Skin ADV

Notizie

Il governatore Toti vittima di Scherzi a parte

Super User 17 Ottobre 2019 72 Visite

Anche se ultimamente non gli mancano di certo le interviste, il governatore Giovanni Toti oggi gongolava all’idea di fare una bella chiacchierata con il giornalista del New York Times. In realtà si è trattato di uno scherzo, con il cronista finito in acqua a Portofino.

“È proprio il caso di dire "ci sono cascato!", l'intervista del giornalista del New York Times sulla Liguria in realtà era una trappola di Scherzi a Parte... un applauso alla produzione per il grande lavoro fatto, qualche applauso in meno per i complici! Volete sapere cosa mi hanno combinato? Non perdetevi la prossima stagione di Scherzi a Parte”. Ha raccontato il governatore, dimostrando di aver accettato lo scherzo.

Nessun pullman di Forza Italia da Genova per Roma

Super User 17 Ottobre 2019 60 Visite

La segreteria del coordinamento regionale di Forza Italia ha fatto sapere che, a causa delle avverse previsioni meteo e alle adesioni ricevute ad oggi, il pullman in partenza da Genova per Roma è stato cancellato. A chi andrà alla manifestazione del centrodestra di sabato prossimo con il treno verrà rimborsato il biglietto.
Dal comunicato però non si capisce se a preoccupare gli organizzatori sia più il maltempo o le scarse adesioni. Sembrano invece confermati i pullman in partenza da Chiavari e Rapallo.

Roberto Bagnasco: “Toti smetta di fare polemiche”

Super User 17 Ottobre 2019 133 Visite

“Il dibattito all’interno del nostro partito c’è sempre stato, ma sarebbe di buon gusto che chi è uscito da Forza Italia non entri nelle dinamiche interne che non gli appartengono più, avendo scelto deliberatamente di allontanarsi. Questo lo dico nell’interesse di tutti, al fine di non peggiorare la qualità dei rapporti e soprattutto per poter lavorare insieme, in vista del prossimo appuntamento elettorale ligure, che ci deve vedere uniti, nel riconfermare il governo della Regione al centrodestra. Dico a Toti, pertanto, di non alimentare sterili polemiche perché, questo atteggiamento rischia solo di fare il gioco dei nostri avversari”. Così il deputato di Forza Italia, Roberto Bagnasco commentando le critiche verso FI di Giovanni Toti a SkyTg24.

Il futuro del senatore Sandro Biasotti

Super User 17 Ottobre 2019 333 Visite

Lo aveva già detto all'indomani della nascita di “Cambiamo!”: "Resto in Forza Italia". Così è stato finora e senz'altro continuerà ad essere così anche se a prendere il suo posto di coordinatore regionale sarà Giorgio Mulé.

Il destino dell'imprenditore prestato alla politica da vent'anni pare segnato e a nulla è valso il tentativo estremo di organizzare un pullman di azzurri liguri per la manifestazione del 19 ottobre, cui parteciperà anche Silvio Berlusconi.

Pare che decisiva nella scelta del turnover sia stata non tanto la sua presa di posizione sul nuovo movimento del governatore Toti (che non c'è stata) ma semmai la fuga in avanti della sua delfina Lilli Lauro, che ha voluto bruciare sul tempo tutti i concorrenti della Regione (Cavo in testa), dando vita al primo gruppo dei totiani in Comune a Genova.

Mille leghisti liguri in partenza per Roma

Super User 17 Ottobre 2019 101 Visite

Oltre mille, tra eletti, sostenitori e militanti, partiranno sabato dalla Liguria in direzione piazza San Giovanni, a Roma, per la manifestazione nazionale organizzata dalla Lega, con il segretario federale e senatore Matteo Salvini. Posti esauriti, già da giorni, per il treno speciale da 650 posti con fermate a Genova e Chiavari. Oltre ad auto private, in partenza anche 7 pullman da Genova, Savona e La Spezia. “La risposta della Liguria è stata grande – spiega il segretario Lega Liguria e responsabile nazionale Infrastrutture Lega Edoardo Rixi – segno che la gente, non solo i militanti della Lega, è a fianco di Matteo Salvini, ha apprezzato il lavoro svolto dalla Lega al governo ed è indignata per l’attuale esecutivo giallorosso, nato dagli inciuci di palazzo, in barba alla democrazia e al volere del popolo. Quella di sabato sarà una grande manifestazione: piazza San Giovanni sarà aperta a tutti gli italiani che non vogliono un governo abusivo e delle poltrone, delle tasse, dei no allo sviluppo e alle infrastrutture e dell'invasione”.
A Roma, saranno presenti anche gli onorevoli Flavio Di Muro, Lorenzo Viviani e Sara Foscolo, i senatori Paolo Ripamonti, Stefania Pucciarelli e Francesco Bruzzone, l'europarlamentare Marco Campomenosi, gli assessori regionali Sonia Viale, Andrea Benveduti e Stefano Mai, il presidente del consiglio regionale Alessandro Piana e tutti i consiglieri regionali - Franco Senarega, Paolo Ardenti, Vittorio Mazza e Alessandro Puggioni - oltre ai sindaci e agli eletti liguri del Carroccio.

Mulé presto coordinatore di FI in Liguria

Super User 17 Ottobre 2019 158 Visite

Per l’onorevole Giorgio Mulé si avvicina l’incarico di coordinatore ligure di Forza Italia, attualmente ricoperto dal senatore Sandro Biasotti.
Eletto nel collegio di Imperia, portavoce dei parlamentari azzurri, Mulé avrà il compito di ricompattare il centrodestra in vista delle regionali del prossimo anno.

Il sindaco Bucci ha ricevuto il nuovo prefetto Perrotta

Super User 16 Ottobre 2019 84 Visite

Il nuovo Prefetto di Genova Carmen Perrotta, che prende il posto della dottoressa Fiamma Spena, ha voluto fare visita – nel suo primo giorno in città – alla sede del Comune a Palazzo Tursi.

A riceverla nell'ufficio di Rappresentanza il Sindaco Marco Bucci accompagnato dal direttore generale Antonino Minicuci e dal capo di gabinetto Marco Speciale.

Prima dell'incontro, improntato alla massima cordialità, il Sindaco ha voluto mostrare al nuovo Prefetto le stanze storiche del Palazzo, dove sono conservati l'elenco ufficiale dei Sindaci che lo hanno preceduto, gli affreschi cinquecenteschi del Salone di Rappresentanza, il Gonfalone e l'atto di Resa delle Truppe Tedesche del 24 aprile 1944.

L'incontro si è concluso con la visita al "Cannone", il violino di Nicolò Paganini. 

Nell'assumere le funzioni di Prefetto di Genova, la dottoressa Carmen Perrotta ha espresso "profondo rispetto per la storia e la grande forza della comunità ligure, nella consapevolezza dell'attuale complesso momento che la città e la provincia vivono".

Protocollo di intesa tra Comune e Coni-Liguria

Super User 16 Ottobre 2019 160 Visite

Questa mattina, a palazzo Tursi il Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza del Comune di Genova, Giacomo Guerrera, l'assessore alle Pari Opportunità del Comune di Genova, Giorgio Viale, e il presidente del Coni Liguria, Antonio Micillo, hanno sottoscritto un protocollo per favorire la partecipazione dei minori allo sport in modo inclusivo.

Da sinistra: Anna del Vigo presidente Fipav Liguria, Antonio Micillo presidente Coni Liguria, Giorgio Viale assessore Pari Opportunità del Comune di Genova, Giacomo Guerrera Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza del Comune di Genova, Federico Solimena delegato regionale Federazione Golf, Mario Mascia consigliere comunale.

Innovazione, è iniziata la SMARTcup Academy

Super User 16 Ottobre 2019 76 Visite

È iniziata ieri la SMARTcup Academy, il percorso formativo di full immersion dedicato ai 58 partecipanti alla SMARTcup Liguria, la business plan competition di Regione Liguria. Il percorso durerà fino al 25 ottobre al BIC, l’Incubatore di imprese di Genova, e trasformerà le 58 idee imprenditoriali in veri e propri piani di impresa. "Consideriamo l’Academy, novità di quest’edizione, un grande successo già in partenza, in quanto siamo riusciti a coinvolgere, oltre a FILSE che gestisce l’iniziativa, tutti i rappresentanti del mondo economico, scientifico, istituzionale ed imprenditoriale del territorio, che si sono messi a disposizione per aiutare i nostri giovani talenti ad emergere e diventare degli imprenditori" afferma l’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti.

I quattro vincitori di SMARTCUP Liguria avranno l’opportunità di insediarsi per sei mesi nella rete regionale degli incubatori di impresa di Filse, beneficeranno di iniziative di accompagnamento e supporto alla nascita delle loro impresa e parteciperanno al PNI, il Premio Nazionale dell’Innovazione che si terrà il 28 e 29 novembre a Catania.

Debutto in società per il “fratello” Stefano Costa

Super User 16 Ottobre 2019 138 Visite

Ieri sera, alla Bocciofila Lido, Stefano Costa ha organizzato un incontro pubblico per ascoltare i cittadini sulle problematiche che si vivono quotidianamente nel Municipio Medio Levante.
Per Costa si è trattata della prima uscita pubblica da quando è consigliere comunale di Fratelli d’Italia.

Feng Shui, l’arte dell’arredo a Santa Margherita

Super User 16 Ottobre 2019 105 Visite

Venerdì 25 ottobre, dalle ore 16 alle 19, al Centro Benessere Rapallo Chiavari, situato all’interno del Mediterraneo Emotional Hotel & Spa (via della Vittoria 18, Santa Margherita Ligure), è in programma l’evento a ingresso libero “Arredare con il Feng Shui”, un incontro dedicato all’armonia tra la persona e l’ambiente in compagnia di Barbara Sabrina Borello, architetto specializzato in Feng Shui e qualità dell’ambiente abitativo e lavorativo.

Durante l’appuntamento, verranno svelati tutti i segreti di questa antichissima arte orientale, che aiuta a rendere la casa un ambiente ricco di energia, armonia e positività. Il Feng Shui è un’arte di origine taoista, che progetta la qualità dello spazio, dalla pianificazione urbanistica alla costruzione di centri abitativi, lavorativi e commerciali. Nasce dall’osservazione della Natura e studia la relazione fra Uomo e Ambiente nel Tempo. Attraverso il linguaggio dell’architettura, il Feng Shui permette di organizzare gli spazi creando ambienti autentici e personalizzati nei quali si respirino armonia e vitalità. Bellezza e benessere sono strettamente collegati: un ambiente armonizzato nasce dall’ equilibrio di forme, luci, colori e materiali ed è espressione dell’anima e della natura di chi lo abita.

L’evento si svolge nella suggestiva cornice dell’Hotel Mediterraneo, un palazzo ottocentesco situato nel cuore di Santa Margherita, a pochi passi dal mare e dal promontorio di Portofino, ed è organizzato dal Centro Benessere Rapallo Chiavari di Emanuela Bisaccia, uno spazio che racchiude al suo interno sauna, piscina, bagno turco, percorsi sensoriali e offre ai visitatori diverse tipologie di trattamenti e massaggi, dai più classici ai più innovativi come quello con le conchiglie e con il bambù.

«Nello spazio in cui viviamo vengono riflesse le nostre dinamiche interiori e le nostre tendenze relative agli ambiti relazionali, sociali, lavorativi ed economici – spiega l’architetto Barbara Sabrina Borello –  Quando il nostro territorio è progettato, organizzato e arredato adeguatamente, rimanda al nostro organismo e alla nostra mente informazioni di equilibrio e coerenza con la nostra vita e i nostri progetti. In questo incontro, scopriremo insieme come portare bellezza, armonia e prosperità nella nostra casa o nel luogo di lavoro, migliorando di conseguenza il nostro benessere psicofisico e la qualità della nostra vita». Durante l’evento, i partecipanti potranno presentare una piantina e una foto dell’abitazione, per ricevere alcuni preziosi consigli su come migliorare lo stile e l’arredamento della propria casa.

Mediterraneo Hotel

 

Caos treni, Salvatore replica a Toti e Berrino

Super User 16 Ottobre 2019 105 Visite

"Toti e Berrino. Che dire? Due amministratori che non fanno altro che difendere Trenitalia e Società Autostrade di Benetton nonostante siano indifendibili. Qualsiasi cosa succeda nel trasporto treni, per Berrino è sempre colpa di qualcun altro. Mai di chi prende 90 milioni l’anno più l’incasso dei biglietti, peraltro costosissimi, che oltre a garantire un servizio puntuale ed efficiente dovrebbe degnarsi di dare ai cittadini dei treni in ordine, puliti e funzionanti. I treni non circolano? Vuoi vedere che è colpa dei pendolari che anche oggi volevano andare a lavorare? Che impertinenti questi cittadini che vogliono servizi efficienti!". Così, la capogruppo regionale replicando alla nota stampa diffusa in serata da Toti e Berrino dopo l'incresciosa giornata di disagi.

"A Vesima, secondo le ultime notizie, la colpa del disastro avvenuto è di Società Autostrade, che non ha mai ascoltato nessuno, Rfi compresa, fregandosene dell’eventualità di allagamenti di zone stradali di sua competenza. Che novità. Società Autostrade, altro 'intoccabile' per Giovanni Toti, è un'azienda ormai chiaramente colpevole di atti illeciti alla quale il Governatore vuole dare 54 km di gallerie. Tanto poi se succede qualcosa, sarà colpa degli automobilisti che usano troppo le autostrade... pagando pedaggi d’oro".

"Comunque, Toti e Berrino sanno leggere? Sorge il dubbio... A scanso di ulteriori equivoci, ecco cosa ho scritto nel comunicato di oggi: 'La realtà è che la situazione non è diventata drammatica perché ci sono centinaia di Vigili del fuoco, vigili, volontari della Protezione civile e tutte le altre forze impegnate, che come sempre fanno un lavoro magnifico'. Sì, presidente e assessore competente: so bene a chi va il merito e infatti l'ho scritto a chiare lettere".

"Toti e Berrino, a voi invece dico: basta scarica barile, basta dire che è colpa di qualcun altro. Voi siete al governo della Liguria, anche se sembra incredibile. Voi da anni siete i responsabili della gestione dei momenti di crisi. Ma se governando state sempre a pensare a difendere le multinazionali, a fare incontri con imprenditori generosi con alcune fondazioni o raduni sulle navi da crociera, certamente non potete fare bene il vostro lavoro. A pagare però per questo 'non fare bene' sono i cittadini liguri, che fortunatamente vi faranno scomparire presto, stanchi delle vostre passerelle e parole vuote".

"Per quanto riguarda Trenitalia, ricordiamo che essa ha il dovere, non fosse altro per i 90 milioni di euro l'anno che prende, di far viaggiare ogni giorno i cittadini. Se per cause prevedibili non funzionano i treni, predispongano altri mezzi in misura valida per tutti. Non facciano salire i pendolari su carrozzoni da terzo mondo".

"Ogni tanto, smettete di vivere ai piani alti e guardate la gente comune. Mi spiace per voi, ma io, noi del MoVimento lo abbiamo sempre fatto e lo faremo sempre. Sempre vicino ai cittadini. Voi quando lo farete? Insomma, come dice il vostro capo: 'è finita la pacchia'. È ora che facciate il vostro dovere verso i liguri".

Maltempo, Toti e Berrino rispondono a M5S e PD

Super User 16 Ottobre 2019 82 Visite

"Oggi l’unica cosa che poteva fare l’opposizione era ringraziare gli uomini e le donne della Protezione Civile, i Vigili del Fuoco e tutti coloro che hanno lavorato senza sosta per affrontare l’allerta in Liguria. E invece… La consigliera Salvatore e il consigliere Lunardon hanno perso un’altra buona occasione per tacere ma con la totale assenza di vergogna che li contraddistingue ci hanno attaccato strumentalizzando una situazione di emergenza in Liguria", così il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. "I nuovi improbabili alleati accusano la macchina dell'emergenza di Regione per i disagi legati al trasporto ferroviario, disservizi dovuti esclusivamente alla grande quantità di pioggia che ha colpito la Liguria. Invece di fare tante chiacchiere ricordo a Pd e ai grillini che ormai ci sono loro al governo anche se sembra incredibile. Salvatore e Lunardon chiedessero quindi ai loro ministri investimenti per sistemare e migliolare la linea ferroviaria ligure e di realizzare Terzo Valico, nodo di Genova, raddoppio della linea a Ponente, infrastrutture fondamentali da loro sempre bloccate o rimandate. E di certo in tema di Protezione Civile, che vede la Liguria citata come esempio nazionale da Borrelli, non prendiamo lezioni dal Pd che con la sua sciagurata gestione ha portato solo danni e dolore nella nostra regione, rallentando per anni tutte le grandi opere fondamentali per la sicurezza. A questa formidabile accoppiata chiedere coerenza sarebbe ormai superfluo, chiedere equilibrio inutile, chiediamo almeno un po’ di rispetto per i liguri. Ma capiamo che la mente sia annebbiata dalla brama di potere che li farà alleare anche in Liguria. Si legge infatti su qualche media di contatti tra Burlando e Grillo. Ma davvero la Liguria vuole tornare in mano al Pd e ai Cinque Stelle, il peggio del nostro passato e del ridicolo presente? Il futuro però non ve lo lasceremo perché a deciderlo saranno i liguri", conclude Toti.

“La consigliera Salvatore e il consigliere Lunardon dimostrano ancora una volta scarsa attitudine nel valutare la gravità dei fatti e oggi hanno raggiunto l'apice nel cercare di approfittare di una situazione critica che si è creata in Liguria. Sarebbe senz’altro più opportuno e utile che i due esponenti dell’opposizione si attivassero, attraverso i loro colleghi di partito, per chiedere al loro governo di investire nel Terzo Valico, nel nodo di Genova, nel raddoppio della linea a Ponente e per sistemare definitivamente la rete ferroviaria ligure, una rete internazionale di grande importanza. Al contrario, i consiglieri continuano a nascondere le evidenti responsabilità di questo governo imbarazzante, alimentando polemiche sterili, inutili e basate su accuse completamente false, salvo poi ostacolare la realizzazione di ogni e qualsiasi infrastruttura vitale per il nostro territorio”. Così l'assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino replica ai capigruppo in Regione del M5S Alice Salvatore e del Pd Giovanni Lunardon in merito alle responsabilità di Trenitalia per i disagi verificatisi sulla linea ferroviaria a causa del maltempo.

“Oggi non c'è stato alcun disservizio creato da Trenitalia e riconducibile al contratto di servizio – precisa Berrino - ma la grande quantità di pioggia che ha colpito a macchia di leopardo alcune zone della nostra regione ha reso impraticabile in alcuni punti la rete ferroviaria. Basterebbe vedere le foto delle gallerie e dei sottopassi allagati: Trenitalia nonostante ciò ha cercato di garantire i treni e di sostituirli con gli autobus laddove essi non sono riusciti a partire”. “Il nostro sistema di infrastrutture e trasporti ha necessità di investimenti ma, al netto di ciò che è la rete ferroviaria attuale con le ben note carenze strutturali, oggi ha reagito tempestivamente di fronte alle difficoltà e quindi come Regione rimandiamo al mittente ogni accusa”, conclude Berrino.

Pirondini vs Campanella, la versione del grillino

Super User 15 Ottobre 2019 219 Visite

Dopo aver pubblicato il racconto di Alberto Campanella (FdI), vi proponiamo la versione di Luca Pirondini (M5S) sullo scontro quasi fisico tra i due consiglieri comunali.
“Ma niente, io ho fatto un 54 chiedendo cosa vuole fare la Giunta per far rispettare il regolamento attualmente vigente che regola come vanno tenuti i cani di grossa taglia negli spazi pubblici e nelle aree giochi per bimbi (dove non potrebbero nemmeno entrare). Questo l’ho chiesto anche perché abbiamo ricevuto molte segnalazioni di grossi cani liberi nelle aree riservate ai bambini e poiché l’altro giorno un pitbull ha aggredito e morso una bambina di sei anni. Campanella sulla sua pagina Facebook ha scritto che noi anni chiesto “multe per chi ha un cane” e “ulteriori regole restrittive per i padroni dei cani” cosa che è assolutamente falsa. Ho solo chiesto alla Giunta di fare più controlli perché siano rispettate le regole già esistenti. Stop. Quindi ho chiesto a Campanella, con la massima tranquillità, di rimuovere o modificare il post poiché ha scritto il falso. A quel punto si è messo a gridare che lo stavo aggredendo”. Ha detto Luca Pirondini a Genova3000.

Il post oggetto del contendere

Campanella: “sono stato aggredito da Pirondini”

Super User 15 Ottobre 2019 624 Visite

“Sono ancora agitato perché non mi aspettavo tale attacco da parte di Pirondini e mi è salita la pressione. È venuto minaccioso e mi ha intimato di cancellare il mio post sulla canefobia a 5 stelle. Ha utilizzato frasi ingiuriose e minacciose quasi volesse cercare una rissa. Io ho tenuto la mia calma e sono stato seduto e non sono stato alle provocazioni. L’ho invitato ad allontanarsi ma non desisteva. Il Presidente Piana si è trovato costretto a interrompere i lavori e lo ha fatto calmare. Questa non è democrazia interrompere il regolare svolgimento degli art. 54 che precedono il consiglio comunale. Questa è la forma di democrazia dei 5 stelle”. E’ la versione dei fatti raccontata a Genova3000 dal consigliere comunale Alberto Campanella. Attendiamo la versione di Luca Pirondini.

Il post di Campanella che avrebbe fatto infuriare Pirondini 

Il party totiano in casa Lauro

Super User 15 Ottobre 2019 543 Visite

Circa sessanta invitati - quasi tutte persone politicamente di sostanza: sindaci, vicesindaci, consiglieri comunali e municipali e amministratori della Città Metropolitana - hanno partecipato ieri sera al party totiano che la biconsigliera Lilli Lauro ha organizzato a casa sua.
Presente anche il governatore Giovanni Toti che si è complimentato con la padrona di casa per il successo della serata e per i voti che porterà in "Cambiamo!".
Lauro, regina delle preferenze nel centrodestra, alle ultime comunali genovesi ha raccolto 2500 voti ma per i suoi fedelissimi che l’accompagnano su tutto il territorio alle regionali ne prenderà almeno il doppio, ha dimostrato ancora una volta che ha un grande seguito. Il messaggio è stato lanciato alla concorrenza, anche a quella interna al partito.
Qualcuno infatti ha visto in questo incontro una risposta al party organizzato recentemente da Ilaria Cavo a Palazzo Imperiale.

La cabina di regia di Liguria Popolare

Super User 14 Ottobre 2019 166 Visite

Dopo la nascita di Sanremo Popolare, e l’arrivo del movimento anche nella provincia di Imperia, Liguria Popolare si dota di un coordinamento regionale. Ecco i nomi:

Andrea Costa consigliere regionale e presidente di Liguria Popolare

Gabriele Pisani consigliere regionale e capogruppo di Liguria Popolare in Consiglio regionale

Matteo Marcenaro consigliere comunale a Spotorno (Savona), coordinatore provincia di Savona per Liguria Popolare, già consigliere regionale

Antonio Bissolotti vicepresidente e coordinatore provinciale di Imperia per Liguria Popolare, già assessore comunale a Sanremo (Imperia)

Ubaldo Borchi Coordinatore di Genova Popolare, già candidato alle elezioni europee 2019

 “Prosegue il nostro radicamento sul territorio ligure – spiegano i consiglieri regionali Andrea Costa e Gabriele Pisani – hanno superato il centinaio gli amministratori che hanno scelto di aderire a questa nostra esperienza che ha il pregio di riuscire a coinvolgere sensibilità politiche differenti, però accomunate tutte dall’interesse primario di fare qualcosa di concreto per il territorio e i suoi cittadini”.

Liguria Popolare è ora presente nelle quattro province ligure: “E in ognuna di queste si sta dotando di un coordinamento provinciale – sottolineano -. Quella presentata oggi è di fatto la cabina di regia delle prossime regionali”.

“Cogliamo anche questa occasione per ricordare la nostra proposta di legge elettorale – ribadiscono Costa e Pisani – in cui crediamo molto, per dare ancora maggiore voce alla popolazione”

“Grazie al prezioso apporto di tutti gli amici che sono entrati a far parte del coordinamento regionale, Liguria Popolare continuerà a fare quello che è il suo interesse maggiore: ascoltare la gente e cercare di dare risposte concrete”, concludono.

Il grazie di Carlo Bagnasco alla stampa

Super User 14 Ottobre 2019 288 Visite

Il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco ha voluto ringraziare i giornalisti convocandoli all’Hotel Excelsior per un lunch di lavoro. Come dolce una sorpresa: una torta a tre piani con tutti i loghi delle testate giornalistiche.
“Un ringraziamento alla stampa - ha detto Bagnasco - che segue quotidianamente il nostro territorio, per lo straordinario lavoro di informazione svolto a servizio della collettività soprattutto durante l’emergenza vissuta a Rapallo con la mareggiata del 29 ottobre scorso. La cronaca senza allarmismo, la sensibilità nel dare le notizie e la valorizzazione della ripartenza e della ricostruzione sono state le caratteristiche che hanno contraddistinto tutti i cronisti, sempre presenti sul territorio, che oggi ho desiderato ringraziare personalmente”.

Cavo-Lauro, una domenica a confronto

Super User 14 Ottobre 2019 359 Visite

Ecco come hanno trascorso la giornata di ieri, domenica 13 ottobre, Ilaria Cavo, assessora regionale, e Lilli Lauro, consigliera sia in Regione che in Comune, entrambe colonne portanti del movimento di Giovanni Toti.
Cavo è volata - insieme alla neo assessora comunale Laura Gaggero - a New York per promuovere il Salone Nautico e deporre una corona sotto al monumento di Cristoforo Colombo.
Lauro invece ha fatto un viaggio molto più breve: è andata in Valle Scrivia, a Savignone, a tostare castagne e montare pony.
Il viaggio dell’assessora è stato sicuramente più interessante e costruttivo, ma la gita fuoriporta della biconsigliera è stata per lei molto proficua: ha potuto fare una bella campagna elettorale in vista delle regionali del prossimo anno.
Chi va lontano non prende voti.

Ilaria Cavo con Laura Gaggero sotto la statua di Cristoforo Colombo a New York

La promozione del Salone Nautico

Lilli Lauro tosta energicamente le castagne

Lauro in sella a un pony

Video Grillo, Toti: “i pagliacci nel loro circo”

Super User 13 Ottobre 2019 242 Visite

“Con buona pace e simpatia, perché Grillo è anche molto simpatico, però l’Italia ha bisogno di un po’ di serietà, e pure la Liguria, visto che Grillo è anche un nostro corregionale. Ognuno si allei con chi vuole, ma come si fa a mettere insieme politiche così diverse? Per fortuna il tempo è galantuomo e rimetterà ogni cosa al suo posto: i pagliacci nel loro circo, le persone serie e competenti al Governo e i veri interessi dei cittadini al centro di ogni cosa come stiamo già facendo in Liguria...”. E’ il post su Facebook del governatore Giovanni Toti

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip