Skin ADV

Levante

Rapallo, il coordinatore Arena lascia Fratelli d’Italia: “Non mi riconosco più nella linea politica del partito”

Super User 09 Dicembre 2023 1041 Visite

“Dopo un’attenta e approfondita valutazione del quadro politico nazionale e locale, con la presente rassegno le dimissioni irrevocabili da coordinatore cittadino di Rapallo, responsabile cultura provinciale e delegato alla formazione della lista per le elezioni amministrative rapallesi del 2024 e, conseguentemente, dal partito”. Così scrive in una nota Gianni Arena, figura storica della destra nel Tigullio che i rumors danno oggi vicino al candidato sindaco di Rapallo Armando Ezio Capurro.

“Da molto tempo ormai - prosegue la nota - non mi riconosco più nella linea politica di Fratelli d’Italia a livello nazionale e internazionale, ritenendo la stessa troppo atlantista, asservita agli Stati Uniti d’America, troppo soggetta alle pressioni dell’Unione Europea e “pericolosamente” orientata al centro; pertanto, per chi come il sottoscritto proviene da una storia di “destra sociale”, il quadro attuale non è più francamente sostenibile”.

“Per quanto concerne la situazione rapallese attuale, tenendo conto del successo ottenuto alle elezioni politiche del settembre 2022 (a Rapallo Fratelli d’Italia è risultato il partito più votato, con il 28% dei consensi), al cui risultato ho contribuito in prima persona, avrei auspicato una linea d’azione più idonea, basata sulla meritocrazia politica, anziché su scelte preconfezionate e limitanti, effettuate senza tenere conto della realtà cittadina”, conclude Arena.

Borsino dei congressi di Forza Italia a Genova e Rapallo

Super User 09 Dicembre 2023 1139 Visite

Il borsino dei congressi di Forza Italia che si sono svolti a Genova (cittadino) e a Rapallo (provinciale)

CARLO BAGNASCO
Grazie alla nomina ricevuta da Silvio Berlusconi, il coordinatore regionale è ancora ben saldo in sella a Forza Italia in Liguria. Ma se vorrà mantenere l’incarico, dovrà meritarsi i voti dei tesserati. E si dovrà guardare da chi vorrà scalare il partito.

GIORGIO TASSO
Il coordinatore azzurro per la provincia di Genova (subentrato nel 2020 a Roberto Bagnasco, rieletto adesso con voto unitario) secondo i forzisti ha fatto un “capolavoro”, perché è riuscito a tenere il partito compatto. Il suo direttivo ha accontentato tutti. 

MARIO MASCIA
Da commissario cittadino a coordinatore eletto da candidato unitario. L’assessore comunale (con importanti deleghe) ha convinto gli azzurri grazie al suo proficuo lavoro che ha fruttato oltre 500 tesserati a Genova. È il leader indiscusso sotto la Lanterna.

CLAUDIO MUZIO
Anche se gli azzurri non vogliono sentir parlare di correnti, dopo le elezioni comunali di Sestri Levante, dove il capogruppo in Regione ha proposto un candidato sindaco (poi eletto) in alternativa a quello del centrodestra, è inevitabile parlare di due Forza Italia. Non è così? Le liste per le elezioni di Rapallo daranno la risposta.

ROBERTO BAGNASCO
Il deputato ha un grosso lavoro da fare: deve difendere il suo figliolo sindaco dagli attacchi che gli arrivano da chi vorrebbe prendere il suo posto, sia nel partito sia in Comune a Rapallo. Riusciranno gli antagonisti ad espugnare la roccaforte dei Bagnasco? 

GIOVANNI TOTI
L’ex delfino di Berlusconi è intervenuto al congresso di Genova. A chi ha pensato a un suo riavvicinamento a Forza Italia, il governatore ha risposto: “Non ho intenzione di bussare alla vostra porta”. Insomma: non sta facendo il porta a porta.

MARCO BUCCI
Anche il sindaco è intervenuto al congresso di Genova. Lo ha fatto probabilmente per 'rispetto' verso il suo superassessore Mascia: “Con lui non urlo mai”. A Palazzo Tursi, solo poche persone (tra politici e dipendenti) possono vantare questo primato.

SANDRO BIASOTTI
L’ex parlamentare forzista, oggi totiano, ha detto che vedrebbe bene Bucci alla guida degli azzurri. Il commissario di tutte le infrastrutture (ponte, diga, tunnel subportuale) diventerà anche commissario per la ricostruzione di Forza Italia? Ma il sindaco, seduto in prima fila, non è sembrato entusiasta. Forse perché in questo caso non potrebbe utilizzare l’esplosivo.

MATTEO ROSSO
Il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia ha detto sì al terzo mandato da governatore a Giovanni Toti: “Ha lavorato bene”. Alcuni parlano di un accordo tra meloniani e totiani per le future tornate elettorali, a partire dalle europee. Dove il candidato da votare è il ‘fratello’ Stefano Balleari.

LUIGI ‘GIGI’ GRILLO
Al congresso di Genova, l’ex senatore (classe 1943, oggi vignaiolo) ha ricordato quando nel 1994 fu decisivo per le sorti del primo governo Berlusconi: “Contro il mio partito (allora era nel PPI, ndr) uscì dall’aula per abbassare il quorum. Così passò la fiducia”. Senza il produttore di sciacchetrà, la storia avrebbe preso un altro corso.

ROBERTO CASSINELLI
Al congresso di Genova, l’ex senatore ha detto di essere in Forza Italia da 30 anni: “Una lunga militanza che in pochissimi possono vantare. E, a distanza di tanto tempo, ancora oggi mi riconosco in questi ideali”. Che sono quelli che gli ha trasmesso Alfredo Biondi.

GIOVANNI BEVERINI
L’avvocato di Chiavari è stato eletto vice coordinatore della Provincia di Genova. “Tasso ed io abbiamo iniziato a lavorare sul territorio: vogliamo Forza Italia presente in ogni angolo della Provincia e un grande futuro per l’unico e affidabile partito dei moderati”. Con buona pace di Toti e di Noi Moderati.

UBALDO SANTI
L’ex consigliere comunale, eletto nella lista di Bucci e poi transitato in Fratelli d’Italia, dopo quasi 10 anni (era il 2014) ha ripreso la tessera di Forza Italia. “Qui rappresento Letizia Moratti: il suo progetto, che prevede la creazione di un grande centro riformista, liberale, cattolico e popolare, mi ha convinto. Con lei ho lavorato alla nascita di Lombardia Migliore, di Liguria Migliore e di altre iniziative”. Il fondatore dell’associazione Liguria-Russia sarà il rappresentante migliore?

Il congresso di Genova, in primo piano Mario Mascia

Pieve Ligure, in Consiglio comunale entra Antonio Sarcletti

Super User 04 Dicembre 2023 533 Visite

Durante lo scorso Consiglio comunale di Pieve Ligure è stato comunicato il cambio di consiglieri fra Federico Montobbio, che si è dimesso per motivi personali, e Antonio Sarcletti, primo dei non eletti della Lista Pieve nel Cuore.

Nato a Genova nel 1975, cresciuto a Sori, Antonio Sarcletti vive a Pieve dal 2015 nella casa dei nonni paterni, pievesi già dal ‘53. Studente di economia e commercio, ha svolto per molti anni attività di volontariato in ambito sportivo e turistico (gruppo sportivo Sori calcio, Pro Loco Sori, VAB).

Attualmente lavora come portalettere di Poste Italiane, servendo il territorio del Golfo Paradiso, fra cui Pieve Ligure. È stato postino di zona per circa 8 anni. Coltiva molte passioni, letteratura e cinematografia in particolare. Amante della fotografia.

È "Ambasciatore Couchsurfing": grazie a questa esperienza ha potuto viaggiare in diversi Paesi e ha ospitato persone provenienti da 48 nazioni, crescendo umanamente. Pratica il giardinaggio nel suo giardino di casa, curando in special modo l’agrumeto ereditato e le rose.

Lavagna celebra il centenario della divina Maria Callas con la sua amata torta Paradiso

Super User 02 Dicembre 2023 639 Visite

Da un’idea nata all'interno di un progetto di ETS Accademia del Chiostro di Genova, la Città di Lavagna vuole ricordare al pubblico di appassionati della lirica l'amore per la cucina dell'ultima grande Diva Maria Callas nei giorni del suo Centenario, celebrato in tutto il mondo.

Maria Callas, al ritorno delle sue tournée in giro per il mondo nei panni di Tosca, Norma o Lucia di Lammermoor, amava trafficare tra i fornelli della sua villa di Sirmione. E fra le tante ricette trovate tra i suoi scritti è rimasta celebre la "torta mia", la Torta Paradiso della Callas, che l'Accademia del Turismo di Lavagna ha voluto riproporre, prendendo spunto dalla ricetta pubblicata in un libro di Massimo Ghidelli, già presidente del Consorzio Lago di Garda Lombardia.

Una celebrazione simbolica, ma affettuosa del Centenario di Maria Callas, con un evento all'insegna della dolcezza, nella tradizione lavagnese.

Lavagna ha già reso, in modo inatteso, quest'estate un omaggio a Maria Callas, durante la seconda edizione del Lavagna Busking Contest, con la bravissima Carolina Cardini che si è esibita nell'aria “Habanera” della Carmen di Bizet.

“Oggi è una nuova occasione per far conoscere ai ragazzi più giovani attraverso le loro capacità professionali un mito della musica internazionale del secolo scorso”, dichiara l'assessore alla Cultura e Politiche giovanili Chiara Oneto.

La torta di Maria Callas verrà presentata nel corso di una Conferenza stampa in programma martedi 5 dicembre, alle 10:30, nella Sala del Consiglio Comunale di Palazzo Franzoni alla presenza di tanti ospiti del panorama musicale locale e non solo.

Golfo Paradiso e valli del Levante, al via il nuovo servizio di gestione rifiuti

Super User 01 Dicembre 2023 784 Visite

 

Città Metropolitana di Genova ha affidato il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani per Tigullio, Golfo Paradiso e valli del Levante, relativo a Lotto 2 della gara 4548 avviata dalla Stazione Unica Appaltante dell’Ente a dicembre 2022 e conclusasi a maggio 2023, con l’aggiudicazione a favore del R.T.I. composto da Amiu Genova S.P.A. (mandataria) - Idealservice Soc. Coop. (mandante) e Sangermano S.P.A. (mandante).

Il servizio prende avvio da oggi, 1° dicembre, ed interessa il territorio di 26 comuni: Avegno, Bargagli, Bogliasco, Borzonasca, Carasco, Camogli, Cicagna, Cogorno, Coreglia Ligure, Favale di Malvaro, Lorsica, Lumarzo, Mezzanego, Moconesi, Ne, Neirone, Orero, Leivi, Pieve Ligure, Recco, Rezzoaglio, San Colombano Certenoli, Santo Stefano d’Aveto, Sori, Uscio e Tribogna.

“Dal bando all’esecuzione del servizio in meno di un anno è un risultato davvero notevole - afferma Gabriele Reggiardo, consigliere metropolitano con delega all’Ambiente - soprattutto se raffrontato con appalti simili a livello nazionale, dove le gare stentano a concludersi dopo anni. Certo, abbiamo dovuto affrontare anche difficoltà nel percorso, mi riferisco in particolare ai ricorsi presentati dai comuni di Bogliasco e Camogli, poi rientrati grazie soprattutto alla fiducia ed alla collaborazione dei sindaci Pastorino e Anelli. Ma la partita è appena cominciata, spetta adesso a Città Metropolitana allargare il dialogo con i territori ed accompagnarli in una gestione efficiente del servizio. Non più, dunque, il singolo comune che si autogestisce, ma una visione nuova e integrata che, confido, avrà successo basandosi su due fattori fondamentali: la capacità di ascolto di Città Metropolitana rispetto alle necessità dei comuni ed il ruolo di coordinamento di Amiu con le mandatarie. Per quanto riguarda il Golfo del Tigullio, appartenente al Lotto 1 della Gara, contiamo di avviare le attività nei primi mesi del 2024, concludendo così il quadro dei servizi ambientali su tutto il territorio metropolitano”.

ParlaComeMangi, la storica bottega di Rapallo salirà in cattedra all’università Bocconi

Super User 01 Dicembre 2023 504 Visite

ParlaComeMangi, storica bottega del centro storico di Rapallo, salirà in cattedra lunedì 4 dicembre all’Università Bocconi di Milano per far conoscere agli studenti del prestigioso Ateneo la sua “case history”. Una lunga storia di successi in cui il mestiere di salumiere si snoda nella ricerca delle produzioni agroalimentari più autentiche del Paese.

Guido Porrati, fondatore di ParlaComeMangi, rappresenta la quinta generazione di una famiglia monferrina che ha raggiunto la sesta e racconterà come una bottega di paese specializzata nella ricerca e nel servizio delle eccellenze enogastronomiche e agroalimentari italiane sia riuscita a trasformarsi in un negozio internazionale senza mai abbandonare il proprio radicamento nel territorio e diventare una destinazione turistica esperienziale riconosciuta, in contatto con le agenzie di incoming internazionali.

ParlaComeMangi, premiata il mese scorso come migliore salumeria del Nord Italia alla manifestazione “Salumi da Re” organizzata da Gambero Rosso, è oggi una bottega che ha formato e dà stabilmente lavoro a dodici professionisti, coinvolge altre attività locali, sviluppa catering in autonomia e con aziende di catering importanti e si occupa tra l'altro di servizio home chef, di forniture su misura a ristoranti, hotel e super yacht.

"Entertasting" è il ramo aziendale di ParlaComeMangi nato nel 2003 che si occupa di esperienze con i turisti internazionali e che da marzo a novembre ha prodotto oltre duecentocinquanta eventi e gestito più di duemila ospiti da tutto il mondo.

“Rapallo ed il territorio sono elementi che hanno contribuito al successo di ParlaComeMangi e sono un terreno fertilissimo, ma ancora poco sfruttato, per dare chances ai giovani imprenditori della contemporaneità. Lunedì all’Università Bocconi un focus importante sarà dedicato al marketing di ParlaComeMangi e allo stile di relazione con la clientela per sviluppare intorno al consumatore una vera e propria esperienza di acquisto”, spiega Guido Porrati che dallo scorso anno è anche lecturer all’Università internazionale di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, nel Cuneese aperta da Carlo Petrini, fondatore di Slow Food.

Il rapporto con i collaboratori e la ricerca degli artigiani fornitori sarà un altro tema di approfondimento insieme con quelli di natura finanziarie, economica e di gestione del negozio.

Rapallo, presentato il primo festival cittadino interamente dedicato al Natale

Super User 30 Novembre 2023 654 Visite

Dal 7 dicembre al 7 gennaio, Rapallo indosserà l’abito delle feste e offrirà a grandi e piccini diverse iniziative tra le quali laboratori creativi e teatrali, spettacoli circensi, eventi musicali senza dimenticare l’immancabile presenza di Babbo Natale e della Befana.

È stato presentato questa mattina presso il salone consiliare di Rapallo, l’Xmas Festival, il primo Festival cittadino interamente dedicato al Natale. Ogni giorno Rapallo presenterà differenti proposte all’interno di un programma ricco, variegato e pensato per tutti i gusti e le età.

Altra importante novità in vista della conclusione del 2023 è il Capodanno Rapax.  Domenica 31 dicembre, dalle 22, il Chiosco della Musica sarà animato dalla musica del gruppo di Z1ppo & La Benza e dal set di Dj Raphael. Un evento imperdibile impreziosito dalla giovanissima conduttrice Gloria Cusin e dall’organizzazione della Turci Music and Events.

Saliranno sul palco nell’ultima serata dell’anno, alcuni degli artisti migliori che hanno animato le ultime tre edizioni di “Rapax”, il talent show dedicato agli emergenti del panorama locale.

“Sono particolarmente felice di presentare quest’oggi un programma di eventi natalizi ancora più interessante, innovativo e diffuso in tutta la Città - ha commentato il sindaco Carlo Bagnasco - tutto questo richiede una complessa macchina organizzativa senza la quale non sarebbe possibile realizzare un evento simile. Tengo particolarmente a ringraziare l’assessore al turismo Elisabetta Lai, il comunicatore Marco Pogliani, il direttore artistico della rassegna Matteo Monforte e il mondo dell’associazionismo locale, sempre presente e disponibile a collaborare con l’amministrazione comunale”.

Sestri Levante, Muzio chiede la ricollocazione dello striscione per Regeni sulla facciata del palazzo comunale

Super User 24 Novembre 2023 508 Visite

Il consigliere comunale Claudio Muzio ha inviato una lettera al sindaco Francesco Solinas e al presidente del Consiglio comunale Gian Paolo Benedetti per chiedere che l’amministrazione di Sestri Levante ricollochi lo striscione che esige verità su Giulio Regeni, lo studente italiano morto in Egitto in circostanze misteriose. 

Egr. Sindaco,

Egr. Presidente del Consiglio Comunale,

 

In esito al distacco causa vento forte, in data 22 novembre u.s., dello striscione “Verità per Giulio Regeni” dalla facciata del Palazzo comunale, con la presente sono a richiedere, alla luce dell’ordine del giorno approvato dal Consiglio Comunale in data 13 settembre u.s. e del parere trasmesso dalla Prefettura al Comune di Sestri Levante in data 15 novembre u.s., che nei tempi più brevi possibili tale striscione venga ricollocato nella suddetta posizione, in attesa dell’acquisizione del parere dell’Ufficio Cerimoniale della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’adozione di ulteriori determinazioni.

Come sopra richiamato, ritengo tale atto necessario in primo luogo per ottemperare con pieno rispetto al dispositivo del citato ordine del giorno, che impegnava il Sindaco e la Giunta “ad attivarsi per verificare la legittimità dell’esposizione della bandiera della pace e dello striscione ‘Verità per Giulio Regeni’ sulla facciata del Palazzo Comunale, interpellando Enti ed Autorità competenti; a dare indirizzo agli uffici di presentare specifico quesito all’Ufficio Cerimoniale presso la Presidenza del Consiglio”.

In secondo luogo, ricordo che, in attesa del parere dell’Ufficio Cerimoniale presso la Presidenza del Consiglio, il parere della Prefettura pervenuto in data 15 novembre u.s., ribadisce la legittimità dell’esposizione dello striscione: “Si rappresenta che in occasione dell’esposto presentato nel 2018 dal consigliere comunale, sig. Paolo Smeraldi, questa Prefettura ha già interessato l’Ufficio del Cerimoniale di Stato e delle Onorificenze presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il quale ha riferito quanto segue: ‘Per quanto concerne la presenza, sulla facciata del Municipio, dello striscione della campagna Verità per Giulio Regeni, il predetto Ufficio ritiene che lo stesso risulta collocato in posizione che non disturba l’esposizione delle tre bandiere ivi presenti’”.

Alla luce di tutto ciò, Vi sollecito a provvedere quanto prima alla riapposizione dello striscione “Verità per Giulio Regeni” sulla facciata del Palazzo Comunale, laddove precedentemente collocato.

Per quanto mi riguarda, sottolineo che ogni ulteriore decisione sull’esposizione dello striscione non potrà essere demandata agli agenti atmosferici, ma dovrà essere presa, dopo la riapposizione dello stesso, attraverso i percorsi, l’assunzione di responsabilità e le scelte politiche che sono di pertinenza, in una prospettiva costituzionale, degli organismi istituzionali eletti dai cittadini e libera espressione del loro voto.

Certo della Vostra attenzione e confidando nella Vostra autorevolezza,

porgo distinti saluti.

 

Claudio Muzio

Consigliere comunale di “Sestri per tutti”

Rapallo, Forza Italia Liguria promuove un evento sull’intelligenza artificiale

Super User 21 Novembre 2023 744 Visite

Importante iniziativa promossa per sabato 25 novembre, alle ore 17:30, dal Coordinamento Forza Italia Liguria e dedicata a un grande tema d’attualità: “Intelligenza artificiale, potenzialità e pericoli per la civiltà di oggi e di domani”.

Il progetto, ideato dal referente cultura di Forza Italia Liguria, il prof. Massimo Carpegna, segna l’inizio di una collaborazione con il Coordinamento dell’Emilia Romagna e vedrà la partecipazione della deputata Rosaria Tassinari e del sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, coordinatori F.I. delle due regioni, del Prof. Rodolfo Zunino, Ordinario dell’Università di Genova, dell’avvocato Giovanni Beverini, referente Giustizia F.I. Liguria, del prof. Maurizio Dossena, referente Formazione di F.I. Piacenza e dello stesso Carpegna in qualità di compositore e saggista.

Per consentire la più ampia partecipazione, la conferenza si svolgerà in presenza presso l’Hotel Europa di Rapallo, via Milite Ignoto 2 - Sala Congressi “Plinio Auditorium”, e via web collegandosi al link https://teams.live.com/meet/9415563053302?p=FbjQ5M7zHjiDMNlk&eventType=community   

“Sono particolarmente orgoglioso di questa iniziativa ideata dal referente Cultura di Forza Italia Liguria Massimo Carpegna, che ha subito recepito l’incarico conferitogli, facendosi promotore di un evento riguardante un tema interessante e di grande attualità, coinvolgendo il coordinamento dell’Emilia Romagna e i massimi esperti in materia, che ringrazio sin da ora per il prezioso contributo che daranno al convegno stesso, creando un evento che travalica i confini politici per ampliare le conoscenze di tutti coloro che vorranno partecipare”, ha dichiarato il coordinatore regionale Carlo Bagnasco.

Recco ricorda il bombardamento del 1943, Gandolfo: ‘”Un tributo alle vittime e un impegno per la pace”

Super User 06 Novembre 2023 581 Visite

Il 10 novembre 1943 la città di Recco fu cancellata per sempre. I 22 bombardieri della Royal Air Force britannica sganciarono 33 tonnellate di bombe, cercando di colpire il ponte ferroviario, causando la morte di civili e la distruzione della città. La difficoltà di raggiungere il bersaglio portò gli aerei della Raf ad accanirsi su Recco altre 27 volte nei successivi 7 mesi, fino al 28 giugno del ’44. Alla fine dei raid aerei il borgo marinaro fu raso al suolo, 127 furono le vittime e un'intera comunità devastata.

Oggi, a 80 anni di distanza da quella tragica giornata, la città ricorda il tragico evento con una serie di iniziative culturali e commemorative. Tra gli appuntamenti in programma spiccano mostre (Saluti da Recco in Sala polivalente a cura di Carlo Guglieri e "Recco sotto attacco", in Sala del Consiglio a cura dell'associazione Le Arcate) e la proiezione del filmato "Consegna Medaglia d'Oro", per gli studenti della scuola di primo grado di Recco (dal 6 al 9 novembre). Giovedì 9 novembre, alle ore 18.30, l'inaugurazione della mostra a cura della Confraternita N.S. del Suffragio, nell'Oratorio di San Martino, "L'apparato processionale salvato dalla distruzione"; fino al 12 novembre. 

Un altro momento significativo sarà il concerto in memoria dei caduti, a cura della Filarmonica Rossini, che si terrà venerdì 10 novembre alle ore 21 nella chiesa dei Santi Giovanni Battista e Bono, seguita dall'intervento del Sindaco Carlo Gandolfo e il suono della sirena dell'allarme antiaereo. Prevista la deposizione di una corona d'alloro all'altare dei caduti.

"Con queste iniziative - dice il sindaco Carlo Gandolfo - la città di Recco vuole rendere omaggio a chi ha perso la vita o ha sofferto per il bombardamento e vuole mantenere viva la memoria di un evento che ha segnato profondamente la sua storia e la sua identità. L'impegno è quello di trasmettere alle nuove generazioni i valori della pace, della libertà e della solidarietà".

 

Santa Margherita, cena benefica per la Comunità di Sant’Egidio nell’hotel Mediterraneo

Super User 05 Novembre 2023 797 Visite

“Regali un pranzo, trovi una famiglia”. Con questo motto la proprietà dell’hotel Mediterraneo di Santa Margherita Ligure, che fa riferimento alla famiglia Capurro, ha deciso di organizzare una cena benefica a favore della Comunità di Sant’Egidio.

Il ricavato della serata, che sarà raddoppiato dalla proprietà dell'albergo, verrà utilizzato da Sant'Egidio per organizzare il pranzo di Natale per le persone più fragili.

La cena, che prevede un flute di benvenuto accompagnato da cuculli misti e panissa fritta, duetto di lasagne ai funghi e al pesto, stracotto di manzo con polenta bianca, torta bavarese, vini e caffè, è a offerta libera a partire da 35 euro.

Per prenotare tel. 347 2499350

La famiglia Capurro

Rapallo, nell’hotel ‘Rosa Bianca’ nascono i ‘Pomeriggi d’inverno’ con Federico Sirianni

Super User 03 Novembre 2023 1062 Visite

Nascono a Rapallo i “Pomeriggi d’inverno”, occasioni per far vivere anche i mesi invernali, dopo quelli estivi ricchi solo di turismo.

L’idea è del patron dell’hotel ‘Rosa bianca’ Vincenzo Maruccio che apre il suo ‘Salotto a Rapallo’.

Ogni mercoledì, a partire dall’8 novembre fino al 26 dicembre, alle 18:00 si aprirà, in questo salottino, un piccolo talk show per chi desidera, finalmente, trovare occasioni per rilassarsi, stare insieme e ascoltare storie, racconti e tante canzoni da ricordare.

La conduzione musicale è affidata al musicista e cantautore Federico Sirianni, ormai artista conosciuto, nato nella Genova dei vicoli, arrivato alla vittoria al ‘Premio Tenco’, oggi uno dei più significativi cantautori della nuova generazione.

Sarà un’occasione per invitare coloro che hanno amato in passato il piacere di un localino chic, quando proprio nella Rapallo degli anni ruggenti erano numerosi i punti di riferimento per un drink, per una partita a carte, per un cabaret divertente. Occasione per stare insieme, per guardarsi negli occhi, per ridare vita e sveglia ad una situazione piuttosto addormentata.

Accanto a Federico Sirianni vi sarà, ogni pomeriggio, un ospite che porterà all’attenzione degli invitati storie, racconti, battute, esperienze personali.

Ogni pomeriggio un tema: l’inaugurazione vedrà alla ribalta i racconti e le canzoni di Giorgio Gaber, spiegate dallo scrittore, amico di Gaber col quale ha suonato per 10 anni, Gianni Martini.

Altri temi: le donne di ieri di oggi, la poesia, quattro passi nel giallo, Villaggio torna in un film con la faccia di un genovese, omaggio a Toto’ e ai napoletani di Rapallo: tutte le più belle canzoni napoletane.

Dice Sirianni: “Dopo tante tournée in Italia, tornare per un certo periodo a casa mia è un grande piacere. Mi auguro di ritrovare tutti coloro che mi hanno visto crescere professionalmente”.

E il patron del ‘Rosa Bianca’ aggiunge: “Sono romano, ma da quando ho conosciuto Rapallo, me ne sono innamorato. E voglio dare il mio contributo ad una città che merita molto”.

Ai pomeriggi d’inverno sono naturalmente tutti invitati, con libera partecipazione. Eventuali inviti si possono ritirare alla hall dell’albergo.

Insomma: rinasce la possibilità di trovarsi fra amici e vivere momenti piacevoli di musica, di cultura e di intrattenimento. Con il mare d’inverno che ruggisce, lì vicino.

Il Salotto dell'hotel Rosa Bianca

Sestri Levante, 400mila euro da Regione Liguria per la mitigazione del rischio idrogeologico

Super User 31 Ottobre 2023 434 Visite

Il Comune di Sestri Levante ha ricevuto un finanziamento di Regione Liguria pari a 400mila euro nell’ambito della programmazione per interventi di difesa del suolo per l’annualità 2024, che consentirà la mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico nell’area di San Bartolomeo della Ginestra. Gli interventi, in parte già iniziati nel corso dello scorso anno, prevedono la sistemazione idraulica di due rii che che drenano il versante settentrionale del promontorio di Punta Manara e scendono lungo i terrazzamenti a monte della strada comunale di Via Monsignor Vattuone per giungere nelle piane in Località San Bartolomeo, e connesse opere idrauliche di mitigazione del rischio idrogeologico.

Il Comune di Sestri Levante intende realizzare interventi di miglioramento idraulico su entrambi i corsi d’acqua al fine di ridurre il fenomeno di erosione dell’alveo, ridurre il rischio idraulico per gli insediamenti siti in località San Bartolomeo della Ginestra e migliorare le condizioni di sicurezza della zona. Tali interventi limiteranno lo scorrimento a valle di materiale eroso che, in occasione degli eventi alluvionali e di piogge ad alta intensità, negli ultimi anni ha causato dissesti importanti. Gli interventi prevedono il ripristino dei muri d’argine in pietra abbinati a opere di ingegneria naturalistica sulle scarpate, ma anche la sistemazione degli alvei, attraverso soluzioni idonee ed operazioni ed interventi di manutenzione idraulico e forestale, oltre alla realizzazione di vasche di sedimentazione che avranno anche funzione di intercetto del sedime e rallentamento dei flussi in occasione di repentine e pericolose piene.

“Aver conseguito questo finanziamento di Regione Liguria è molto importante perché ci permette di intervenire in una zona ad alto rischio idrogeologico come San Bartolomeo della Ginestra progredendo nel piano di regimazione delle acque in questa delicata area”- sottolinea il sindaco Francesco Solinas - “L’intervento è finalizzato in particolare a ridurre il trasporto solido che si manifesta in occasione delle intense precipitazioni dove il materiale trasportato va ad intasare e purtroppo, spesso occludere il canale a valle, lungo Via Monsignor Vattuone, impedendo la normale corretta captazione delle acque, il normale deflusso e determinando allagamenti nella zona di San Bartolomeo. Inoltre, negli ultimi giorni - aggiunge ancora Solinas - si sono conclusi con l’asfaltatura, i lavori in Via Cagliari che hanno visto la realizzazione di un canale funzionale alla raccolta delle acque propedeutico agli interventi previsti per la zona di San Bartolomeo”, conclude.

Sestri Levante, Solinas sulla chiusura della mensa dei frati: “L’amministrazione è sensibile alle esigenze dei più fragili’’

Super User 23 Ottobre 2023 931 Visite

“I consiglieri di minoranza del gruppo consiliare “Progresso per Sestri - Sestri un passo avanti” continuano a replicare alle azioni messe in campo dall’Amministrazione, mettendo in luce solo quello che a loro conviene, estrapolando un singolo aspetto da un insieme di azioni più ampie nel mero tentativo di criticare e così facendo, proseguono nella loro opera di disinformazione a discapito dei cittadini”, così il sindaco di Sestri Levante Francesco Solinas in merito all’accusa mossa dall’opposizione di centrosinistra circa la mancata attenzione dell’Amministrazione verso il convento dei frati Cappuccini della Baia del Silenzio e del problema della mancanza di un presidio sul territorio per le persone bisognose.

È sorprendente che i consiglieri di opposizione di centrosinistra abbiano scoperto solo a metà ottobre che la mensa del convento dei frati Cappuccini della Baia del Silenzio è stata chiusa - sottolinea il sindaco Solinas –. In realtà la chiusura è avvenuta a metà agosto, mentre i frati hanno lasciato il convento all’inizio di settembre. L’amministrazione si è attivata subito con un percorso di confronto con i frati, con l’ordine dei Cappuccini di Genova e con la Curia e non ha di certo atteso la richiesta di mozione urgente presentata dall’opposizione di centrosinistra solo dieci ore prima dell’ultima seduta dell’ultimo consiglio comunale lo scorso 17 ottobre”.

“Da molto prima che diventassi sindaco di Sestri sono in stretto contatto con questa realtà, con i frati ed i tanti volontari che negli anni hanno aiutato nella distribuzione dei pasti - sottolinea ancora Solinas - Non appena si è determinata la situazione di chiusura della mensa, l’amministrazione ha immediatamente cercato soluzioni alternative per rispondere ai bisogni delle persone che ne usufruivano, soprattutto cercando risposte di pronta realizzazione così da avere poi il tempo necessario per impostare un progetto di territorio, condiviso con le associazioni che si occupano di povertà in tutte le sue accezioni. In questo momento, considerata la partenza nel mese di settembre del progetto PRINS finalizzato all'inclusione socio economica delle persone più fragili, si è provveduto a rimodulare il progetto originariamente presentato al Ministero e ad inserire l'acquisto di tessere alimentari da distribuire alle persone senza fissa dimora che giornalmente vengono contattate dall'unità mobile che transita due volte al giorno sul nostro comune. Le tessere alimentari non si configurano quali ticket pasto, ma si tratta di tessere prepagate di un supermercato che vengono distribuite alle persone senza fissa dimora con le quali possono andare al supermercato e acquistare solamente generi alimentari. Sempre all'interno di questa azione di riorganizzazione - aggiunge ancora Solinas - è in fase di definizione un percorso con una parrocchia del centro, per la realizzazione di uno spazio accogliente che possa svolgere la funzione di mensa. Inoltre, abbiamo lavorato di concerto con la Curia e l’ordine dei Cappuccini affinché venissero assicurate sia l’apertura della Chiesa sia l’erogazione dei Sacramenti, quale l'Eucaristia e la confessione, che la presenza dei frati assicurava quotidianamente”.

“Il convento e la mensa dei frati Cappuccini hanno rappresentato un presidio importante e di enorme valore per la città, non solo in termini di solidarietà, motivo per cui l’amministrazione sta portando avanti strategie di concerto con la Curia e l’Ordine dei Cappuccini di Genova. Al momento è stata individuata una famiglia quale custode della struttura e questo esprime la condivisa volontà di mantenere la struttura di valore religioso, storico e culturale nonostante l’oggettiva difficoltà legata alla mancanza di vocazioni che ha determinato la chiusura temporanea del convento dopo l’abbandono dei Cappuccini lombardi”.

“L’amministrazione ha da subito adottato una linea e una prospettiva d’azione in diversi campi, ed è estremamente sensibile alle problematiche ed esigenze delle persone più fragili del territorio ed il loro sostegno è una priorità. Sono molte le realtà che operano sul territorio che il Comune sostiene tra queste ricordo l’Opera  Madonnina del Grappa l’Associazione presso cui l’associazione Semi di Speranza, distribuisce ogni sera un sacchetto per la cena per il quale il Comune sostiene l’acquisto del pane quotidianamente a cui si affianca il lavoro del centro di ascolto vicariale e la preziosa collaborazione con la Caritas diocesana per la gestione delle docce pubbliche che svolgono anche un'azione di lavanderia per chi non può provvedere diversamente. Inoltre - aggiunge ancora il sindaco Solinas - il progetto PRINS prevede la distribuzione di beni di primissima necessità, tra cui anche dei kit per la cura di sé, abbigliamento, farmaci ed il supporto all'associazione Semi di Speranza nella preparazione ed erogazione dei sacchetti cena”.

 

“Ricordo inoltre il Centro Unico di Distribuzione alimentare "CON", presidio del territorio fondamentale per le famiglie in difficoltà economica che attualmente stiamo facendo crescere anche grazie al sistema di raccolta del cibo in collaborazione con associazioni del territorio. Tra le associazioni impegnate nella raccolta del fresco figurano la Croce rossa, la Nassa, Aperta Parentesi e i centri operativi Caritas le quali si sono candidate all'interno del progetto “Bring the food Sestri Levante", avviato in fase sperimentale dal mese di maggio 2023 e che ad oggi ha permesso di raccogliere più di 2 tonnellate di cibo destinato allo smaltimento per un valore commerciale di circa 10.000€. Una possibilità di ulteriore implementazione del progetto potrebbe coinvolgere il fornitore delle mense scolastiche per il recupero del cibo residuato nelle mense scolastiche che potrebbe essere destinato direttamente anche a persone sen

Funt, Recco in graduatoria per l'assegnazione di 250mila euro destinati al restyling del lungomare

Super User 12 Ottobre 2023 573 Visite

Il Comune di Recco beneficerà del massimo delle risorse disponibili, vale a dire 250mila euro provenienti dal Fondo Unico Nazionale Turismo (Funt) del Ministero del Turismo a titolo di cofinanziamento per il Lungomare di Recco, prossimo allo start dei lavori.

Sul sito della Regione Liguria è stata infatti pubblicata la graduatoria provvisoria dei comuni che riceveranno i fondi per la realizzazione di opere infrastrutturali volte a migliorare l'accessibilità dei luoghi di interesse turistico, eliminando le barriere architettoniche e favorendo un turismo sostenibile dal punto di vista sociale, economico e ambientale. Il finanziamento è subordinato all'approvazione del Ministero del Turismo, che dovrà valutare la graduatoria presentata da Regione Liguria.

“Sono molto soddisfatto di questo risultato, che premia il nostro impegno per rendere il Lungomare di Recco un luogo più accogliente e fruibile per tutti. Ringrazio l'assessore regionale al Turismo Augusto Sartori per la sensibilità e per il sostegno dimostrato al nostro progetto”, ha dichiarato il sindaco di Recco, Carlo Gandolfo.

Stadio di Sestri Levante, chiesta una deroga alla Lega Italiana Calcio Professionistico

Super User 12 Ottobre 2023 607 Visite

Il sindaco di Sestri Levante Francesco Solinas ed il presidente dell’Unione Sportiva Sestri Levante Stefano Risaliti, hanno inviato una lettera al presidente della Lega Italiana Calcio Professionistico Matteo Marani per chiedere una deroga che consenta alla squadra cittadina neopromossa in Serie C, il rientro anticipato allo Stadio comunale Giuseppe Sivori.

L’amministrazione, già dalle ultime partite ufficiali della scorsa stagione, ha avviato il complesso iter amministrativo di analisi, progettazione e reperimento delle risorse economiche per le molteplici opere di adeguamento necessarie allo stadio comunale per permettere alla Società di disputare nel proprio campo di gioco le partite casalinghe.

Il Comune di Sestri Levante ha elaborato il progetto definitivo delle opere e impianti, che ha già avuto l’approvazione sia della Conferenza dei Servizi sia della Lega.

In particolare, Regione Liguria ha voluto impegnarsi direttamente e concretamente mettendo a disposizione i finanziamenti necessari all’adeguamento ai criteri richiesti dal campionato professionistico. Il manto di gioco è già stato sostituito e adeguato agli standard richiesti e l’iter per l’assegnazione dei lavori è in imminente conclusione con l’avvio del cantiere previsto a breve termine. 

Tutte le istituzioni si sono dimostrate in prima linea e l’obiettivo di permettere alla città di Sestri Levante una reale partecipazione allo spettacolo della Lega Pro è condiviso da tutti, Regione Liguria, Amministrazione comunale, Società sportiva e cittadinanza. In tal senso, si inserisce la richiesta avanzata al Presidente della Lega Pro di poter ottenere deroga anche parziale, concordando per tempo la messa in sicurezza e la conformità alle prescrizioni tecniche per l’omologazione dell’impianto sportivo di Sestri Levante e poter disputare nello stadio cittadino le rimanenti partite previste a calendario.

“I lavori allo stadio Sivori proseguono secondo il cronoprogramma amministrativo definito inizialmente - sottolinea il sindaco Solinas - i tempi burocratici necessari alle pratiche per la realizzazione dei lavori al Campo Sivori sono stati compressi nella misura massima possibile. L’obiettivo dell’Amministrazione - continua Solinas - resta quello di far rientrare l’Unione il prima possibile al Sivori e questa lettera inviata al Presidente per chiedere una deroga si pone in continuità con tutte le azioni intraprese fino ad oggi. In questi giorni - aggiunge Solinas - partirà l’ultima fase della gara di affidamento dei lavori che inizieranno a breve. Al fine di non privare la Società neopromossa della possibilità di poter disputare le partite casalinghe sul proprio terreno di gioco, di non vanificare lo sforzo delle Istituzioni e frustrare l’entusiasmo popolare cittadino con una estenuante stagione disputata costantemente lontano da casa, auspichiamo che la Lega Pro accolga la nostra richiesta e possa fare un passo in tal senso”.

 

Santa Margherita Ligure, torna la rievocazione del Circuito del Tigullio di motociclismo

Super User 05 Ottobre 2023 619 Visite

Sabato 14 e domenica 15 ottobre a Santa Margherita Ligure torna la rievocazione del Circuito del Tigullio di motociclismo, organizzata dal Motoclub Colombo di Rapallo con il patrocinio di Regione Liguria e il supporto dei Comuni di Santa Margherita Ligure e Portofino.

Il Circuito del Tigullio è stato una classicissima del XIX secolo. Da decenni non si svolgeva più, ma l'anno scorso, a un secolo esatto di distanza dalla prima edizione, l'evento è stato riproposto sotto forma di rievocazione storica. Quella di quest'anno si presenta quindi come la seconda edizione dopo la rinascita.

La manifestazione proporrà varie aree espositive con la presenza di collezionisti e appassionati. Sul palco dedicato alla F.M.I. sfileranno piloti e protagonisti delle competizioni, ci saranno interviste e presentazioni, un salotto dove incontrare personaggi unici, intervistati da giornalisti specializzati.

Con la rievocazione storica, poi, si potranno rivivere le emozioni di un tempo nel contesto di un paesaggio unico tra ulivi e muretti a secco, abbracciati dall’Appennino affacciato sul mare e il Tigullio.

Appuntamento domenica con 3 giri, per un totale di 35 chilometri, sullo storico tracciato del Circuito del Tigullio: Santa Margherita – San Lorenzo della Costa – Rapallo – Santa Margherita. Alle 12 toccherà alle moto costruite tra il 1922 ed il 1932, mentre alle 14 il Circuito sarà affrontato dai Miti a due ruote, ossia le moto costruite dal 1933 ai giorni nostri.

Sabato, invece, alle 14, è prevista la passerella da Santa Margherita a Portofino, una sorta di omaggio a tutti i partecipanti che potranno affrontare una strada tra le più famose al mondo.

“Il Circuito del Tigullio non è solo un evento per gli appassionati del settore, ma anche una manifestazione culturale che permette di celebrare la passione per il motociclismo e la sua storia – dichiara l’assessore regionale allo Sport Simona Ferro. – È un modo per ricordare le epoche d'oro di questo sport e per rendere omaggio a coloro che hanno contribuito al suo sviluppo. Si tratta di un evento affascinante che permette di viaggiare nel tempo e di rivivere l'emozione delle corse di una volta, ma che regala anche ai partecipanti l’opportunità di godere di un panorama unico. La finalità turistica, dunque, diventa un aspetto non secondario di eventi come questo. Complimenti al Motoclub Colombo di Rapallo. Aver ridato vita ad una manifestazione come questa è stata un’idea eccellente così come aver deciso di non fermarsi alla sola celebrazione dei cento anni dalla prima edizione, ma proseguire anche quest’anno”.

“Siamo molto lieti che il Circuito del Tigullio torni anche quest’anno – dice l’assessore allo Sport del Comune di Santa Margherita Patrizia Marchesini. – Grazie a questo evento il nostro territorio è tornato a vivere anni importanti. L’edizione di un anno fa ha visto tanti appassionati portare un vero e proprio museo a cielo aperto sulla nostra banchina con un livello di moto molto alto sia per il valore storico che per l’innovazione per quello che riguarda i mezzi più moderni. La rievocazione del Circuito ha permesso al territorio di unirsi per un evento che ha avuto molta eco anche fuori dai confini regionali”.

“Il Circuito del Tigullio si è presentato come una delle principali kermesse di moto storiche italiane, raccogliendo collezioni provenienti da tutta Europa – sottolinea il presidente del Motoclub Colombo Marco Di Stefano. – Si tratta di un evento che rappresenta le qualità di un territorio pieno di fascino: è la nostra storia, la nostra cultura, è il successo di tutti coloro che lavorano e vivono questa splendida realtà, che mettono a disposizione le loro capacità per crescere e migliorare, è il nostro modo di raccontare al mondo il Tigullio. Come Motoclub Colombo ringraziamo tutti coloro che hanno sempre creduto in questo progetto a cominciare dall'assessore della Regione Liguria Simona Ferro, le amministrazioni di Santa Margherita Ligure e Portofino, senza dimenticare le numerose collaborazioni locali. Non sappiamo ancora dove ci porterà questo viaggio, ma di certo sarà un'avventura meravigliosa”. 

Sul sito www.circuitodeltigullio.it si possono trovare tutte le informazioni sull’evento.

Sestri Levante, l’avvocato Giovanni Curaba è il nuovo segretario comunale

Super User 04 Ottobre 2023 550 Visite

Nella mattinata di oggi, mercoledì 4 ottobre, presso la Sala Ocule della sede comunale, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del nuovo segretario comunale di Sestri Levante a cui erano presenti il sindaco Francesco Solinas ed il vicesindaco Sandro Muzio. L’avvocato Giovanni Curaba, classe 1976, originario di Raffadali, in provincia di Agrigento, è stato selezionato dall’Albo Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali di fascia "A" ed ha preso servizio lo scorso lunedì 2 ottobre.

Giovanni Curaba è laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza”, è abilitato all’esercizio della professione forense e dal 2011 è iscritto all’Albo Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali. L’avvocato Curaba ha maturato diverse esperienze in comuni della Lombardia e del Veneto come Manerbio, Poncarale, Bovolone e Seveso, dove ha recentemente concluso il suo ultimo incarico.

“Tutta l’amministrazione augura buon lavoro al nuovo segretario comunale Giovanni Curaba che lo scorso lunedì ha preso ufficialmente servizio a Sestri Levante. Siamo orgogliosi di avere con noi uno dei più giovani Segretari Comunali del nord d'Italia, che andrà a ricoprire una funzione fondamentale per la nuova amministrazione - sottolinea il sindaco Francesco Solinas - Nell’ambito della riorganizzazione comunale che l’Amministrazione sta attuando, il nuovo segretario non ricoprirà più ruoli operativi, ma al contrario, potrà concentrarsi sui compiti istituzionalmente pertinenti a quelli del ruolo del segretario potendo quindi estendere la sua attività professionale di controllo, promozione e consulenza a tutte le attività amministrative. Un doveroso ringraziamento anche alla dottoressa Laura Fasano, segretario uscente, per la collaborazione prestata con professionalità e competenza in questi primi mesi di mandato”.

“Garantisco, fin da oggi, massimo impegno, contribuendo, per quanto di competenza, alla crescita istituzionale del Comune di Sestri Levante. Fornirò massima assistenza tecnico-giuridica ed il mio compito sarà quello di trait d’union tra gli amministratori e i funzionari che sono il cuore della macchina comunale - sottolinea il segretario comunale Giovanni Curaba - Nel pieno rispetto dell’imparzialità e della trasparenza, condurrò il ruolo di garanzia di segretario cercando di agevolare l’attività amministrativa. Questo incarico è una nuova sfida, ma anche un’opportunità di crescita professionale importante”.

Durante la conferenza stampa, il primo cittadino di Sestri Levante Francesco Solinas ha inoltre sottolineato il processo di riorganizzazione in atto, evidenziando i principali cambiamenti effettuati dall’Amministrazione:

“E’ terminata recentemente la selezione con bando ad evidenza pubblica la ricerca del dirgente dell’Area 1 Servizi Amministrativi e Servizi alla Persona, che ha portato all’individuazione dell’avvocato Giulia Spelta, la cui presa di servizio è prevista nei prossimi giorni. Con la medesima procedura pubblica di selezione è altresì in fase di conclusione l'iter per l'individuazione del nuovo Amministratore Unico di Mediaterraneo Servizi, un’altra figura importante nel quadro delle società partecipate del Comune. Infine - aggiunge ancora Solinas - l’amministrazione provvederà anche alla nomina di un dirigente dell’Area 2 Servizi Finanziari di cui il comune di Sestri Levante è sprovvisto dal 2007. Sono emerse numerose problematiche che evidenziano la necessità di un tecnico che possa dedicarsi a questa parte importante dell’attività amministrativa. In attesa di quest’ultima nomina, l’incarico verrà assunto ad interim dal segretario comunale Curaba”, conclude.

Sestri Levante, Muzio: “Legge sul recupero di fondi e cantine, grottesche le affermazioni di Conti nei miei confronti”

Super User 28 Settembre 2023 761 Visite

“Al contrario di quanto pretestuosamente sostenuto dai consiglieri comunali di Sestri Levante Diego Pistacchi e Marco Conti, non ho per nulla cambiato idea sulla legge regionale 30/2019 relativa al riutilizzo dei locali accessori, di pertinenza di fabbricati e di immobili non utilizzati, di cui peraltro sono stato secondo firmatario. Condividevo e condivido tuttora il fatto che, per i proprietari di locali un tempo adibiti a cantina, magazzino o garage e che sono gravati da una serie di adempimenti molto pesanti di natura fiscale e manutentiva, vi sia la possibilità di poterne chiedere il cambio di destinazione d’uso laddove questi immobili risultino inutilizzati da almeno cinque anni”. E’ quanto dichiara il consigliere comunale di Sestri Levante Claudio Muzio, del gruppo di maggioranza “Sestri per tutti – dal mare alle frazioni”.

“A dimostrazione del fatto che io non abbia affatto cambiato idea – prosegue Muzio - ricordo ai due consiglieri che ancora nello scorso mese di dicembre sono stato promotore in Regione di un emendamento, fatto proprio dalla Giunta, che chiarisce che i cinque anni di inutilizzo dell’immobile sono da intendersi come i cinque anni antecedenti non all’entrata in vigore della legge, ma alla data di presentazione della dichiarazione sostitutiva da parte del proprietario attestante il requisito”.

“Ricordo altresì agli smemorati e poco documentati Pistacchi e Conti – sottolinea ancora il consigliere di maggioranza - che già in sede di approvazione della legge, a dicembre 2019, evidenziai che i paletti previsti dalla normativa erano molto puntuali e che, per quanto riguarda le cantine e i vani accessori, i Comuni avrebbero potuto intervenire per individuare, limitatamente al riutilizzo di locali contigui alla strada pubblica, ambiti di esclusione nei quali non avrebbero trovato applicazione le disposizioni della legge regionale”.

“Il Comune di Sestri Levante, con una deliberazione del 2020 (e non del 2017 come sostengono i due consiglieri evidentemente disinformati) – puntualizza Muzio - stabilì che, per esigenze paesaggistiche, vi fosse il divieto di trasformare i pianterreni in abitazione qualora adiacenti a strade o piazze pubbliche o di uso pubblico, ma lo fece in maniera poi giudicata formalmente illegittima e annullata dal TAR Liguria in esito al ricorso di un privato. Ciò ha reso necessaria l’adozione dell’atto votato ieri sera dal Consiglio comunale, con cui è stato modificato il Regolamento edilizio comunale per reintrodurre delle limitazioni alla trasformazione dei pianterreni nei soli ambiti urbani, dando espressamente conto delle specifiche finalità di tutela dell’incolumità e della salute delle persone e non di carattere pianificatorio perseguite dall’Amministrazione precedente. Tali finalità sono state ben illustrate ieri in Consiglio dall’assessore all’Urbanistica e all’Edilizia privata, avv. Luigi Ceffalo. Occorreva sanare una situazione complessa, ed è per questo che ho votato a favore di questa pratica”.

“Infine un pensiero per il consigliere Marco Conti, peraltro assente nella seduta di Consiglio Comunale, che nel comunicato stampa odierno si dice ‘basito’ per il mio ‘trasformismo politico’ (sic). Questa frase, in bocca ad un professionista dei cambi di casacca come Conti, il cui percorso partitico genera una formula che neanche Einstein riuscirebbe a decifrare (PDL-NCD-NCI-LP-FDI), produce lo stesso effetto grottesco di una banderuola che pretenda di dare lezioni universitarie di resistenza al vento. Per questo le sue parole sono per me una medaglia da appuntare al petto con orgoglio”, conclude il consigliere di “Sestri per tutti”.

Il vicepremier Tajani a Rapallo: “Il sindaco Bagnasco ha amministrato bene la città”

Super User 24 Settembre 2023 1197 Visite

Anche se di parte, perché arrivati dal suo leader politico, il sindaco Carlo Bagnasco ha gradito particolarmente i complimenti ricevuti da Antonio Tajani, vicepremier, ministro degli Esteri e coordinatore nazionale di Forza Italia, per la buona amministrazione di Rapallo. E l’encomio è stato reso ancora più solenne dalla location da dove è stato proclamato: la sala del Consiglio comunale.

Molto soddisfatto anche il padre del primo cittadino, il deputato azzurro Roberto Bagnasco, che in aula era seduto accanto al figlio su uno degli scranni più alti.

Nella sua giornata a Rapallo, Tajani ha visitato il Santuario di Montallegro, il palazzo comunale, il porto Carlo Riva e ha partecipato ad un incontro pubblico moderato dal giornalista Roberto Arditti dal titolo ‘Rapallo Protagonisti’, che si è svolto di fronte al Chiosco della Musica.

Davanti ad un folto pubblico, il ministro degli Esteri ha affrontato tanti temi di attualità, ma si è soffermato soprattutto sulla situazione al confine di Ventimiglia, dove la situazione è incandescente a causa dei continui respingimenti dei migrati da parte della gendarmeria francese.

Prima di partire, Tajani ha regalato un altro ‘dolcetto’ al coordinatore ligure degli azzurri: “Se vuole impegnarsi a livello nazionale, vedremo insieme cosa fare”.

Per il sindaco di Rapallo, che non può candidarsi per il terzo mandato, è iniziata la scalata di Forza Italia.

L'intervento del sindaco Carlo Bagnasco

Il ministro e il giornalista Roberto Arditti 

In prima fila si notano il consigliere comunale a Genova Stefano Costa, il consigliere metropolitano Giorgio Tasso, il deputato Roberto Bagnasco, l'assessora Antonella Anzo e i fratelli Sangiovanni, Francesco e Maria Rosaria, i due imprenditori hanno parlato a lungo con il ministro Tajani all'interno del loro albero Miramare. In seconda fila spuntano l'ex deputato Franco Marenco, figura storica della destra genovese e oggi con la tessera di Forza Italia fresca in tasca, e l'avvocato di Chiavari Giovanni Beverini

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Levante

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip

Genova Sport 2024