Skin ADV

Levante

Recco, un cappotto termico per il palazzo sede del Comune

Super User 07 Luglio 2020 96 Visite

Gli interventi in corso per la riduzione dei consumi energetici nel Palazzo comunale di Recco non riguardano solo gli interni dell'edificio, con la realizzazione di un nuovo impianto illuminotecnico, la relativa sostituzione di tutte le lampade con corpi illuminanti a tecnologia led e la climatizzazione degli uffici. Con l'installazione dei ponteggi, sono infatti partiti anche quei lavori sull'edificio di piazza Nicoloso che prevedono la sostituzione dei serramenti, in modo da avere più luce e meno spifferi, e la posa di un cappotto termico su tutta la casa comunale per evitare dispersioni di calore. "Un intervento importante - dicono il sindaco Carlo Gandolfo e l'assessore ai lavori pubblici Caterina Peragallo - che coniuga risparmi economici, innovazione, efficienza e tutela dell’ambiente. Ha inizio la seconda fase di un progetto che vede rendere efficiente dal punto di vista energetico la casa di tutti i recchesi".

Rapallo, Cianci con i sestieri e la tradizione dei fuochi di luglio

Super User 03 Luglio 2020 1913 Visite

“Ancora poche ore e cominceranno le feste di luglio. Fin da bambino ho sempre aspettato un momento con particolare trepidazione: la sparata del Panegirico e il ramadan, la perfetta unione di tradizione e devozione. Il disegno ideato da Mattia Struzzo e Emanuele Naggi è ormai completato. Un pensiero speciale lo voglio rivolgere a chi ci guarda dall'alto, ai nostri nonni e genitori che negli anni hanno contribuito a custodire e tramandare la gioia di queste giornate.
Viva i Sestieri di Rapallo, viva le feste di luglio!”. Così Domenico Cianci, candidato alle regionali con la lista Toti Presidente.

Rapallo, ripulito il tetto del monastero di Valle Christi

Super User 27 Giugno 2020 133 Visite

In queste ore il tetto del monastero di Valle Christi è stato ripulito dalla ditta di giardinaggio Marco Fenelli grazie all’interessamento di Domenico Cianci, candidato consigliere regionale nella lista civica Toti Presidente.

Il campanile cuspidato, con archetti e trifore nella cella campanaria, si staglia, ancora intatto, sugli archi gotici delle volte crollate e sull’abside e il transetto, unici elementi ancora in piedi: Valle Christi è uno degli scenari più pittoreschi e suggestivi di Rapallo, un posto da scoprire e valorizzare immerso nel verde del Golf; quest’anno è stato candidato dal Fai a luogo del cuore 2020, progetto di sensibilizzazione sul valore del nostro patrimonio che permette ai cittadini di segnalare attraverso un censimento biennale i luoghi da non dimenticare: dopo il censimento il FAI sostiene una selezione di progetti promossi dai territori a favore dei luoghi che hanno raggiunto una soglia minima di voti.

 Votiamo per Valle Christi, basta un clic: fondoambiente.it/luoghi/valle-christi?ldc

Forza Italia inaugura a Rapallo lo Sportello del pensionato

Super User 26 Giugno 2020 145 Visite

Lo Sportello del pensionato: presentato ieri mattina nella sede di Forza Italia - Rapallo, il nuovo servizio per la tutela dei diritti inespressi.

Soddisfare i “diritti inespressi” di chi ha lavorato per una vita intera: questo è l’obiettivo dello “Sportello del pensionato”, presentato questa mattina nella sede di Forza Italia di Rapallo in Via Tubino 24, fortemente voluto e promosso dal candidato consigliere alle prossime elezioni regionali Salvatore Alongi con il sostegno del coordinatore regionale di Forza Italia Carlo Bagnasco.

I diritti inespressi sono quella categoria dei diritti di cui i pensionati non vengono a conoscenza a meno che non ne facciano esplicita richiesta e dei quali la maggior parte si trova completamente all’oscuro.

A gestirlo sarà Benito La Manna, ex direttore del personale di Poste Italiane di Genova e per molti anni sindacalista.

La Manna offrirà a tutti coloro che ne faranno richiesta consigli a titolo completamente gratuito.

Le consulenze offerte verteranno su molteplici materie tra le quali, previdenza e assistenza sociale materie fiscali quali la compilazione del modello 730.

I cittadini più anziani (e non solo) di Rapallo potranno rivolgersi allo sportello previo appuntamento telefonico, contattando La Manna al numero 347 6241949, il servizio sarà fruibile in via Tubino ogni mercoledì e venerdì dalle 10.00 alle 12.00.

Lo sportello prenderà il via nel corso della prossima settimana e si modulerà, anche arricchendosi a seconda delle richieste che perverranno.

“In qualità di coordinatore regionale di Forza Italia sono orgoglioso di supportare le tante iniziative dei candidati alle prossime elezioni regionali - dichiara Carlo Bagnasco - Il dottor La Manna è il professionista perfetto per la buona riuscita di questo ambizioso progetto  pensato come un servizio vero e proprio"

"Il progetto presentato stamani risulta totalmente in linea con i fondamenti del partito, da sempre rivolto al sostegno di chi lavora e di chi ha lavorato per anni - dichiara   Salvatore Alongi - Benito La Manna vanta svariate competenze e lunga esperienza nel settore assistenziale che saranno adatte a creare un punto di riferimento per i pensionati e per tutti coloro che necessiteranno del suo aiuto”.

 

Rifiuti ingombranti, inaugurato a Recco il nuovo centro di raccolta AMIU

Super User 17 Giugno 2020 231 Visite

E' stato inaugurato oggi a Recco il nuovo Centro di Raccolta Amiu in Via della Né (zona Collodari). Il Centro di Raccolta è un'area di circa 1.000 metri quadrati, dove i privati cittadini e le attività possono portare gratuitamente i propri rifiuti: materiali ingombranti, mobili, arredi, piccoli e grandi elettrodomestici e anche rifiuti urbani pericolosi come ad esempio gli olii e le vernici.

Il Centro di Raccolta è presidiato da operatori Amiu incaricati dell'accettazione, della gestione e dell'assistenza. Tutto quanto raccolto è avviato al recupero e riciclo in impianti specializzati e, qualora non sia possibile, smaltito nel pieno rispetto delle normative, dell'ambiente e della salute della comunità.

"Con l'apertura del nuovo Ecocentro si completa un percorso durato da tempo – ha dichiarato Carlo Gandolfo, sindaco di Recco - che consentirà all'Amministrazione di conseguire gli obiettivi prefissati del miglioramento della raccolta differenziata e di intervenire nella riduzione delle tariffe. In questa moderna e attrezzata struttura i cittadini avranno la possibilità di disfarsi gratuitamente di oggetti in disuso e ridurre la cattiva abitudine dell'abbandono indiscriminato dei rifiuti sul territorio".

Nella prima fase di avvio del servizio i giorni d’apertura saranno tre a settimana, con i seguenti orari: martedì e giovedì solo al mattino (orario 9/12); sabato sia al mattino che al pomeriggio (orario 9/12 e 13.30/16.30). Una volta a regime seguirà poi un progressivo aumento dei giorni di apertura, individuando anche una giornata specifica su prenotazione a disposizione esclusiva di attività e imprese (utenze non domestiche).

"L'impegno di Amiu su Recco è importante ed è legato al miglioramento del decoro della città e all'incremento del dato della differenziata - ha sottolineato Tiziana Merlino, direttore generale di Amiu - Già dai primi giorni di partenza del progetto abbiamo attivato un programma personalizzato, finalizzato alla crescita della raccolta differenziata e volto a migliorare l'accoglienza di una località che ha una grande vocazione turistica. Il nostro impegno è stato e sarà massimo, per centrare tutti gli obiettivi prefissati. In questo senso, il Centro di Raccolta si inserisce proprio nel quadro complessivo di orientamento al recupero e riciclo di materiali".

Alcuni esempi di rifiuto ingombrante: mobile, armadio, sedia, tavolo o tavolino, comò o comodino, pensile o scaffale, rete letto, materasso, scarpiera, porta o persiana, asse da stiro, bicicletta, paio di sci, scala, stendibiancheria, passeggino, carrozzina.

Alcuni esempi di elettrodomestici (RAAE - Rifiuti da Apparecchi elettrici ed elettronici): forni a microonde, televisore, computer, monitor, stampante, modem, telefonini, tostapane, asciugacapelli, frullatore, ferro da stiro, robot da cucina, consolle videogiochi, lettori dvd, videoregistratore, telecomando. L’Ecovan+ ritira anche elettrodomestici come frigorifero, lavatrice, lavastoviglie.

Alcuni esempi di rifiuto pericoloso: batteria auto o moto, olio da cucina o per frittura, pile usate di ogni tipo (stilo, torcia, pastiglia), vernici e solventi, pitture, sverniciatori, acidi, diluenti, collanti, stucchi, sigillanti, smacchiatori, lucidanti, antiruggine, farmaci scaduti.

Da questa settimana è inoltre a disposizione della cittadinanza di Recco una linea dedicata, con il nuovo numero telefonico 010 8980.800, per informazioni, segnalazioni, richieste e per prenotare il servizio gratuito di ritiro a domicilio piano strada (carrabile e pubblica) dei rifiuti ingombranti e di sfalci e potature del proprio giardino.

  

Fondi centri estivi, Buccilli (lista Civica) sollecita il Comune di Recco

Super User 06 Giugno 2020 167 Visite

Da Gian Luca Buccilli, capogruppo della lista Civica in Comune a Recco, riceviamo e pubblichiamo.

L'allegato n. 8 del dpcm 17 maggio 2020, recante norme per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid 19, consente la riapertura dei centri estivi a partire dal 15 giugno p.v. e definisce le linee guida per la gestione delle attività socio educative e di quelle ludico ricreative.

I centri estivi dovranno possedere determinate caratteristiche, che a loro volta andranno a generare oneri ulteriori a carico dei soggetti gestori.

Il decreto Rilancio, all'art.105, prevede l'erogazione di 150 milioni di euro a favore dei comuni, a valere sul Fondo per le politiche della famiglia.

Il contributo finanzia anche iniziative in collaborazione con soggetti privati, destinate a bambine/ragazze e bambini/ragazzi di età compresa tra i tre e i quattordici anni, per i mesi da giugno a settembre 2020.

Per essere inclusi nel riparto dei fondi messi a disposizione dal Governo centrale, i comuni sono chiamati a manifestare, entro il 10 giugno p.v., il proprio interesse ad attivare i servizi di cui all'art.105 del decreto Rilancio.

Questa manifestazione di volontà viene raccolta da Anci e inoltrata tramite la Regione al Ministero competente.

Civica ha sollecitato il sindaco a porre in essere gli atti richiesti, da tramettere ad Anci insieme alla scheda di rilevazione, per consentire la partecipazione del Comune di Recco al riparto dei fondi.

Restiamo convinti dell'importanza strategica che i centri estivi rivestono e della necessità che il servizio da loro erogato rispetti non solo le linee guida igienico sanitarie ma anche un elevato standard di qualità.

Crediamo valga la pena di ricordare come a causa dell'emergenza epidemiologica e della conseguente chiusura delle scuole, il Governo abbia messo in campo, attraverso il decreto Cura Italia, diverse misure a sostegno delle famiglie con figli.

Tra queste figurano i congedi parentali straordinari e i bonus baby sitter.

Con il decreto Rilancio, per i beneficiari del bonus baby sitter è stata prevista la possibilità di utilizzare le somme disponibili per l'iscrizione ai centri estivi dei figli di età non superiore a dodici anni; il limite di età viene meno nel caso di soggetti disabili, purché iscritti a scuole di ogni ordine e grado.

Civica ha più volte richiesto al sindaco di organizzare un servizio capace di orientare e facilitare il cittadino nell'accesso alle misure di welfare introdotte dai dpcm Cura Italia, Liquidità e dal decreto Rilancio.

Gian Luca Buccilli
Capogruppo di Civica.

Commercio, Cianci: "Da Rapallo arriva un bel segnale di fiducia"

Super User 02 Giugno 2020 810 Visite

Fiocco rosa nel commercio di Rapallo: in via Betti 3 ha aperto "Il Castello", negozio di Paola Appennini che vende profumatori per ambienti, candele, articoli regalo, prodotti per la pulizia domestica e la cura della persona rigorosamente biologici e alla spina per salvaguardare l'ambiente.

All'inaugurazione erano presenti il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, il presidente del Consiglio comunale Mentore Campodonico, l'assessore al Turismo Elisabetta Lai e il candidato consigliere regionale nella lista Toti Presidente Domenico Cianci.

"In un momento particolarmente difficile per il commercio nazionale, da Rapallo arriva un bel segnale di ripartenza e fiducia nel futuro", ha commentato Mimmo Cianci.

La signora Paola Appennini con il sindaco Carlo Bagnasco, il presidente del consiglio comunale Mentore Campodonico, l'assessore Elisabetta Lai e Mimmo Cianci

Recco, passa ad Amiu la gestione del servizio di igiene urbana

Super User 29 Maggio 2020 283 Visite

Il mese di giugno doveva segnare lo spartiacque tra il vecchio servizio di raccolta dei rifiuti urbani gestito dalla Idealservice e il nuovo affidato al consorzio di imprese formato da Amiu e Idealservice, che si occuperà del Golfo Paradiso. E invece a seguito dei provvedimenti finalizzati al contenimento del Covid19 è stato inevitabile il rinvio a dopo l'estate. Un ritardo dovuto alla necessità che il nuovo gestore, come prima tappa dell'attivazione del nuovo servizio, avrebbe dovuto illustrare le nuove modalità di conferimento dei rifiuti ai cittadini, attraverso incontri e riunioni, con forte rischio di assembramenti. Nel frattempo Amiu - cui Recco farà riferimento - ha dato la propria disponibilità a subentrare, già dal prossimo 1° giugno, nella gestione del servizio di igiene urbana. "L'ufficio ambiente - spiega l'assessore Edvige Fanin - sta affiancando l'Amiu per le verifiche sul territorio, al fine di adottare misure di rafforzamento della situazione attuale in vista del nuovo appalto".

Intanto sono aumentati i controlli con azioni congiunte, coordinate dallo stesso assessore Fanin, dell'ufficio ambiente e della Polizia Locale, per individuare i trasgressori e sanzionarli. "I danni all’ambiente - dicono il sindaco Carlo Gandolfo e l'assessore Fanin - ha anche come prima conseguenza un aumento di costi per tutta la comunità, perché lo scarico abusivo e i comportamenti incivili richiedono poi interventi di rimozione, pulizia, bonifica, oltre a una cattiva qualità della raccolte differenziata".

A seguito dell'emergenza sanitaria da Covid19 si è ulteriormente aggravata anche la presenza di cinghiali, soprattutto a ridosso delle aree frazionali, a causa degli spostamenti limitati delle persone e con il conseguente aumento di razzie nei bidoni dell'umido. L'ufficio ambiente sta provvedendo, in collaborazione con l'ufficio manutenzione, a bloccare i bidoni nelle postazioni più critiche, proprio per arginare il fenomeno della presenza di ungulati. I raid dei cinghiali sono un problema comune a tutto il territorio ligure, da mesi all'attenzione di ANCI, sede in cui attraverso numerosi incontri si è affrontato il tema, con un continuo confronto sulle possibili soluzioni. "Facciamo appello al senso civico dei cittadini sul rispetto delle regole di conferimento - concludono il sindaco Gandolfo e l'assessore Fanin - in quanto la quotidiana presenza di bidoni riversati dai cinghiali con rifiuti di 'umido' sparsi lungo le strade è la dimostrazione che alcuni utenti conferiscono ogni giorno, erroneamente, la frazione organica.  Ed è proprio l'umido che attira i cinghiali a scendere per cercare provviste di cibo".

Sestri Levante, Giuseppe Ianni coordinatore cittadino di Forza Italia

Super User 25 Maggio 2020 627 Visite

E’ Giuseppe Ianni il nuovo coordinatore cittadino di Forza Italia a Sestri Levante. La nomina è stata ufficializzata quest’oggi dal coordinatore provinciale Giorgio Tasso, d’intesa con il coordinatore regionale Carlo Bagnasco. 46 anni, laureato in giurisprudenza, avvocato, Ianni ha collaborato con diverse importanti aziende. E’ stato candidato sindaco di Sestri Levante nel 2008 per la coalizione di centrodestra e consigliere comunale dal 2008 al 2013, rivestendo anche il ruolo di capogruppo. E’ sommelier e delegato FISAR di Tigullio e Cinque Terre, nonché membro del Coordinamento della zona del Nord Ovest.

“La nomina di Giuseppe Ianni è un altro passo in avanti nel percorso di rafforzamento del nostro partito sul territorio”, dichiarano Bagnasco e Tasso. “Siamo certi che, in forza della sua preparazione, della sua passione politica e del suo amore per la città, Ianni saprà contribuire alla crescita di Forza Italia in una realtà importante qual è quella di Sestri Levante”. 

“Ringrazio il coordinatore regionale Carlo Bagnasco e il coordinatore provinciale Giorgio Tasso per la stima dimostrata nei miei confronti e per il ruolo affidatomi”, afferma Ianni. “Sono davvero onorato di essere il nuovo coordinatore cittadino e mi impegnerò da subito affinché il nostro movimento politico possa essere un punto di riferimento importante a Sestri Levante. Sento un rinnovato entusiasmo per Forza Italia; un entusiasmo che, unito a competenza e serietà, ci consentirà di essere protagonisti per il futuro della nostra bellissima città. Voglio anche ringraziare i parlamentari del nostro territorio, Roberto Bagnasco e Roberto Cassinelli, il consigliere regionale capogruppo Claudio Muzio e il portavoce regionale del partito, Gianteo Bordero, per la fiducia accordatami”.

“Ho conosciuto Giuseppe Ianni in occasione delle elezioni comunali di Sestri Levante nel 2008”, dichiara Muzio. “In una situazione non facile, Giuseppe riuscì ad ottenere un risultato lusinghiero, che consentì all’allora Popolo della Libertà di portare in Consiglio 4 rappresentanti. La nomina odierna è dunque la prosecuzione di un percorso comune. Sono convinto che Ianni, con la collaborazione e il sostegno degli iscritti e militanti di Forza Italia di Sestri Levante, potrà rafforzare e far crescere la presenza del partito nella Bimare. A lui i migliori auspici di buon lavoro”, conclude il capogruppo di Forza Italia in Regione.  

FI, Alessandro Mazzarello nuovo coordinatore di Rapallo

Super User 23 Maggio 2020 360 Visite

Il coordinatore provinciale di Forza Italia Giorgio Tasso, d’intesa con il coordinatore regionale Carlo Bagnasco, ha nominato Alessandro Mazzarello nuovo coordinatore cittadino di Rapallo. Mazzarello ha 41 anni ed è responsabile produzione di un’azienda di Carasco specializzata in ponti radio a microonde. E’ stato consigliere comunale di maggioranza a Rapallo dal 2017 al 2019. Molto attivo nell’organizzazione di eventi nella sua frazione di Sant’Andrea di Foggia, da più di 30 anni è un “cristezante”, coltivando in diverse confraternite la passione del portatore di “Cristi” ereditata dal padre. Mazzarello raccoglie le redini della guida del partito da Giorgio Tasso, che dal 21 febbraio ricopre l’incarico di coordinatore provinciale.

“Quella di Alessandro Mazzarello come nuovo coordinatore cittadino di Rapallo – dichiarano Bagnasco e Tasso – è una scelta condivisa dalla base: Alessandro gode infatti della stima e della fiducia dei militanti e degli iscritti di Forza Italia nella nostra città. Abbiamo avuto modo di conoscerlo meglio in Consiglio Comunale nella seconda parte del precedente mandato e ne abbiamo apprezzato l’equilibrio e la visione politica e amministrativa. Successivamente – proseguono il coordinatore regionale e il coordinatore provinciale - Mazzarello si è candidato nella lista di Forza Italia alle elezioni comunali del 2019: ci ha messo la faccia in un momento non facile per il nostro partito e, pur non eletto in Consiglio, ha ottenuto un risultato più che lusinghiero, che dimostra la stima che i cittadini nutrono nei suoi confronti. Verificata la sua disponibilità, abbiamo perciò deciso di procedere con la nomina”.

“Ringrazio Carlo Bagnasco e Giorgio Tasso per questa nomina, così come tutti gli amici di Forza Italia a Rapallo, un gruppo forte e coeso di cui mi onoro di essere coordinatore”, afferma Mazzarello. “Mi metto a disposizione per continuare il grandissimo lavoro svolto da tutto il coordinamento, dai militanti, dagli iscritti, da una realtà di persone di cui il partito è fiero e orgoglioso. Voglio inoltre ringraziare i parlamentari del nostro territorio, Roberto Bagnasco e Roberto Cassinelli, e il nostro consigliere regionale capogruppo Claudio Muzio”, conclude il nuovo coordinatore cittadino di Rapallo. 

Domenico Cianci: “No ad un nuovo supermercato a Recco”

Super User 22 Maggio 2020 1111 Visite

"Giù le mani dai commercianti locali. Non servono altri supermercati nazionali; in questa grave crisi dobbiamo difendere i nostri negozi". Interviene così Domenico Cianci, candidato alle elezioni regionali della lista Toti Presidente, sulla possibile realizzazione di un nuovo supermercato all'uscita del casello autostradale di Recco.

"In questo periodo - prosegue Cianci -, dopo mesi di chiusura e con l'incertezza causata dalla pandemia di Covid-19, non servono grandi supermercati gestiti da gruppi nazionali ma maggior sostegno e attenzione alle piccole/medie realtà locali. Sarebbe un ulteriore colpo per il commercio locale. Ciò vale per Recco, come per tutto il Golfo Paradiso e il Golfo del Tigullio senza".

"In questi giorni si sta affrontando il tema dell'apertura di un nuovo supermercato proprio nel Comune di Recco, all'uscita del casello autostradale. Una posizione che calamiterà anche quei clienti che magari escono al casello di Recco ma hanno casa a Camogli, Pieve, Sori, Bogliasco senza dimenticare Avegno ed Uscio.

Si tratta di una situazione che metterebbe a rischio la tenuta economica dei piccoli negozi di prossimità. Parliamo di arrecare danno ad attività storiche, mettendo a rischio lavoro e famiglie. Se questa è la scelta dell'amministrazione cittadina, la trovo assurda e inaccettabile.

Personalmente mi batterò sempre dalla parte dei negozianti. Serve una vera e propria mobilitazione. E, se sarà necessario, anche la scelta di difendersi in sedi legali, magari con una class action".

Ricostruzione porto Riva, Cianci: “Preoccupato per la balneazione”

Super User 21 Maggio 2020 1296 Visite

“La ricostruzione, il rinforzo e l’adeguamento del porto turistico Carlo Riva rappresentano un'ottima notizia, un ulteriore messaggio positivo e di speranza dopo la ripartenza di questi giorni e sono sicuro che i lavori verranno eseguiti nel pieno rispetto delle autorizzazioni e prescrizioni”. A dirlo è Mimmo Cianci, candidato alle regionali liguri con lista del presidente Toti.

Per Cianci “il porto, pesantemente danneggiato dalla mareggiata del 2018, è una delle tante eccellenze che può vantare Rapallo, così come lo sono il Circolo Golf e Villa Azzurra nei rispettivi settori, sportivo e sanitario. Lo scalo ha importanti ricadute economiche, occupazionali e turistiche per l'intera Regione, di cui mi risulta che l'impatto economico sul territorio viene stimato da l'UCINA in circa 14.000.000,00 di euro, saprà rialzarsi anche questa volta più forte di prima come già ha fatto anche nella mareggiata del 2000. I lavori di messa in sicurezza, il cui inizio è programmato per questo giugno e quindi in concomitanza con la stagione estiva, dovranno essere realizzati con la garanzia che non influiscano in alcun modo sulla balneazione. E mi riferisco sia all'aspetto visivo (l'intervento potrebbe provocare un intorbidimento delle acque) sia a quello ancora più importante della qualità delle acque”.

“Alla luce del complicato momento che stiamo provando a lasciarci alle spalle, Rapallo non può assumersi il minimo rischio di un eventuale, temporaneo, divieto di balneazione che avrebbe ripercussioni pesantissime sul turismo e, di conseguenza, sull'immagine della città”, conclude Cianci.

Rapallo, Fincantieri ricostruirà il porto Carlo Riva

Super User 19 Maggio 2020 278 Visite

Questa mattina Fincantieri Infrastructure, società controllata del noto gruppo Fincantieri, attraverso un comunicato stampa ha reso nota la sottoscrizione di un contratto per la ricostruzione, il rinforzo e l’adeguamento del porto Carlo Riva.

Il porto verrà ricostruito secondo standard ingegneristici di massima qualità e livelli di sicurezza molto elevati, fondamentali per rispondere adeguatamente a fenomeni meteo marini di pari portata rispetto a quelli avvenuti nell’ottobre del 2018.

I lavori verranno avviati nel prossimo mese di giugno e avranno una durata di circa 15 mesi e nel giugno del 2021 sono previsti il completamento della diga foranea e del muro paraonde.

“Questa mattina ho appreso con soddisfazione la sottoscrizione di questo importante accordo tra la società del porto turistico Carlo Riva e Fincantieri, uno dei più importanti complessi cantieristici al mondo - dichiara il sindaco Carlo Bagnasco - sono sicuro che la realizzazione di quest’opera sarà fondamentale non solo per un rilancio turistico della città ma anche per la messa in sicurezza di tutto il territorio”.

Cinghiali urbani, il Comune di Recco blocca i bidoni dei rifiuti

Super User 18 Maggio 2020 249 Visite

Il fenomeno è diventato anche più frequente durante il periodo dell'emergenza coronavirus a causa della minore presenza umana: i cinghiali che si spingono indisturbati, spesso con i cuccioli, alla ricerca di cibo tra i bidoni dei rifiuti. Sono sempre di più i residenti, soprattutto nelle aree frazionali, che chiedono al sindaco Carlo Gandolfo di intervenire per ripristinare ordine e pulizia lungo le strade, per ridurre i rischi legati alla presenza degli ungulati sul territorio cittadino. Così per impedire che i cassonetti dell'umido siano svuotati da continui raid dei cinghiali, il primo cittadino di Recco e l'assessore all'ambiente Edvige Fanin sono corsi ai ripari con un semplice ma efficace rimedio: l'utilizzo di staffe di metallo per bloccare i bidoni che gli animali, in cerca di cibo, abbattono. Con l'intervento dell'assessorato alla manutenzione, guidato da Caterina Peragallo, in alcune zone della città i contenitori sono stati già agganciati in maniera veloce e salda ai guard-rail. "Il problema della presenza di cinghiali nell'area urbana - spiegano il sindaco Carlo Gandolfo e l'assessore all'ambiente Edvige Fanin - è diventata una criticità ambientale e di sicurezza che stiamo affrontando con tenacia. Ricordiamo ai cittadini di non abbandonare i rifiuti al suolo. Inoltre, in questo momento ci sono altre priorità ma pensiamo sia opportuno, appena passata questa emergenza, ci si sieda attorno a un tavolo con la Regione Liguria e con tutte le parti coinvolte e si prenda una decisione per risolvere definitivamente la questione".

Cianci: “Il Comune di Rapallo aiuti i commercianti a pagare l’affitto”

Super User 15 Maggio 2020 1517 Visite

Mimmo Cianci, candidato consigliere regionale in appoggio al presidente Giovanni Toti, chiede al Comune di Rapallo di stanziare un contributo a fondo perduto per aiutare i commercianti a pagare gli affitti da inizio pandemia sino a nuova apertura.
“Analoga iniziativa - dice Cianci - è stata approvata alcuni giorni fa dal Comune di Recco. Penso che anche la nostra città possa tendere una mano ai commercianti che stanno attraversando un momento difficilissimo con mancati introiti e un orizzonte ancora troppo nebuloso. Nei giorni scorsi la giunta rapallese ha approvato il bilancio consuntivo 2019 con un attivo di circa dieci milioni di euro di cui oltre due milioni utilizzabili una volta che sarà approvato dal consiglio comunale. Ecco, ritengo che una grossa fetta di questa cifra possa essere indirizzata proprio ai negozi che sono stati costretti a chiudere ma hanno comunque pagato l’affitto o lo dovranno pagare malgrado oggettive difficoltà economiche”.
“Il canone di locazione - conclude Cianci - rappresenta molto spesso una delle voci di uscita che incidono maggiormente nel bilancio delle nostre botteghe. Che, non dobbiamo dimenticarlo, sono una risorsa economica, occupazionale e un presidio sociale indispensabile nel tessuto urbano cittadino. Per i piccoli negozi si tratta della crisi peggiore della storia repubblicana: può essere arginata e superata solamente con scelte coraggiose e aiuti concreti, a fondo perduto. L’indebitamento prospettato dal Governo non può essere l’unica soluzione”.

Rapallo, Cianci: “Spazi esterni anche per i locali che non sono sul lungomare”

Super User 14 Maggio 2020 1458 Visite

Ho letto con piacere la brillante idea del Comune di Rapallo di organizzare nelle serate estive un Red Carpet permanente sul lungomare e nel centro storico: un aiuto concreto a ristoranti, bar e gelaterie che, penalizzati dalle direttive anti Covid-19, potranno posizionare qualche tavolo in più fuori dai propri locali.

Il Red Carpet ha dimostrato di essere una formula vincente, apprezzata da turisti e residenti, già a partire dal 2011, anno in cui il sindaco Mentore Campodonico e l'assessore al turismo Elisabetta Lai ne organizzarono la prima edizione con il supporto di tanti esercenti della città. Bene ha fatto l'attuale sindaco, Carlo Bagnasco, a mantenerlo tra gli eventi dell'estate e a proporne uno continuo in questa stagione che, purtroppo, si preannuncia di grande sacrificio per i nostri concittadini e imprenditori.

Mi permetto, con spirito costruttivo, di suggerire analoga iniziativa per tutti quei locali che non sono sul lungomare ma dislocati in altre zone della città, da San Michele a Sant'Anna, senza dimenticare le frazioni. Anche per loro è doveroso individuare degli spazi, limitrofi alle loro attività, per consentire il collocamento di tavoli aggiuntivi e frenare così l'emorragia di posti causata dalle restrizioni del Governo. Bisognerà sfruttare, dove possibile, tutte le aree pedonali: in questa lunga fase di emergenza la forma deve lasciare spazio alla sostanza. Rapallo potrà così diventare un grande e diffuso ristorante sotto le stelle.

Un ragionamento, infine, lo merita la viabilità. La chiusura del lungomare provocherà certamente ripercussioni sul traffico cittadino. Al bravissimo Comandante Fabio Lanata il compito di trovare, insieme al suo ufficio, misure alternative per evitare di congestionare il traffico lungo arterie come piazza Cavour che speriamo restino il centro del buon vivere estivo di Rapallo.

Mimmo Cianci

Il Comune di Recco pagherà un mese di affitto ai commercianti

Super User 11 Maggio 2020 1250 Visite

Il Comune di Recco per sostenere il tessuto imprenditoriale del territorio renderà presto disponibile on line l'avviso pubblico per la concessione di contributi straordinari per il pagamento di una mensilità del canone di locazione. I pubblici esercizi e le imprese dei settori turistico-ricettivo, commercio, artigianato, della somministrazione al pubblico (bar ristoranti) e dei servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti) possono presentate domanda al Comune di Recco per ottenere l’erogazione "del contributo per il sostegno al pagamento di una mensilità del canone di locazione, al fine di maggiorare l’intensità contributiva rispetto ai corrispondenti interventi previsti a livello statale con il decreto 18/2020 “Cura Italia”, art. 65, relativo al credito d’imposta per botteghe e negozi, nonché eventuali successivi interventi disposti a livello nazionale" si legge nel bando di concorso.  Il contributo potrà raggiungere al massimo l'importo di una mensilità di affitto, come indicato nel contratto di locazione. Qualora le risorse non siano sufficienti a tutte le richieste "il Comune procederà alla ripartizione delle risorse disponibili tra i vari beneficiari, assegnando a tutti i richiedenti un contributo proporzionalmente ridotto".

"E' un intervento importante, realizzato con risorse comunali, messo a punto dalla mia giunta - ha detto il sindaco Carlo Gandolfo - per venire incontro alle esigenze del comparto commerciale. Intendo dare risposte e sostegno a tutte quelle attività che hanno maggiormente sofferto il lockdown causato dal coronavirus. L'intervento è realizzato con fondi comunali per sopperire all'attuale mancanza di interventi da parte dello Stato, per dare una boccata d'ossigeno al settore economico della città che sta pagando un duro prezzo alla chiusura dovuta all'emergenza covid-19".

La domanda di contributo dovrà essere presentata utilizzando l'apposito modello fornito dal Comune, scaricabile dal sito, dove sono riportati tutti i requisiti e produrre la seguente documentazione: copia contratto di affitto del locale, regolarmente registrato, dal quale risulti la destinazione dell'immobile locato; iscrizione alla Camera di Commercio e specificazione dell’attività svolta; dichiarazione del proprietario dei locali, munita di fotocopia C.I. dello stesso, con la quale dichiara di non aver rinunciato in via definitiva alla richiesta del pagamento del canone di locazione per una o più mensilità.

Rapallo riparte con una grande isola pedonale

Super User 07 Maggio 2020 562 Visite

Dopo il lockdown, Rapallo riparte con una grande isola pedonale in estate sul lungomare. Lo hanno annunciato questa mattina il sindaco Carlo Bagnasco e il presidente del consiglio comunale Mentore Campodonico.

«In questi giorni, assieme ad assessori e consiglieri comunali, stiamo dando ascolto alle categorie e concordiamo sul fatto di dover dare risposte concrete, serie - spiega Bagnasco - Una di queste è rendere pedonale il centro cittadino, dando la possibilità agli esercizi commerciali di usufruire di maggiori spazi all’esterno, in ottemperanza alle disposizioni per il contenimento della diffusione da Covid-19, ma anche alle famiglie di passeggiare in sicurezza. Il “rosso” del lungomare, dove potranno essere collocati i tavolini di bar e ristoranti, diventerà quindi un “red carpet” perenne».

A delineare fattivamente la proposta sarà una Commissione tecnica, sulla scorta delle indicazioni che giungeranno dal Governo centrale e dalla Regione Liguria per garantire le distanze di sicurezza richieste.

«Questo ci darà la possibilità, la sera, di usufruire di una grande isola pedonale naturale e far apprezzare il bellissimo scenario della passeggiata a mare, che ci invidia tutto il mondo - sottolinea il presidente Campodonico - E’ un forte incentivo per rendere più attraente e appetibile la nostra Rapallo, mantenendo tutte le necessarie misure di sicurezza».

I ristoratori del Tigullio riaccendono insegne e speranza

Super User 29 Aprile 2020 832 Visite

Ha riscontrato una compatta adesione la manifestazione organizzata ieri sera a Santa Margherita, Portofino e Rapallo dai titolari di bar e ristoranti, fortemente preoccupati per il futuro delle loro attività.
I gestori hanno acceso luci e insegne dei loro locali per dare un primo segnale di speranza e di partecipazione alle molte persone che, direttamente e indirettamente, lavorano in questo comparto, oggi fortemente in crisi a causa dall’emergenza sanitaria.
“Questo è solo un primo piccolo passo in attesa di una manifestazione a carattere nazionale che rivendichi le legittime aspettative, economiche e gestionali, di tutti i commercianti in un momento difficilissimo per il nostro bellissimo territorio e per l'Italia”, ha detto il noto ristoratore Augusto Sartori.

E’ nato Shopinriviera.it, il portale e-commerce del Tigullio

Super User 18 Aprile 2020 805 Visite

Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino fanno squadra per fronteggiare la crisi del commercio causata dal coronavirus. Questa volta ad unire le tre perle del Tigullio non è un tappeto rosso, come è avvenuto nella Primavera del 2017, ma un portale e-commerce che permetterà ad oltre cento operatori dei tre comuni di poter vendere i propri prodotti e servizi.
Shopinriviera.it è stato presentato in una diretta Facebook dal sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco.

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip