Skin ADV

Notizie

Coronavirus, in Liguria 64 nuovi positivi

Super User 08 Settembre 2020 229 Visite

Il bollettino del coronavirus in Liguria di oggi, martedì 8 settembre.

Casi totali da inizio emergenza = 11.415 (+64), di cui 1.554 individuati da screening e 9.861 in pazienti sintomatici

Attualmente positivi = 1.951 (+46)

96 (+19) in ospedale (di cui 11 in terapia intensiva / UTI, +1)

764 in isolamento domiciliare (+18)

Nuovi positivi:

5 Asl1 (2 accesso ospedale, 3 attività screening)

7 Asl2 (1 accesso ospedale, 3 rientro da viaggio, 1 struttura sociosanitaria, 2 contatti di caso confermato)

26 Asl3 (13 contatti di caso confermato, 1 accesso ospedale, 2 rientri viaggio, 10 attività screening)

26 Asl5 (11 contatti di caso confermato, 9 accesso ospedale, 6 attività di screening)

Alisa precisa che la specificazione della Asl non è riferita alla residenza delle persone bensì alla sede territoriale dei laboratori dove è stato refertato il tampone

Guariti non più positivi = 7.886 (+17)

Deceduti = 1.578 (+1)

Tamponi = 254.193 (+2.582)

Ospedalizzati:

Asl1 = 7

Asl2 = 8 (2 UTI)

San Martino = 5 (3 UTI)

Galliera = 8

Gaslini = 4

Asl5 = 64 (6 UTI) 

Attualmente positivi per residenza:

IM = 102 (+5)

SV = 201 (-1)

GE = 949 (+17)

SP = 452 (+22)

Fuori regione = 87 (+1)

Altro o in fase di verifica = 160 (+2)

Sorveglianze attive (contatti di positivi) = 1.742

Asl1 = 105

Asl2 = 218

Asl3 = 686

Asl4 = 139

Asl5 = 594

Forza Italia, domani la senatrice Licia Ronzulli a Rapallo e Chiavari

Super User 08 Settembre 2020 294 Visite

La senatrice di Forza Italia Licia Ronzulli, presidente della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, mercoledì 9 settembre sarà presente nel Tigullio assieme al coordinatore regionale Carlo Bagnasco, con il seguente programma:

Mercoledì 9 settembre

Ore 16:00 Rapallo - Visita all’Istituto scolastico San Girolamo (Via Baisi 18).

Ore 17:00 Chiavari - Incontro con candidati e militanti di Forza Italia presso il gazebo collocato in Carruggio Dritto (Via Martiri della Liberazione, nei pressi di Vico Oneto).

Ore 17:30 Chiavari - Conferenza stampa presso la sede di Forza Italia in Corso Cristoforo Colombo 83A.

Ore 18:30 Rapallo - Aperitivo presso Hotel Miramare, con candidati e militanti.

Andrea Carratù presidente onorario di MSP Genova

Super User 08 Settembre 2020 228 Visite

Andrea Carratù, presidente del Municipio Centro Est e candidato alle regionali con la Lega, è stato nominato presidente onorario del Movimento Sportivo Popolare – Genova.
Nel video le interviste di Marco Benvenuto a Andrea Carratù, Enrico Cimaschi, consigliere nazionale MSP Italia, Elena Rosina, presidente MSP Genova, Luca Verardo, amministratore Sport and go e Lazzaro Calcagno, regista teatrale.

Covid in Liguria: 59 nuovi casi e 2 decessi nelle ultime 24 ore

Super User 07 Settembre 2020 319 Visite

Il bollettino del coronavirus in Liguria di oggi, lunedì 7 settembre.

Casi totali da inizio emergenza = 11.351 (+59), di cui 1.524 individuati da screening e 9.827 in pazienti sintomatici

Attualmente positivi = 1.905 (+43)

77 (+6) in ospedale (di cui 10 in terapia intensiva / UTI, +1)

746 in isolamento domiciliare (+49)

Nuovi positivi:

11 Asl3 (10 contatti, 1 attività screening)

48 Asl 5 (31 contatti, 6 accessi ospedale, 11 attività screening)

Alisa precisa che la specificazione della Asl non è riferita alla residenza delle persone bensì alla sede territoriale dei laboratori dove è stato refertato il tampone

Guariti non più positivi = 7.869 (+14)

Deceduti = 1.577 (+2)

Tamponi = 251.611 (+744)

Ospedalizzati:

Asl1 = 6

Asl2 = 7 (2 UTI)

San Martino = 3 (2 UTI)

Galliera = 5

Gaslini = 2

Asl5 = 54 (6 UTI)

Attualmente positivi per residenza:

IM = 97 (+0)

SV = 202 (+0)

GE = 932 (+0)

SP = 430 (+43)

Fuori regione = 86 (+0)

Altro o in fase di verifica = 158 (+0)

Sorveglianze attive (contatti di positivi) = 1.709

Asl1 = 97

Asl2 = 215

Asl3 = 671

Asl4 = 138

Asl5 = 588

Covid, Toti: “Chi specula sulle paure della gente per racimolare qualche voto è uno sciacallo”

Super User 07 Settembre 2020 275 Visite

“Sciacalli. Non posso che definire così chi in queste ore di intenso lavoro in Regione per la gestione dei casi Covid alla Spezia, e dopo mesi di fatica per contenere un’emergenza sanitaria mondiale (non regionale, eh!), specula per racimolare qualche voto soffiando sulle paure della gente, quelle più profonde che hanno a che fare con la nostra salute e quella dei nostri cari. A me non interessa rispondere a loro, e a chi fa politica in questo modo, ho altro a cui pensare. E, anzi, mi sconforta il livello di pochezza del dibattito e mi demoralizza profondamente che chi ambisce a ricoprire ruoli di responsabilità possa cadere così in basso come un qualsiasi haters della rete o leone da tastiera sui social. Così non fate male a Toti, ve lo assicuro, perché Toti continuerà a lavorare per i cittadini che lo hanno scelto e anche per quelli che non lo sostengono. Il male lo fate solo a voi stessi perché mostrate tristemente chi siete davvero: sciacalli!”. Così scrive su Facebook il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.

Comune e sindacati firmano il “Patto per il lavoro e lo sviluppo”

Super User 07 Settembre 2020 436 Visite

Questa mattina nella Sala di Rappresentanza di Palazzo Tursi il sindaco di Genova e i segretari generali di Cgil Cisl Uil Genova hanno siglato il “Patto per il lavoro e lo sviluppo”.

Le emergenze che la città sta affrontando, dal crollo del ponte Morandi alla diffusione del Covid 19, hanno causato gravi conseguenze sociali ed economiche. Da qui la necessità di un percorso comune che definisca strumenti e risorse per consentire alla città di riprendere a crescere.

“Superate le criticità con cui Genova ha dovuto convivere per quasi due anni dopo la tragedia di ponte Morandi, ora la città ha l’opportunità di riprendere quel percorso di crescita che era iniziato nel 2017 – ha detto il sindaco di Genova –. Sono tanti i temi sui quali abbiamo lavorato e lavoreremo con i sindacati per poter portare risultati tangibili al territorio creando occupazione, migliorando la qualità della vita dei genovesi e attuando tutte le condizioni perché il numero degli abitanti della nostra area metropolitana possa tornare a salire. Le sfide imminenti, oltre al tanto atteso avvio dei lavori per la Gronda autostradale e ai cantieri in atto di Nodo ferroviario di Genova e Terzo Valico, saranno quelle per il Ribaltamento a mare dello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente e per lo sviluppo dei quattro assi di forza del Trasporto pubblico locale. Tutto quello che è contenuto in questo protocollo dimostra la grande dinamicità della nostra città. Lavoriamo uniti e avremo un futuro già scritto: Genova capitale del Mediterraneo”.

“Siamo lieti di aver portato a termine questa trattativa con la Cgil, la Cil e la Uil – sostiene l’assessore al personale e alle relazioni sindacali Giorgio Viale –. Lavorare in sintonia è un buon segnale per la città”.

Tra le priorità individuate nel Patto, la messa in sicurezza del territorio e gli interventi a sostegno del patrimonio industriale a partire da una mappatura delle vecchie aree dismesse dalle quali si possano ricavare poli già dotati di infrastrutture. Rispetto a queste ultime, un capitolo specifico è dedicato al porto e alla sua catena logistica.

“Se non vogliamo che il nostro porto sia vittima di isolamento, occorre avere tempi certi per la realizzazione di tutte le infrastrutture necessarie: terzo valico, nodo ferroviario, Gronda, nuova diga foranea, nodo di San Benigno e ovviamente l’elettrificazione delle banchine”, hanno sottolineato i segretari generali che hanno rilanciato la richiesta di istituzione della Zona Economica Speciale, uno strumento per competere con i porti Europei creando i presupposti per un significativo e fondamentale aumento dei traffici.

Un’altra opportunità da cogliere viene individuata in ANSFISA, l’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle strutture stradali ed autostradali e del competence centre START 4.0. L’agenzia, oltre a rappresentare un valore aggiunto per la città, permetterebbe di portare a Genova 250 nuovi posti di lavoro qualificati, mentre per START 4.0, il progetto dedicato a sicurezza e ottimizzazione delle infrastrutture strategiche, sono state messe a disposizione risorse per 11,5 milioni di euro in tre anni. Altri 5 milioni di euro, previsti dal protocollo dello scorso 28 luglio tra Regione Liguria, CGIL, CISL, UIL e Confindustria sono destinati alla città ed in particolare alla Val Polcevera e dovranno essere finalizzati all'insediamento di nuove attività e alla creazione di nuova occupazione stabile e qualificata.

Il Patto riprende le questioni industriali, dal ribaltamento a mare di Fincantieri, alla situazione di stallo su Ilva e Piaggio, solo per citare le principali, alle quali si affiancano tutti i settori produttivi: costruzioni, turismo, commercio, sicurezza sul lavoro e mobilità cittadina. Per questi capitoli il Patto prevede la possibilità di favorire le locazioni di locali commerciali sfitti attraverso una tassazione agevolata, destinare almeno il 10 per cento delle risorse derivanti dalla tassa di soggiorno per sostenere le realtà turistiche che investono in nuova occupazione o in percorsi di stabilizzazione, l’implementazione di nuovi e positivi modelli di smart-working, da non confondersi con il telelavoro diffusosi nel lockdown, per arrivare al miglior utilizzo dei centri per l’incontro tra domanda e offerta di lavoro: sono tutti temi definiti compiutamente nel Patto e che saranno oggetto di prossimi confronti specifici tra amministrazione comunale e Cgil-Cisl-Uil.

 

Al castello di San Cipriano gli Stati generali della cultura in Valpolcevera

Super User 07 Settembre 2020 236 Visite

Oggi, lunedì 7 settembre, alle ore 20:30, al castello di San Cipriano si svolgeranno gli Stati generali della cultura in Valpolcevera.

L’evento, organizzato dal dinamico architetto Alberto Podestà e moderato dal giornalista Gilberto Volpara, ha in programma gli interventi di alcuni candidati alle regionali (uno per coalizione, secondo par condicio): Rosario Amico (Massardo), Mario Boccardo (Chiappori), Daniele Bonuso (Toti), Marika Cassimatis (Cassimatis), Marco De Ferrari (Alice Salvatore) e Armando Sanna (Sansa).

Sono attesi altri candidati, amministratori locali e qualche big della politica.

Ingresso libero secondo le norme vigenti in materia di prevenzione anti covid. Parcheggio libero all'interno del parco del castello.

Sansa: “Un servizio civile dei giovani per diffondere le conoscenze digitali”

Super User 07 Settembre 2020 184 Visite

Il candidato presidente della Regione Liguria Ferruccio Sansa ha elaborato una proposta per i giovani durante l'incontro di ieri con il ministro per la Coesione territoriale Giuseppe Provenzano.

Si tratta della seconda proposta concreta, dopo quella sulla cosiddetta "eredità per l'autonomia" che prevede l'istituzione di un fondo da destinare ai diciannovenni per agevolare il loro ingresso nel mondo del lavoro o all'Università.

" Un servizio civile digitale per i giovani. Si può fare", ha detto Sansa parlando della seconda proposta. "E' un altro progetto per tenere in Liguria i nostri giovani. Ne abbiamo parlato a lungo oggi con il ministro Giuseppe Provenzano, che lo sta studiando anche per proporlo a livello nazionale.

Come funziona?  Il servizio è riservato ai giovani tra i diciotto e i vent'anni che, dopo gli anni della scuola e prima di cominciare a lavorare, sarebbero impegnati nel diffondere le conoscenze digitali nelle famiglie, nelle scuole e nelle imprese. Il vantaggio sarebbe duplice: la diffusione di saperi digitali innanzitutto. Ma il servizio aiuterebbe anche i ragazzi - che sarebbero retribuiti - ad acquisire competenze da poter poi utilizzare per entrare nel mondo del lavoro".

"Il progetto - ha proseguito Sansa - prevede la creazione di una nuova forma di servizio civile di giovani per fornire servizi di formazione personalizzata, in particolare sul digitale, alle famiglie più in difficoltà, con il coinvolgimento di amministrazioni locali, organismi del terzo settore e reti di cittadinanza attiva.

Il progetto si propone di impegnare 10.000 giovani (a livello nazionale), per un periodo di 18 mesi ciascuno, per l’alfabetizzazione informatica di genitori di bambini in età scolare. L’azione ha lo scopo di consentire ai genitori stessi di aiutare i figli nel loro percorso educativo e prevenire i fenomeni di dispersione scolastica.

La didattica One to One, “da uno a uno”, ha carattere totalmente individualizzato: il giovane si farà carico dell’adulto del nucleo interessato per un numero di incontri che sarà concordato caso per caso (in media 4-6 ore settimanali). L’obiettivo è che ogni giovane coinvolga, in un semestre, almeno 5 nuclei familiari (15 nel corso dei 18 mesi), per un totale finale di 150.000 persone.

Costo presvisto: 1 miliardo (occupazione temporanea di 10.000 giovani per 18 mesi, tutela della salute e della sicurezza, dotazione informatica, promozione). Per il suo carattere modulare, può essere adattato alle risorse disponibili".

De Benedictis (FdI): “A Genova occorre sterilizzare più gatti in libertà”

Super User 07 Settembre 2020 331 Visite

Francesco De Benedictis, consigliere comunale e candidato alle regionali con Fratelli d’Italia, nel prossimo Consiglio comunale chiederà al sindaco Bucci e alla sua Giunta di “concordare con ASL3 un programma di urgenza delle sterilizzazioni al fine di contenere, come previsto dalla legge regionale, il randagismo e ad assicurare che al termine dell’intervento di sterilizzazione gli animali possano fare il pur breve periodo post operatorio in locali adeguati sotto il profilo igienico sanitario”.
“Allo stato attuale la ASL 3 assicura al massimo 5 sterilizzazioni a settimana”, precisa De Benedictis, che è noto anche per essere uno dei migliori allevatori di canarini al mondo.  

Coronavirus, in Liguria 111 nuovi casi e 2 decessi nelle ultime 24

Super User 06 Settembre 2020 268 Visite

Il bollettino del coronavirus di oggi, domenica 6 settembre.

Casi totali da inizio emergenza = 11.292 (+111), di cui 1.520 individuati da screening e 9.772 in pazienti sintomatici

Attualmente positivi = 1.862 (+92)

71 (+10) in ospedale (di cui 9 in terapia intensiva / UTI, +2)

697 in isolamento domiciliare (+51)

Nuovi positivi:

7 Asl1 (2 contatti, 5 attività di screening)

12 Asl2 (7 rsa, 5 attività di screening)

12 Asl3 (1 rsa, 2 accesso ospedale, 9 attività di screening)

80 Asl5 (40 contatti, 6 accesso ospedale, 34 attività di screening)

Alisa precisa che la specificazione della Asl non è riferita alla residenza delle persone bensì alla sede territoriale dei laboratori dove è stato refertato il tampone

Guariti non più positivi = 7.855 (+17)

Deceduti = 1.575 (+2)

Tamponi = 250.867 (+1.586)

Ospedalizzati:

Asl1 = 6

Asl2 = 7 (2 UTI)

San Martino = 2 (2 UTI)

Galliera = 7

Gaslini = 2

Asl5 = 47 (5 UTI)

 

Attualmente positivi per residenza:

IM = 97 (+2)

SV = 202 (+4)

GE = 932 (+8)

SP = 387 (+69)

Fuori regione = 86 (+0)

Altro o in fase di verifica = 158 (+9)

 

Sorveglianze attive (contatti di positivi) = 1.908

Asl1 = 143

Asl2 = 312

Asl3 = 725

Asl4 = 124

Asl5 = 604

La Russa a Genova, Cristina Enrico ha accompagnato il senatore

Super User 06 Settembre 2020 630 Visite

Nella giornata di ieri, la candidata alle regionali liguri Cristina Enrico ha accompagnato il senatore Ignazio La Russa in occasione della sua visita a Genova.  
Per Cristina Enrico è stata l’occasione per condividere il suo programma elettorale, in particolare i suoi due punti che sono stati inseriti nel programma della coalizione del presidente Toti: “La famiglia al primo posto” e “Liguria amica degli animali”.
La visita è culminata a Nervi in piazza Pittaluga dove il senatore e la candidata hanno partecipato ad un banchetto di Gioventù Nazionale.
“Sono giornate molto intense in mezzo alla gente. L’entusiasmo per Fratelli d’Italia e Giorgia Meloni è tangibile”, ha detto la candidata che ha anche annunciato l’evento del prossimo mercoledì 9 settembre: la presentazione del libro “Dispera Bene” dello scrittore e intellettuale Marcello Veneziani che si terrà presso Sale&Dede in via Felice Cavallotti 91 Rosso.

Coronavirus, nella provincia della Spezia obbligo di indossare la mascherina tutto il giorno

Super User 06 Settembre 2020 162 Visite

Esteso l’obbligo di indossare la mascherina durante il giorno nella provincia della Spezia, a seguito del cluster che si è riscontrato in zona.

E’ stato deciso oggi al termine della riunione che si è svolta in Regione alla presenza del presidente, dell’assessore alla salute, del commissario straordinario di Alisa Walter Locatelli, del responsabile prevenzione di Alisa Filippo Ansaldi, del direttore del dipartimento prevenzione di sanità Francesco Quaglia e del sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini.

La decisione è stata assunta a seguito dei 41 ospedalizzati che si sono riscontrati nella provincia spezzina, su un totale di 61 ospedalizzati in tutta la regione e di 95 nuovi casi positivi in Liguria, emersi grazie ai 2700 tamponi effettuati oggi.

Per una settimana ci sarà dunque l’obbligo di indossare la mascherina anche nei luoghi esterni e non solo per chi entra negli esercizi commerciali o in aree al chiuso.

La presente ordinanza ha efficacia da oggi fino alle 24 del 13 settembre. L’obiettivo, come è stato spiegato oggi dai responsabili regionali, è quello di contenere il cluster e ricondurlo a dimensioni ragionevoli. Si tratta, è stato spiegato, di una misura blanda, perché di fatto l’ obbligo è già previsto dall’ordinanza del Ministero della salute dalle ore 18. Al momento Regione Liguria non ritiene indispensabile assumere altre iniziative.

Nel corso del punto sull’aggiornamento i clinici hanno sottolineato che dei 40 ricoverati la maggior parte non presenta fenomeni preoccupanti.

Quanto accaduto nella provincia di Spezia, è stato detto, è da ricondurre ad un evento che si è tenuto fuori del territorio regionale, nel nord della Toscana, dove hanno preso parte un certo numero di cittadini di provenienza straniera. Una festa che si è di fatto trasformata in cluster e che ha creato dei sotto focolai in quanto le persone infettate si sono poi recate sui luoghi di lavoro, dove è stato esteso il contagio.

Gli uffici di prevenzione della ASL 5 sono stati rafforzati con l’inserimento di nuovo personale proveniente da altre ASL liguri.

Al termine della prossima settimana verrà effettuato un ulteriore monitoraggio per verificare le misure più idonee da adottare. Il sindaco della Spezia ha raccomandato a tutti, in particolare ai più giovani di prestare la massima attenzione alle misure di sicurezza.

Al momento l’indice di contagio in Liguria è pari a RT che è sotto l’1.0.

Programma centrodestra, Fassio (Lega): “Sul sociale ci giochiamo il futuro”

Super User 05 Settembre 2020 325 Visite

"Sul sociale e sull'ascolto delle fasce più deboli la Liguria si gioca molto del suo futuro". A dirlo è Francesca Fassio, assessore uscente alle politiche Socio-Sanitarie del Comune di Genova e candidata con la Lega al prossimo Consiglio regionale.
"L'emergenza sanitaria - aggiunge -, economica e, non per ultima di importanza, sociale, che ha avuto inizio con la diffusione del Covid-19 nel nostro Paese, ha accentuato dubbi e incertezze sul futuro delle persone. I più fragili sono rimasti ancora più nell'ombra, perché non considerati da un governo che ha fatto poco e male per tutelare i diritti dei cittadini. Come quello all'istruzione. A meno di dieci giorni dall'inizio delle scuole, ancora nessuna risposta è stata fornita alle famiglie di studenti disabili. Eppure la scuola dev'essere la base per il futuro e per il presente, il luogo dove bambini e ragazzi esprimono tutte le loro potenzialità. Occorre ripartire dall'educazione, quella che viene insegnata a casa prima che sui banchi. Rimettiamo al centro il vero nucleo della società, la famiglia. Come Lega, per la prossima legislatura in Regione Liguria, proporremo una Legge quadro per la famiglia e per la natalità, che punti sulla sburocratizzazione e sulla semplificazione. Abbiamo bisogno di operatori formati, sia in campo sanitario che legale, per aiutare le persone anziane e i disabili il più a lungo possibile nel proprio contesto familiare. Inoltre proponiamo l’azzeramento del canone per gli alloggi di edilizia residenziale degli over 70 non morosi. Un altro segnale, a nostro avviso, importante in soccorso delle fasce più deboli, che stanno soffrendo in maniera sostanziale questo momento storico".

A 108 anni Amelia ha sconfitto il Coronavirus

Super User 05 Settembre 2020 526 Visite

Festa alla Residenza Valpolcevera per i 108 anni di Amelia Zito che alla sua importante età ha sconfitto il Covid-19.
Vittorio Sirianni ha intervistato il responsabile della struttura Ubaldo Borchi.

Intervista a Sonia Viale, candidata a Genova con la Lega

Super User 05 Settembre 2020 318 Visite

Vittorio Sirianni ha intervistato per Genova3000 la vicepresidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Sonia Viale, che è candidata alle regionali nel collegio di Genova con la Lega Liguria.

Coronavirus, 47 nuovi positivi in Liguria

Super User 04 Settembre 2020 110 Visite

Sono 47 i nuovi positivi in Liguria, secondo i dati trasmessi da Alisa al ministero.

 

Il dettaglio dei nuovi positivi:

8 ASL 1 di cui:

3 contatto di caso

2 accesso ospedale

3 attività di screening

 

2 ASL2 di cui:   

1 contatto di caso

1 attività di screening

 

16 ASL3 di cui:

11 contatto di caso

5 attività di screening

 

21 ASL5 di cui:

14 contatto di caso

3 accesso ospedale

4 attività di screening

 

Si precisa che la specificazione della ASL, non è riferita alla residenza delle persone bensì alla sede territoriale dei laboratori dove è stato refertato il tampone.

VinceGenova riparte da uno statuto più snello e da una nuova organizzazione

Super User 04 Settembre 2020 423 Visite

L’associazione VinceGenova si è ripresentata alla Città con un nuovo statuto ed un nuovo comitato direttivo, presieduto da Luciano Grasso, davanti ad un folto pubblico e a Marco Bucci e Giovanni Toti. L’obiettivo primario è coinvolgere i cittadini “purché motivati ad impegnarsi in prima persona per collaborare a sviluppare progetti utili alla futura crescita della Città”, ha spiegato Grasso.
“Se sapremo riproporre questo modus operandi - continua Grasso - fra 5 anni i nostri giovani avranno una Genova totalmente rinnovata”.
Per realizzare concretamente questo modello operativo basato su ascolto, collaborazione e lavoro, VinceGenova ha deciso di organizzarsi con 4 aree funzionali, a ciascuna delle quali corrisponde un “tema” considerato strategico per lo sviluppo della Città. Ogni area funzionale verrà suddivisa in sotto-settori ed avrà un proprio responsabile che oltre a coordinare il lavoro delle persone disponibili a farne parte, dovrà periodicamente riferire al direttivo dell’associazione dello stato di avanzamento dei progetti per poi presentarli, come libero contributo della società civile, agli assessorati di competenza. Un modello ambizioso che poggia su condivisione, competenza e concretezza di una società civile cui spetta il ruolo di collante tra le diverse correnti politiche con l’unico fine che “Vince Genova”.

L'intervento di Giovanni Toti

Matteo Rosso: “Da anni combatto perché venga chiusa la voragine davanti al San Martino”

Super User 04 Settembre 2020 404 Visite

Matteo Rosso ieri si è recato al cantiere di Largo Benzi, per avere informazioni sullo stato di avanzamento dei lavori dei parcheggi interrati.
“Quello che pareva una piscina d’inverno ed una foresta d’estate oggi è un cantiere che lavora spedito. A pochi giorni dal termine del mio incarico nel consiglio regionale, sono felice di vedere la battaglia che ho condotto in aula e con decine di sopralluoghi e video, essere vinta”, afferma il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia. 

La vicenda
Il 2 Agosto del 2018 sembrava finalmente giunto il momento della risoluzione: i lavori del parcheggio di Largo Benzi vengono ripresi, si parla di 422 i posti auto, disposti su 5 livelli interrati, e i lavori saranno ultimati a fine novembre 2021. Il cantiere era fermo dal 2012 ed aveva lasciato una voragine a cielo aperto in Largo Rosanna Benzi.
Nel luglio 2019 Fratelli d’Italia, nel corso di un consiglio comunale, chiede lo stato dell’arte dell’opera e la conferma sui tempi di realizzazione. Le problematiche che causano il “rallentamento” sono principalmente quelle inerenti infiltrazioni d’acqua ed i danni provocati dall’alluvione.
Ad oggi, a parte lo slittamento di qualche mese rispetto all’idea iniziale, il parcheggio è in fase di completamento.

ATP, Sivori: “Pronti all'inizio della scuola. Evitare ingressi scaglionati”

Super User 04 Settembre 2020 208 Visite

Atp Esercizio si è mobilitata in questi giorni in vista della riapertura in presenza dell'anno scolastico. Il tema del trasporto pubblico in ottica scolastica, quindi sia con riferimento ai 22 Comuni convenzionati per i quali è Atp a svolgere il servizio sia soprattutto con riferimento alle linee utilizzate dagli studenti per raggiungere la scuola, è centrale in queste giornate. L'analisi dei flussi di traffico, le ultime notizie arrivate dal Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti sulla capienza a bordo e quelle arrivate dalla Regione Liguria sulle risorse aggiuntive e finalizzate per il tpl, permettono oggi a Enzo Sivori, presidente di Atp Esercizio, di affermare che «Dal 14 settembre entrerà in vigore l'orario invernale uguale a quello pre Covid di un anno fa.
Questo significa che avremo a disposizione mezzi e personale in grado di soddisfare le esigenze dei passeggeri». Sul tema finalmente risolto della capienza: «I protocolli hanno confermato che l'occupazione potrà arrivare all'80 per cento dei posti previsti dal libretto di circolazione di ciascun mezzo. Inoltre contiamo che anche per gli scuolabus sarà in vigore lo stesso dato percentuale, grazie a un'interpretazione normativa che dovrà arrivare dal Mit prima del 14 settembre». Fondamentale è, nel caso di Atp, è il fatto che grazie alle politiche attuate da Atp e Città Metropolitana, l'età media della flotta sia fortemente calata attestandosi sotto i 10 anni: «Questo permetterà senza dubbio di rispondere alle esigenze che si sono venute a creare in questa fase di pandemia. Stiamo raccogliendo i frutti degli investimenti fatti negli ultimi anni e a goderne saranno anche e soprattutto pendolari e circa 3.000 studenti» - conferma Claudio Garbarino, che come consigliere delegato ai Trasporti di Città Metropolitana ha seguito anche l'attuale fase. Un altro elemento importante è quello delle risorse: «La Regione Liguria ha assicurato in queste ore di avere a disposizione le risorse per fare fronte ad eventuali costi di servizio legati all'emergenza pandemica. Nel nostro caso significa che potremo utilizzare i bus di riserva, che sono circa il 10 per cento del totale, in situazioni particolari» - aggiunge Sivori, che poi tocca anche la questione degli ingressi scaglionati: «Sarebbero un errore dal punto di vista del trasporto pubblico scolastico. Chiediamo ai dirigenti scolastici di prevedere un orario di ingresso a il più possibile univoco. Mi appello al loro buon senso, perché in caso di scaglionamento degli accessi, semplicemente si rischierebbe di non poter trasportare tutti a scuola».  

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip