Skin ADV

Levante

Amministrative di Santa Margherita, ecco i primi tre candidati della lista Cozzio Sindaco

Super User 16 Marzo 2024 591 Visite

Elezioni comunali di Santa Margherita Ligure, ecco i primi tre candidati della lista Cozzio Sindaco. Gregorio Federici, Patrizia Marchesini, Nicola Rainusso, sono (in ordine alfabetico) i primi nomi che appoggeranno Emanuele Cozzio, attuale vicesindaco e candidato alla carica di primo cittadino.

Gregorio Federici, 28 anni, assicuratore, ex pallanuotista, calciatore per passione, alla prima esperienza amministrativa. «Lo sport e la famiglia mi hanno dato i valori in cui credo. Sono cresciuto con il concetto di squadra, non penso mai egoisticamente, ma cerco sempre di pensare al bene comune. Sono stato lusingato dalla proposta di poter entrare a far parte della lista Cozzio Sindaco dove ho trovato un gruppo di persone di grande esperienza che hanno accolto le mie proposte in particolare sul mondo dei giovani».

Patrizia Marchesini, avvocato, attuale assessore allo Sport, Affari Legali, Affari Generali, Patrimonio, Lavori Pubblici agli impianti sportivi. «Ho deciso di candidarmi con Emanuele, perché mi piacerebbe continuare l’esperienza amministrativa che per me è stata molto stimolante e proseguire a lavorare nell’ascolto delle persone, con la mia presenza e praticità così come fatto finora con il raggiungimento di risultati concreti».

Nicola Rainusso, 61 anni, commerciante, velista consigliere e anima del Circolo Velico cittadino, rappresentante del Comune di Santa Margherita Ligure nell’Area Marina Protetta di Portofino. «Ho aderito alla lista Cozzio Sindaco perché desidero continuare il percorso intrapreso per migliorare la nostra città insieme ad una squadra in cui ho trovato competenza, attenzione e amicizia».

«Con Patrizia e Nicola abbiamo camminato insieme in questi anni di lavoro - commenta Emanuele Cozzio - Con Patrizia prima come Consigliere e poi come Assessore, con Nicola da esterno non ha mai fatto mancare il suo appoggio non solo come proposte ma sul campo concretamente. Con Gregorio, così come con gli altri componenti nuovi della squadra, ci siamo trovati subito in sintonia. Di lui mi è piaciuto il dinamismo, l’entusiasmo e la voglia di mettersi al servizio di Santa Margherita Ligure. Amministrare vuol di saper creare e far crescere relazioni positive, anzitutto all'interno della squadra, ma anche con le persone, le realtà cittadine e le altre istituzioni. Il nostro gruppo potrà dare una prospettiva di ricambio generazionale e sarà composto da persone capaci, concrete e che sappiano lavorare in armonia».

Amministrative di Rapallo, il diktat di Ricci al centrodestra: “Una sola lista con il mio cognome”

Super User 15 Marzo 2024 571 Visite

La candidata a sindaco di Rapallo Elisabetta Ricci che, salvo ennesimi colpi di scena da non escludere da queste parti, dovrebbe essere sostenuta da tutto il centrodestra, così hanno sentenziato pure Giovanni Toti e Edoardo Rixi, pone le sue condizioni agli alleati.

“Abbiamo accolto con attenzione - scrive Ricci - la disponibilità delle segreterie dei partiti che guidano il governo nazionale e quello regionale ad appoggiare la mia candidatura. Di conseguenza, accettiamo responsabilmente l’appoggio da parte delle loro liste all'unica lista civica che porterà nel simbolo il mio cognome. Il tutto nella conferma ancor più decisa della nostra volontà di essere un elemento di novità nella continuità”.

La candidata dunque accetta il sostegno di Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia e Noi Moderati, ma a condizione che le loro liste non abbiano nel simbolo il suo cognome. Insomma: chi vuole votare Ricci deve mettere la croce sulla lista ‘Noi per Ricci’. Perché le preferenze non si regalano. Neppure agli alleati.

Il calcio pulito – I 26 anni di ricordi del Borgo Rapallo

Super User 15 Marzo 2024 677 Visite

Era il luglio del 1998. In una delle più celebri pasticcerie di Rapallo (il Riviera) si riuniva un gruppo di amici chiamati da Nino Canessa (re delle brioche) che sportivo di antica data voleva creare una giovane squadra di calcio. E così nacque il ‘Borgo Rapallo ACG 1998’.

lo scopo, come sosteneva Canessa, valorizzare soprattutto i giovani e dar loro la possibilità di crescere professionalmente ma soprattutto dare spazio ad altri giovani che non potevano giocare in formazioni più elevate. Erano, infatti, i tempi in cui la Rapallo calcistica, fremeva di calcio, c’era il Grasso Lucchese, la Rapallo Ruentes, il Riviera Fassiino.

Il primo presidente del Borgo fu nominato Gianni Arena, già allora politico di vaglia, avendo segnato un pezzo di storia politica rapallese, oggi candidato di lusso al fianco di Ezio Capurro, futuro possibile sindaco. Arena diede subito impulso alla squadra i giovani avevano trovato anche un obiettivo sociale, in una città dove gli spazi erano molto limitati. A fianco di Canessa si schierò Roberto Dadone e nel laboratorio fra bignè e panettoni si scelse anche il colore: nelle prime uscite bianco blu e poi, ufficiale, rossoblù. Che venne celebrato con un indimenticabile incontro con il Genoa a Marassi.

Oggi sono passati 26 anni il Borgo Rapallo è più che mai vitale: terzo del campionato di seconda categoria sotto la guida del presidente Luca Predoli e il vice Luca Gerini. Il tecnico di ottima levatura è Fabio Sanguineti, il preparatore Michele Bisso, il segretario (che non ha problemi di stipendio) Nino Parisi.

Gioca sul Macera, ma si discute al Mox sulla passeggiata dove conduce le chiacchierate Ciro Pennino, è stato giocatore di livello (una specie di Barella, soprattutto nell’altezza), dirigente e ora solo osservatore attento e suggeritore di tattiche (è innamorato del 4-3-3).

Il Mox è una specie di accademia calcistica, una specie di pub intellettuale-pop (denominazione data da professore di filosofia politica e di astrologia, Massimiliano Bellini). È condotto da Luigi, un letterato immaginario, da Mikle amante di mostruosi panini e dal giovane (nato bruciacchiato) Alessandro. Oggi nel borgo giocano alcuni giovani interessanti come Bosetti, Ciuffi, Beretta, nel ricordo di alcuni atleti molto bravi usciti dalle file del Borgo, quali Celano e il mitico portiere Marino Ferrari. All’accademia calcistica trovi la crème nel mondo sportivo i giocatori la fanno da padrone, parlano anche di tattiche, ma anche di voglia di promuovere spazi nuovi per i giovani di Rapallo che ne hanno ben poco. Da parte sua Ciro Pennino intreccia discorsi calcistici con tematiche teatrali, perché lui è attore di spessore (compagnia Athenis), ultimamente ho avuto pieno successo per l’interpretazione di Pigmalione.

Insomma, dopo 26 anni è piacevole parlare ancora di calcio giovane, di calcio pulito solare. Oggi al ‘Riviera’ si continua offrire babà e brioches, ma non si è mai dimenticato quella mattina di luglio del 1998 quando il Nino ha pronunciato per la prima volta: “Ecco a voi il Borgo di Rapallo”.

Vittorio Sirianni

Ciro Pennino sa anche ulare

Max Bellini ex grande del Borgo

Amministrative di Rapallo, l’endorsement di Toti e Rixi per Ricci: “Ottima candidata”

Super User 13 Marzo 2024 598 Visite

“È un’ottima candidata”. Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il segretario ligure della Lega Edoardo Rixi hanno annunciato così il loro sostegno alla candidatura a sindaco di Rapallo di Elisabetta Ricci (Noi Moderati), che sabato scorso aveva annunciato la sua corsa alle amministrative di giugno.

“Ringrazio il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il viceministro delle Infrastrutture e segretario ligure della Lega Edoardo Rixi per la manifestazione di stima e apprezzamento. Mi confronterò a breve con il gruppo di amici che mi sostiene per valutare questa ulteriore apertura sulla mia candidatura a sindaco della città di Rapallo e sulla mia proposta politica civica e moderata”, ha commentato la candidata.

Questo importante endorsement a favore della consigliera comunale mette davanti ad un bivio il sindaco uscente e coordinatore regionale di Forza Italia Carlo Bagnasco: scegliere una strada con un nuovo candidato o seguire la pista aperta da Ricci?

Amministrative di Recco, la Lega sostiene Gandolfo e sospende Senarega

Super User 13 Marzo 2024 325 Visite

“La Lega, alle prossime elezioni amministrative di Recco, sostiene la candidatura del sindaco uscente Carlo Gandolfo. La Lega rispetta i patti stabiliti con gli alleati della coalizione in Liguria”. Lo dicono in una nota congiunta i segretari Edoardo Rixi (Liguria), Francesca Corso (Genova) e Davide Manerba (Golfo Paradiso).

“Dispiace la scelta di Franco Senarega, ma saremo costretti ad attivare le relative strutture del movimento”, commenta Edoardo Rixi.

“Prendiamo atto che il consigliere Franco Senarega ha fatto una scelta in contrasto con quanto è stato deliberato dagli organi del territorio. Per la Lega il candidato sindaco è Gandolfo. Saremo costretti a prendere, nei confronti di Senarega, i necessari provvedimenti disciplinari”, ha ribadito Francesca Corso.

“La militanza è da considerarsi sospesa con decorrenza immediata. La sezione Golfo Paradiso non può passare sopra a un colpo di testa simile. Ci dispiace davvero, ma le regole sono chiare”, conclude Davide Manerba riferendosi a Senarega, che ha scelto di non sostenere la candidatura di Gandolfo.

Amministrative di Rapallo, la candidata sindaca Ricci incassa il sostegno del totiano Cianci

Super User 13 Marzo 2024 607 Visite

Nell’ultimo giro di valzer del centrodestra, che a Rapallo da mesi sta facendo ‘ballare’ candidati e sostenitori, il passo più importante è quello del consigliere regionale Domenico (Mimmo) Cianci, che ha deciso di sostenere la candidatura a sindaco di Elisabetta Ricci.

Eletto in Consiglio regionale con oltre 4.500 preferenze, molte delle quali raccolte proprio a Rapallo, dove vive e ha un avviato studio di amministratore condominiale, il totiano Cianci aveva partecipato all’ormai famosa riunione all’hotel Astoria, presenti Carlo Bagnasco e altri esponenti del centrodestra per decidere il candidato sindaco, alla fine della quale era uscito un nome condiviso: Pier Giorgio Brigati.

Evidentemente, qualcosa non ha convinto fino in fondo il re delle preferenze e quello che sembrava un accordo fatto è invece svanito come lacrime nella pioggia.

Con l’arrivo di Cianci, che potrebbe essere addirittura decisivo alle elezioni di giugno, quantomeno al ballottaggio, si rafforza ulteriormente la squadra di Ricci, che già poteva contare sul sostegno di una gran parte della coalizione che ha governato la città: Alessandro Puggioni, Fabio Proietto, Laura Mastrangelo, Giorgio Tasso, Umberto Amoretti, Andrea Rizzi e Maurizio Malerba.

Si attende adesso la mossa del sindaco uscente, Carlo Bagnasco, e di quello che resta del centrodestra.

Recco, Fanin (Lega): “Sono rimasta stupita dalle recenti critiche mosse al sindaco”

Super User 12 Marzo 2024 416 Visite

A pochi mesi dalle amministrative, nella querelle politica di Recco si è inserita la vice sindaca e assessora Edvige Fanin (Lega) che in una nota ha preso le difese del primo cittadino Carlo Gandolfo (FdI), ultimamente finito nel mirino di alcuni esponenti della sua stessa maggioranza.

Mentre il centrodestra unito sosterrà la ricandidatura di Gandolfo, amministratori di peso, come l’ex sindaco Dario Capurro, gli appena sfiduciati assessori Caterina Peragallo, Francesca Aprile e Enrico Zanini, e il consigliere comunale Franco Senarega, uomo forte del Carroccio nel Golfo Paradiso, hanno creato un gruppo consiliare indipendente, ‘Impegno per Recco’, per prendere le distanze dall’attuale amministrazione in vista delle elezioni di giugno. Inoltre, Capurro ha annunciato che si candiderà a sindaco della città, proprio in concorrenza con Gandolfo.

“In questi cinque anni ho scelto di concentrarmi sull’obiettivo che mi sono prefissata appena eletta: svolgere il mio ruolo al servizio della cittadinanza con impegno, dedizione e costanza. Per questo motivo ho volutamente anteposto l’esigenza, sentita forse da altri, di dover apparire individualmente per dare continuità al lavoro di squadra”. Così scrive in una nota Edvige Fanin (Lega), vicesindaco del comune di Recco.

“Sono rimasta stupita - prosegue Fanin - dalle recenti critiche, forse strumentali, mosse al sindaco perché personalmente non ho mai subito ingerenze nel lavoro svolto dal mio ufficio o nella mia carica di assessore, né trovato ostacoli nello studio delle mie pratiche che ritengo debbano essere preparate prima di una giunta e non durante. La mia professione mi ha probabilmente agevolato in questo”.

“Non ho mai cercato maggiore visibilità individuale perché ho sempre pensato, prima da cittadina e poi da politico che si venga eletti per lavorare e non per cercare di apparire a ogni costo”, conclude.

Rapallo, la candidata sindaco Elisabetta Ricci parte con un pezzo del centrodestra

Super User 09 Marzo 2024 1119 Visite

“Amici”. È questa la parola, accompagnata da lunghi abbracci, più ripetuta durante la conferenza stampa di Elisabetta Ricci, da oggi ufficialmente candidata sindaca di Rapallo con la lista Noi per Ricci. Una presentazione all’insegna del vogliamoci bene che probabilmente avrà creato qualche invidia all’interno della coalizione che guida la città, ancora alle prese con continue beghe interne che le impediscono di scegliere il candidato per le amministrative di giugno.

La consigliera comunale di Noi Moderati può contare sul sostegno di Alessandro Puggioni e Fabio Proietto della Lega, Laura Mastrangelo di Fratelli d’Italia, Giorgio Tasso e Umberto Amoretti di Forza Italia, ma non ancora su quello del centrodestra: “Siamo qui a titolo personale e pertanto non rappresentiamo i nostri partiti”, hanno precisato i cinque promotori. La loro speranza però è che il gruppo guidato da Carlo Bagnasco e Mimmo Cianci ci ripensi sul nome di Pier Giorgio Brigati, presentato in pompa magna ma non ancora confermato, e converga sulla moderata.

“Il mio progetto è nato un anno fa”, ha detto la candidata. E il suo progetto probabilmente è stato condiviso fino ad un certo punto dal centrodestra, visto che fino a poche settimane fa il suo nome circolava con insistenza tra quelli dei possibili candidati. Poi, evidentemente, qualcosa deve aver modificato l’inerzia delle cose.

A Rapallo dunque si sta verificando quello che è successo lo scorso anno a Sestri Levante, dove il centrodestra si è presentato separato, scelta che ha poi favorito la vittoria dell’outside Francesco Solinas.

Il consigliere comunale Giorgio Tasso ha parlato della necessità di dare alla città un segnale di discontinuità nella continuità: “Non ho nulla sull'attuale amministrazione, sia chiaro, ma anche della Belen ci si può stufare dopo dieci anni”. Ha poi aggiunto che non lascerà la carica di segretario per la provincia di Genova di Forza Italia - è stato eletto nel congresso dello scorso dicembre - e neppure le deleghe che ha in Comune.

Anche i leghisti non dovrebbero subire provvedimenti dai rispettivi partiti: “La nostra non è una fuga in avanti”, ha spiegato Puggioni.

Durante la conferenza non si è parlato del programma elettorale. “Lo comunicheremo più avanti”, ha detto Ricci. Prima di diffonderlo, forse è meglio aspettare le decisioni del duo Bagnasco-Cianci.

Amministrative di Rapallo, Elisabetta Ricci si candida a sindaco

Super User 08 Marzo 2024 1142 Visite

“Ufficializzo la mia candidatura a sindaco di Rapallo. Insieme agli amici che mi appoggiano, vi invito alla conferenza stampa che si terrà sabato 9 marzo, alle ore 10:30 presso il Caffè Centrale di piazza Cavour 8”. Con questo laconico comunicato stampa la consigliera comunale (con diverse importanti deleghe che probabilmente dovrà lasciare) Elisabetta Ricci ha formalizzato (la notizia circolava già da giorni) la sua candidatura alla poltrona più alta del comune e convoca una conferenza stampa nella quale illustrerà i suoi propositi.

La sua candidatura a sindaco per il centrodestra era stata sondata nei mesi scorsi con esiti positivi, ma la 'ragion politica' aveva convinto Carlo Bagnasco e Mimmo Cianci, che in zona tengono in mano il pallino della coalizione, a puntare sul vice sindaco Pier Giorgio Brigati, peraltro annunciato ma non ancora confermato.

Prima di passare con Noi Moderati, Ricci era il punto di riferimento in Consiglio comunale dell'ex sindaco Armando Ezio Capurro. Il “Professore”, anche lui in corsa per ritornare a guidare Rapallo, avrà sicuramente accolto con piacere questa spaccatura del centrodestra.

Rimpasto a Recco: il sindaco Gandolfo riassegna le deleghe dei tre assessori sfiduciati

Super User 08 Marzo 2024 337 Visite

A Recco è tempo di rimpasto. Dopo lo strappo con gli assessori Francesca Aprile, Caterina Peragallo e Enrico Zanini, il sindaco Carlo Gandolfo ha assegnato le deleghe che nei giorni scorsi aveva revocato ai tre assessori 'ribelli' che hanno formato un nuovo gruppo in Consiglio comunale, Impegno per Recco.

La nuova giunta, che resterà in carica fino alle elezioni di giugno, ha questo nuovo assetto:

EDVIGE FANIN - Vicesindaco - Ambiente e Verde

DAVIDE LOMBARDO MANERBA - Pubblica Istruzione, Politiche giovanili e Servizi Sociali

SARA RASTELLI - Lavori Pubblici, Impiantistica Sportiva e Frazioni

GIUSEPPE ROTUNNO - Urbanistica, Edilizia Privata, Attività Produttive, Suap, Manutenzioni e Demanio Marittimo

MARIA CHIARA ZANZI - Protezione Civile - Pari Opportunità - Tradizioni Locali - Gemellaggi - Cultura

Santa Margherita Ligure, Emanuele Cozzio annuncia la sua candidatura a sindaco

Super User 07 Marzo 2024 381 Visite

Vice sindaco dal 2014 ad oggi, Emanuele Cozzio ora punta alla poltrona più alta del Comune di Santa Margherita Ligure.

Una corsa resa possibile dalla rinuncia del sindaco uscente, Paolo Donadoni, che non ha voluto usufruire della recente modifica alla legge elettorale che gli avrebbe permesso di candidarsi per il terzo mandato, in quanto il suo comune ha meno di 15mila abitanti.

C’è da dire che Donadoni era partito con largo anticipo nella costruzione di una squadra, creata proprio attorno al suo vice, in grado di dare continuità alla sua amministrazione, civica ma sostenuta da tutto il centrodestra. E con largo anticipo aveva annunciato le sue intenzioni.

Cozzio ha ufficializzato la sua candidatura alle amministrative di giugno con una lettera rivolta ai cittadini. 

Mi rivolgo a voi dopo questo decennio in cui ho svolto il ruolo di Vicesindaco, anzitutto per dirVi grazie, in quanto la Vs. fiducia mi ha consentito di vivere questa esperienza, e per rendere disponibile la mia candidatura a Sindaco di Santa Margherita Ligure.

Le ragioni di questa scelta nascono da una sincera riflessione, condivisa con la mia famiglia e con gli altri componenti del gruppo, nella quale ho fatto tesoro delle esperienze maturate e delle conoscenze acquisite. Durante questi anni di impegno in favore della nostra Comunità, ho avuto il privilegio di conoscervi ancora meglio e di apprezzare ancora di più da vicino il valore della nostra Comunità. Mi sono venute alla mente le tante persone conosciute, i problemi affrontati, le situazioni gestite, le tante opportunità di incontro in città e anche i tanti momenti belli condivisi insieme.

Ritengo che tutto ciò che ho imparato nei quotidiani rapporti con i concittadini, le associazioni, gli uffici comunali e le altre istituzioni pubbliche meriti di restare a servizio della nostra città. Desidero quindi continuare a impegnarmi con passione per il futuro di Santa Margherita Ligure.

L’abbandono dei personalismi è già stato compiuto. In questi dieci anni la parola “io” è stata sostituita dalla parola “noi” e la stella polare è stato lo spirito di servizio finalizzato alla crescita della nostra comunità. La coesione del gruppo, la volontà di affrontare temi e situazioni bloccate da anni, la reciproca fiducia, hanno permesso un lavoro profondo, coraggioso e soprattutto svolto insieme alle realtà cittadine e alle istituzioni sovraordinate. Un lavoro che non ha badato a chiacchiere o distrazioni pur di arrivare a realizzare gli obiettivi nell’interesse della città.

Questo metodo rimane indispensabile e valido al nuovo gruppo di amici che formeranno la nostra lista elettorale.

Sintetizzando con una frase: grazie all’esperienza maturata in questi dieci anni apriamo una nuova fase della vita cittadina.

Nuova fase in cui dovremo consolidare e espandere quanto di buono è stato fatto ma anche migliorare e perfezionare quanto proprio l’esperienza fatta ci ha evidenziato.

Stanti i risultati ottenuti e le grandi opere già avviate in questo mandato amministrativo – nonostante le forti criticità territoriali (es. mareggiata del 2018) e internazionali (es. pandemia) che abbiamo affrontato – nei prossimi anni potremo non solo terminare il lavoro svolto fino ad oggi ma anche dedicarci maggiormente alla cura della normalità, per consolidare i successi e affrontare le sfide che ci attendono con spirito sereno e costruttivo.

Grazie per la Vostra attenzione.

Emanuele Cozzio

Sestri Levante, giuria da Oscar per il Riviera International Film Festival 2024

Super User 05 Marzo 2024 350 Visite

Dopo aver annunciato le date dell’ottava edizione, dal 7 al 12 maggio a Sestri Levante, Il Riviera International Film Festival (Riff) rivela i primi nomi confermati della giuria ufficiale chiamati a valutare i lungometraggi internazionali di registi under 35 e il concorso dedicato ai documentari a tema ambientale.

Presidente della giuria Film sarà Andrew Dominik, regista, tra gli altri, di L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford e del controverso Blonde sulla vita di Marilyn Monroe. Insieme a lui due Premi Oscar: il montatore Pietro Scalia, vincitore in carriera di due statuette e altrettante nomination, tra i suoi film più recenti Ferrari di Michael Mann; e la regista Eva Orner, vincitrice dell’Academy Awards per il suo documentario Taxi to the Dark Side, che presiederà la giuria Documentari. Per la prima volta in Riviera anche l'importante produttore Clayton Townsend che, oltre ad aver prodotto alcuni tra i più grandi successi di Oliver Stone, come Ogni maledetta domenica, Assassini nati, JFK - Un caso ancora aperto e Nato il 4 luglio, ha riscosso grande successo con commedie americane come 40 anni vergine, Molto incinta e Tre scapoli e un bebè. Tra i giurati anche la fotografa Veronica Gaido, la regista norvegese Erika Calmayer vincitrice della scorsa edizione del RIFF 2023 e Jan Pachner, segretario generale della One Ocean Foundation, importante fondazione per la protezione del Mediterraneo.

Nell’attesa di scoprire i nomi degli altri giurati, di tutti gli ospiti e dei film che saranno presentati, il Riviera International Film Festival, forte dell’incredibile successo della scorsa edizione che ha contato oltre 8mila presenze, torna con il suo format ormai collaudato che alle tantissime proiezioni, sia delle opere in corso che di anteprime evento di film prossimamente sul grande schermo o sulle principali piattaforme, affianca talk con i protagonisti del cinema italiano e internazionale, masterclass con eccellenze della settima arte e, ancora, dà ampio spazio alle serie TV di maggior successo con panel dedicati e alla presenza dei cast. Il Riff 2024 vedrà anche la nascita di una nuova sezione di competizione internazionale di corti. Il tutto a Sestri Levante, in Liguria, nell’incantevole Baia del Silenzio.

«Sono certo che l’edizione 2024 sarà sorprendente e straordinaria come e anche più di quelle realizzate fino ad oggi – dichiara il presidente e assessore alla Cultura della Regione Liguria Giovanni Toti –. I primi nomi illustri dei giurati testimoniano la crescita di questa manifestazione e la sua centralità nel panorama nazionale e internazionale grazie al lavoro degli organizzatori, che Regione sostiene con orgoglio. Grazie al Riff, la Liguria e Sestri Levante diventano crocevia di grandi artisti, attori di fama mondiale, appassionati di cinema, documentari, serie tv con critici e addetti ai lavori. Una kermesse che contribuisce a portare alto il nome della Liguria in Italia e nel mondo e ad affermare il nostro territorio come meta turistica legata a eventi culturali di grande livello». 

«Il Riff – Riviera International Film Festival si distingue come un prestigioso evento cinematografico che attraverso la presenza di numerose celebrità e figure di spicco del settore, offre un’opportunità importante per i giovani registi emergenti e contribuisce in modo significativo a far conoscere e promuovere la nostra città come una destinazione di rilievo nel panorama internazionale. Anche per l’edizione 2024 siamo certi che non deluderà le attese in termini di qualità del concorso e di presenze di personalità del mondo del cinema», commenta il sindaco di Sestri Levante, Francesco Solinas.

«Siamo felici di sostenere anche per l’anno 2024 il Riviera International Film Festival, evento con il quale condividiamo gli stessi valori – dichiara Davide Sommariva, presidente Redelfi Spa –. Supportare il Riff significa per Redelfi appoggiare i giovani talenti, dando spazio alla loro capacità e creatività, e incentivare la visibilità internazionale del nostro territorio e delle nostre tradizioni, vista la conferma di Sestri Levante come sede dell’evento. Siamo contenti che il Riff stia continuando a crescere e a internazionalizzarsi, questo è un altro forte punto in comune con Redelfi che ha intrapreso lo stesso percorso nel corso dell’ultimo anno».

Recco, aperto il bando per l’assegnazione di mini alloggi destinati agli over 65

Super User 04 Marzo 2024 254 Visite

 

Il sindaco Carlo Gandolfo ha annunciato un aggiornamento significativo riguardo l’assegnazione di mini alloggi situati in Piazzale Olimpia destinati agli ultra sessantacinquenni. È questa una risposta ai bisogni della città per garantire che i suoi cittadini anziani abbiano accesso a sistemazioni abitative confortevoli e convenienti. Le domande possono essere presentate da oggi e fino alle ore 12 del prossimo 3 aprile.

"Il bando è stato pubblicato e rimarrà aperto per 30 giorni. Coloro che sono già in graduatoria devono presentare un’istanza di conferma. È importante notare che solo over 65 possono partecipare a questa opportunità abitativa. Si tratta di una delle iniziative nate per garantire che i cittadini anziani di Recco abbiano accesso a sistemazioni adeguate e confortevoli", dichiara il sindaco Carlo Gandolfo.

Per ritirare i moduli, si può visitare il sito web ufficiale della città o contattare direttamente l’ufficio responsabile nei seguenti giorni e orari: il martedì dalle ore 14.30 alle ore 16.30 previo appuntamento telefonico al 0185/7291209 e il giovedì dalle ore 9 alle ore 12.

Candidato sindaco di Rapallo, il centrodestra converge su Brigati

Super User 03 Marzo 2024 1579 Visite

A Rapallo, dopo una lunga attesa e tanti nomi messi sul tavolo, il centrodestra avrebbe trovato il suo candidato sindaco, l’annuncio potrebbe arrivare addirittura nelle prossime ore. A correre per la coalizione che governa la città dovrebbe essere l’attuale vice sindaco, Pier Giorgio Brigati.

Sembra dunque trovato l’accordo tra il sindaco uscente Carlo Bagnasco, che come coordinatore ligure di Forza Italia ha avuto dal centrodestra carta bianca sulla scelta del suo successore, e il consigliere regionale totiano Mimmo Cianci, che per mesi aveva sostenuto la candidatura del presidente del Consiglio comunale, Mentore Campodonico.

A Rapallo c’è un dipendente dedicato alla manutenzione delle frazioni

Super User 01 Marzo 2024 1396 Visite

Il Comune di Rapallo nei giorni scorsi ha ricollocato un dipendente, un operaio qualificato, che si occuperà prettamente della cura e della manutenzione nelle frazioni cittadine.

“Ringrazio il consigliere con delega alle frazioni Fabio Proietto, per aver portato a termine questa preziosa iniziativa in cui altri si sono adoperati senza successo", ha dichiarato il sindaco Carlo Bagnasco.

"Sono molto soddisfatto perché siamo riusciti ad aggiungere un altro tassello ai tanti per la rivalutazione delle nostre frazioni - dichiara il consigliere Fabio Proietto -. In questo quinquennio, grazie alla delega ricevuta dal nostro sindaco, mi sono occupato delle problematiche frazionali e siamo riusciti ad eseguire molti interventi, dopo tanti anni d'attesa avremo un operaio qualificato che si dedicherà ai lavori di manutenzione nelle frazioni cittadine. Oggi è il debutto del nuovo corso, abbiamo iniziato con la pitturazione della ringhiera nella via pedonale della Fonte a san Martino di Noceto. Ringrazio il sindaco Bagnasco Carlo per aver creduto in questo mio progetto e per la sua fiducia, ringrazio anche il dirigente del Settore 3 per aver interpretato le esigenze del territorio condividendo questa mia proposta”.

In-Gusto, Sestri Levante per due giorni capitale del networking gastronomico

Super User 28 Febbraio 2024 590 Visite

Ispirare i professionisti del mondo ho.re.ca. (hotellerie, restaurant, cafè) per scoprire e sperimentare un’accurata selezione di prodotti gastronomici nazionali e internazionali, metterli a confronto e creare un ponte tra produttori, chef, ristoratori ed esperti del settore food. È l’obiettivo che si pone In-Gusto, evento creato da Veridea, azienda leader nel settore food service in Liguria, in programma fino a domani, 28 febbraio, nell’ex convento dell’Annunziata di Sestri Levante. L’evento, organizzato in collaborazione con la società di produzione video ed eventi Flying Donkeys, regista della manifestazione, è pensato per operatori del settore che vogliono conoscere le nuove tendenze allo scopo di favorire lo scambio di idee e il networking. E nonostante la pioggia nella prima giornata dell’evento si è registrata una grande affluenza di professionisti del settore.

Durante l’evento In-Gusto hanno la possibilità di conoscere la varietà delle proposte selezionate ed effettuare ordini direttamente agli stand grazie al supporto del servizio ordine di Veridea. La manifestazione, inoltre, prevede momenti di formazione: fino a domani sono in programma conferenze sull’andamento del mercato internazionale e sulle nuove tendenze del settore gastronomico. «Il lavoro dello chef prevede la costante ricerca di ingredienti innovativi e di materie prime selezionate che possano portare valore aggiunto ai propri piatti e alle proprie creazioni, oltreché soluzioni in supporto del proprio lavoro in cucina – prosegue Dagna -. In-Gusto rappresenta dunque un’occasione di creare confronto e dibattito, con la presenza di chef ambassador che faranno assaggiare le rispettive creazioni per offrire spunti ed idee per il loro utilizzo».

Durante l’evento sono previsti anche show-cooking in collaborazione con la Federazione italiana Cuochi e la presentazione di proposte culinarie inedite. Tra gli appuntamenti da segnalare domani, alle ore 11, il convegno dal titolo “L’evoluzione del breakfast nel mondo hotellerie. Talk a cura dell’azienda Living Breakfast” e, a seguire, alle ore 15, il talk con i maestri della focaccia ligure dal 1899, a cura del Panificio Pasticceria Tossini.

Tra i temi dibattuti anche quello sullo spreco alimentare. «Un terzo del cibo viene sprecato ogni anno con conseguenze negative per l’intera filiera – spiega Andrea Dagna, ideatore di In-Gusto e amministratore delegato di Veridea srl -. Con In-Gusto riteniamo importante portare l'attenzione degli operatori horeca questo argomento in un'ottica di consapevolezza e presa di responsabilità rispetto a questa problematica».

Lo spreco alimentare vale oggi in Italia 15 miliardi di euro all'anno, circa un punto di Pil: nelle case degli italiani si buttano nella pattumiera alimentari per circa 6 miliardi di euro ogni anno, a cui vanno aggiunti 9 miliardi euro dello spreco di filiera. «A questo proposito uno degli show cooking a cura della scuola alberghiera di Lavagna quindi Accademia del turismo, sarà improntato su una preparazione di un piatto ad impatto zero sullo spreco alimentare – prosegue Dagna -. Il messaggio importante da veicolare è l'attenzione delle nuove leve degli chef rispetto ad un tema così attuale». Per l’occasione il cibo avanzato nella due giorni sarà destinato alla Caritas di Chiavari.

Non casuale anche la scelta del luogo, Sestri Levante, e della location, l’ex convento dell’Annunziata. «Veridea ha scelto Sestri Levante perché proprio qui, da quasi quarant’anni, svolge e sviluppa la sua attività», prosegue Dagna.

Questo l’elenco degli espositori presenti a In-Gusto: Marepiù, Pastridor, Menz & Gasser, Neri spa, Roger Fruit, Schar Gluten Free, Alpenzu, Siciliana Fich, Masdeu, Oleificio Zucchi, Rummo, Cupiello, Demetra, Eurovo, Surgital, La Nef, Cgm, Molino Cinque Stagioni, Ildia, Costa Arosa, Calata de Mari, Gastronomia Emiliana, Matteo Il Gelato Artigianale, Blu Mares, Jui-Si Sushi, Formec Biffi, Wiberg, Riseria Dossi, Dolcefreddo Moralberti, Di Tria, Rodolfi Mansueto, Intermoma, Alfa Food.

Per Augusto Sartori, assessore regionale Fiere Turistiche e Grandi Eventi: «Questa manifestazione mostra ancora una volta la vivacità e le storie dell'accoglienza nella nostra Regione, in particolare nel Tigullio, oltretutto in un mese non di grande affluenza di persone come quello di febbraio, ma che è comunque un biglietto da visita per una nuova stagione che sta per iniziare e che mi auguro possa essere addirittura superiore come numeri rispetto al 2023, un anno di record di presenze turistiche in Liguria». 

Giuseppe Ianni, assessore al Turismo, Marketing Territoriale ed Eventi del Comune di Sestri Levante, ribadisce: «Il fatto che un imprenditore di Sestri Levante abbia deciso di realizzare nel mese di febbraio un evento di così grande rilievo legato al gusto ed alla qualità delle materie prime e dei servizi è un segnale importante per la nostra città”, sottolinea l’assessore al turismo, eventi, commercio e agricoltura Giuseppe Ianni. “La valorizzazione delle eccellenze legate all’agricoltura ed alla gastronomia ha infatti ricadute positive anche nei settori del commercio e del turismo. In particolare, rappresenta per Sestri Levante un passo in avanti nella direzione di quella destagionalizzazione di qualità che costituisce un obiettivo strategico della nostra Amministrazione, da perseguire insieme agli albergatori, ai ristoratori ed agli operatori del settore”, prosegue. “E’ anche grazie ad iniziative come In-Gusto che l’attrattività turistica di Sestri potrà dilatarsi su più mesi all’anno, con ricadute anche sul periodo di apertura delle strutture ricettive, elemento fondamentale per poter organizzare al meglio ogni tipo di iniziativa”, rileva ancora l’assessore. “Lavoriamo insieme affinché la nostra città possa diventare sempre più una vetrina accogliente e curata per ospitare manifestazioni di carattere nazionale, con un ritorno importante in termini di sviluppo, economia, investimenti, lavoro, immagine e tutto ciò che di positivo ne consegue. I miei ringraziamenti e le mie congratulazioni ai promotori di In-Gusto, ad Andrea Dagna di Veridea ed ai suoi collaboratori. Ho sostenuto sin da subito con convinzione questa iniziativa, così come sosterrò con decisione tutte le iniziative di promozione del territorio che andranno nella direzione della crescita economica, lavorativa e turistica di Sestri Levante».

 

LA STORIA DI VERIDEA SRL
Veridea srl è azienda presente sul territorio da quarant’anni anche se le sue origini risalgono al 1955 quando Gelindo Cavallero inizia ad operare nel settore delle forniture alimentari. Per trent’anni lavora fianco a fianco con gli chef e i ristoratori, imparando i segreti e le caratteristiche di questo mercato. E nel 1984, insieme alle figlie Claudia e Maura e al genero Mario, riesce a concretizzare il suo obiettivo: diventare un punto di riferimento per i professionisti della ristorazione in Liguria.

Così nasce Veridea, un’azienda che mantiene un’anima familiare ma è proiettata nel futuro del food&beverage, sempre pronta a intercettare le esigenze della ristorazione moderna e che ogni giorno si propone come un vero e proprio Partner per i propri clienti.

Il catalogo dell’azienda può oggi contare su tremila referenze in pronta consegna, tra cui formaggi e salumi, carni e prodotti ittici, frutta e verdura ma anche pasta fresca, latticini, conservati e olio, uno dei prodotti a marchio più apprezzati.

 

BIO DI ANDREA DAGNA
Andrea Dagna, 35 anni, nato e cresciuto a Sestri Levante, è oggi Amministratore Delegato di Veridera srl e ideatore di In-Gusto. Dagna rappresenta la terza generazione di un’azienda sempre a conduzione familiare. Cresciuto in Azienda rientra in Veridea, dopo una esperienza esterna ma affine al settore di due anni, nel 2012. Da allora ha sempre ricoperto ruoli commerciali di crescente rilevanza contribuendo al costante inserimento e selezione di nuove linee di prodotto rivolte alla fascia alta della ristorazione. Nel gennaio 2023 ha preso la guida dell'Azienda assumendo la carica di Amministratore Delegato di Veridea.

 

PROGRAMMA IN-GUSTO 2024 DEL 28 FEBBRAIO:
 

CONVEGNI

28 febbraio

ore 11

L’evoluzione del breakfast nel mondo hotellerie. Talk a cura dell’azienda Living Breakfast

ore 15

Panificio Pasticceria Tossini: maestri della focaccia ligure dal 1899. Quando la qualità artigianale incontra l’HO.RE.CA.

 

SHOW COOKING

28 febbraio

Ore 12

Show Cooking a cura della Federazione Nazionale Cuochi

Ore 14

Show cooking “Mare Calmo” a cura dello chef Stefano Costa e dell’Accademia del Turismo di Lavagna

Amministrative di Recco: la Lega sosterrà il sindaco uscente Carlo Gandolfo

Super User 26 Febbraio 2024 568 Visite

“La sezione Golfo Paradiso della Lega, in accordo con la segreteria provinciale di Genova e la nostra segreteria regionale, ha deciso di sostenere la ricandidatura a sindaco di Recco del primo cittadino uscente Carlo Gandolfo”. Lo dice in una nota Davide Manerba, segretario della Lega Sezione Golfo Paradiso.

“In questi 5 anni - prosegue la nota - abbiamo lavorato fianco a fianco di Gandolfo, anche con il nostro vicesindaco Edvige Fanin e condiviso con lui le scelte amministrative che hanno cambiato il volto della nostra città, come il restyling della passeggiata a mare e diversi progetti che abbiamo in cantiere e che vogliamo portare a termine nel prossimo mandato.

“Gandolfo ha sempre rispettato tutti gli impegni presi, soprattutto su alcuni punti che la Lega riteneva inderogabili, come nel caso del Parco di Portofino”, conclude Manerba.

Chiavari, Duferco ha presentato il progetto per ristrutturare e gestire il teatro Cantero

Super User 24 Febbraio 2024 586 Visite

Nel pomeriggio di oggi, sabato 24 febbraio, nella sala Ghio della Società Economica, Duferco ha presentato il progetto di ristrutturazione e riuso del Teatro Cantero di Chiavari, chiuso dal 2017, offrendo alla città uno studio completo che consentirà, in caso di finalizzazione dell’acquisto della struttura da parte del Comune di Chiavari, di risparmiare, oltre al costo stesso del progetto, più un anno di tempo durante la fase esecutiva.

“In questa fase preliminare l’Amministrazione non avrebbe potuto spendere soldi pubblici per fare un progetto e una perizia di spesa su un bene di proprietà privata” – spiega Antonio Gozzi, presidente del gruppo Duferco. “Questo primo atto permette al Comune di Chiavari di avere un ordine di grandezza in merito allo sforzo economico necessario, consentendo di chiedere gli aiuti e i finanziamenti pubblici e privati utili per arrivare alla riapertura del teatro”.

Il progetto, oltre ad essere finalizzato alla completa ristrutturazione della struttura, si pone l’obiettivo di proporre un modello di business che ne favorisca il mantenimento e lo sviluppo culturale.

La sfida è stata quella di mantenere un equilibrio tra il restauro del teatro nelle sue molteplici parti e, contemporaneamente, la necessità di adeguarlo alle esigenze odierne del mondo dello spettacolo e dei servizi al pubblico.

La versatilità è stata messa al centro della progettazione, per poter garantire eventi e spettacoli diversificati. La nuova platea è pensata per ospitare conferenze, congressi, corsi di formazione, presentazioni letterarie, serate danzanti, esposizioni d'arte, fino alla possibilità, grazie alla realizzazione di un Gran Caffè con cucina, di poter cenare in una cornice speciale.

“Se si troveranno i capitali necessari per l’acquisto, il restauro e l’adeguamento funzionale delle strutture - prosegue Gozzi - occorrerà mettere a punto un modello di gestione accorto e sostenibile, capace di mantenere in equilibrio i conti della struttura senza creare i deficit e le voragini finanziarie che sovente caratterizzano gli enti teatrali. Il nuovo Cantero dovrà necessariamente avere aspetti di polivalenza come avvenuto in passato. Voglio sperare che in una città come Chiavari, dove le risorse private di certo non mancano, qualcuno si faccia avanti e dia la sua disponibilità a collaborare con le istituzioni ad una operazione di recupero di una funzione di prestigio della città”.

Lo studio di fattibilità ha condotto sostanzialmente a tre soluzioni: una di base per soddisfare i requisiti minimi per la riapertura al pubblico, che interesserebbe solo il piano terra e i relativi 472 posti a sedere, rendendo comunque il teatro uno spazio versatile in grado di supportare diverse iniziative. Una soluzione completa a tutti i livelli che consentirebbe di dotare la struttura di maggiori comfort a livello impiantistico e di maggiori posti a sedere, ovvero 880. Una soluzione di compromesso che permetterebbe di garantire la versatilità da cui non può prescindere questo tipo di struttura, ma che aprirebbe le porte al pubblico non solo al piano terra, ma anche ai palchetti del primo livello per totali 600 posti a sedere. I costi di tali interventi sono stimati in 1.7 milioni per la soluzione base, 2.5 milioni per la soluzione completa e 2 milioni per la soluzione di compromesso.

La fase progettuale è stata curata da Duferco Engineering in collaborazione con Iteg S.r.l Ingegneria, B&Partners Architettura e Progetto Digitale.

“La progettazione preliminare si è concentrata sul restauro conservativo degli elementi artistici del Teatro, oltre a fornire elementi progettuali volti alla flessibilità e alla polivalenza di utilizzo dello stesso. Il tutto coniugato con un profondo adeguamento impiantistico al fine di soddisfare la normativa vigente, aumentare gli standard di comfort e perseguire l’efficientamento energetico”, sottolinea Luca Mario Bonardi, amministratore delegato di Duferco Engineering.

Marco Bertetta, amministratore di Progetto Digitale: “Abbiamo ricostruito un modello digitale tridimensionale che fornisce una copia esatta dello stato dei luoghi utilizzando la tecnologia del Laser Scan 3D e della nuvola di punti che restituisce una riproduzione grafica di altissima precisione. Questo strumento di lavoro moderno consente una progettazione integrata del sistema edificio/ impianti garantendo una corretta valutazione dei costi. Un vero e proprio “gemello” digitale, solida base per tutti i successivi livelli di progettazione e manutenzione.”

Durante la presentazione il cultore di storia locale Giorgio ‘Getto’ Viarengo ha analizzato le fasi preparatorie alla costruzione del Teatro, ricordando il progetto realizzato allora dall’ingegner Ido Gozzano, chiavarese, e l’inaugurazione avvenuta sabato 15 maggio 1937 con la rappresentazione della ‘Tosca’ di Puccini. 

La presentazione sarà trasmessa domani sera su Teleradiopace 3 (canale 78) alle ore 21.

Il sindaco Federico Messuti e l'imprenditore Tonino Gozzi

Giorno del Ricordo, a Recco si è svolto un incontro per non dimenticare il massacro delle foibe

Super User 23 Febbraio 2024 329 Visite

Per celebrare il Giorno del Ricordo si è svolto questa mattina presso la sala consiliare l'incontro di riflessione organizzato dal Comune di Recco. Con il saluto del sindaco Carlo Gandolfo e l’introduzione del presidente del Consiglio comunale Paolo Badalini, alla mattinata hanno preso parte gli alunni del liceo Nicoloso da Recco. Sono intervenuti l'assessore alla pubblica istruzione Davide Manerba e il presidente dell’A.N.V.G.D. Genova Fabio Nardi, la presidente della Consulta dei Giovani Federica Benvenuto, presente anche Aurora Piscioneri, vicesindaco dei ragazzi. Si è tenuto in seguito un momento di approfondimento con lo scrittore Sandro Pellegrini, storico, socio dell’A.N.V.G.D. ed esule fiumano.

Alla conclusione dell’incontro, è stato svelato un dipinto che ritrae lo stemma della città di Fiume, dono dello storico Sandro Pellegrini alla città di Recco.

L'iniziativa, voluta dall'Amministrazione comunale, celebra la ricorrenza sancita con la legge 92 del 2004 dal Parlamento italiano, per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra.

Amministrative di Rapallo, il forzista Raffo si ritira: “Non mi candido”

Super User 22 Febbraio 2024 1012 Visite

Nell’attesa di conoscere il nome del candidato sindaco del centrodestra, a Rapallo lo scoop arriva dall’azzurro Giacomo Raffo: “Non mi candido alle amministrative di giugno”.

Eppure, il giovanissimo (20 anni) segretario organizzativo regionale di Forza Italia aveva annunciato con largo anticipo la sua partecipazione alle elezioni ruentine, era l’agosto dello scorso anno, e il suo ingresso in Consiglio comunale era dato per certo, grazie al sostegno dei Bagnasco, il deputato Roberto e il sindaco Carlo.

“Ho deciso di non candidarmi perché coordinare due campagne elettorali, quella di Salini in Liguria e quella di Forza Italia in Comune, mi occuperanno molto tempo”, ha detto a Genova3000.

Bisogna però precisare che il contratto stipulato da Raffo per coordinare la campagna elettorale dell’europarlamentare Massimiliano Salini esclude la possibilità di eventuali candidature personali.

Trovandosi dunque ad un bivio, l’enfant prodige della politica tigullina ha scelto la strada per Bruxelles.

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Levante

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip

Genova Sport 2024