Skin ADV

Notizie

Caos treni, Salvatore replica a Toti e Berrino

Super User 16 Ottobre 2019 227 Visite

"Toti e Berrino. Che dire? Due amministratori che non fanno altro che difendere Trenitalia e Società Autostrade di Benetton nonostante siano indifendibili. Qualsiasi cosa succeda nel trasporto treni, per Berrino è sempre colpa di qualcun altro. Mai di chi prende 90 milioni l’anno più l’incasso dei biglietti, peraltro costosissimi, che oltre a garantire un servizio puntuale ed efficiente dovrebbe degnarsi di dare ai cittadini dei treni in ordine, puliti e funzionanti. I treni non circolano? Vuoi vedere che è colpa dei pendolari che anche oggi volevano andare a lavorare? Che impertinenti questi cittadini che vogliono servizi efficienti!". Così, la capogruppo regionale replicando alla nota stampa diffusa in serata da Toti e Berrino dopo l'incresciosa giornata di disagi.

"A Vesima, secondo le ultime notizie, la colpa del disastro avvenuto è di Società Autostrade, che non ha mai ascoltato nessuno, Rfi compresa, fregandosene dell’eventualità di allagamenti di zone stradali di sua competenza. Che novità. Società Autostrade, altro 'intoccabile' per Giovanni Toti, è un'azienda ormai chiaramente colpevole di atti illeciti alla quale il Governatore vuole dare 54 km di gallerie. Tanto poi se succede qualcosa, sarà colpa degli automobilisti che usano troppo le autostrade... pagando pedaggi d’oro".

"Comunque, Toti e Berrino sanno leggere? Sorge il dubbio... A scanso di ulteriori equivoci, ecco cosa ho scritto nel comunicato di oggi: 'La realtà è che la situazione non è diventata drammatica perché ci sono centinaia di Vigili del fuoco, vigili, volontari della Protezione civile e tutte le altre forze impegnate, che come sempre fanno un lavoro magnifico'. Sì, presidente e assessore competente: so bene a chi va il merito e infatti l'ho scritto a chiare lettere".

"Toti e Berrino, a voi invece dico: basta scarica barile, basta dire che è colpa di qualcun altro. Voi siete al governo della Liguria, anche se sembra incredibile. Voi da anni siete i responsabili della gestione dei momenti di crisi. Ma se governando state sempre a pensare a difendere le multinazionali, a fare incontri con imprenditori generosi con alcune fondazioni o raduni sulle navi da crociera, certamente non potete fare bene il vostro lavoro. A pagare però per questo 'non fare bene' sono i cittadini liguri, che fortunatamente vi faranno scomparire presto, stanchi delle vostre passerelle e parole vuote".

"Per quanto riguarda Trenitalia, ricordiamo che essa ha il dovere, non fosse altro per i 90 milioni di euro l'anno che prende, di far viaggiare ogni giorno i cittadini. Se per cause prevedibili non funzionano i treni, predispongano altri mezzi in misura valida per tutti. Non facciano salire i pendolari su carrozzoni da terzo mondo".

"Ogni tanto, smettete di vivere ai piani alti e guardate la gente comune. Mi spiace per voi, ma io, noi del MoVimento lo abbiamo sempre fatto e lo faremo sempre. Sempre vicino ai cittadini. Voi quando lo farete? Insomma, come dice il vostro capo: 'è finita la pacchia'. È ora che facciate il vostro dovere verso i liguri".

Maltempo, Toti e Berrino rispondono a M5S e PD

Super User 16 Ottobre 2019 148 Visite

"Oggi l’unica cosa che poteva fare l’opposizione era ringraziare gli uomini e le donne della Protezione Civile, i Vigili del Fuoco e tutti coloro che hanno lavorato senza sosta per affrontare l’allerta in Liguria. E invece… La consigliera Salvatore e il consigliere Lunardon hanno perso un’altra buona occasione per tacere ma con la totale assenza di vergogna che li contraddistingue ci hanno attaccato strumentalizzando una situazione di emergenza in Liguria", così il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. "I nuovi improbabili alleati accusano la macchina dell'emergenza di Regione per i disagi legati al trasporto ferroviario, disservizi dovuti esclusivamente alla grande quantità di pioggia che ha colpito la Liguria. Invece di fare tante chiacchiere ricordo a Pd e ai grillini che ormai ci sono loro al governo anche se sembra incredibile. Salvatore e Lunardon chiedessero quindi ai loro ministri investimenti per sistemare e migliolare la linea ferroviaria ligure e di realizzare Terzo Valico, nodo di Genova, raddoppio della linea a Ponente, infrastrutture fondamentali da loro sempre bloccate o rimandate. E di certo in tema di Protezione Civile, che vede la Liguria citata come esempio nazionale da Borrelli, non prendiamo lezioni dal Pd che con la sua sciagurata gestione ha portato solo danni e dolore nella nostra regione, rallentando per anni tutte le grandi opere fondamentali per la sicurezza. A questa formidabile accoppiata chiedere coerenza sarebbe ormai superfluo, chiedere equilibrio inutile, chiediamo almeno un po’ di rispetto per i liguri. Ma capiamo che la mente sia annebbiata dalla brama di potere che li farà alleare anche in Liguria. Si legge infatti su qualche media di contatti tra Burlando e Grillo. Ma davvero la Liguria vuole tornare in mano al Pd e ai Cinque Stelle, il peggio del nostro passato e del ridicolo presente? Il futuro però non ve lo lasceremo perché a deciderlo saranno i liguri", conclude Toti.

“La consigliera Salvatore e il consigliere Lunardon dimostrano ancora una volta scarsa attitudine nel valutare la gravità dei fatti e oggi hanno raggiunto l'apice nel cercare di approfittare di una situazione critica che si è creata in Liguria. Sarebbe senz’altro più opportuno e utile che i due esponenti dell’opposizione si attivassero, attraverso i loro colleghi di partito, per chiedere al loro governo di investire nel Terzo Valico, nel nodo di Genova, nel raddoppio della linea a Ponente e per sistemare definitivamente la rete ferroviaria ligure, una rete internazionale di grande importanza. Al contrario, i consiglieri continuano a nascondere le evidenti responsabilità di questo governo imbarazzante, alimentando polemiche sterili, inutili e basate su accuse completamente false, salvo poi ostacolare la realizzazione di ogni e qualsiasi infrastruttura vitale per il nostro territorio”. Così l'assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino replica ai capigruppo in Regione del M5S Alice Salvatore e del Pd Giovanni Lunardon in merito alle responsabilità di Trenitalia per i disagi verificatisi sulla linea ferroviaria a causa del maltempo.

“Oggi non c'è stato alcun disservizio creato da Trenitalia e riconducibile al contratto di servizio – precisa Berrino - ma la grande quantità di pioggia che ha colpito a macchia di leopardo alcune zone della nostra regione ha reso impraticabile in alcuni punti la rete ferroviaria. Basterebbe vedere le foto delle gallerie e dei sottopassi allagati: Trenitalia nonostante ciò ha cercato di garantire i treni e di sostituirli con gli autobus laddove essi non sono riusciti a partire”. “Il nostro sistema di infrastrutture e trasporti ha necessità di investimenti ma, al netto di ciò che è la rete ferroviaria attuale con le ben note carenze strutturali, oggi ha reagito tempestivamente di fronte alle difficoltà e quindi come Regione rimandiamo al mittente ogni accusa”, conclude Berrino.

Pirondini vs Campanella, la versione del grillino

Super User 15 Ottobre 2019 406 Visite

Dopo aver pubblicato il racconto di Alberto Campanella (FdI), vi proponiamo la versione di Luca Pirondini (M5S) sullo scontro quasi fisico tra i due consiglieri comunali.
“Ma niente, io ho fatto un 54 chiedendo cosa vuole fare la Giunta per far rispettare il regolamento attualmente vigente che regola come vanno tenuti i cani di grossa taglia negli spazi pubblici e nelle aree giochi per bimbi (dove non potrebbero nemmeno entrare). Questo l’ho chiesto anche perché abbiamo ricevuto molte segnalazioni di grossi cani liberi nelle aree riservate ai bambini e poiché l’altro giorno un pitbull ha aggredito e morso una bambina di sei anni. Campanella sulla sua pagina Facebook ha scritto che noi anni chiesto “multe per chi ha un cane” e “ulteriori regole restrittive per i padroni dei cani” cosa che è assolutamente falsa. Ho solo chiesto alla Giunta di fare più controlli perché siano rispettate le regole già esistenti. Stop. Quindi ho chiesto a Campanella, con la massima tranquillità, di rimuovere o modificare il post poiché ha scritto il falso. A quel punto si è messo a gridare che lo stavo aggredendo”. Ha detto Luca Pirondini a Genova3000.

Il post oggetto del contendere

Campanella: “sono stato aggredito da Pirondini”

Super User 15 Ottobre 2019 914 Visite

“Sono ancora agitato perché non mi aspettavo tale attacco da parte di Pirondini e mi è salita la pressione. È venuto minaccioso e mi ha intimato di cancellare il mio post sulla canefobia a 5 stelle. Ha utilizzato frasi ingiuriose e minacciose quasi volesse cercare una rissa. Io ho tenuto la mia calma e sono stato seduto e non sono stato alle provocazioni. L’ho invitato ad allontanarsi ma non desisteva. Il Presidente Piana si è trovato costretto a interrompere i lavori e lo ha fatto calmare. Questa non è democrazia interrompere il regolare svolgimento degli art. 54 che precedono il consiglio comunale. Questa è la forma di democrazia dei 5 stelle”. E’ la versione dei fatti raccontata a Genova3000 dal consigliere comunale Alberto Campanella. Attendiamo la versione di Luca Pirondini.

Il post di Campanella che avrebbe fatto infuriare Pirondini 

Il party totiano in casa Lauro

Super User 15 Ottobre 2019 738 Visite

Circa sessanta invitati - quasi tutte persone politicamente di sostanza: sindaci, vicesindaci, consiglieri comunali e municipali e amministratori della Città Metropolitana - hanno partecipato ieri sera al party totiano che la biconsigliera Lilli Lauro ha organizzato a casa sua.
Presente anche il governatore Giovanni Toti che si è complimentato con la padrona di casa per il successo della serata e per i voti che porterà in "Cambiamo!".
Lauro, regina delle preferenze nel centrodestra, alle ultime comunali genovesi ha raccolto 2500 voti ma per i suoi fedelissimi che l’accompagnano su tutto il territorio alle regionali ne prenderà almeno il doppio, ha dimostrato ancora una volta che ha un grande seguito. Il messaggio è stato lanciato alla concorrenza, anche a quella interna al partito.
Qualcuno infatti ha visto in questo incontro una risposta al party organizzato recentemente da Ilaria Cavo a Palazzo Imperiale.

La cabina di regia di Liguria Popolare

Super User 14 Ottobre 2019 260 Visite

Dopo la nascita di Sanremo Popolare, e l’arrivo del movimento anche nella provincia di Imperia, Liguria Popolare si dota di un coordinamento regionale. Ecco i nomi:

Andrea Costa consigliere regionale e presidente di Liguria Popolare

Gabriele Pisani consigliere regionale e capogruppo di Liguria Popolare in Consiglio regionale

Matteo Marcenaro consigliere comunale a Spotorno (Savona), coordinatore provincia di Savona per Liguria Popolare, già consigliere regionale

Antonio Bissolotti vicepresidente e coordinatore provinciale di Imperia per Liguria Popolare, già assessore comunale a Sanremo (Imperia)

Ubaldo Borchi Coordinatore di Genova Popolare, già candidato alle elezioni europee 2019

 “Prosegue il nostro radicamento sul territorio ligure – spiegano i consiglieri regionali Andrea Costa e Gabriele Pisani – hanno superato il centinaio gli amministratori che hanno scelto di aderire a questa nostra esperienza che ha il pregio di riuscire a coinvolgere sensibilità politiche differenti, però accomunate tutte dall’interesse primario di fare qualcosa di concreto per il territorio e i suoi cittadini”.

Liguria Popolare è ora presente nelle quattro province ligure: “E in ognuna di queste si sta dotando di un coordinamento provinciale – sottolineano -. Quella presentata oggi è di fatto la cabina di regia delle prossime regionali”.

“Cogliamo anche questa occasione per ricordare la nostra proposta di legge elettorale – ribadiscono Costa e Pisani – in cui crediamo molto, per dare ancora maggiore voce alla popolazione”

“Grazie al prezioso apporto di tutti gli amici che sono entrati a far parte del coordinamento regionale, Liguria Popolare continuerà a fare quello che è il suo interesse maggiore: ascoltare la gente e cercare di dare risposte concrete”, concludono.

Il grazie di Carlo Bagnasco alla stampa

Super User 14 Ottobre 2019 428 Visite

Il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco ha voluto ringraziare i giornalisti convocandoli all’Hotel Excelsior per un lunch di lavoro. Come dolce una sorpresa: una torta a tre piani con tutti i loghi delle testate giornalistiche.
“Un ringraziamento alla stampa - ha detto Bagnasco - che segue quotidianamente il nostro territorio, per lo straordinario lavoro di informazione svolto a servizio della collettività soprattutto durante l’emergenza vissuta a Rapallo con la mareggiata del 29 ottobre scorso. La cronaca senza allarmismo, la sensibilità nel dare le notizie e la valorizzazione della ripartenza e della ricostruzione sono state le caratteristiche che hanno contraddistinto tutti i cronisti, sempre presenti sul territorio, che oggi ho desiderato ringraziare personalmente”.

Cavo-Lauro, una domenica a confronto

Super User 14 Ottobre 2019 571 Visite

Ecco come hanno trascorso la giornata di ieri, domenica 13 ottobre, Ilaria Cavo, assessora regionale, e Lilli Lauro, consigliera sia in Regione che in Comune, entrambe colonne portanti del movimento di Giovanni Toti.
Cavo è volata - insieme alla neo assessora comunale Laura Gaggero - a New York per promuovere il Salone Nautico e deporre una corona sotto al monumento di Cristoforo Colombo.
Lauro invece ha fatto un viaggio molto più breve: è andata in Valle Scrivia, a Savignone, a tostare castagne e montare pony.
Il viaggio dell’assessora è stato sicuramente più interessante e costruttivo, ma la gita fuoriporta della biconsigliera è stata per lei molto proficua: ha potuto fare una bella campagna elettorale in vista delle regionali del prossimo anno.
Chi va lontano non prende voti.

Ilaria Cavo con Laura Gaggero sotto la statua di Cristoforo Colombo a New York

La promozione del Salone Nautico

Lilli Lauro tosta energicamente le castagne

Lauro in sella a un pony

Video Grillo, Toti: “i pagliacci nel loro circo”

Super User 13 Ottobre 2019 373 Visite

“Con buona pace e simpatia, perché Grillo è anche molto simpatico, però l’Italia ha bisogno di un po’ di serietà, e pure la Liguria, visto che Grillo è anche un nostro corregionale. Ognuno si allei con chi vuole, ma come si fa a mettere insieme politiche così diverse? Per fortuna il tempo è galantuomo e rimetterà ogni cosa al suo posto: i pagliacci nel loro circo, le persone serie e competenti al Governo e i veri interessi dei cittadini al centro di ogni cosa come stiamo già facendo in Liguria...”. E’ il post su Facebook del governatore Giovanni Toti

Convention Idee Italia, i forzisti genovesi ci sono

Super User 13 Ottobre 2019 653 Visite

Alla due giorni “Idee Italia – La voce del Paese”, l’evento organizzato nel week end da Mariastella Gelmini a Milano per lanciare le proposte di Forza Italia sulla prossima finanziaria e su un Paese diverso, hanno partecipato tutti big del partito. La giornata di ieri è stata dedicata a famiglie, imprese, legge di bilancio, regioni dove governa il centrodestra, governo delle “4 sinistre” e battaglie che i forzisti hanno fatto in Parlamento e sul territorio.
La domenica è stata dominata dalla presenza di Silvio Berlusconi che ha risposto per oltre un’ora alle domande di Alessandro Sallusti. Durante l’intervista, il Cav ha trovato il tempo di inserire la sua immancabile barzelletta spinta e lanciare la candidatura di Andrea Mandelli a coordinatore della nascente Altra Italia.
Nutrita la rappresentanza azzurra arrivata a Palazzo delle Stelline da Genova e dal Tigullio. Presenti i deputati Roberto Cassinelli e Roberto Bagnasco, il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, il capogruppo a Tursi Mario David Mascia e Luca Marcato dei Giovani azzurri
Assente invece il coordinatore ligure Sandro Biasotti.

Mariastella Gelmini tra Roberto Cassinelli e Roberto Bagnasco, dietro Mario Mascia

Grillo truccato da Joker: “non ho piani, sono il caos”

Super User 13 Ottobre 2019 560 Visite

Ieri sera, prima di salire sul palco di Italia 5 Stelle, l’evento organizzato a Napoli per festeggiare i 10 anni del M5S, Beppe Grillo è apparso in un video proiettato su un maxischermo truccato da Joker. “Non ho piani, voi ne avete a centinaia. Pensate a modificare il clima mentre quattro miliardi e mezzo di asiatici stanno moltiplicando i loro consumi di carbone, acciaio, materie prime, suv, ferrovie e gasdotti. Voi andate in bicicletta, avete i piani. Io non vivo nei piani, vivo in questa legge della termodinamica dove si sfascia tutto e tutto deperisce e si trasforma in altre cose. Non faccio piani, sono il caos”. Ha detto il fondatore del Movimento 5 Stelle.
Intanto a Sant’Ilario è scattata la caccia al Joker.

IL VIDEO (dalla pagina Facebook di Beppe Grillo)

Nel giorno di Colombo distribuite medaglie e nomine

Super User 12 Ottobre 2019 553 Visite

Una festa di tutta la città nel segno della tradizione e della storia. Un Salone del Maggior Consiglio gremito ha fatto da cornice alla cerimonia del “Giorno di Genova e di Colombo” a Palazzo Ducale. Piena anche la Sala del Minor Consiglio dove è stato possibile seguire in diretta il nutrito programma della manifestazione condotta dalla speaker e presentatrice radiofonica Valeria Oliveri.

Sono stati il sindaco di Genova Marco Bucci e il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti a dare il via alla cerimonia alla quale erano presenti – tra gli altri – la senatrice Anna Orsomando vice presidente del Senato, l’onorevole Luca Pastorino in rappresentanza della Camera dei Deputati e il vice Prefetto Vicario Valerio Massimo Romeo in rappresentanza del Governo.

Il momento istituzionale del Conferimento dei Premi Colombiani ha visto quest’anno il Premio Internazionale delle Comunicazioni alla Città di Columbus Ohio, la Medaglia Colombiana a Jerry Levine, Ceo di Mentor International e il Premio Internazionale dello Sport all’atleta Martina Mongiardino.

Conferite le Medaglie Città di Genova – e questa è stata la prima novità dell’edizione 2019 – ai rappresentanti della A.T.I. dei Demolitori di Ponte Morandi, all’IX Reggimento Col Moschin e alla “Danilo Coppe Siag”. A ritirare il riconoscimento per i “F.lli Omini”, Emilio Omini (ad e mandatario dell’ATI), per Fagioli Paolo Cremonini (vide presidente Strategic Development), per IREOS il presidente Emilio Munari, per IperProgetti Alberto Jacomussi, per il IX Reggimento Col Moschin il colonnello Yuri Grossi e per la “Danilo Coppe Siag” Michele Risso.

Altra novità è stato il conferimento dello speciale titolo di “Talento di Genova 2019” a 13 persone che hanno dimostrato talento in diversi ambiti: sport, arti grafiche, recitazione e comunicazione, arti visuali, canto, musica e danza, cultura, ricerca e apprendimento, innovazione e lavoro, artigianato ed enogastronomia. Selezionati dal “Comitato dei Talenti” coordinato da Manuela Arata,  sono stati premiati:

Alexander Pushkarenko, 29 anni, violinista;

Luca Porro, 14 anni, capitano della Nazionale di volley under 18;

Francesco Bocciardo, 25 anni, campione paralimpico di nuoto;

Claudia Vento, 15 anni, pianista;

Federico Romero Bayter, 35 anni, pittore;

Tommaso Castello, 27 anni, rugbista;

Gloria Benaglia, 21 anni, danzatrice;

Jacopo Bellussi, 26 anni, danzatore;

Benedetta Di Salle, 24 anni, velista;

Veronica Grieco, 26 anni, studentessa universitaria di matematica;

Elena Nieddu, 45 anni, scrittrice;

Martina Carraro, 26 anni, nuotatrice;

Andrea De Filippi-Alfa, 19 anni, rapper.

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha poi nominato 12 nuovi “Ambasciatrice e Ambasciatore di Genova nel Mondo”: Luca Beltramino, Luisa De Vettor, Alberto Podestà, Ettore Pollicardo, Claudio Senzioni, Enrico Contini, Alessandro Pilloni, Fabiola Mascardi, Brigida Gallinaro, Barbara Gazzale, Bin Huang, Enrico Ottonello Lomellini di Tabarca.

Luca Beltramino
È considerato uno dei padri fondatori dei Data Center in Europa e vanta esperienza nelle maggiori Multinazionali di questo settore. È attualmente Senior Vice President della strategia Globale EDGE Computing per Uptime Institute. 

Luisa De Vettor
Genovese, giornalista esperta in Comunicazione e Relazioni Internazionali, dal 1996 ha vissuto e lavorato a Tokyo, Belgrado, Budapest e ora a Riyadh in Arabia Saudita.                                                   

Alberto Podestà
Designer, da oltre trent'anni realizza progetti per importanti marchi nazionali, soprattutto nel campo dell'arredo. Attivo nel campo sociale, recentemente è il promotore degli Stati Generali della Cultura in Valpolcevera.                                                           

Ettore Pollicardo
Ingegnere meccanico, Presidente e Amministratore delegato del Gruppo Bureau Veritas Italia. Dal 2014 per il Gruppo Bureau Veritas ricopre l’incarico internazionale di Senior Vice President della Regione Sud, Est e Mediterraneo Europa.                                              

Claudio Senzioni
Cavaliere al merito della Repubblica Italiana, Cavaliere dell'Ordine dei Grimaldi di Monaco, Presidente della Tauride S.r.l, Amministratore dei Beni del Principe Pallavicino, Cancelliere del Consolato Generale del Principato di Monaco a Genova e in Liguria, Consigliere Fondazione Pallavicino, Genova.                                                          

Enrico Contini
Dopo la laurea in economia aziendale si trasferisce a NY nel 2010 dove la sua carriera professionale inizia nello shipping. Oggi è direttore marketing di VIAS Import, importatore e distributore di vino italiano. È presidente degli Young Executives della Italy-America Chamber of commerce e Presidente dell’Associazione Liguri nel mondo.                                            

Alessandro Pilloni
Laureato nel 2016 in Business and Finance, da un anno e mezzo vive e lavora in Bahrain. È organizzatore del primo "Pesto World Championship" in Medio Oriente che si terrà in Bahrein il 20 novembre, con il patrocinio del Comune di Genova e dell’Ambasciata Italiana in Bahrein.                                             

Fabiola Mascardi
Oltre ad un importante passato da ricercatrice universitaria si è arricchita di una profonda esperienza industriale, prima come dirigente ai più alti livelli nel gruppo Finmeccanica/Leonardo, poi come membro indipendente di vari Consigli di Amministrazione in società di rilievo nazionale ed internazionale.                                    

Brigida Gallinaro
Da 12 anni dirigente dell’Associazione Internazionale 50&Più che ha la missione di tutelare e valorizzare l’età matura. È Vicepresidente Nazionale e Presidente di 50&Più Liguria.

Barbara Gazzale
Imprenditrice della comunicazione e del marketing. Con un background professionale nel mondo del fashion, guida da anni un gruppo specializzato in creazione di idee e progetti di comunicazione, grandi eventi, people connection.

Bin Huang
Vincitrice del Premio Paganini nel 1994, concertista di fama internazionale e rinomata docente di violino, da un anno è Direttrice del Dipartimento Orchestrale del China Conservatory of Music di Pechino.

Enrico Ottonello Lomellini di Tabarca
Da sempre impegnato nella salvaguardia e valorizzazione del patrimonio storico genovese, ha ristabilito gli antichi legami tra Genova e i territori d’oltremare della Tunisia, operando a sostegno del riconoscimento UNESCO della grande epopea del Popolo Tabarchino.               

La striscia di Genova3000

Super User 12 Ottobre 2019 286 Visite

In questa puntata Vittorio Sirianni racconta di Lilli Lauro, Giovanni Toti, Claudio Muzio, Laura Gaggero, Ilaria Cavo, Barbara Grosso, Paola Bordilli, Marco Bucci, Gianluca Giurato, operatori del 118, Giacomo Raffo e Bar Murena.

VIDEO

Salvini scrive ai sindaci dei comuni liguri

Super User 12 Ottobre 2019 286 Visite

“Anche i sindaci della Liguria hanno ricevuto la lettera del senatore Matteo Salvini, che nei giorni scorsi ha scritto a 7.431 primi cittadini dei Comuni sotto i 20mila abitanti per confermare la propria vicinanza agli amministratori locali dopo i quattordici mesi di attività al ministero dell’Interno”.

Lo hanno annunciato i consiglieri regionali della Lega.

“Occorre valorizzare al meglio gli enti locali” ha scritto Salvini ai sindaci, ricordando, tra gli altri, alcuni concreti provvedimenti attuati durante il suo mandato al ministero come le nuove risorse per la videosorveglianza sul territorio, i progetti Spiagge Sicure e Scuole Sicure, fino ai fondi erogati per intervenire contro il maltrattamento degli animali.

“In tal senso - hanno spiegato i consiglieri regionali della Lega - anche gli amministratori locali della Liguria hanno ricevuto un prezioso supporto dagli uffici del Viminale per utilizzare al meglio i circa 400 milioni erogati a favore dei Comuni sotto i 20mila abitanti.

Si è trattato di un proficuo lavoro che ha portato al successo di un esperimento di sinergia tra Governo centrale e amministrazioni periferiche, anche dal punto di vista dei rapporti, che il senatore Salvini auspica non venga ora interrotto”.

“Non sono più vicepremier e ministro - ha sottolineato Salvini ai sindaci - ma continuerò a lavorare in Parlamento per gli enti locali e per il territorio. Già a partire dalla prossima manovra finanziaria mi spenderò in prima persona per evitare tagli o scelte che potrebbero avere ricadute negative.

Poi ci impegneremo per non tornare a un’immigrazione fuori controllo, che troppo spesso aveva ricadute drammatiche sulle città (soprattutto quelle piccole) e che costringeva troppi amministratori a subire delle scelte prese dall’alto, senza condivisione.

Intendo continuare la battaglia per dare sempre maggiori potere, tutele e dignità ai sindaci, che guidano le nostre comunità grazie a un preciso mandato popolare, lavorando anche per restituire competenze, legittimità ed efficienza alle Province, che in alcuni territori erano l’unico collegamento fra Comuni e resto del mondo”.

Gronda, Benveduti: “la soluzione è ripartire da zero?”

Super User 12 Ottobre 2019 237 Visite

"A volte ritornano. Il governo-horror giallofucsia partorisce incubi che speravamo si fossero dissolti in un triste passato. Rinvii, blocchi, giravolte. Tutto il vecchio armamentario piddino che tanti danni ha causato alla nostra terra. Dopo 15 anni di percorso per approvare e finanziare la Gronda, con tutte le autorizzazioni ambientali e urbanistiche pronte, la soluzione dei 5 Stelle è quella di ripartire da zero, regalando di fatto ad Autostrade miliardi di euro di investimenti". È il commento dell'assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti.

"I liguri sono stanchi - aggiunge Benveduti -, stanchi di una politica che nei decenni passati ha devastato e isolato la nostra Regione e che oggi si dimostra schiava di un accordo Renzi-Grillo. Non ci inchineremo mai ai 'no grillini', come fatto dal Pd per occupare qualche poltrona in più. La nostra Terra e la nostra Gente hanno bisogno di soluzioni reali e rapide, non di inutili opportunismi. Per questo siamo pronti alla mobilitazione assieme ai cittadini, per rivendicare una politica coraggiosa che investa finalmente su infrastrutture e su logistica. Siete con noi?"

Scontro tra i capigruppo di Cambiamo! e Fratelli d'Italia

Super User 11 Ottobre 2019 673 Visite

Il capogruppo di Fratelli d'Italia Alberto Campanella quando ha pubblicato il post su Facebook con le foto della sua raccolta firme contro lo spostamento dell'area di sgambatura a Villa Gruber tutto poteva aspettarsi fuorché l'attacco di un suo collega capogruppo di maggioranza.

E invece Mario Baroni, neocapogruppo di Cambiamo! in Comune e consigliere delegato di Bucci, ha scelto il palco del social più diffuso (e spiato) per attaccare: "Campanella basta marchette!!!".

Un attacco che è stato preso a ridere con eleganza da parte dell'avvocato Campanella, lasciando molto perplessi i lettori di Genova3000: il gruppo dei totiani con Anzalone, Lauro e Baroni, da stampella del polo sovranista in Comune rischia di trasformarsi in una spina nel fianco.
Sotto il post con il battibecco tra Campanella e Baroni.

L'Albergo dei poveri diventerà dei ricchi?

Super User 11 Ottobre 2019 377 Visite

La storia è scritta nel nome: l'Albergo "dei poveri" venne costruito nel 1652 per volere di Emanuele Brignole, assieme a Oberto Della Torre, per essere un nuovo ricovero o rifugio ove ospitare i poveri della Repubblica di Genova.

Ieri sera ci è stata organizzata una cena di gala, con la partecipazione del super assessore comunale Pietro Piciocchi che dell'Istituto Brignole è il commissario straordinario aggiunto.

L'obiettivo è rilanciare l'Albergo come location per ricevimenti ed eventi. Un po' come fu un tempo Villa Spinola ed oggi il Palazzo della Meridiana o Villa Lo Zerbino.

Secondo alcuni esperti di marketing però prima di prendere questo nuovo corso sarebbe necessario cambiare nome.

Il successo del convegno “Genova le donne e il mare”

Super User 10 Ottobre 2019 836 Visite

Era iniziato come un semplice invito da parte di una grande donna, simpaticamente esplosiva. Si chiama Marinella Accinelli e mi aveva contattato alla fine del mio Giro del Mondo, su MSC Magnifica. È diventata una giornata di gioia e di incontri spettacolari di e con donne eccellenti che lavorano in mare. Da quell’idea di Marinella (nomen omen) FIDAPA e la sua nuova e dinamica presidente, Elena Bormida, ha organizzato una giornata densa di interventi mirati su diverse professionalità, ognuna strategica e interconnessa. Ad aprire la mattinata il vice sindaco Stefano Balleari e a concluderla l’assessore regionale Ilaria Cavo. Pubblico il programma per non dimenticare nessuna ma vorrei sottolineare l’entusiasmo di tutte, soprattutto delle quattro giovanissime componenti della Marina Militare. La più giovane ancora Allieva dell’Accademia e le altre: Pilota Elicotterista, macchinista in un sommergibile, e incursore della Brigata San Marco. Sono ancora incredula mentre guardo la foto fatta insieme a queste quattro giovani magnifiche Italiane.

Susy De Martini

Susy De Martini con le giovani militari 

Susy De Martini

Bucci si racconta alla Bocciofila Lido

Super User 10 Ottobre 2019 313 Visite

Domani, venerdì 11 ottobre, dalle ore 18:00, Marco Bucci sarà alla Bocciofila Lido (via Gobetti 8 c) per raccontare i suoi primi due anni da sindaco e il primo da commissario per la ricostruzione del ponte sul Polcevera.
L’incontro, promosso da Fabio Orengo dell’associazione GenovaCresce, vedrà la partecipazione anche del professor Claudio Eva.

Genova partecipa alla campagna “Io non rischio”

Super User 10 Ottobre 2019 164 Visite

“Io non rischio”, iniziativa nazionale giunta quest’anno alla nona edizione, ha il suo cuore proprio nei punti informativi che volontari e volontarie di protezione civile allestiranno nelle principali piazze italiane, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. L’edizione 2019 coinvolge oltre 3.400 volontari e volontarie appartenenti a 532 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia. Il volontariato di protezione civile, le Istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese.

«Si tratta di un’iniziativa molto importante – sottolinea il consigliere delegato Sergio Gambino – soprattutto per il nostro territorio, soggetto a forti piogge improvvise e all’esondazione di rivi e torrenti. Uno dei principali compiti dell'Amministrazione è proprio quello di informare la cittadinanza su come mitigare i rischi idrogeologici che il nostro territorio comporta, creando una cultura di Protezione Civile, perché il sistema più efficace per difendersi dai rischi è conoscerli».

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica.

L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

Sul sito www.iononrischio.it è possibile informarsi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un’alluvione, un terremoto o un maremoto.

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip