituita parte civile contro tutti gli imputati”

Super User 15 Ottobre 2021 102 Visite

“Sono molte decine gli imputati a quel processo e noi ci stiamo costituendo parte civile contro tutti gli imputati del processo. Aspi in quanto persona giuridica è in quel processo per la violazione delle norme sul diritto del lavoro e la sicurezza sul posto di lavoro. Tutti gli altri imputati rispondono invece dei reati più gravi. Quindi da questo punto di vista la posizione di Aspi è poco rilevante all’interno di quel processo che invece dovrà dimostrare se le persone fisiche, e non quelle giuridiche, ovvero i dirigenti apicali di quella società o i funzionari del ministero, abbiano compiuto atti tali da essere ritenuti colpevoli”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, in merito al processo sul crollo di Ponte Morandi che si è aperto stamattina presso il Tribunale di Genova con l'udienza preliminare. Sull’ipotesi di un accordo per un maxi risarcimento da parte di Aspi, Toti ha concluso: “Valuteremo tutto nel momento in cui questo accordo eventualmente prendesse corpo. Bisogna aspettare cosa dirà il Governo”.

Regione Liguria pronta ad attuare obbligo green pass, Ferro: “Numero esiguo di dipendenti non vaccinati”

Super User 15 Ottobre 2021 113 Visite

Regione Liguria è pronta ad attuare le disposizioni nazionali sull'obbligo di green pass negli uffici della pubblica amministrazione. In relazione alle modalità operative per l’organizzazione delle verifiche sul possesso della certificazione verde Codiv-19, Regione si è attenuta alle linee guida definite in sede di Conferenza Unificata e in fase di emanazione da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri. In particolare, è previsto che nelle sedi in cui è presente il servizio di guardiania le verifiche siano effettuate a tappeto dal personale che presta questo servizio. Nelle altre sedi regionali è stato individuato il dirigente, oppure uno o più dipendenti, titolati ad effettuare tali controlli, a tappeto o a campione (su almeno il 20% del personale come previsto dalle direttive nazionali).

Da una stima empirica risulta circa il 10-15% del personale non in possesso del certificato verde, su circa 1400 dipendenti. Chi ne risulterà sprovvisto dovrà rimanere a casa senza retribuzione in quanto assente ingiustificato dal servizio. Per quanto riguarda i soggetti esenti per motivi di salute, sarà sufficiente che questi producano un certificato di esenzione al medico competente, che lo comunicherà al datore di lavoro. Chiunque risulti privo della certificazione verde non potrà accedere alle sedi. Se già entrato verrà invitato ad uscire e segnalato alla Prefettura per l’irrogazione della sanzione.

La verifica del green pass sarà effettuata inizialmente con l’utilizzo della App ‘Verifica C-19’ anche se questo punto sarà oggetto di ulteriore decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per l’approvazione di modalità di verifica automatizzata della certificazione verde.

Le disposizioni entreranno in vigore dalla mattina di venerdì 15 ottobre e riguarderanno non solo i dipendenti ma anche tutti coloro che dovranno accedere alle sedi di Regione Liguria, quali, ad esempio, fornitori, visitatori, autorità. L’obbligo di green pass riguarderà anche la Sala Trasparenza di Regione Liguria, al piano terra della sede di Piazza De Ferrari 1, dove verranno effettuati i controlli a tappeto nei confronti dei giornalisti che vorranno usufruire dello spazio messo loro a disposizione (non solo in occasione delle conferenze stampa).

Per quanto riguarda la sede di via Fieschi, queste disposizioni riguardano anche gli uffici del Consiglio Regionale con il quale c’è stata piena collaborazione per il miglior esito di questo passaggio.

“Regione Liguria conta un numero esiguo di dipendenti non vaccinati – afferma l’assessore al Personale Simona Ferro - e auspico che la nuova normativa prevista dal DPCM del 23 settembre 2021 venga recepita come un metodo efficace di tutela della salute di tutti coloro che prestano l’attività lavorativa presso l’Ente”.

“Le modalità operative sono assolutamente coerenti con quanto applicato nelle altre Regioni – afferma il Direttore Generale della Direzione Centrale Organizzazione di Regione Liguria Nicola Giancarlo Poggi - Regione Liguria, che ha già ampie fasce orarie differenziate, le manterrà e, dopo una prima verifica dell’andamento, non avrà difficoltà a intervenire rimodulandole diversamente. Si tratta di uno dei passaggi cruciali che la PA attraversa da quando è iniziata la pandemia: il buon esito di questo passaggio – conclude - risulta acquisire una particolare significatività per cui l’Amministrazione è impegnata affinché non vi siano disfunzioni”.

Salvaguardia del mare, sport nautici e turismo al Blue Economy Summit

Super User 14 Ottobre 2021 217 Visite

Ambiente e sostenibilità del sistema marittimo protagonisti della seconda giornata del Blue Economy Summit in corso al Blue District di Genova. “Il tema della salubrità del mare e delle acque è fondamentale e nel corso degli anni sono stati fatti passi avanti grazie alla costruzione di depuratori – ha sottolineato in apertura l’assessore all'Ambiente del Comune di Genova Matteo Campora. “Esiste ancora il problema delle plastiche perché non vengono intercettate dagli impianti e per questo riteniamo importante l'opera di Lifegate con la tecnologia dei secchielli raccogli materiale. Dobbiamo lavorare sempre di più per la convivenza virtuosa tra ecosistema marittimo e marino”.

La sessione mattutina ha esplorato i progetti sulla salvaguardia del mare, ha parlato di biodiversità, di lotta alla plastica, toccando anche l’impegno delle compagnie di navigazione.  “Siamo stati i primi al mondo a introdurre la propulsione a gas naturale liquefatto nelle navi da crociera –ha raccontato Davide Triacca, direttore sostenibilità di Costa Crociere. La nostra prospettiva al 2040-2050 è di andare a operare a zero emissioni”. L'impegno ambientale riguarda anche la vita di bordo e l'economia circolare: il 100% di rifiuti viene gestito, trattato e differenziato. Il vetro viene inviato a riciclo spinto e da oltre 10 anni la compagnia si impegna per la riduzione dell'utilizzo della plastica a bordo.           
Impegno nell’utilizzo di nuove tecnologie e combustibili alternativi per raggiungere emissioni zero in Co2 entro il 2050 anche da parte del Gruppo Grimaldi e ribadito da Alberto Portolano, Project Manager nel suo intervento. 

L'elettrificazione delle banchine, come soluzione vincente ed efficace per l'abbattimento delle principali emissioni nocive delle navi in porto. Questo il punto di vista di Daniele Guarnaccia, Business Development di CETENA secondo il quale il grande fabbisogno di energia delle navi anche durante l'ormeggio, l’elettrificazione rappresenta già un'alternativa in grado di impattare in modo estremamente positivo sulle emissioni, già applicata in 20 porti e in via di applicazione in altri 27.

Andrea Cogliolo, senior director marine excellence centres di Rina, ha spiegato come stia cambiando la gestione delle acque di zavorra alla luce dell'entrata in vigore della convenzione internazionale dedicata a questo tema che provoca problemi ambientali pesanti: colonie di batteri, microbi e piccoli invertebrati si sviluppano in maniera massiva trovandosi senza antagonisti. 

Sostegno al comparto marittimo da parte di Intesa Sanpaolo Private Banking che è intervenuta al panel. “È stato del tutto naturale essere, anche quest’anno, al fianco del Blue Economy Summit – ha sottolineato Gianni Debernardi, responsabile Area Private Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria. Sono certo che, anche quest’anno, la collaborazione con questa manifestazione ci permetterà di tessere nuove e stimolanti relazioni con il tessuto imprenditoriale del territorio, in un ambito così strategico e fondamentale per l’economia intera del nostro Paese”.

La sessione del mattino si è conclusa con un focus dedicato ai progetti scelti e sviluppati nell'ambito del Blue district: Alice Micchini, vicedirettrice di Legambiente Liguria ha presentato il progetto Vogare che intende realizzare una ricerca nell’ambiente marino costiero e torrentizio dei principali organismi viventi che li caratterizzano, con l’obiettivo di analizzarli e classificarli per comprendere la qualità ecologica degli ambienti stessi e il livello della loro compromissione dovuta alla pressione antropica e ai cambiamenti climatici.  Alberto Nicola Traverso, direttore generale di Bluenergy Revolution ha presentato il Biim, Battello ibrido innovativo modulare, un prototipo integrato in scala reale di un’imbarcazione costituita da materiali ecosostenibili, come legno, fibre e resine naturali, a propulsione elettrica a batteria e a celle a combustibile e un’innovativa trasmissione ibrida. Il progetto punta a dimostrare la validità dell'idrogeno come combustibile alternativo per la generazione di energia a bordo. Matteo Cornacchia, ricercatore dell'Università di Genova, e Gloria Chiappe, responsabile dell'ufficio tecnico di Exxro, hanno raccontato alla platea i processi a membrana per il trattamento di acque reflue prodotte a bordo nave.

Nel pomeriggio riflettori puntati sugli sport nautici e sulle attività di divertimento e relax legate all’accesso al mondo acquatico e, dalle 16.30 si è parlato del rilancio del turismo che viene dal mare e per il mare con una sessione dedicata.  

“Siamo la prima regione per reddito pro-capite prodotto dalla blue economy – ha commentato Giovanni Toti Presidente della Regione - La Liguria è anche la sintesi del turismo inteso come ramo dell'economia del mare, abbiamo appena celebrato un Salone Nautico che ha festeggiato il cantiere più importante d'Europa per la nautica di diporto, siamo una Regione che può giocare un ruolo di punta in questo settore. Mettiamo insieme produzione, diporto, ospitalità, crociere - ieri c'era il sindaco di Miami qui in visita per siglare un importante accordo - il mondo sta ripartendo e noi dobbiamo ripartire veloci. Gli investimenti introdotti sono giganteschi e coinvolgono tutta la Regione e le sue infrastrutture. Credo serva un Ministero del Mare, che recuperi competenze che ora sono sparse, ma serve anche valorizzare e garantire autonomia ai territori che ospitano i porti più importanti". 

Dal TTG di Rimini, dove il Comune di Genova è presente per promuovere Genova e le sue riviere, si è collegata Laura Gaggero Assessore allo Sviluppo Economico Turistico e Marketing Territoriale per offrire un resoconto delle attività in corso per far diventare Genova sempre più meta turistica 365 giorni all’anno.

Domani, venerdì 15 ottobre, dalle 9.00 alle 13.00, riflettori puntati su Start up, open innovation e percorsi professionali del settore della Blue Economy: un mare di opportunità e modelli di sviluppo.

Meet the innovators: ogni giorno, nell’atrio del Blue District gli esperti, gli studenti, le imprese e i cittadini potranno incontrare un’innovazione blue e i suoi artefici.

“Genova Blue Street” è la novità di questa edizione in cui le opportunità della blue economy scendono in piazza offrendo un programma di talk che si snoda lungo quattro luoghi del centro storico: Blue District, Chiostro delle Vigne e Piazza San Matteo e Chiostro San Lorenzo. Ogni giorno sono previsti aperitivi dalle 18 alle 20 con intrattenimento musicale e teatrale a tema mare.

Il Blue Economy Summit è promosso e organizzato dal Comune di Genova - Assessorato allo sviluppo economico portuale e logistico, assieme alla Direzione Sviluppo Economico - Progetti d’Innovazione del Comune. www.besummit.it

Green pass nei luoghi di lavoro, Toti: “Tamponi gratuiti a chi ha effettuato prima dose”

Super User 14 Ottobre 2021 193 Visite

“In vista dell’entrata in vigore a livello nazionale dell’obbligo di Green pass per l’accesso ai luoghi di lavoro, abbiamo condiviso anche con le organizzazioni sindacali confederali che fosse necessaria una misura di sostegno al mondo del lavoro, condividendo tutti lo spirito della norma, che è quello di incentivare la vaccinazione come fonte primaria della certificazione verde e considerare il tampone uno strumento residuale, salvo per chi non si vaccina per motivi di salute. L’ordinanza che firmerò nelle prossime ore prevederà per chi si vaccina con la prima dose il diritto al tampone gratuito nei giorni che intercorrono tra la somministrazione e il rilascio del green pass. Si tratta di una misura pilota a livello nazionale: riteniamo sia un risultato coerente con lo spirito della norma e un’agevolazione per il lavoratore che risparmia il costo del tampone a fronte di un comportamento virtuoso. In questo modo non viene caricato su chi, virtuosamente, si è vaccinato il costo dei tamponi di chi non si è vaccinato”.

Così il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti, in merito alle misure assunte da Regione Liguria in materia di green pass al termine di una riunione con i rappresentanti liguri dei sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil. La misura sarà retroattiva per coloro che avessero fatto la prima dose di vaccino nei giorni scorsi e fossero ancora in attesa di poter scaricare il green pass.

“Voglio esprimere il mio apprezzamento per il senso assoluta responsabilità che i tre sindacati confederali stanno dimostrando in questo momento non facile – aggiunge Toti - stretto tra l’esigenza tutelare al massimo la salute, la busta paga dei lavoratori e quella di mandare avanti il paese”.

“I sindacati – prosegue il governatore – ci hanno chiesto un monitoraggio della capacità di effettuare tamponi da parte del sistema sanitario allargato, comprensivo degli enti accreditati e delle farmacie per il rilascio green pass. Per questo ho chiesto alle Asl di tenere aperti anche nel prossimo fine settimana degli hub sia per i vaccini che per i tamponi, su tutto il territorio. A disposizione dei cittadini ci saranno anche i punti del sistema convenzionato ma la sanità pubblica garantirà un presidio in ogni provincia per i vaccini e anche per tamponi in vista della ripresa della settimana lavorativa lunedì prossimo”. “Continuiamo a monitorare la situazione - prosegue Toti - Sottolineo la grande responsabilità del mondo del lavoro a partire dal Porto di Genova fino alle grandi e piccole aziende genovesi e liguri: sono ore convulse e un po' tese ma la reazione del mondo lavoro è, finora, di grande equilibrio e questo è un bene per tutto il sistema”.

I segretari generali di Cgil Cisl e Uil Liguria, Fulvia Veirana, Luca Maestripieri e Mario Ghini, dichiarano: “Dopo quasi due anni di Covid c'era bisogno di un gesto di distensione alla vigilia dell'entrata in vigore del Green Pass obbligatorio all'interno dei posti di lavoro. Cgil Cisl e Uil a livello nazionale hanno sempre chiesto che il costo dei tamponi non si scaricasse addosso alle persone che lavorano. Oggi con questa misura scaturita dal confronto tra Regione e sindacati si compie un passo avanti per coprire un'area grigia. Il sindacato confederale è compatto e responsabile nella tutela di lavoratori e cittadini nell'interesse generale della salute delle persone e dello sviluppo del paese. Da sempre sosteniamo il vaccino come unico strumento efficace per la lotta al Covid. Oggi in Liguria c'è bisogno di coprire una richiesta sociale forte che ci consentirà di ritornare a lavorare in serenità e sicurezza. Abbiamo ribadito che il lavoro deve tornare al centro delle politiche regionali e che è urgente aprire la discussione sul futuro dello sviluppo”.

Tamponi a prezzo calmierato per i dipendenti A.S.Ter., gratuiti per quelli che hanno fatto la prima dose di vaccino

Super User 14 Ottobre 2021 71 Visite

Da ieri, anche A.S.Ter. ha aderito alla convenzione riservata alle aziende partecipate dal Comune di Genova per l’acquisto da parte dei dipendenti di tamponi a prezzo ridotto, presso le farmacie comunali.

L’azienda inoltre si è già attivata per la stipula di convenzioni con altre strutture, a vantaggio dell’intero gruppo delle partecipate.

Con lo spirito di incentivare la campagna di vaccinazione, A.S.Ter. provvederà al pagamento dei tamponi, presso le suddette strutture, per i propri dipendenti che abbiano già ricevuto la prima dose del vaccino, ma non siano ancora in possesso del Green Pass.

“Sono soddisfatto - dichiara l’Assessore Pietro Piciocchi - dell’accordo raggiunto con le OO.SS. di A.S.Ter., con le quali si è inteso aiutare i lavoratori che potrebbero trovarsi in difficoltà in questa particolare fase transitoria della campagna di vaccinazione”.

Insulti sui muri del centro storico, Toti: “Avete offeso il decoro della città”

Super User 14 Ottobre 2021 141 Visite

“Buongiorno da alcune vie del centro storico a Genova. Qualcuno ha pensato di imbrattare i muri con questi insulti. Non avete offeso me e il sindaco Bucci ma i cittadini della zona, alcuni dei quali avevano appena ristrutturato queste facciate. Non avete offeso me e il sindaco Bucci ma il decoro della città. E se l’intento era fermarci, così non fate altro che convincerci che siamo sulla strada giusta, quella della civiltà e della legalità! Abbiamo segnalato alle autorità e spero che vi possano individuare per andare personalmente a pulire e a ripagare il danno fatto. Vandali!”, così scrive il presidente Toti sulla sua pagina Facebook pubblicando la foto degli insulti comparsi in alcune vie del centro storico genovese.

Consiglio regionale, Lista Sansa: “Questo è il nostro anno di lavoro”

Super User 14 Ottobre 2021 144 Visite

La Lista Sansa, composta da Ferruccio Sansa (capogruppo), Selena Candia e Roberto Centi, ha reso noto il lavoro svolto nel primo anno in Consiglio regionale.

"Voi ci chiedete proposte, ma ci chiedete anche di essere l'anima critica dell'opposizione. È importante dire cosa non va nel presente e pensare anche a un altro futuro. Ci abbiamo provato. Questo è il nostro anno", ha commentato Sansa.

 

Selena Candia

1 Proposta di Deliberazione sul totale di 38

6 Proposta di Legge sul totale di 70

60 Interrogazione con Risposta immediata sul totale di 366

7 sul totale di 66

9 Interrogazione con Risposta in Aula sul totale di 63

2 Interpellanza sul totale di 35

2 Mozione sul totale di 60

83 OdG Aula sul totale di 447

Assenze: 1

 

Roberto Centi

2 Proposta di Deliberazione sul totale di 38

7 Proposta di Legge sul totale di 70

61 Interrogazione con Risposta immediata sul totale di 366

7 sul totale di 66

9 Interrogazione con Risposta in Aula sul totale di 63

2 Interpellanza sul totale di 35

2 Mozione sul totale di 60

86 OdG Aula sul totale di 447

Assenze: 4

 

Ferruccio Sansa

3 Proposta di Deliberazione sul totale di 38

7 Proposta di Legge sul totale di 70

61 Interrogazione con Risposta immediata sul totale di 366

13 sul totale di 66

9 Interrogazione con Risposta in Aula sul totale di 63

2 Interpellanza sul totale di 35

4 Mozione sul totale di 60

142 OdG Aula sul totale di 447

Assenze: 1

 

Le nostre campagne:

-Class action contro Autostrade

-Questione e consultazione su Genova e sull’amministrazione Bucci

-Contro la proliferazione dei centri commerciali e a tutela del commercio di prossimità

-Le centrali elettriche della Spezia e Vado Ligure e il biodigestore di Saliceti

-Contro il contratto di servizio Trenitalia-Regione e a tutela dei pendolari

 

Proposte di legge più significative presentate con la lista Sansa prima firmataria:

- Istituzione del "Fondo crescita con la cultura";

- Assistenza sanitaria per le persone senza fissa dimora;

 

Proposte di legge allo studio:

- Disciplina in materia di contrasto all'emigrazione dei giovani liguri, misure per rendere la regione attrattiva per i giovani talenti

- Norme per la valorizzazione e lo sviluppo delle aree interne

- Interventi per la valorizzazione e il riutilizzo di beni e aziende confiscati alla mafia

- Tutela della salute dei cittadini attraverso la telemedicina

- Sviluppo della diffusione dello sport tra i giovani

- Nuova disciplina regionale dell'editoria

- Norme per favorire la partecipazione diretta e indiretta dei cittadini

 

Atti di indirizzo di lista (50):

-Sistema tariffario integrato TPL

-Promozione dello Sviluppo del Turismo Sostenibile

-Recupero di beni storici, artistici e archeologici

-Monitoraggio ed interventi di Edilizia scolastica

-Sostegno lavoratori dello spettacolo, artisti emergenti e teatri piccoli comuni

-Incentivi per medici di medicina generale e pediatri nelle aree interne

-Sostegno agli studenti universitari

-Sostegno Società sportive dilettantistiche degli sport acquatici

-fondo strategico regionale. Destinazione quota per recupero immobili confiscati alla criminalità organizzata

-Sul Recovery Plan

-Sulla Consulta regionale per l'integrazione dei cittadini stranieri immigrati

-Sulla telemedicina

-Sullo sviluppo dell’attrattività del sistema turistico e culturale

-Sul Green Deal

-Sulla necessità di ridurre le diseguaglianze di genere

-Sull'integrazione tra edilizia scolastica e offerta formativa

-Sulla Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica.

-Iniziative a tutela degli studenti universitari

-Sull'agricoltura sostenibile

-Sul completamento della rete internet e telefonica nei comuni della Liguria.

-Sulla maggiore accessibilità nelle aree interne della Regione Liguria

-Sul Piano di recupero dei borghi storici e delle fortificazioni di Genova

-Sulle azioni di contrasto alla crisi economico-sociale acuita dalla pandemia da Covid-19

-sulla Consulta regionale per l'integrazione dei cittadini stranieri immigrati.

-Sulle iniziative della Regione Liguria trasmesse nei canali d’informazione.

-Sulle stazioni ferroviarie bike friendly

-Sui criteri per la somministrazione del vaccino contro il Covid-19

-Sul sistema di prenotazione predisposto da Liguria Digitale 

-Sul riconoscimento della causa di infortunio sul lavoro ai medici di medicina generale morti a causa del Covid-19"

-Sull’informazione delle iniziative intraprese in ambito vaccinale 

-Sull’attivazione di un servizio di assistenza sanitaria per i migranti

-Sui presidi per la cura e la prevenzione del Covid agli stranieri sprovvisti di tessera sanitaria

-Sull’istituzione di una lista dei soggetti disponibili a sostituire chi rinuncia alla dose vaccinale

-Sulle miniere urbane

-Sulla garanzia di spazi adeguati destinati all’apprendimento.

-sulla riduzione dell’IRAP

-sui lavoratori portuali 

-Proroga termini  L.R. 16/20

Terza dose vaccino, Toti: “Oltre 400 operatori sanitari già prenotati”

Super User 14 Ottobre 2021 103 Visite

“Mentre proseguono le somministrazioni della terza dose ‘booster’ a tutti gli operatori che svolgono le loro attività nelle strutture ospedaliere e nelle Asl, oggi alle 12 sono partite le prenotazioni dedicate per gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attività nelle strutture sociosanitarie e socio assistenziali (pubbliche e private), nelle farmacie, parafarmacie e negli studi professionali: in sole 4 ore, dalle 12 alle 18, si sono prenotate 440 persone, che riceveranno la terza dose, secondo le disposizioni governative, trascorsi almeno 6 mesi dalla seconda”.

Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, che fa il punto sulla situazione coronavirus e vaccini nella nostra regione.

Le prenotazioni degli operatori di interesse sanitario possono essere effettuate attraverso il portale prenotovaccino e gli altri canali usuali (sportelli cup di Asl e ospedali, numero verde 800 938818, farmacie che effettuano il servizio Cup).

Nel caso in cui la prenotazione non risultasse possibile inserendo il proprio codice fiscale – qualora il soggetto interessato non si fosse registrato come appartenente alla categoria nel momento delle precedenti somministrazioni - Liguria Digitale ha messo a disposizione l’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. a cui rivolgersi per essere abilitati al sistema certificando di essere un operatore sanitario, salvo la necessità di dimostrarlo con apposita documentazione al momento della somministrazione della dose ‘booster’.

Da lunedì prossimo, 18 ottobre, saranno prenotabili attraverso il portale tutti gli ultrafragili over 18, mentre da giovedì 21 ottobre tutti i soggetti di età maggiore e uguale ai 60 anni potranno prenotare la terza dose.

“Nel complesso – aggiunge Toti - a oggi sono 16.494 le prenotazioni per la terza dose: alle 440 dei sanitari non ospedalieri e operatori di interesse sanitario si aggiungono le 14.798 di persone over 80 e le 1.256 di soggetti immuno compromessi. L’incidenza a livello regionale è di 28 casi ogni 100mila abitanti a settimana (la provincia di Savona è a quota 28, quella della Spezia a 21, quella di Imperia a 38 e la Città metropolitana di Genova a 25). Nelle ultime 24 ore sono stati somministrate 5.085 dosi di vaccino, e in totale sono già 8.846 le terze dosi effettuate dall’avvio di queste somministrazioni”.

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip