Skin ADV

Levante

Rapallo, il sindaco Bagnasco: “Voglio portare a termine il mio mandato”

Super User 01 Luglio 2022 134 Visite

Intervistato da Vittorio Sirianni per Genova3000 (video), il sindaco forzista (è coordinatore ligure del partito di Berlusconi) Carlo Bagnasco ha detto che vuole restare alla guida di Rapallo fino al 2024: “Se non cambia il mondo, ma sarà difficile, vorrei terminare il mandato con la mia squadra”.

Smentite pertanto le voci che lo davano dimissionario per poter affrontare da ‘libero’ cittadino le politiche del prossimo anno. Nessun avvicendamento con il papà Roberto, che siede da quattro anni su uno degli scranni riservati a Forza Italia alla Camera dei Deputati, è al momento previsto: l’incertezza che domina l’attuale scenario politico evidentemente invita alla prudenza.

Nell’intervista, Bagnasco ha illustrato le tante cose fatte, e quelle da ultimare, dalla sua amministrazione. Ma di un’opera va particolarmente fiero: il nuovo porticciolo turistico.

“Sarà il più importante del Mediterraneo”, assicura.

IL VIDEO

 

Turismo, presentato il nuovo portale HelloRapallo

Super User 30 Giugno 2022 77 Visite

HelloRapallo.it è molto più di un semplice sito, si tratta di una piattaforma che racchiude in sé le diverse anime della città, quella turistica e delle tradizioni, degli eventi, gastronomica, dei servizi, commerciale e ricettiva. Un portale che prende vita grazie alla partecipazione di tutte le realtà cittadine, pubbliche e private, che contribuiscono attivamente nel renderlo unico e realmente innovativo.

Cosa vedere, dove alloggiare, cosa mangiare e la mia Rapallo, sono solo alcune delle aree tematiche che si possono trovare all’interno del sito che in maniera intelligente si evolve riconoscendo le preferenze di chi lo visita. 

Grande risalto è inoltre dato a tutte le attività che si possono fare a Rapallo nel corso dell’anno, dalle camminate, all’esplorazione dei nostri fondali senza dimenticare i luoghi di interesse e gli eventi che hanno grande risalto nella parte principale, dinamica e intuitiva.

“Questo è solamente un primo passo verso la Rapallo del futuro che integra e diventa mezzo per comunicare ancor di più tutte le grandi, storiche e coraggiose opere che stanno migliorando la Città - dichiara il sindaco Carlo Bagnasco - la piattaforma rappresenta la vetrina dove chiunque stia contribuendo allo sviluppo del territorio potrà trovare uno spazio ideale in costante aggiornamento. Ringrazio tutta la squadra comunale che ha messo a punto questo progetto frutto del lavoro di tante persone, coordinate dall’assessore al turismo Elisabetta Lai dal comunicatore Marco Pogliani e da Andrea Chiantore che ne ha curato gli aspetti tecnici”.

“Sono soddisfatta che un obiettivo a cui ambivamo da tempo sia stato raggiunto grazie alla sinergia di tante realtà pubbliche, private e associazionistiche - prosegue l’assessore Elisabetta Lai - un prodotto che già nella sua veste grafica risulta particolarmente riuscito e che verrà quotidianamente alimentato grazie alla collaborazione tra tessuto imprenditoriale cittadino e uffici comunali, in particolar modo dall’ufficio turismo diretto dalla Dott.ssa Anna Drovandi e dal funzionario responsabile Cristina Gardella e da tutta la squadra. Un altro aspetto molto importante riguarda gli eventi, ben calendarizzati e facilmente consultabili da chiunque. Rimarrà parallelamente anche una versione mensile cartacea del volantino degli eventi estivi, sempre tanto apprezzato da concittadini e ospiti”.

A introdurre la presentazione di questa mattina, il presidente del consiglio Mentore Campodonico. Presenti l’assessore ai lavori pubblici Filippo Lasinio, il consigliere Elisabetta Ricci, rappresentanti dell’imprenditoria e dell’associazionismo locale.

Le attività che disiderano essere aggiunte o chiunque desideri condividere informazioni su iniziative ed eventi può contattare l'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

LE INTERVISTE DI VITTORIO SIRIANNI AL COMUNICATORE MARCO POGLIANI E ALL'ASSESSORE ELISABETTA LAI

Il sindaco e l'assessore Elisabetta Lai

A Bogliasco in arrivo Boem: il 2 e 3 luglio spiaggia e molo si trasformeranno in palchi sul mare

Super User 28 Giugno 2022 168 Visite

Sabato 2 e domenica 3 luglio, a Bogliasco si svolge la prima edizione di BOEM, Bogliasco Estate Musica, un festival con musica originale sul mare a ingresso gratuito, tra il molo e la spiaggia e gli scorci del paese che si trasformano in location per concerti. Sempre sul mare, ci saranno diversi punti ristoro per poter mangiare e bere, oltre alle prove gratuite di sup e kayak. Gli orari per le due giornate sono dalle 19:00 a mezzanotte.

L'obiettivo è quello di poter godere e vivere la musica come un piacere, in un luogo magico, pensato per i giovani e non solo. Un festival "boutique" che si distingue per intimità e senso di comunità.

Due i palchi: il palco principale si troverà sul molo Sbolgi, il secondo palco sulla spiaggia 

Il programma musicale: 

Sabato 2 luglio - Palco principale: Mille Punti, Cuomo Ulloa, Le Feste Antonacci; Palco sulla spiaggia: Losi, Boccanegra.

Domenica 3 luglio - Palco principale: Ginevra Nervi, Planet Opal, Lowtopic; Palco sulla spiaggia: Alberto Ansaldo Dj Set, Huidobro.

A Chiavari vince la continuità: Federico Messuti è il sindaco del dopo Di Capua

Super User 27 Giugno 2022 120 Visite

A Chiavari ha vinto la continuità: è Federico Messuti il nuovo sindaco della città.

Sostenuto dalle liste civiche Maestrale, Avanti Chiavari - Di Capua, Giovani per Chiavari e Partecip@ttiva, il delfino dell’ex sindaco Marco Di Capua, scomparso prematuramente nell’estate scorsa, ha stravinto il ballottaggio contro lo sfidante Mirko Bettoli, appoggiato da Pd, Sinistra per Chiavari e Al centro Chiavari, per 62,34% a 37,66%.

Molto bassa l’affluenza alle urne: solo il 34% degli aventi diritto è andato a votare.

Ballottaggio a Chiavari, Fratelli d’Italia agli elettori: “Noi mai con il PD”

Super User 24 Giugno 2022 135 Visite

“Siamo coerenti e siamo l’alternativa alla sinistra. Lo siamo a Roma, lo siamo in Regione Liguria, lo siamo a Genova e lo siamo anche a Chiavari e lo ribadiamo nuovamente e facciamo chiarezza sulla nostra posizione a Chiavari come ovunque in Italia: mai con il PD. La sinistra e il Pd rappresentano tanto nei comuni quanto a livello nazionale il peggior governo possibile. Per questo chiediamo a chi ci ha dato il voto al primo turno di scegliere l’unica alternativa possibile a loro nel turno di ballottaggio. Anche a Chiavari”. Così intervengono e specificano la posizione del partito di Giorgia Meloni a Chiavari il coordinatore regionale Matteo Rosso all’unisono con quello provinciale Stefano Balleari. 

“Il voto è un diritto/dovere e va esercitato. Oggi ai nostri elettori chiediamo il voto per essere il baluardo contro il PD che è al governo nazionale infischiandosene di quanto gli italiani hanno con il loro voto nel 2018. Fratelli d’Italia è coerente con quanto detto da sempre: mai con il PD e chiediamo ai nostri elettori di farsi portavoce, attraverso il loro voto, di questa volontà: diamo il primo avviso di sfratto alla sinistra dal governo”, concludono i meloniani.

Rapallo, il Circolo Territoriale Fratelli d’Italia in piazza Cavour per la campagna adesioni

Super User 23 Giugno 2022 331 Visite

Continua la campagna adesioni 2022 di Fratelli d’Italia. Domenica prossima, 26 giugno, dalle 10:00 alle 13:00, sarà allestito un banchetto a Rapallo in Piazza Cavour per raccogliere le adesioni di

coloro che vorranno esprimere il proprio sostegno alla linea politica di Giorgia Meloni.

“Riprende l’attività in piazza del Circolo Territoriale Fratelli d’Italia di Rapallo con la prima di una serie di iniziative che ci vedranno impegnati nel corso delle prossime settimane - afferma Monica Debè, presidente del circolo -. Sarà come sempre una gradita occasione per il direttivo del circolo per incontrare i tanti amici e sostenitori che già ci conoscono e dare il benvenuto ai nuovi iscritti”.

Sanità nel Tigullio, Toti: “In arrivo 30 milioni di euro per garantire risposte più efficaci”

Super User 17 Giugno 2022 161 Visite

“Sono mesi di programmazione importante e saranno anni di investimenti altrettanto importante sulla sanità, basti pensare che nella sola Asl4, grazie al Pnrr ma non solo, arriveranno risorse per oltre 30 milioni di euro destinate all’acquisto di nuovi macchinari, all’ammodernamento delle strutture, agli interventi di adeguamento antisismico, alla digitalizzazione del Dea di Lavagna a cui si aggiungerà la realizzazione della rete territoriale della Case di Comunità, degli Ospedali di Comunità e delle Centrali Operative Territoriali, ovvero quel progetto di riqualificazione della sanità territoriale che dovrebbe da un lato garantire una risposta molto più efficace ed efficiente ai bisogni di salute dei cittadini e, dall’altro, proteggere i nostri ospedali dagli accessi impropri in particolare nei pronto soccorso. Ci sono poi tutti i progetti di collaborazione tra le diverse aziende del territorio, per condividere le nostre eccellenze: penso, ad esempio, all’ortopedia protesica dell’Ospedale Galliera che sta già operando nel presidio di Rapallo, o al progetto del ‘Gaslini Liguria’ che partirà tra poche settimane”. Così il presidente Giovanni Toti, oggi in visita all’ospedale di Lavagna e alle altre strutture della Asl4 per fare il punto sui progetti in corso e futuri, anche in relazione ai finanziamenti del PNRR.

“Queste visite che abbiamo già fatto a Genova e alla Spezia, che oggi facciamo in Asl4 e che faremo anche nel savonese e nell’imperiese nelle prossime settimane, servono a condividere non solo con Alisa, che ci accompagna con il Dipartimento regionale e la nostra Struttura di missione per la sanità ma anche - prosegue il presidente di Regione Liguria - con tutti i principali attori del sistema sanitario il disegno che vorrei fosse chiaro e condiviso da tutti perché poi ognuno deve partecipare e renderlo operativo. Parliamo molto di investimenti ma non dobbiamo mai dimenticare che il primo investimento è sulle persone”.

In particolare, in Asl4, verranno realizzate tre Case di Comunità presso l’ospedale di Rapallo, l’ospedale di Sestri Levante e il polo distrettuale di Chiavari, due Ospedali di Comunità nei presidi di Rapallo e Sestri Levante, e due Centrali Operative Territoriali presso gli ospedali di Sestri Levante e presso il Polo distrettuale di Chiavari. Arriveranno inoltre, sempre attraverso il Pnrr, 12 milioni di euro per interventi di adeguamento antisismico (7,8 milioni di euro), ammodernamento delle apparecchiature (1,7 milioni di euro) e digitalizzazione del Dea di Lavagna (2,6 milioni di euro). A queste risorse si aggiungono oltre 15 milioni di euro di fondi ex articolo 20 della legge finanziaria del 1988 per l’edilizia sanitaria e per nuove apparecchiature.

A fare il punto sulla trasformazione che riguarderà anche il Tigullio grazie alle risorse del Pnrr è Filippo Ansaldi, direttore generale di Alisa: “Finalmente abbiamo uno strumento efficace per trasformare il nostro sistema sanitario in modo da poter dare le risposte più efficaci, efficienti e appropriate al cittadino, laddove ne ha più bisogno. Siamo di fronte ad una vera rivoluzione: il distretto sociosanitario diventerà il centro della risposta al cittadino, con un unico punto di accesso per la presa in carico dei bisogni sociali, sociosanitari e sanitari mentre l’ospedale diventerà il punto di riferimento per la risposta sanitaria al paziente acuto. In questo modo il sistema garantirà una risposta il più vicino possibile e nel modo più appropriato ai bisogni di salute della popolazione. Sono nuovi gli strumenti: la rete di prossimità, con gli ospedali di comunità, le case di comunità e le centrali operative territoriali, quale luogo di interconnessione tra i professionisti, indicano un nuovo modello di presa in carico della cittadinanza. È una grande occasione che non possiamo mancare”.

Il direttore generale della Asl4 Paolo Petralia evidenzia come “dal punto di vista funzionale, Asl4 avrà un unico ospedale, articolato su più sedi per tutto il Tigullio: la sede di Sestri Levante e la sede di Rapallo, votate alla medicina del territorio e alla specialistica riabilitativa il primo e protesica il secondo, e la sede di Lavagna, Dea di I livello, dove abbiamo le alte intensità di cura, il blocco operatorio e il pronto soccorso, che in vista della stagione estiva con l’aumento delle presenze anche turistiche, si allarga in maniera immediata e transitoria per garantire 9 posti letto di osservazione in più, dove poter contenere e gestire le dinamiche legate al maggior afflusso di pazienti durante i mesi estivi. Da questo punto di vista avremo anche sei infermieri e sei operatori sociosanitari che si aggiungeranno al gruppo degli operatori del Pronto Soccorso per poter consentire una migliore assistenza ai nostri pazienti. Questa è un’attività transitoria: il progetto complessivo del potenziamento dell’ospedale di Lavagna prevede proprio lo studio di un nuovo settore di emergenza-urgenza del PS, e questo vedrà nel tempo l’arricchimento di nuovi spazi, la miglior funzionalità, lo studio di percorsi esterni, del parcheggio, dell’arrivo delle ambulanze. Quindi sarà un vero e proprio piano complessivo che è stato inserito nel potenziamento dell’Ospedale di Lavagna che ha a disposizione circa 9 milioni e mezzo di euro”.

A Lavagna il presidente della Regione ha visitato il cantiere per l’ampliamento del Pronto soccorso (diretto da Paola Antonella Truglio), la ginecologia (diretta da Stefano Bogliolo), l’Urologia (diretta da Mauro Medica), l’otorinolaringoiatria (diretta da Andrea Barbieri), la gastroenterologia (diretta da Andrea Parodi) e la Chirurgia Generale (diretta da Stefano Cappato).

A seguire, il presidente si recherà presso il polo sociosanitario di Chiavari e, nel pomeriggio, visiterà l’ospedale di Rapallo dove è previsto l’incontro con gli addetti ai lavori e gli stakeholders.

Al Golf di Rapallo la XVI Invitational Shipping Pro-Am: donati 130mila euro alla Fondazione malattie renali del Gaslini

Super User 16 Giugno 2022 156 Visite

 

Martedì scorso, 14 giugno, si è svolta presso il Circolo Golf e Tennis di Rapallo la XVI Invitational Shipping Pro-Am - 2° Memorial Paolo Messina.

Dopo due anni di stop forzato dalla pandemia, la competizione di golf che vede protagonista il mondo dello shipping (ma non solo) è ripartita con grande successo con shotgun alle ore 12.00 e 32 squadre sul green.

Grazie a questo evento sportivo, in questi 16 anni sono stati raccolti e devoluti alla Fondazione Malattie Renali del Bambino presso l’Istituto Giannina Gaslini oltre 1,6 milioni di euro destinati a continuare gli importanti e vitali progetti di ricerca; un considerevole risultato che si riconferma ad ogni edizione solo con la passione e l’impegno comune di organizzatori e di generosi Sponsor.

Anche quest’anno è stato assegnato il Premio Memorial Paolo Messina istituito nel 2019 in ricordo di Paolo, un vero imprenditore e gentleman, unico nella sua semplicità e spontaneità. Il premio, consistente in una erogazione a titolo di pura liberalità e di riconoscimento morale, è assegnato a una persona, che ricopra un ruolo o svolga un’attività in connessione con l’Istituto Giannina Gaslini, che si sia distinta per particolare generosità, abnegazione, sacrificio e attenzione, doti care a Paolo Messina. Coerentemente con questi principi, la Commissione ha assegnato il premio per l’anno 2022 al Dottor Maurizio Bruschi, biologo ricercatore, dipendente della Fondazione Malattie Renali del Bambino ETS, che lavora presso il Laboratorio di Nefrologia Molecolare dell’Istituto Gaslini. Il Dottor Maurizio Bruschi ha un’elevatissima competenza ed autorevolezza nel campo della “Proteomica”, una branca di ricerca che ha rivoluzionato la capacità di studio e di analisi delle proteine che compongono il nostro organismo, ed in questo campo rappresenta un'eccellenza e un riferimento a livello nazionale ed internazionale. Il centro di ricerca FMRB, commissionato dal National Institute of Health americano, possiede uno dei più importanti database delle malattie renali in Europa ed è un punto di riferimento per tutti gli ospedali italiani ed europei.

Al termine della premiazione è stato consegnato a Stefano Messina, ideatore con un gruppo di amici della manifestazione nel lontano 1984, l’assegno di 130.000 euro al professor Enrico Verrina, presidente della Fondazione FMRB. L’importante donazione verrà utilizzata per continuare i progetti di ricerca 2022-2023 dei ricercatori FMRB nel laboratorio di Nefrologia Molecolare Rosanna Gusmano al Gaslini.

Alla tradizionale, esclusiva manifestazione di golf benefica hanno partecipato imprenditori, manager e professionisti del mondo dello shipping, dell’economia e della finanza, ligure e nazionale, tutti pronti a “dare una mano” alla Fondazione Malattie Renali del Bambino.

Federica Messina consegna il premio Memorial Paolo Messina a Maurizio Bruschi alla presenza di Stefano Messina.

Recco, prosegue l'estensione della raccolta dei rifiuti porta a porta

Super User 07 Giugno 2022 142 Visite

Da ieri sera, 6 giugno, la raccolta dei rifiuti porta a porta si è estesa anche in via Cornice Golfo Paradiso, salita della Giudea, via della Pineta, via Privata degli Aranci, via Polanesi, salita Costa Lunga, via Casaccia, via Santi Martiri, via del Campetto, ultimo tratto via Salvo d'Acquisto (altezza piazzale della chiesa di Megli). Con una successiva estensione del servizio sarà completamente introdotta nelle zone est ed ovest della città la nuova modalità di ritiro, nell'ambito del programma messo a punto dal Comune di Recco in collaborazione con Amiu.

“Abbiamo puntato sul nuovo servizio - commentano il sindaco Carlo Gandolfo e l'assessore all'ambiente Edvige Fanin - per far sì che diventi l'unico sistema di raccolta per le zone est ed ovest di Recco segnando un notevole abbattimento di costi e un'importante riduzione dell'impatto ambientale. In queste aree sono stati eliminati i classici cassonetti, sia perché non servono più, grazie al calendario di conferimento e di raccolta, sia perché in questo modo si incide anche sulla formazione di quelle micro discariche che hanno rappresentato una vergogna per la nostra città.  Nelle zone in cui è partito da diversi mesi le difficoltà, come per ogni cambiamento, si sono presentate ma i cittadini delle aree interessate al sistema di raccolta, hanno avuto tempo per abituarsi prendendo confidenza con il nuovo metodo”.

Intanto i dati forniti dall'Ufficio Ambiente del Comune di Recco registrano un ulteriore balzo della raccolta differenziata ottenuto grazie alla modalità "porta a porta" introdotta nelle zone est e ovest di Recco. La quota del residuo secco conferito in discarica a maggio di quest'anno è di 134.000 kg contro 159.000 kg conferiti nell'impianto a maggio 2021.

Chiavari, pronta la proposta di Fratelli d’Italia per far riaprire il tribunale

Super User 31 Maggio 2022 180 Visite

“Concordo pienamente con l’onorevole Andrea Delmastro: la riforma della geografia giudiziaria non ha funzionato, non ci sono stati i risparmi roboanti che venivano promessi ed i cittadini hanno avuto solo dei servizi in meno – commenta Stefano Balleari capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Liguria – un esempio lampante è quello di Chiavari dove abbiamo un tribunale nuovo costato milioni di euro dei contribuenti e mai entrato in funzione che oggi vegeta senza scopo e senza un reale futuro produttivo per i cittadini. Questo per un’ottusa riforma che non ha considerato tutti gli elementi e che ha ritenuto casi come questo dei danni collaterali. Noi adesso abbiamo un rimedio anche perché il Covid ha acuito delle dinamiche di precarietà anche nella giustizia ed oltre le lunghe liste di attesa per un esame medico abbiamo quelle per una sentenza. Proviamo a rilanciare la riapertura del tribunale di Chiavari”.

La visita dell’onorevole Andrea Delmastro alle carceri di Chiavari ha riportato in auge l’argomento del tribunale che è vissuto dai chiavaresi come una ferita non ancora rimarginata. La proposta di Fratelli d’Italia è semplice: attraverso una legge regionale si interviene a sostegno dei costi non strettamente inerenti al funzionamento dell’apparato giudiziario, che rimarrebbero a carico dello Stato, dando la possibilità ai tribunali di vicinato di essere riaperti così da garantire una giustizia più snella e al servizio dei cittadini.

“In questo senso – spiega Balleari – già nei prossimi giorni mi adopererò per iniziare un iter che parte dalla Liguria e arriva a Roma e l’inizio sarà proprio quello di presentare un ODG che se verrà firmato, come mi auguro, da tutte le forze politiche darà il via ad una legge regionale appunto a sostegno dei costi per poi approdare a Roma in Parlamento per ridiscutere la riapertura del tribunale. Non sarà un’operazione veloce va detto chiaramente ai chiavaresi che sono stati troppe volte illusi, ma mi auguro che con il 2023 l’Italia torni a votare e che si faccia un Governo che veda Fratelli d’Italia protagonista nella difesa degli interessi nazionali compreso quello della difesa della giustizia e dei diritti dei cittadini, non sarà breve, ma abbiamo il dovere morale di iniziare questo percorso virtuoso”.

‘Hello Rapallo’, il brick d’acqua che promuove il territorio

Super User 28 Maggio 2022 264 Visite

Rapallo con i suoi luoghi simbolo e le sue tradizioni in un contenitore d'acqua: un'ottima occasione di promozione del territorio. Presentato questa mattina il brick ‘Hello Rapallo’.

Il brick è realizzato pensando all'ambiente grazie all'utilizzo di fonti vegetali e Tetra Pak, tutti materiali totalmente riciclabili. 

Scansionando il codice QR con la propria fotocamera, sarà possibile accedere ai canali social istituzionali per conoscere i luoghi di interesse, le iniziative e gli eventi in programma in città. 

L'acqua Hello Rapallo sarà distribuita in tutte le attività commerciali che aderiranno all’iniziativa di Bevilà.

L’acqua in cartone è la nuova concezione di ‘acqua da passeggio’, per sostituire le bottiglie di plastica ed immettere nel mercato un contenitore completamente riciclabile, ad alto contenuto di materie prime vegetali.

Per informazioni www.bevilaofficial.it , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  e @officialbevila 

Ciriaco De Mita e il suo legame con Recco

Super User 27 Maggio 2022 307 Visite

Dal dopoguerra in avanti, il tessuto economico e sociale del nostro Paese è risultato essere ampiamente frammentato.

Alle divisioni territoriali (Nord e Sud) si sono sommate quelle di natura economica.

Il processo di industrializzazione, pubblica e privata, ha modificato anche il profilo antropologico delle singole comunità. Le realtà rurali hanno perso il proprio peso specifico e i costumi sono andati a modificarsi.

Più di recente, la progressiva terziarizzazione ha alterato il mercato del lavoro e ulteriormente rivisitato i modelli organizzativi. 

Ieri, come oggi, molti operatori della politica hanno scelto di sottolineare gli aspetti divisivi, esasperando le differenze e, di riflesso, i conflitti.

Per Alcide De Gasperi, Aldo Moro, Giovanni Marcora il compito della politica è stato quello di governare i processi e ricomporre i conflitti, volendo perseguire l'obiettivo di attribuire forma e sostanza alla democrazia possibile: quella che orienta i percorsi decisionali, interpreta e soddisfa i bisogni reali della gente.

Ciriaco De Mita è stato l'ultimo interprete del pensiero degasperiano.

Ha affermato il primato del ragionamento in politica e lo ha messo al servizio della persona.

Era particolarmente legato alla terra di Liguria: fu capolista del partito, la Democrazia Cristiana, alle elezioni politiche del 1987.

Grazie al suo grande amico Gianni Carbone, De Mita stabilì un solido rapporto con la Città di Recco, che frequentava appena i suoi impegni glielo consentivano.

I locali della Manuelina hanno conosciuto interminabili partite a carte (scopone), dopo l'immancabile degustazione della focaccia con il formaggio, alla quale De Mita non rinunciava mai. 

Insieme a Paolo Emilio Taviani, Ciriaco De Mita esercitò un ruolo determinante affinché la Città di Recco venisse insignita della massima onorificenza della Repubblica: la medaglia d'oro al valor civile.

Il conferimento avvenuto il 10 novembre 1993 per mani del presidente Oscar Luigi Scalfaro, è anche merito suo.

 

Gian Luca Buccilli
Capogruppo di Civica in Comune a Recco

A Recco torna la Festa della focaccia, il sindaco Gandolfo: “Si potrà rivivere con lo spirito di un tempo”

Super User 20 Maggio 2022 315 Visite

Dopo due anni di stop imposti dalla pandemia, a Recco domenica prossima, 22 maggio, torna uno degli appuntamenti gastronomici più attesi di tutta la regione: la "Festa della focaccia". Sarà un vero laboratorio del gusto dedicato a uno dei prodotti più tipici della Liguria. L’evento incomincerà al mattino alle 10:00, con migliaia di degustazioni gratuite, e si protrarrà per tutto il giorno fino alle 18:00. La Festa della focaccia di Recco è organizzata dal Consorzio della Focaccia di Recco in piena sinergia con il Comune di Recco e con il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Regione Liguria, Città Metropolitana di Genova e Camera di Commercio di Genova. 

A fare gli onori di casa sarà il sindaco Carlo Gandolfo che ha manifestato grande soddisfazione per il ritorno in presenza dell'iniziativa: "Finalmente si potrà rivivere questo evento con lo spirito di un tempo e la città gremita di persone, sempre con le dovute attenzioni per ciò che riguarda la protezione sanitaria. Per Recco è una sorta di rinascita, dopo il fermo di due anni a causa del Covid, con la possibilità di festeggiare insieme il nostro prodotto più tipico, la vera eccellenza gastronomica di Recco".
Saranno moltissimi gli eventi collaterali legati alle iniziative principali della manifestazione, per rendere più diversificato il programma delle iniziative.

Nel corso della festa è vietato il consumo per "asporto" di bevande in genere in bottiglie e bicchieri di vetro o in lattina su tutto il territorio comunale.

A San Michele di Pagana esplode l’estate col ‘Suny Café’

Super User 19 Maggio 2022 364 Visite

Sono già arrivati i primi segni di risveglio della costa dorata Rapallo-Santa. Con appendice San Michele di Pagana che quest’anno si accinge ad essere uno dei punti turistici di riferimento più significativi e più mondani.

Il primo esempio di rilancio arriva dall’apertura di un piccolo ma gentile caffè. Si chiama ‘Suny Café’, aperto da una bella signora che per tanti anni è stata la regina del Tigullio, regina fra le migliori cuoche della costa in quello “Skipper” di Santa che fu salotto gastronomico di altissimo livello.

Suny è la figlia del celebre ristoratore Enzo Verrone, colui che ha fatto la storia delle notte tigulline. Colui che ha inventato il famoso ‘Fragolino’ tanto caro anche all’ex presidente Clinton che ne ordinò allora addirittura una piccola damigiana (forse da offrirla anche ad una certa Lewinsky).

Enzo, oggi, ha chiuso lo Skipper ed ha lanciato i suoi due figlioli: Suny, appunto a San Michele, e Alessandro a Santa.

Il pub di Suny è delizioso, battuto dal sole, gentili tavolini all’aperto, qualche angolo interno caro a chi ama flirts estivi, il miglio cappuccino della mattina con i deliziosi krapfen della zona. Un’esperienza nuova per Suny.

Di lei si ricordano piatti celebri allo Skipper, dagli gnocchi ai gamberetti, dagli scampi del Mar Ligure, dal risotto al pesto che papà Enzo offriva a chi segnava dei gol nel suo amato Genoa.

Anche il presidente Zangrillo ha promesso che farà un passo dal suo amico genoano Enzo per tirarsi su il morale con dell’ottimo pesce al cartoccio dopo la sventurata avventura rossoblù.

La famiglia Verrone è genoana da sempre. Suny ha seguito il percorso di papà dai tempi delle Saline di Rapallo, allo Strainer di Portofino dove nell’anno delle Colombiane, il ’92, ci furono proprio dallo Strainer i collegamenti con i grandi ristoranti italiani di New York, presenti Rinaldo Magnani, Gustavo Gamalero e i maggioranti di allora.

Per non dimenticare quando la Suny conobbe tutto lo staff di Beautiful e quel Ridge che visse per una settimana con la sua compagna al ‘Muster’ di Santa.

Oggi eccola al timone di questo pub che sarà la punta di diamante nel rilancio di San Michele di Pagana diventata ormai la piazza chic del Tigullio.

Per fortuna dopo le varie bufere la costa dorata sembra riemergere e si annunciano giorni belli e mondani: stranieri, belle donne, play boy forse come ai tempi di Gigi Figoli e Gigi Rizzi, ma insomma i belli del terzo millennio.

A riceverli lei la Suny e il suo marito Francesco, col cappuccino e il chiffero al sollevar del sole e il Fragolino per i vip dell’aperitivo.

Vittorio Sirianni

Il Golfo Paradiso avrà il suo festival della scienza

Super User 22 Aprile 2022 201 Visite

Con l’approvazione in giunta dei comuni coinvolti, prende forma l’evento “Un Paradiso di ConoSCIENZA” che vede la partecipazione di Recco, ente capofila, Camogli, Avegno, Pieve Ligure e Uscio con l’obiettivo di proporre una manifestazione congiunta a tema tecnologico-scientifico. L’evento è concepito come un insieme di proposte volte alla divulgazione della scienza mediante conferenze e laboratori didattici delocalizzati su tutto il territorio del Golfo Paradiso.
"Continua senza sosta la messa in atto del programma di mandato dell’amministrazione. La valorizzazione del nostro patrimonio culturale è elemento essenziale per mantenere vive le radici della nostra città. Contribuiamo alla crescita della comunità attraverso l'approfondimento della conoscenza patrimoniale culturale presente sul nostro territorio, con particolare attenzione per le fasce giovanili della popolazione. E la collaborazione tra i Comuni è finalizzata anche a incrementare la presenza dei turisti, con riferimento al segmento culturale", commentano il sindaco Carlo Gandolfo e l'assessore alle politiche giovanili Davide Manerba.

Le attività previste, selezionate in modo da valorizzare le eccellenze del territorio, saranno svolte prevalentemente al chiuso e prevedono l’interazione diretta con alcune realtà locali. L’evento inizierà il giorno 13 maggio e proseguirà fino a domenica 15 maggio affrontando tematiche accattivanti come l’alimentazione, l’arte, la pirotecnica, il mare, la mente. Ideatore e responsabile scientifico è il professor Riccardo Carlini, chimico e divulgatore scientifico già noto da anni per i suoi eventi quali Chimica e cucina, Chimicoloriamo il Paradiso e le Serate Stellari seguiti da numerosi partecipanti. La manifestazione è aperta a tutte le fasce di età ed è completamente gratuita. A breve sarà pubblicato il calendario dettagliato con le proposte, le date e le locations. Molti sono i partners che hanno aderito al progetto in forme e contributi diversi: Proloco Recco, Latte Tigullio, Panifici Tossini, Consorzio Focaccia di Recco.

A Chiavari il centrodestra unito sostiene Giardini, ma resta l’incognita liste

Super User 13 Aprile 2022 328 Visite

Questa mattina, il centrodestra ha ufficializzato la candidatura dell’architetto Giovanni Giardini a sindaco di Chiavari.

A rappresentare i partiti, al Caffè Defilla erano presenti: Giovanni Boitano e Domenico Cianci per Liguria al centro (la lista di Toti), Sandro Garibaldi per la Lega, Mariagrazia Oliva e Carlo Bagnasco per Forza Italia, Stefano Balleari e Daniela Colombo per Fratelli d’Italia, Umberto Calcagno, Luca Diana e Giancarlo De Paoli per l’UDC.

Consigliere comunale uscente, eletto nella maggioranza ma poi passato all’opposizione, 68 anni, Giardini si presenta con una sua lista civica.

Non si conosce invece il numero delle liste, peraltro non ancora chiuse, dell’intera coalizione di centrodestra. 

Chiavari, Mariagrazia Oliva nominata commissario cittadino di Forza Italia

Super User 09 Aprile 2022 307 Visite

Il coordinatore regionale di Forza Italia Carlo Bagnasco, d'intesa con il commissario provinciale Giorgio Tasso, ha nominato Mariagrazia Oliva nuovo commissario cittadino di Forza Italia a Chiavari.

"Sono felice e orgoglioso di questa scelta", dichiara Bagnasco.

"Mariagrazia Oliva, già presidente del Club Forza Silvio di Chiavari, promotrice e sostenitrice da molti anni di tante iniziative di Forza Italia, oggi assume il comando del partito in città con entusiasmo e competenza", prosegue il coordinatore regionale.

"Rinnovo stima e fiducia per una fedelissima di Forza Italia in Liguria, coordinatrice cittadina di Azzurro Donna e consigliere comunale di Tribogna", conclude.

“La Rapallo dei trattati”, grande partecipazione all’incontro con Paolo Mieli

Super User 09 Aprile 2022 672 Visite

Questa mattina, presso l’Hotel Excelsior, una sala gremita di pubblico ha assistito ad una interessante intervista tra il giornalista Roberto Arditti e il celebre storico e saggista Paolo Mieli. Un’ottima occasione per raccontare la storia dei trattati internazionali ospitati dalla Città di Rapallo nel 1920 e 1922, con particolare attenzione al secondo, di cui ricorre il centenario, stipulato tra Germania e Russia sovietica. 

“E’ interessante ripercorrere avvenimenti storici accaduti un secolo fa nella nostra Rapallo per analizzare con maggior senso critico gli scenari internazionali odierni - ha dichiarato il sindaco Carlo Bagnasco - desidero ringraziare Paolo Mieli per aver onorato la nostra Città con la sua prestigiosa presenza e per aver affascinato il numeroso pubblico in un momento culturale di altissimo livello. Rapallo è una Città di Pace, ho il sogno che possa diventare sede anche di un terzo trattato che ponga fine alle attuali ostilità”

“Sono particolarmente contento di trovarmi a Rapallo, la Liguria è una terra che amo e che vorrei diventasse la mia futura casa - ha dichiarato Paolo Mieli nel corso di un punto stampa precedente la conferenza. La storia del secondo trattato di Rapallo è particolarmente interessante perché nasconde un retroscena sconosciuto ai più. Il trattato infatti conteneva una clausola segreta che permetteva alla Germania, nonostante la proibizione ad armarsi, di effettuare esercitazioni belliche in territorio russo.”

L’intervista è stata anche l’occasione per commentare l’ultimo lavoro letterario di Mieli “Il tribunale della storia” di cui si condivide una brevissima sintesi.

Il saggio “Il Tribunale della Storia. Processo alle Falsificazioni” di Paolo Mieli riesamina fatti e personaggi del passato, la cui storia è stata raccontata da un unico punto di vista, o mistificata, e ribalta l’esito di alcuni eventi, emettendo nuove sentenze. Sentenze che, tuttavia, sono provvisorie, proprio perché il passato andrebbe studiato e analizzato sempre in modo dinamico.

La “storia viene scritta dai vincitori”. Indagare la tematica secondo cui senza un approccio critico della storia si rischia di avere una visione limitata degli eventi e, in alcuni casi, una ricerca smaniosa di demonizzare i vinti. Inoltre l'autore ricalca più volte sul fatto che le sentenze storiche siano dinamiche e, come tali, andrebbero analizzate sempre con un più alto grado di dettaglio, mettendo continuamente in discussione.

La scuola dovrebbe fornire gli strumenti per comprendere al meglio la realtà e il contesto socio-culturale in cui viviamo. A tal proposito ampio è il dibattito secondo cui talvolta i docenti preferiscono trasmettere una versione unilaterale di un dato evento storico, rischiando di ottenere l’effetto cosiddetto di cancellazione della storia.

Il saggio fornisce un’immagine della storia che viene analizzata attraverso, e come, un tribunale giudiziario. Dunque appare interessante comprendere il legame tra giustizia e storia così come espresso dall’autore, e in che modo questo legame si presenta, se si presenta, nel mondo d’oggi.

IL VIDEO DELLE INTERVISTE DI VITTORIO SIRIANNI 

L'intervento del sindaco Bagnasco

Il sindaco Carlo Bagnasco e Aldo Werdin, amministratore dell'Hotel Excelsior

Avanti Chiavari-Di Capua, il programma elettorale del candidato sindaco Federico Messuti

Super User 08 Aprile 2022 735 Visite

Federico Messuti, candidato sindaco di Avanti Chiavari-Di Capua, Maestrale e Partecipattiva, ha presentato ieri il suo programma elettorale.
Durante l’incontro, avvenuto presso il point di via Garibaldi, è emersa la volontà di portare avanti il progetto avviato dal compianto sindaco Marco Di Capua, prematuramente scomparso nell’agosto scorso.

“Il nostro programma è ambizioso, ma concreto, frutto dell’esperienza amministrativa di questi anni, della nostra visione di Chiavari e dei contributi dei cittadini - spiega Messuti -. Tre i concetti fondamentali. Continuità, per portare a compimento il lavoro iniziato, con competenza e determinazione. Miglioramento della città e prosecuzione degli interventi per aumentare la qualità della vita dei chiavaresi. E collaborazione, tra comune e gli altri enti, tra comune e cittadini. La nostra visione è chiara, continuiamo a lavorare per migliorare Chiavari”.

Prosegue Messuti: “I punti chiave del nuovo programma, con orizzonte 2027, sono l’inclusività, la sicurezza, l’attenzione all’ambiente e alla mobilità sostenibile, il rilancio del turismo e la valorizzazione del patrimonio culturale cittadino. Ma anche investimenti nei quartieri, nel sociale e nella scuola. Oltre 150 milioni di euro in opere pubbliche fondamentali per la città, dal depuratore alla riqualificazione della colmata mare, dalle nuove difese a mare e allo scolmatore del Rupinaro”.

“Al centro del nostro programma ci sono le persone. Ripartiamo da qui, insieme, per continuare a costruire la Chiavari del futuro” conclude il candidato sindaco Messuti.

 

Programma elettorale 2022|2027

RIQUALIFICAZIONE WATERFRONT

- Zona Colmata: riqualificazione dell’area con parco verde, impianti sportivi, passeggiata, aree ricettive turistiche e direzionali, nuovo polo scolastico, parcheggi pubblici sotterranei e depuratore di vallata interrato;

- Zona Porto: collegamento con il centro storico, riqualificazione della piastra del porto e della zona verde della spiaggetta, con percorsi senza barriere architettoniche e con attrezzature per attività ludiche e sportive;

- Zona Preli | Torriglia: realizzazione di nuovi pennelli perpendicolari alla costa con ampliamento spiagge, nuova passeggiata mare con aree turistiche, ricettive, sportive e per la cura della persona.

 

PARCO FLUVIALE DELL’ENTELLA

- Lungofiume: riqualificazione con piantumazione essenze, nuova illuminazione, telecamere di sicurezza, arredo urbano ed acquisizione di nuove aree da adibire allo svago e allo sport. Potenziamento dei collegamenti tra il percorso naturalistico e via Parma, valorizzando il circuito ad anello con i Comuni di Carasco, Cogorno e Lavagna.

 

CENTRO STORICO

- Ex Tribunale di Piazza Mazzini: realizzazione del Museo della Città comprendente il Museo Archeologico e un centro civico per giovani ed universitari con dotazioni tecnologiche, biblioteca multimediale e spazi polifunzionali; manutenzione della Torre Civica;

- Piazza Madonna dell’Orto: riqualificazione della piazza a seguito dell’indizione di un concorso di progettazione europeo;

- Chiostro dell’ex Chiesa di S. Francesco: completo restauro;

- Antica farmacia dei frati: completo restauro per la creazione di uno spazio espositivo e sala conferenze/eventi;

- Piazza Verdi e Via Costaguta: manutenzione con la creazione di nuovo accesso a Parco Rocca;

- Zona Rupinaro: riqualificazione storica tramite il recupero dei tipici “troeggi” e di Via Descalzi

 

OPERE PER LA VIVIBILITÀ URBANA

- Completamento marciapiedi in Via Parma ed interventi di manutenzione e adeguamento marciapiedi in tutta la città;

- Nuovo parcheggio pubblico in Via Pio X e in Via Parma;

- Rifacimento ponte stradale di Corso Valparaiso;

- Prosecuzione della pulizia dei condotti, degli scarichi e delle tombinature;

- Realizzazione di nuovo scolmatore del centro storico per salvaguardare Via Rivarola e Via Martiri della Liberazione;

- Manutenzione e ampliamento del fosso di Caperana e del fosso di Ri Basso;

- Manutenzione idraulica con scolmatore del Torrente Rupinaro e del Rio Campodonico;

- Completamento degli impianti di pubblica illuminazione a led e rifacimento dell’illuminazione dei sottoportici nel centro storico;

- Acquisizione graduale della strada che da Salita San Michele collega Ri e Caperana San Lazzaro;

- Riqualificazione di Piazza Salvo D’Acquisto;

- Completamento ascensori e scivoli del sottopasso ferroviario;

- Completamento del censimento delle barriere architettoniche e progressiva eliminazione delle stesse;

- Adeguamento progressivo degli uffici pubblici agli standard di completa accessibilità;

- Manutenzione della strada per Maxena, Sanguineto e Campodonico con allargamento graduale;

- Manutenzione straordinaria del cimitero comunale;

- Manutenzione del parcheggio di Via Colonnello Franceschi adiacente alla rotonda che porta all’autostrada;

 

AMBIENTE

- Iniziative volte all’inserimento della collina delle Grazie nel Parco nazionale di Portofino;

- Miglioramento energetico degli edifici di proprietà comunale;

- Eliminazione graduale dell’uso della plastica dai servizi ed uffici comunali;

- Sostituzione dei veicoli comunali con mezzi a minor impatto ambientale;

- Incentivi alla mobilità elettrica attraverso l’installazione di colonnine di ricarica e noleggio di e-bike;

- Potenziamento del servizio di raccolta rifiuti con nuove isole ecologiche, campagne di sensibilizzazione alla raccolta differenziata e contrasto agli abbandoni di rifiuti;

- Recupero di terreni incolti per realizzazione di orti urbani;

- Manutenzione e ampliamento delle aree di sgambamento per i cani;

- Campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono degli animali e di educazione cinofila.

 

POLITICHE PER LA PERSONA

- Individuazione di una nuova sede per il Centro famiglia Tigullio per un più accessibile sostegno alla genitorialità nella fascia 0 – 3 anni;

- Realizzazione di centri per bambini in età scolare;

- Valorizzazione del Parco di Villa Rocca per attività didattiche e laboratoriali sfruttando le strutture esistenti;

- Apertura di nuovi centri di socializzazione per anziani autosufficienti e ampliamento dei centri attualmente attivi;

- Organizzazione di incontri a sostegno della genitorialità;

- Organizzazione di corsi di formazione per “anziani digitali” (uso PC, Smartphone, SPID);

- Creazione di un “help desk” facilitatore che guidi il cittadino nell’accesso ai servizi pubblici;

- Incentivi alle famiglie a basso reddito, ai soggetti non autosufficienti ed agli anziani soli;

- Introduzione di un servizio di guardia medica pediatrica notturna e durante il fine settimana in collaborazione con ASL 4;

- Graduale riduzione dell’addizionale IRPEF;

- Introduzione del Fattore Famiglie Comunale per un calcolo dell’Isee coerente alle reali situazioni famigliari, in particolare per famiglie numerose e/o con disabili a carico;

- Ottimizzazione del servizio di Polizia Locale;

- Impegno per una maggiore disponibilità di posti accreditati ASL nelle strutture per anziani e per disabili;

- Realizzare una maggiore integrazione, operativa e prestazionale, del servizio ADI (ASL) con i servizi di Assistenza Domiciliare del Comune.

- Potenziamento dell’ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) con interventi mirati non solo su pazienti cronici, disabili e anziani ma anche su soggetti affetti da patologie psichiatriche.

 

MOBILITÀ

- Riorganizzazione dei flussi di traffico con installazione di semafori intelligenti;

- Introduzione di ZTL e ZSL a favore dei residenti;

- Estensione graduale delle Zone 30 e delle aree pedonali;

- Completamento della rete di percorsi ciclabili in collegamento con la ciclabile del fronte mare;

- Introduzione di incentivi per l’uso la bicicletta (bike to work e bike to school);

- Incremento di rastrelliere per biciclette.

 

CULTURA

- Riproposizione dei più importanti eventi realizzati: Dionisio Festival, “Chiavarincosplay”, Premio Internazionale musicale Città di Chiavari, “Concerti all’alba e al tramonto”, Opera in piazza, Obiettivo Creatività;

- Organizzazione di eventi culturali per ogni fascia d’età (concerti, mostre, festival, rassegne di Teatro Contemporaneo e Teatro Bimbi, Cinema estivo all’aperto);

- Creazione di nuovi spazi espositivi all’interno di Palazzo Rocca;

- Eventi dedicati alla valorizzazione dei prodotti tradizionali locali;

- Incentivo alla creazione di una fondazione con la compartecipazione dei comuni del Tigullio, di Città Metropolitana e Regione, per favorire la riapertura del Teatro Cantero;

- Convenzione con interpreti LIS per garantire la fruizione degli eventi ufficiali anche alle persone affette da sordità.

  

SCUOLA

- Nuova scuola dell’infanzia plesso Mazzini est;

- Nuovo polo scolastico dell’area della colmata;

- Ristrutturazione scuola di Sampierdicanne;

- Manutenzione della scuola di Ri Basso e dei giardini;

- Insonorizzazione e rinnovo arredi delle mense scolastiche;

- Potenziamento di educatori presso i due Istituti Comprensivi a supporto degli insegnanti.

 

SPORT

- Individuazione di un’area per la realizzazione di una pista di atletica;

- Sviluppo di aree sportive nelle zone di Caperana e Sampierdicanne;

- Realizzazione di un “campetto da gioco” a S. Andrea di Rovereto e di un parco giochi in adiacenza a Piazza dei Cacciatori;

- Strumenti di incentivazione allo sport per le famiglie meno abbienti.

 

TURISMO

- Potenziamento del Festival della Parola e Economic Forum Giannini;

- Completamento e promozione della rete sentieristica per ampliare la stagione turistica;

- Incentivi allo sviluppo ricettivo anche ai fini di creare nuovi posti di lavoro nel settore;

- Studio di gemellaggi con città straniere con cui avviare scambi turistici e/o scolastici;

- Promozione della città alle principali fiere internazionali del turismo.

 

 

 

FEDERICO MESSUTI

Nato 1972, laureato in giurisprudenza all’Università di Genova nel 1997, segue un percorso di specializzazione in diritto civile con particolare studio del diritto commerciale, successorio e contrattualistico presso la scuola notarile “Federico Guasti” di Milano. Nel 2004 l’iscrizione all’ordine degli avvocati. Vive a Chiavari insieme alla moglie Elena e al figlio Lorenzo. Amante delle due ruote e dello sport a 360°, si divide tra tennis, football americano e sci.

È stato vicepresidente ed allenatore della Società Predatori Golfo del Tigullio di football americano, membro del Rotary fino al 2018 e dal 2010 è giudice sportivo LND Distretto di Chiavari. Dal 2017 al 2022 è stato consigliere del Comune di Chiavari, con deleghe al settore legale e informatico, e vicepresidente del Consiglio Comunale.

Centenario del trattato tra Germania e Russia, a Rapallo incontro con Paolo Mieli

Super User 07 Aprile 2022 426 Visite

Sabato 9 aprile, alle ore 11:00, presso l'Hotel Excelsior Palace di via San Michele di Pagana a Rapallo, Roberto Arditti intervisterà Paolo Mieli, giornalista, opinionista e storico, sul trattato tra Germania e Russia che sancì la ripresa delle relazioni diplomatiche ed economiche tra le due nazioni dopo la Prima guerra mondiale.
Nel centenario dell’accordo, avvenuto proprio a Rapallo il 16 aprile 1922, il comune del Tigullio, guidato dal sindaco Carlo Bagnasco, ricorda lo storico incontro che lo rese protagonista della politica internazionale.

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip