Skin ADV

Levante

In-Gusto, Sestri Levante per due giorni capitale del networking gastronomico

Super User 28 Febbraio 2024 385 Visite

Ispirare i professionisti del mondo ho.re.ca. (hotellerie, restaurant, cafè) per scoprire e sperimentare un’accurata selezione di prodotti gastronomici nazionali e internazionali, metterli a confronto e creare un ponte tra produttori, chef, ristoratori ed esperti del settore food. È l’obiettivo che si pone In-Gusto, evento creato da Veridea, azienda leader nel settore food service in Liguria, in programma fino a domani, 28 febbraio, nell’ex convento dell’Annunziata di Sestri Levante. L’evento, organizzato in collaborazione con la società di produzione video ed eventi Flying Donkeys, regista della manifestazione, è pensato per operatori del settore che vogliono conoscere le nuove tendenze allo scopo di favorire lo scambio di idee e il networking. E nonostante la pioggia nella prima giornata dell’evento si è registrata una grande affluenza di professionisti del settore.

Durante l’evento In-Gusto hanno la possibilità di conoscere la varietà delle proposte selezionate ed effettuare ordini direttamente agli stand grazie al supporto del servizio ordine di Veridea. La manifestazione, inoltre, prevede momenti di formazione: fino a domani sono in programma conferenze sull’andamento del mercato internazionale e sulle nuove tendenze del settore gastronomico. «Il lavoro dello chef prevede la costante ricerca di ingredienti innovativi e di materie prime selezionate che possano portare valore aggiunto ai propri piatti e alle proprie creazioni, oltreché soluzioni in supporto del proprio lavoro in cucina – prosegue Dagna -. In-Gusto rappresenta dunque un’occasione di creare confronto e dibattito, con la presenza di chef ambassador che faranno assaggiare le rispettive creazioni per offrire spunti ed idee per il loro utilizzo».

Durante l’evento sono previsti anche show-cooking in collaborazione con la Federazione italiana Cuochi e la presentazione di proposte culinarie inedite. Tra gli appuntamenti da segnalare domani, alle ore 11, il convegno dal titolo “L’evoluzione del breakfast nel mondo hotellerie. Talk a cura dell’azienda Living Breakfast” e, a seguire, alle ore 15, il talk con i maestri della focaccia ligure dal 1899, a cura del Panificio Pasticceria Tossini.

Tra i temi dibattuti anche quello sullo spreco alimentare. «Un terzo del cibo viene sprecato ogni anno con conseguenze negative per l’intera filiera – spiega Andrea Dagna, ideatore di In-Gusto e amministratore delegato di Veridea srl -. Con In-Gusto riteniamo importante portare l'attenzione degli operatori horeca questo argomento in un'ottica di consapevolezza e presa di responsabilità rispetto a questa problematica».

Lo spreco alimentare vale oggi in Italia 15 miliardi di euro all'anno, circa un punto di Pil: nelle case degli italiani si buttano nella pattumiera alimentari per circa 6 miliardi di euro ogni anno, a cui vanno aggiunti 9 miliardi euro dello spreco di filiera. «A questo proposito uno degli show cooking a cura della scuola alberghiera di Lavagna quindi Accademia del turismo, sarà improntato su una preparazione di un piatto ad impatto zero sullo spreco alimentare – prosegue Dagna -. Il messaggio importante da veicolare è l'attenzione delle nuove leve degli chef rispetto ad un tema così attuale». Per l’occasione il cibo avanzato nella due giorni sarà destinato alla Caritas di Chiavari.

Non casuale anche la scelta del luogo, Sestri Levante, e della location, l’ex convento dell’Annunziata. «Veridea ha scelto Sestri Levante perché proprio qui, da quasi quarant’anni, svolge e sviluppa la sua attività», prosegue Dagna.

Questo l’elenco degli espositori presenti a In-Gusto: Marepiù, Pastridor, Menz & Gasser, Neri spa, Roger Fruit, Schar Gluten Free, Alpenzu, Siciliana Fich, Masdeu, Oleificio Zucchi, Rummo, Cupiello, Demetra, Eurovo, Surgital, La Nef, Cgm, Molino Cinque Stagioni, Ildia, Costa Arosa, Calata de Mari, Gastronomia Emiliana, Matteo Il Gelato Artigianale, Blu Mares, Jui-Si Sushi, Formec Biffi, Wiberg, Riseria Dossi, Dolcefreddo Moralberti, Di Tria, Rodolfi Mansueto, Intermoma, Alfa Food.

Per Augusto Sartori, assessore regionale Fiere Turistiche e Grandi Eventi: «Questa manifestazione mostra ancora una volta la vivacità e le storie dell'accoglienza nella nostra Regione, in particolare nel Tigullio, oltretutto in un mese non di grande affluenza di persone come quello di febbraio, ma che è comunque un biglietto da visita per una nuova stagione che sta per iniziare e che mi auguro possa essere addirittura superiore come numeri rispetto al 2023, un anno di record di presenze turistiche in Liguria». 

Giuseppe Ianni, assessore al Turismo, Marketing Territoriale ed Eventi del Comune di Sestri Levante, ribadisce: «Il fatto che un imprenditore di Sestri Levante abbia deciso di realizzare nel mese di febbraio un evento di così grande rilievo legato al gusto ed alla qualità delle materie prime e dei servizi è un segnale importante per la nostra città”, sottolinea l’assessore al turismo, eventi, commercio e agricoltura Giuseppe Ianni. “La valorizzazione delle eccellenze legate all’agricoltura ed alla gastronomia ha infatti ricadute positive anche nei settori del commercio e del turismo. In particolare, rappresenta per Sestri Levante un passo in avanti nella direzione di quella destagionalizzazione di qualità che costituisce un obiettivo strategico della nostra Amministrazione, da perseguire insieme agli albergatori, ai ristoratori ed agli operatori del settore”, prosegue. “E’ anche grazie ad iniziative come In-Gusto che l’attrattività turistica di Sestri potrà dilatarsi su più mesi all’anno, con ricadute anche sul periodo di apertura delle strutture ricettive, elemento fondamentale per poter organizzare al meglio ogni tipo di iniziativa”, rileva ancora l’assessore. “Lavoriamo insieme affinché la nostra città possa diventare sempre più una vetrina accogliente e curata per ospitare manifestazioni di carattere nazionale, con un ritorno importante in termini di sviluppo, economia, investimenti, lavoro, immagine e tutto ciò che di positivo ne consegue. I miei ringraziamenti e le mie congratulazioni ai promotori di In-Gusto, ad Andrea Dagna di Veridea ed ai suoi collaboratori. Ho sostenuto sin da subito con convinzione questa iniziativa, così come sosterrò con decisione tutte le iniziative di promozione del territorio che andranno nella direzione della crescita economica, lavorativa e turistica di Sestri Levante».

 

LA STORIA DI VERIDEA SRL
Veridea srl è azienda presente sul territorio da quarant’anni anche se le sue origini risalgono al 1955 quando Gelindo Cavallero inizia ad operare nel settore delle forniture alimentari. Per trent’anni lavora fianco a fianco con gli chef e i ristoratori, imparando i segreti e le caratteristiche di questo mercato. E nel 1984, insieme alle figlie Claudia e Maura e al genero Mario, riesce a concretizzare il suo obiettivo: diventare un punto di riferimento per i professionisti della ristorazione in Liguria.

Così nasce Veridea, un’azienda che mantiene un’anima familiare ma è proiettata nel futuro del food&beverage, sempre pronta a intercettare le esigenze della ristorazione moderna e che ogni giorno si propone come un vero e proprio Partner per i propri clienti.

Il catalogo dell’azienda può oggi contare su tremila referenze in pronta consegna, tra cui formaggi e salumi, carni e prodotti ittici, frutta e verdura ma anche pasta fresca, latticini, conservati e olio, uno dei prodotti a marchio più apprezzati.

 

BIO DI ANDREA DAGNA
Andrea Dagna, 35 anni, nato e cresciuto a Sestri Levante, è oggi Amministratore Delegato di Veridera srl e ideatore di In-Gusto. Dagna rappresenta la terza generazione di un’azienda sempre a conduzione familiare. Cresciuto in Azienda rientra in Veridea, dopo una esperienza esterna ma affine al settore di due anni, nel 2012. Da allora ha sempre ricoperto ruoli commerciali di crescente rilevanza contribuendo al costante inserimento e selezione di nuove linee di prodotto rivolte alla fascia alta della ristorazione. Nel gennaio 2023 ha preso la guida dell'Azienda assumendo la carica di Amministratore Delegato di Veridea.

 

PROGRAMMA IN-GUSTO 2024 DEL 28 FEBBRAIO:
 

CONVEGNI

28 febbraio

ore 11

L’evoluzione del breakfast nel mondo hotellerie. Talk a cura dell’azienda Living Breakfast

ore 15

Panificio Pasticceria Tossini: maestri della focaccia ligure dal 1899. Quando la qualità artigianale incontra l’HO.RE.CA.

 

SHOW COOKING

28 febbraio

Ore 12

Show Cooking a cura della Federazione Nazionale Cuochi

Ore 14

Show cooking “Mare Calmo” a cura dello chef Stefano Costa e dell’Accademia del Turismo di Lavagna

Giorno del Ricordo, a Recco si è svolto un incontro per non dimenticare il massacro delle foibe

Super User 23 Febbraio 2024 212 Visite

Per celebrare il Giorno del Ricordo si è svolto questa mattina presso la sala consiliare l'incontro di riflessione organizzato dal Comune di Recco. Con il saluto del sindaco Carlo Gandolfo e l’introduzione del presidente del Consiglio comunale Paolo Badalini, alla mattinata hanno preso parte gli alunni del liceo Nicoloso da Recco. Sono intervenuti l'assessore alla pubblica istruzione Davide Manerba e il presidente dell’A.N.V.G.D. Genova Fabio Nardi, la presidente della Consulta dei Giovani Federica Benvenuto, presente anche Aurora Piscioneri, vicesindaco dei ragazzi. Si è tenuto in seguito un momento di approfondimento con lo scrittore Sandro Pellegrini, storico, socio dell’A.N.V.G.D. ed esule fiumano.

Alla conclusione dell’incontro, è stato svelato un dipinto che ritrae lo stemma della città di Fiume, dono dello storico Sandro Pellegrini alla città di Recco.

L'iniziativa, voluta dall'Amministrazione comunale, celebra la ricorrenza sancita con la legge 92 del 2004 dal Parlamento italiano, per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra.

Amministrative di Rapallo, il forzista Raffo si ritira: “Non mi candido”

Super User 22 Febbraio 2024 757 Visite

Nell’attesa di conoscere il nome del candidato sindaco del centrodestra, a Rapallo lo scoop arriva dall’azzurro Giacomo Raffo: “Non mi candido alle amministrative di giugno”.

Eppure, il giovanissimo (20 anni) segretario organizzativo regionale di Forza Italia aveva annunciato con largo anticipo la sua partecipazione alle elezioni ruentine, era l’agosto dello scorso anno, e il suo ingresso in Consiglio comunale era dato per certo, grazie al sostegno dei Bagnasco, il deputato Roberto e il sindaco Carlo.

“Ho deciso di non candidarmi perché coordinare due campagne elettorali, quella di Salini in Liguria e quella di Forza Italia in Comune, mi occuperanno molto tempo”, ha detto a Genova3000.

Bisogna però precisare che il contratto stipulato da Raffo per coordinare la campagna elettorale dell’europarlamentare Massimiliano Salini esclude la possibilità di eventuali candidature personali.

Trovandosi dunque ad un bivio, l’enfant prodige della politica tigullina ha scelto la strada per Bruxelles.

Giornata del Braille, le formazioni di Entella-Fermana saranno lette da una ragazza con disabilità visiva

Super User 22 Febbraio 2024 285 Visite

La Virtus Entella, in sinergia con l’Unione Italiana Ciechi e ipovedenti della sezione di Chiavari, domenica 25 febbraio celebrerà la Giornata nazionale del Braille.

Prima del fischio d’inizio di Entella-Fermana, per la prima volta in uno stadio italiano, la formazione verrà letta in Braille da Elisa, ragazza di 26 anni con disabilità visiva.

La società calcistica vuole dare una dimostrazione pratica dell’importanza di un metodo di scrittura e lettura preziosissimo per le persone cieche o ipovedenti.

Contributo affitti, il Comune di Recco stanzia più risorse per evitare gli sfratti

Super User 22 Febbraio 2024 360 Visite

Il Comune di Recco ha compiuto una chiara scelta politica destinando risorse significative per combattere il disagio abitativo. L’analisi dei bilanci comunali degli ultimi quattro anni rivela un incremento sostanziale della spesa nel settore dei servizi alla persona, con un’attenzione particolare al sostegno alle famiglie che affrontano emergenze economiche, spesso manifestatesi in difficoltà nel sostenere le spese di affitto.

Grazie a una variazione di bilancio nel febbraio 2023, l’amministrazione ha messo a disposizione delle famiglie in difficoltà 129.719 euro, destinati all’attribuzione di contributi per il pagamento dei canoni di affitto. Questo importo rappresenta un incremento di 28.582 euro rispetto ai 101.184 euro stanziati nel 2022 per l’integrazione dei canoni di locazione.

Nel 2021, lo stanziamento dell’amministrazione ammontava a 84.400,53 euro, di cui 37.632,83 euro provenienti dalla Regione Liguria e 46.767,70 euro a carico del bilancio comunale. Quell’anno furono presentate 86 istanze. Nel 2020, furono stanziati 72.000 euro per il bando di sostegno agli affitti, con contributi al pagamento del canone di locazione rivolti alle famiglie in difficoltà. Nel 2019, i contributi assegnati in favore di 87 nuclei familiari ammontavano a 35.000 euro.

Rapallo, Carlo Bagnasco è sempre alla ricerca del suo successore

Super User 21 Febbraio 2024 709 Visite

A Rapallo, si è sempre alla ricerca del candidato sindaco di centrodestra.

Il primo cittadino uscente, Carlo Bagnasco, tesse la sua tela per mantenere salde le redini del comune, anche senza essere candidato in prima persona.

C’è però da registrare la confusione creata dalle tante proposte messe sul tavolo dal coordinatore di Forza Italia, a cui spetta per accordi nazionali tra i partiti la scelta del suo successore.

La candidatura dell’ex sindaco Giorgio Costa è sempre più traballante, prova ne è che sono stati sondati e si stanno sondando altri candidati, come la totiana Lilli Lauro, che però ha subito declinato l’offerta, la forzista Antonella Aonzo o la noimoderata Elisabetta Ricci, queste ultime entrambe esponenti di punta dell’amministrazione Bagnasco. Dietro l’angolo rimangono le candidature di Filippo Lasinio, assessore ai Lavori pubblici, e di Giorgio Tasso, coordinatore provinciale di Forza Italia, consigliere comunale e capogruppo azzurro in Città Metropolitana, che ha già stampato i santini con faccia e nome accanto al simbolo forzista, ma senza precisare se sarà candidato consigliere o sindaco.

Alle amministrative di giugno ci sarà anche la lista Bagnasco (si chiamerà Forza Bagnasco?), per sfruttare il marchio di famiglia, ricordiamo che papà Roberto è stato per dieci anni sindaco a Rapallo e attualmente è parlamentare forzista.

Lo stesso coordinatore regionale degli azzurri lo aveva dichiarato alla stampa: “Il candidato sarà sostenuto almeno da cinque liste, tra i partiti e la mia civica. È come calare una scala di colpo”.

Nella cittadina del coordinatore regionale degli azzurri non potrà però mancare la lista di Forza Italia, dove dovranno giocoforza andare a candidarsi per disciplina di partito, con la speranza di essere eletti, lo stesso Giorgio Tasso, se non sarà candidato sindaco, Antonella Aonzo, unica consigliera comunale eletta per Forza Italia alle ultime elezioni e assessore uscente, Salvatore Alongi, già candidato alle ultime regionali sotto le insegne forziste e di Liguria Popolare, Giacomo Raffo, giovanissimo segretario organizzativo regionale degli azzurri e responsabile della campagna in Liguria di Massimiliano Salini in vista delle prossime elezioni europee. Pertanto, si profila un avvincente derby tra le liste Bagnasco e Forza Italia.

A rendere più incerto il quadro politico c’è la possibile spaccatura che incombe sul centrodestra: Domenico (Mimmo) Cianci, che proprio grazie ai tanti voti raccolti nel Tigullio è entrato in Consiglio regionale con la lista Toti, insiste sulla candidatura del presidente del Consiglio comunale, Mentore Campodonico.

Agli altri candidati a guidare la città, Francesco Angiolani, Armando Ezio Capurro e Andrea Carannante, non resta che attendere per conoscere il nuovo sfidante. O gli sfidanti, in caso di spaccatura del centrodestra.

Da Recco alla Nazionale Under 18, la brillante ascesa del calciatore Lorenzo Anghelè

Super User 19 Febbraio 2024 389 Visite

Lorenzo Anghelè, classe 2005 di Recco, è un calciatore che milita nella Juventus Next Gen (serie C, girone B) e ricopre il ruolo di attaccante nella Nazionale Under 18. Ieri, durante la partita contro la Lucchese, si è confermato come uno dei talenti più promettenti del calcio italiano.

“Esprimo i miei personali complimenti e quelli dell’Amministrazione comunale a Lorenzo - ha dichiarato il sindaco Carlo Gandolfo - che sta equilibrando con successo la sua carriera sportiva con gli studi, ottenendo ottimi risultati anche al liceo scientifico sportivo. Lorenzo ha iniziato a giocare a calcio a Recco con la società sportiva Golfo Paradiso, prima di passare alle categorie giovanili. Ha dimostrato di avere il talento e la determinazione necessari per raggiungere traguardi sempre più alti nel mondo del calcio. La sua promettente carriera è la prova che Recco, grazie anche alle sue strutture sportive, è un vero e proprio vivaio di talenti e continua a crescere in questo senso. Auguriamo a Lorenzo di poter presto giocare nella prima squadra della Juventus e le premesse ci sono tutte”.

Forza Italia Liguria, Giovanni Beverini nuovo responsabile regionale del Dipartimento Giustizia

Super User 19 Febbraio 2024 533 Visite

Il coordinatore ligure di Forza Italia, Carlo Bagnasco, ha nominato Giovanni Beverini responsabile regionale del Dipartimento Giustizia ed Affari Costituzionali. Avvocato del foro di Genova, già membro del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Chiavari, Beverini entra così a far parte del gruppo di lavoro coordinato da Francesco Paolo Sisto, responsabile nazionale per Forza Italia del Dipartimento in questione e vice ministro alla Giustizia.

Ex ospedale di Recco, il sindaco Gandolfo annuncia l’apertura di un ambulatorio per pazienti fragili e cronici

Super User 16 Febbraio 2024 272 Visite

Il sindaco di Recco Carlo Gandolfo invita i cittadini alla presentazione del nuovo ambulatorio multimediale ASL3, in programma giovedì 22 febbraio, alle ore 11:00, nella sala consiliare del Comune di Recco. Nasce un innovativo servizio finalizzato alla presa in carico multidisciplinare di pazienti fragili e con patologie croniche, attraverso l'utilizzo di tecnologie avanzate quali la diagnostica rapida di laboratorio, la telerefertazione e la telemedicina.

"E' una struttura all'avanguardia che migliorerà la qualità dell'assistenza sanitaria sul nostro territorio e che dimostra la collaborazione tra il Comune di Recco e l'ASL3 - ha dichiarato il sindaco Carlo Gandolfo - siamo lieti di ospitare l'ambulatorio che, oltre a rappresentare un esempio di innovazione e di integrazione tra i servizi sanitari, è un progetto necessario e territorialmente strategico, soprattutto per gli over 65".

Oltre al sindaco Gandolfo, interverranno Luigi Carlo Bottaro, direttore generale ASL3, Isabella Cevasco, direttore socio-sanitario ASL3, Pasquale Greco, direttore distretto 13 Levante ASL3.

Sarà inoltre possibile assistere a un video con la presentazione delle attività svolte nell'ambulatorio.

Per gli over 65 a Recco torna il the con il sindaco Gandolfo: “Vi aspetto, parleremo della città”

Super User 13 Febbraio 2024 332 Visite

A Recco torna il "The con il sindaco". Il primo cittadino Carlo Gandolfo ha annunciato un nuovo incontro con i recchesi over 65, dopo il successo l'appuntamento di dicembre che ha visto grande partecipazione e interesse. Gandolfo ha rinnovato l'invito ai cittadini senior a partecipare a una riunione per esprimere riflessioni, opinioni e suggerimenti sulla città, favorendo il rafforzamento di un rapporto diretto tra il sindaco e i recchesi. Tè e pasticcini non mancheranno per tutti i partecipanti, serviti dagli studenti dell'Istituto alberghiero Marco Polo. L'incontro che è in programma lunedì 26 febbraio alle ore 16 nella Sala del Consiglio del Comune di Recco, sarà l'opportunità per ascoltare le voci e le necessità di quella parte della cittadinanza che costituisce una risorsa preziosa per la comunità. "Voglio continuare sulla linea di quel dialogo costruttivo - ha affermato il sindaco Carlo Gandolfo - e aperto con tutti i cittadini, per conoscere le loro proposte e le loro critiche. L'interazione diretta è il modo migliore per capire le singole realtà, di cosa succede in città. L'incontro dello scorso dicembre è stato molto positivo e ha fornito numerosi spunti, sui quali ho lavorato in questi mesi, alcuni risolti, altri cercheremo di pianificarli appena possibile".

Dalla letteratura alla scienza, dai saggi ai romanzi: la cultura sbarca sul green del Golf di Rapallo

Super User 12 Febbraio 2024 461 Visite

Arriva un festival della cultura al Golf di Rapallo. Il nome della manifestazione è semplicissimo: “Cultura al Golf”. Ci saranno ben 11 appuntamenti, tutti al giovedì alle ore 18:00: dalla letteratura alla scienza, dai saggi ai romanzi. La sede è super prestigiosa, e cioè uno dei salottini della buvette: un luogo meraviglioso tutto di legno e imbottiture, l’immagine stessa del luogo caldo e accogliente.

Tutto è stato reso possibile dalla disponibilità e ospitalità del Circolo Golf & Tennis Rapallo: con il presidente Attilio Riola, il vice Giuseppe Traverso e il direttore Fabrizio Pagliettini in testa. Si comincia giovedì 15 febbraio con la conferenza “Il bello della matematica” tenuta dall’ingegner Franco Torre, che cura una rubrica su argomenti scientifici sulla prestigiosa testata Huffington Post. A seguire altri 10 appuntamenti fino a giovedì 13 giugno: si salteranno solo i giovedì che cadono in concomitanza con festività o con importanti eventi sportivi già in programma da tempo.

Ecco il programma completo:

- 15 febbraio - Conferenza “Il bello della matematica” dell’ing. Franco Torre

- 29 febbraio - Presentazione del giallo Carnaio 8844 (L’Orto della Cultura) di Paolo Fizzarotti; gli attori Samuele Poma e Angela Ciapica leggeranno dei brani; lo psichiatra Stefano Venuti (Sestri Levante) farà degli interventi critici sui profili psicologici e psichiatrici dei protagonisti. Modera l’incontro il giornalista Sandro Sansò.

- 7 marzo - Donne scienziato. Conferenza dell’astrofisica e giornalista scientifica Gabriella Bernardi, di Torino.

- 21 marzo - Marco Pagliettini presenta il suo libro “70 volte Vasco – Biografia di una rockstar”, scritto insieme a Massimo Poggini, Baldini + Castoldi editore.

- 4 aprile - “I Fondovalle della Memoria” (L’Orto della Cultura), saggio su Italo Calvino di Corrado Fizzarotti, Università di Modena e Reggio Emilia. Conduce Alba Zanini, dell’INFN. Interviene Lorenzo Nelli, Università di Urbino.

- 18 aprile - Gianmarco Griffi presenta il libro "Ferrovie del Messico", finalista al Premio Strega 2023.

- 2 maggio - "Defixiones - Roma brucia ancora" (Curcio editore) e la magia nell'antica Roma. Romanzo storico. L’autrice Marinella Gagliardi Santi dialoga con la psicologa della comunicazione Giuliana Gabet. Brani recitati dall’attrice Patrizia Ercole.

- 16 maggio - Conferenza sulle "diverse abilità del golf" a cura di Fabrizio Pagliettini, in collaborazione con il Panathlon International di Chiavari.

- 23 maggio - La creatività nel Fumetto. Con Ivo Milazzo, autore di livello internazionale, e Stefano Rolli vignettista del Secolo XIX.

- 6 giugno - Il centenario di Guglielmo Marconi, conferenza di Angelo Sardi, ingegnere dell’INRIM Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica. Conduce Alba Zanini

- 13 giugno - Giorgio Alarico Chiarva presenta il romanzo biografico “Amadeo Peter Giannini, il banchiere galantuomo” Francesco Brioschi Editore

Paolo Fizzarotti e Maurizio Ramonda

Rapallo, Toti: “Un’emozione vedere il porto turistico completamente recuperato”

Super User 02 Febbraio 2024 683 Visite

“Un’emozione vedere il porto turistico di Rapallo completamente recuperato dopo la mareggiata del 2018 che lo devastò completamente. Grazie a un efficace partenariato tra pubblico e privato tornerà a essere uno dei porti più importanti del Mediterraneo, pronto a ospitare gli armatori dei grandi yacht e a essere la vetrina dei nostri marchi più prestigiosi della nautica”. Così scrive in una nota il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

“Con questa infrastruttura, che si aggiunte ai porti di Santa Margherita e ai prestigiosi attracchi di Portofino, il Tigullio è pronto per giocare un ruolo da protagonista nel turismo, con molte decine di nuovi posti di lavoro per i nostri concittadini. Lunedì sera il Comune di Rapallo approverà l’atto definitivo di questa lunga vicenda, chiudendo definitivamente un capitolo doloroso per le nostre coste”, conclude Toti.

Chiavari, l’appello del sindaco Messuti ai colleghi del territorio: “Il Cantero non può essere abbandonato”

Super User 31 Gennaio 2024 356 Visite

“Il Cantero non può essere abbandonato e necessita dell’impegno di tutti noi, soprattutto dell’intervento della parte pubblica, per essere riaperto. La proprietà ha formalizzato un impegno scritto, fissando il prezzo di vendita a 2 milioni di euro - spiega il primo cittadino di Chiavari, Federico Messuti - Stiamo dialogando con Regione Liguria, Città Metropolitana e gli enti sovraordinati per ricevere un finanziamento che ci consenta di acquisire il teatro al patrimonio comunale, che dovrà mantenere l’attuale destinazione d’uso ma anche ampliare la sua funzione, diventando uno spazio polifunzionale e un centro congressi a servizio di tutto il comprensorio. Nascerà così un vero e proprio polo culturale diffuso: su piazza Matteotti si affacciano infatti l’Auditorium San Francesco, Palazzo Rocca e il suo parco, il teatro all’aperto e la Farmacia dei Frati. Oltre 1800 posti per eventi e congressi di largo respiro, che dovranno essere studiati con i comuni del Tigullio. Un sistema strategico dalle grandi potenzialità - prosegue - Ci stiamo interfacciando anche con realtà private che vorranno perdere parte al progetto di ristrutturazione dell’edificio, come Duferco che presenterà il 24 febbraio, alla Società Economica, una perizia per il restauro e l’ammodernamento della storica sala. Per quanto riguarda la gestione del teatro, il passo successivo riguarderà la definizione e la creazione di una fondazione di partecipazione pubblico-privata senza scopo di lucro. Oggi, insieme agli altri sindaci, abbiamo firmato una lettera da inviare a Regione Liguria per chiedere di valutare un adeguato finanziamento per l’acquisto. Siamo fiduciosi di poter alzare nuovamente il sipario del teatro Cantero”.

Aggiunge il vicesindaco di Città Metropolitana di Genova, Antonio Segalerba: “È fondamentale credere e portare avanti un progetto così importante per Chiavari e per tutto il Tigullio. Il teatro Cantero deve ritornare ad essere un punto di riferimento nel Levante ed è fondamentale investire per renderlo un centro culturale polifunzionale aperto a tutti. Abbiamo già sostenuto l’istruttoria per la richiesta di fondi al Ministero in seguito ad una domanda presentata dalla proprietà del teatro, somme in parte già disponibili. Avanti tutti insieme per giungere alla riapertura della storica sala”.

Recco, i grandi lavori della giunta Gandolfo: la Sala Polivalente

Super User 26 Gennaio 2024 551 Visite

La Sala Polivalente "Franco Lavoratori" di via Ippolito d’Aste è per la comunità recchese di grande importanza. Luogo di aggregazione per il tempo libero, la cultura, l'educazione e lo stare insieme, nonché sede storica della Pro Loco, la struttura ha recentemente subito un significativo restyling grazie a un investimento complessivo di oltre 238.000 euro. Attività conclusa nel 2021 dall'amministrazione Gandolfo che ha portato una serie di miglioramenti infrastrutturali.

Il progetto ha visto un investimento di 61.000 euro per l’efficientamento energetico, realizzato attraverso la sostituzione della pompa di calore e la coibentazione di una porzione della copertura, modifiche che hanno contribuito a ridurre il consumo energetico dell’edificio, portando a un risparmio significativo sui costi.

Un altro aspetto fondamentale del restyling è stata l’installazione di corpi illuminanti ad efficienza migliorata a sorgente a led, con un investimento di 70.000 euro. La nuova illuminazione non solo migliora l’aspetto estetico della sala, ma contribuisce anche a ridurre ulteriormente il consumo energetico. La ristrutturazione ha incluso anche la fornitura e posa di lastre mancanti sul prospetto dell’edificio, con un costo di 3.190 euro.

Il sistema di riscaldamento dell’edificio è stato adeguato con la sostituzione dei fan coils, per una spesa di 4.697 euro.  Infine, il progetto ha incluso il rifacimento del lastrico di copertura circostante l'edificio per un investimento di 99.400 euro.

Rapallo, Bagnasco ai lavoratori portuali: “La riapertura del porto è prevista per marzo”

Super User 18 Gennaio 2024 847 Visite

Questa mattina il sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco, ha ricevuto i lavoratori del porto rappresentati dalla sindacalista di Filcams-Cgil assieme all'RSU, alla presenza del presidente di Ptir, Giovanni Tamburi, e dell'avvocato del lavoro Marino Busnelli.

Le preoccupazioni dei dipendenti sono state ascoltate da Bagnasco che li ha subito rassicurati asserendo che il primo interesse dell'amministrazione, nell'iter avviato negli anni per le pratiche concessorie, è sempre stato quello della tutela dei posti di lavoro dei dipendenti del porto, non dimenticando mai l'interesse pubblico e la necessità essenziale per la città di riavere un porto aperto, funzionante e ancora più attrattivo.

“Abbiamo lavorato assieme per il bene della città, negli oltre 380 incontri serviti per uscire dall'emergenza del 2018 e arrivare sino a questo punto - ha detto il sindaco -. Dal primo giorno il dottor Bizzi (del gruppo Bizzi & Partners, ndr), ha garantito la posizione del personale facendosi carico di tutti gli ottimi dipendenti del suo predecessore. I tempi burocratici possono sembrare lunghi, ma vi assicuro che arrivare ad oggi con l'abitato cittadino protetto dalla diga, immediatamente eseguita, e il porto in prossimità dell'apertura (prevista per marzo) è un risultato straordinario ed è stato eccezionalmente veloce.

Manca ancora un passaggio formale e fondamentale in Consiglio comunale che riguarda la sub concessione (il trasferimento trasferendo dalla Ptir alla società Argo, del gruppo Bizzi & Partners, ndr), sul quale non ravvedo alcun problema soprattutto da parte dei consiglieri che hanno a cuore il bene della città”.

Recco, le attività dell'amministrazione Gandolfo: gli impianti sportivi

Super User 18 Gennaio 2024 408 Visite

Tra le grandi opere realizzate nel corso del mandato del sindaco di Recco, Carlo Gandolfo, spicca l’acquisto del campo di calcio San Rocco.

Nel 2021 il Comune ha investito un milione e 100mila euro per l’acquisizione del campo e dell’area adiacente, utilizzata come parcheggio. Con l’adesione al bando “Sport Missione Comune 2021”, Recco ha beneficiato di un milione e 32mila euro, ottenendo un mutuo con l’Istituto per il Credito Sportivo a interesse zero. Inoltre 20mila euro sono stati reperiti tra i fondi già stanziati nel bilancio e 58mila euro utilizzando l’avanzo di amministrazione.

Questa è solo una delle iniziative intraprese dal sindaco Gandolfo nel corso del suo mandato per migliorare la vita della comunità di Recco.

Amministrative di Rapallo, i Bagnasco scelgono Costa: “Persona credibile”

Super User 16 Gennaio 2024 1313 Visite

Non è ancora ufficiale, ma chi lo ha proposto non può certo ‘bruciare’ un nome così. È Giorgio Costa, “Persona credibile”, il candidato sindaco sul quale Carlo e Roberto Bagnasco vogliono puntare alle amministrative di giugno.

Padre e figlio, rispettivamente deputato e coordinatore regionale di Forza Italia, hanno accantonato gli altri nomi papabili, su tutti quello dell’assessore ai Lavori pubblici Filippo Lasinio, per mettere le loro fiches, e quelle del centrodestra, su chi conosce bene il loro principale avversario, Armando Ezio Capurro (sindaco dal 2004 al 2006), e ha un particolare desiderio di rivincita nei suoi confronti.

Costa, infatti, fu eletto sindaco del comune ruentino proprio grazie al sostegno di Capurro. Ma nel 2014, dopo soli due anni di amministrazione, fu lo stesso Capurro a farlo cadere.

Non si sa però se Costa sarà il candidato di tutto il centrodestra: il totiano Mimmo Cianci, forte delle 4900 preferenze ottenute alle ultime regionali e dei tanti condomini gestiti a Rapallo, continua a sostenere con fermezza la candidatura dell’attuale presidente del Consiglio comunale, Mentore Campodonico.

Se ci sarà la spaccatura, il successore di Carlo Bagnasco potrebbe essere deciso dal ballottaggio tra Costa e Capurro, un avvincente duello che sta già appassionato rapallini e rapallesi, soprattutto quelli non più giovanissimi che ricordano i sindaci di dieci e venti anni fa. 

Recco, il Comune finanzia lavori di manutenzione stradale per oltre 104mila euro

Super User 04 Gennaio 2024 440 Visite

Il Comune di Recco prosegue con i lavori di manutenzione straordinaria delle strade cittadine. Nei giorni scorsi, infatti, la Giunta Gandolfo ha approvato i progetti esecutivi e i finanziamenti di una serie di interventi che riguardano tratti stradali per 104.454 euro, di cui 84.454 euro a carico dell’amministrazione e 20mila euro provenienti da fondi regionali.

Il progetto prevede il rifacimento di tratti di asfalto ammalorati ed usurati in via Pisa, via Trieste, via Marconi e via alla Stazione, oltre a opere per rendere più sicura e fluida la circolazione dei veicoli e dei pedoni.

“L’approvazione del progetto rientra tra le nostre priorità per la valorizzazione del territorio e la qualità della vita dei cittadini - commenta il sindaco Carlo Gandolfo - prosegue l’impegno dell’amministrazione comunale sul tema delle manutenzioni di strade e marciapiedi. La conclusione dell’anno appena trascorso ha visto l’esecuzione di diversi progetti per il ripristino del fondo stradale ammalorato. Questi interventi, insieme agli ulteriori programmati per il 2024, consentiranno di mettere in sicurezza il patrimonio pubblico viario, garantendo migliori condizioni di mobilità”.

Sestri Levante, 20 ore di Consiglio comunale per approvare il bilancio di previsione

Super User 31 Dicembre 2023 443 Visite

Dopo una seduta-fiume di quasi venti ore, alle 5.00 di questa mattina, 31 dicembre, il Consiglio comunale di Sestri Levante ha approvato il bilancio di previsione per il triennio 2024-2026 e gli atri atti collegati. 

“Il bilancio prevede alcune modifiche all’addizionale comunale all’IRPEF, alle aliquote IMU e interventi di rimodulazione secondo gli indici ISTAT di alcuni servizi a domanda individuale che come Comune vogliamo continuare ad offrire”, spiega il sindaco Francesco Solinas. “La manovra deve necessariamente essere inquadrata in una visione più ampia e nel quadro della situazione finanziaria che abbiamo trovato al nostro insediamento. Il bilancio di previsione 2023, approvato dalla precedente Amministrazione, era stato costruito prevedendo il ricorso eccezionale alla sospensione dei mutui per oltre 300mila euro e destinando gli oneri di urbanizzazione alla spesa corrente per oltre 875mila euro su un totale di 900 mila stanziati: ci siamo dunque trovati un Comune senza risorse per mettere in campo investimenti e manutenzioni. Abbiamo ereditato una situazione con un forte disequilibrio tra le entrate, le spese per investimenti e le spese correnti del Comune che, è bene sottolineare, negli anni sono aumentate gradualmente in particolare di quattro milioni negli ultimi cinque anni. Tali scelte amministrative hanno portato alla quasi totale erosione dei fondi destinati alle progettazioni degli interventi e delle opere sul territorio, ma anche per le riparazioni, le asfaltature e per molte delle azioni di cura e pulizia della città, con un risultato visibile a tutti”.

“L’ammontare del divario tra spese ed entrate – prosegue il sindaco - era di entità tale da richiedere interventi immediati, volti a riportare il nostro Ente in una condizione di riequilibrio strutturale. Con competenza, serietà e responsabilità ci siamo quindi occupati di queste problematiche e abbiamo previsto degli interventi economici strutturali per invertire la rotta, assumendoci la responsabilità di scelte politiche e amministrative impopolari, ma necessarie. A differenza di quanto fatto da chi ci ha preceduto, la nostra Amministrazione con la manovra approvata in Consiglio Comunale assume una posizione chiara e responsabile nei confronti dei cittadini. Avremmo potuto tagliare drasticamente le spese del Comune, soprattutto in ambito sociale, che costituiscono un'importante fetta delle spese sostenute, ma non abbiamo voluto e non vogliamo tagliare i servizi. Pertanto abbiamo proposto una rimodulazione delle aliquote ispirata a criteri di equità fiscale e improntata sui principi di progressività, tutelando le fasce deboli della popolazione e le imprese familiari e di piccole dimensioni, favorendo altresì l’imprenditorialità giovanile”.

“Questa manovra, su cui la minoranza ha portato avanti una rilevante azione di disinformazione, non è una scelta popolare per raccogliere consenso, ma è segno del nostro senso di responsabilità nei confronti dei cittadini e dell’impegno, assunto in campagna elettorale, di rendere la nostra città più curata, sicura e bella”, conclude Solinas.

 

IRPEF

L’addizionale comunale all’IRPEF, in passato uguale per tutti senza distinzione per scaglioni di reddito, vedrà una rimodulazione che tutela le fasce deboli, introducendo l’esenzione dal pagamento per le persone con reddito fino a 12mila euro, e mantenendo l’attuale aliquota per i redditi fino a 28mila. Per i redditi superiori a 28mila fino a 50mila euro la nuova aliquota sarà fissata a 0,65, mentre per quelli eccedenti 50mila sarà lo 0,8. Il principio che ispira tale rimodulazione è quello dell’equità fiscale, affinché le categorie più deboli possano essere sostenute e aiutate, con l’obiettivo di mettere ciascun cittadino nelle condizioni di poter fare la propria parte per la comunità e per la messa in ordine della città. L’introduzione di un’aliquota progressiva consentirà di avere un maggior gettito pari a 90mila euro nel 2024, anno in cui l’Ente riceverà solo il versamento dell’acconto dell’addizionale a regime, e un incremento stimato di euro 230mila euro a partire dal 2025.

 

IMPOSTA DI SOGGIORNO

Il turismo resta un settore centrale per l’economia di Sestri Levante, e con la revisione degli importi dell’imposta di soggiorno, che variano da 0,50 a 1 euro, distribuita tra le varie tipologie di strutture ricettive, si avranno maggiori entrate da investire sul territorio per rendere la città più attrattiva. Con gli introiti derivanti da tale imposta si darà continuità ai servizi già erogati dal Comune e contestualmente saranno garantite al Comune ulteriori risorse per mantenere la promozione turistica del nostro territorio e più in generale i servizi previsti durante la stagione estiva, tra cui la pulizia, il trasporto pubblico e la sicurezza, che a causa della spinta inflazionistica degli ultimi anni hanno subito un sensibile incremento di costo. Si potranno inoltre creare e offrire eventi maggiormente attrattivi, contribuire al mantenimento del decoro urbano nelle zone maggiormente frequentate dai turisti come il centro storico e la passeggiata, promuovere la città in fiere nazionali ed internazionali. Nell’ambito di questo intervento è mantenuta la sospensione dell’imposta di soggiorno nei mesi da novembre a marzo, al fine di fornire un sostegno alle attività ricettive in un periodo di ridotti arrivi; sono previste anche agevolazioni a favore della famiglie, esentando dal pagamento i figli con età inferiori a 12 anni e il terzo figlio minorenne. L’aggiornamento degli importi dell’imposta di soggiorno consentirà un maggior gettito pari a 230 mila euro.

 

IMU

La rivisitazione delle aliquote IMU ha una duplice finalità: ottenere maggiori risorse per fare fronte alle criticità evidenziate ed accompagnare l’aumento di alcune aliquote con interventi a tutela di specifiche categorie di persone ed attività economiche, sulla scorta anche di quelli che sono gli obiettivi di mandato contenuti nel programma elettorale. Infatti le aliquote IMU sono state rimodulate tutelando gli affitti rivolti ai residenti, le imprese individuali e familiari su tutto il territorio comunale, con un occhio di riguardo per l’imprenditorialità giovanile. Tale revisione, strutturata sulla base dell’impiego del fabbricato strumentale nella propria attività produttiva o della locazione a terzi, risponde a criteri di equità fiscale e, nell’ambito di tale differenziazione, sono state tutelate le ditte individuali, le piccole imprese e quelle familiari che per loro natura possiedono una capacità reddituale modesta, inferiore a quella delle attività economiche più grandi e radicate sul territorio, che in passato erano trattate fiscalmente alla pari. Non vengono apportate modifiche alle aliquote delle abitazioni e sono mantenute le agevolazioni per i proprietari che affittano o concedono in comodato gratuito a parenti in linea retta, agevolazioni che verranno estese anche a pertinenze, box auto e magazzini, per contrastare l'eccessivo ricorso alle locazioni brevi, specialmente nelle zone centrali. Buona parte del maggior gettito deriverà dall'innalzamento dell’aliquota sugli immobili commerciali di categoria C e D e sarà destinato a favorire le locazioni degli immobili sfitti e la concessione in locazione dei fondi commerciali ai giovani under 35 che avviano nuove attività d'impresa su tutto il territorio comunale. Sempre per tutelare le attività produttive e favorire nuovi insediamenti sono state previste aliquote IMU agevolate per immobili di categoria D che vengano utilizzati dal proprietario o concessi in comodato gratuito a chi svolge un'attività economica di piccola impresa. Inoltre viene introdotta un’aliquota IMU differenziata, ovvero più bassa, per le attività alberghiere che destagionalizzano tenendo aperte le proprie strutture anche nei periodi di bassa stagione. Gli adeguamenti IMU determinano maggiori entrate stimate in 400mila euro, pari a circa il 4,6% del gettito attuale.

 

SPESA SOCIALE E BONUS NUOVI NATI

Gli interventi economici descritti, una gestione oculata del bilancio e decisioni politiche mirate hanno permesso non solo di garantire le risorse necessarie per mantenere l'importante investimento nel settore sociale, ma anche di potenziare i servizi offerti. Infatti nel 2024 sarà lanciato in via sperimentale il bonus per i nuovi nati, un incentivo volto a contrastare concretamente il declino demografico. Questo prevede l'erogazione di un contributo, vincolato alla fascia ISEE, che può arrivare fino a 700 euro. Il bonus, legato alla residenza nel nostro Comune, sarà erogato in via sperimentale nel 2024, con copertura finanziaria anche per il biennio successivo. Sarà inoltre prevista un'agevolazione maggiore per i bambini con disabilità. Nell’ambito delle spese sociali figurano le tariffe per i servizi a domanda individuale, tra cui la refezione ed il trasporto scolastico, l’assistenza domiciliare e l’asilo nido, alle quali è stato applicato un adeguamento ISTAT pari al 5,10%, in ragione dell’aumento che i costi subiscono automaticamente. Va specificato che tali adeguamenti andranno a sostenere solo parzialmente il costo dei servizi: infatti, ad esempio, la percentuale di copertura del servizio di refezione scolastica prevista per il 2024, quindi con adeguamenti ISTAT inclusi, si attesta al 48,91% (incasso previsto 385mila euro a fronte di una spesa prevista di 787mila euro), mentre per quanto riguarda il trasporto scolastico si attesta al 26,15% (spesa prevista 298.247 euro di cui 78mila incassati).

Nello specifico, con l’adeguamento ISTAT previsto, il costo del singolo buono pasto per le famiglie di Sestri Levante avrà al massimo, per il primo figlio, un aumento di 0,22 centesimi, mentre per i non residenti tale aumento sarà al massimo di 0,28 centesimi. Per il trasporto scolastico le tariffe per i residenti, per il primo figlio, varieranno di soli 10 euro all’anno, mentre per i non residenti si avrà al massimo un aumento di 15 euro all’anno. Si mantengono le agevolazioni per il secondo e terzo figlio, che prevedono lo sconto di € 0,50 a buono pasto sulla tariffa immediatamente superiore e lo sconto di € 20 per il trasporto scolastico sulla tariffa immediatamente superiore e restano altresì confermate le agevolazioni modulate sulla base della fascia ISEE per i residenti per la mensa, per il trasporto scolastico e per gli asili nido estivi, le cui tariffe settimanali per l’intera giornata varieranno per i residenti di soli 5 euro, con un incremento più elevato per i non residenti, accompagnato da un differenziazione tra non residenti appartenenti al distretto socio-sanitario e non residenti extra distretto.

Anche per l’assistenza domiciliare è stato applicato un adeguamento di 0,40 centesimi l’ora per la tariffa in fascia ISEE più bassa e di 1,10 euro per la fascia più elevata. Inoltre, per casi particolari, in cui la situazione economica risultante dall'ISEE non consentisse per vari motivi ad un cittadino di sostenere la spesa, vi sarà sempre la possibilità dell'équipe delle assistenti sociali di deciderne la gratuità o l'inserimento in una fascia minore.

Rapallo, turismo record nella perla del Tigullio: presenze superiori al pre-pandemia

Super User 29 Dicembre 2023 926 Visite

La stagione turistica di Rapallo si è chiusa con un risultato record che supera i livelli di presenza registrati nel 2019, prima cioè dell'epidemia Covid. A rivelarlo sono i dati relativi all’imposta di soggiorno, discussi il 14 dicembre nella riunione del Tavolo di Concertazione sul Turismo, istituito dai rappresentanti di Camera di Commercio, del Gruppo Albergatori di Rapallo e Zoagli, di Ugal Federalberghi e dell’amministrazione comunale.

Dal 1° marzo al 31 ottobre 2023 sono stati incassati 750.916,29 euro, più del 18% rispetto al 2022 e del 30,2% rispetto al 2019.

Di questi, le strutture alberghiere hanno incassato 487.939,50 euro (64,9%) mentre le strutture extra alberghiere 262.976,79 euro (35,1%), di cui € 228.753,79 provengono dagli appartamenti ammobiliati ad uso turistico.

Nel 2023 gli appartamenti ammobiliati ad uso turistico sono stati 1.489 (1.186 nel 2022 e 730 nel 2021) con la conseguente duplicazione dell’incasso della tassa di soggiorno. Stabile resta il numero delle strutture alberghiere ma l’importo incassato è in aumento del 12% rispetto al 2022.

Le visite all'Infopoint turistico "Hello Rapallo" confermano l’ottima salute del flusso turistico nella nostra città.

Nel 2023 si sono registrate 32.650 visite, il 48% da parte di turisti italiani. La quota straniera del 52% è costituita da stranieri (Francesi con il 15% del totale, seguiti da Inglesi e Statunitensi che toccano il 13%).

Il 35% di chi si rivolge all’Infopoint lo fa per avere informazioni turistiche, il 17% chiede informazioni su escursioni e sentieri.

È stato ribadito che nel 2024 l’imposta di soggiorno non subirà variazioni né riguardo il periodo di applicazione né per le tariffe.

Il tavolo ha infine discusso e condiviso la programmazione 2024, per i quali particolare attenzione è stata posta da parte degli albergatori ad una prospettiva comprensoriale.

“I risultati ottenuti nel 2023 confermano l’eccezionale attrattività del nostro territorio - ha affermato l’assessore al Turismo Elisabetta Lai - e insieme le sue straordinarie potenzialità per quanto riguarda sia la sua collocazione e la sua relazione nel cuore del Tigullio, sia la capacità di offrire soluzioni turistiche 12 mesi all'anno”.

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Levante

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip